Notizie

Anno 2014

- Anno 2014: bilancio dell'attività del circolo

Alla fine del 2014 eccoci a tirare le somme di un anno ancora una volta molto soddisfacente per i nostri colori, con due risultati - su tutti - che meritano di prepotenza la prima pagina.

Il primo è quello ottenuto dalla prima squadra del circolo nel Campionato Italiano a Squadre, con la conquista della promozione alla Serie A2, dove Valle Mosso mancava dal 2009. La formazione, composta da Marco Ubezio (capitano), Giovanni Siclari, Matteo Migliorini, Lorenzo Bardone e Stefano Bazzeato, ha chiuso con 9 punti su 10. Doverosa menzione anche per la seconda squadra, neo-promossa in Serie C, che con Paolo Drago, Luigi Isoardi, Dario Borghi, Lorenzo Pedoni e Maria Palma ha mancato di pochissimo la promozione in Serie B.

Il secondo risultato è quello ottenuto da Maria Palma, che dopo due secondi posti consecutivi ha conquistato il titolo di Campionessa Italiana Under 12 ai Nazionali disputati a Tarvisio. Questo prestigioso risultato le ha assicurato la partecipazione ai Campionati del Mondo tenutisi a Durban, in Sud Africa, nel mese di settembre.

Come sempre hanno poi tenuto banco i successi dei nostri giovani, sempre in crescita, come dimostrano i titoli di Candidato Maestro ottenuti da Lorenzo Bardone e da Paolo Drago ed il raggiungimento della Prima Categoria Nazionale da parte di Dario Borghi e di Lorenzo Pedoni. Ha ottenuto una promozione anche Alessio Albertino (non più Under 18 ma comunque affacciatosi da poco all'attività agonistica) che ha raggiunto la Terza Categoria Nazionale.

Alcuni ragazzi del circolo hanno partecipato ai Giochi Sportivi Studenteschi (per la prima volta come componenti di due squadre: una di Allievi e una di Juniores, entrambe del Liceo Scientifico “A. Avogadro” di Biella) ottenendo con gli Juniores il 2º posto ai regionali ed il 4º alla fase Nazionale tenutasi a Terrasini (PA). Va però ricordato, purtroppo, che pur presentandoci con due squadre ai Campionati Regionali Under 16, non siamo riusciti a conquistare per la prima volta da diversi anni la qualificazione alla fase nazionale, e questa è forse l'unica nota veramente stonata dell'anno.

Il circolo ha proseguito nell'attività di organizzazione di tornei (semilampo e non), con l'apice sempre raggiunto dall'ormai classico Torneo Internazionale “Città di Biella”, giunto alla 5ª edizione e sempre con un numero di partecipanti considerevole, in linea con le edizioni precedenti. Ma nel 2014 è nato anche un torneo Semilampo, valido per il Circuito Regionale, disputato a Lenta (VC) ed intitolato alla memoria di Renato Morgante. La gara è stata caratterizzata dalla presenza di ben 74 giocatori, tra i quali molti titolati. Abbiamo inoltre organizzato per la seconda volta il Campionato Regionale Individuale Under 16 ed il Campionato Interprovinciale di Biella e Vercelli, quest'ultimo nella nuova formula week-end.

A livello individuale i nostri soci hanno partecipato a molti tornei ottenendo buoni risultati, aperti all'inizio di gennaio dalla vittoria di Matteo Migliorini al 18º Torneo “Città di Santa Margherita Ligure” e chiusi ieri dal trionfo di Lorenzo Bardone al 5º Torneo “Scacchi d'Inverno” di Arco (TN). Tra questi due successi, già detto del titolo nazionale di Maria Palma, abbiamo avuto modo di festeggiare quelli di Ludovico Bargeri al Campionato Interprovinciale di Novara e Verbania, di Giovanni Siclari al Campionato Interprovinciale di Biella e Vercelli, di Maria Palma all'Open B del 5º “Festival di Roseto degli Abruzzi”, di Paolo Drago nell'Open B del “Torneo Internazionale Città di Bergamo” ed il titolo di Campione Regionale Under 14 ottenuto da Dario Borghi. Tra i piazzamenti vanno ricordati quelli di Lorenzo Della Peruta, secondo nell'Open B del 3º Torneo “Città di Pavia” e di Dario Borghi, per ben tre volte terzo (nell'Open del 13º Festival “M. G. Vida” di Cremona, nel Trofeo degli Scudi per Seconde Categorie Nazionali a Vimercate ed al 3º Torneo “Città di Lesa”. Per finire, sono anche arrivate le prime due mini-norme di Maestro FSI per Giovanni Siclari e Lorenzo Bardone, rispettivamente al 9º Oster-Open di Bad Ragaz (Svizzera) ed al Torneo di Arco.

- Lorenzo Bardone trionfa ad Arco!

Grandi notizie arrivano dalla quinta edizione del torneo Scacchi d'Inverno, disputato dal 26 al 30 dicembre ad Arco (TN), al quale hanno preso parte tre nostri giovani soci. Lorenzo Bardone infatti si è aggiudicato in modo perentorio il torneo, chiudendo solitario ed imbattuto con 6 punti su 7 (performance di 2325). Lorenzo, dopo aver centrato tre vittorie nei primi tre turni, si doveva accontentare della patta contro il bolognese Alex Dobboletta in una partita molto complicata. Al quinto turno Lorenzo pattava velocemente con Matteo Migliorini in prima scacchiera: Matteo rimaneva così solo al comando con mezzo punto di vantaggio sugli inseguitori, grazie alle quattro vittorie conseguite, due delle quali in partite molto taglienti, in cui il nostro giovane socio si era ritrovato con materiale in meno compensato però dall'attacco contro il Re avversario, in entrambi i casi portato a termine con successo. Matteo doveva a sua volta rallentare la corsa nella sesta partita, quando non riusciva a convertire un pedone guadagnato in apertura contro il meranese Alexander Teutsch e infine cedeva all'ultimo turno contro Dobboletta, mancando così il podio e - per mezzo punto - la mini-norma da Maestro. Lorenzo invece non lasciava scampo né a Marco Lezzerini (al sesto turno), né a Roberto Negro (nella rivincita di un incontro di due anni fa, che aveva visto il nostro socio sconfitto), chiudendo così in testa alla classifica ed ottenendo anche la sua prima mini-norma da Maestro. Matteo Migliorini, con 5 punti, terminava un torneo comunque da ricordare al quinto posto assoluto.

Prestazione un poco più sfortunata invece per Giovanni Siclari, che dopo aver raggranellato 3 punti nei primi quattro incontri, tra cui va rimarcata la patta con il Maestro FIDE Alessio De Santis, ha successivamente perso due partite a causa di sviste che hanno putroppo condizionato il risultato finale (4 punti, sedicesimo assoluto), comunque in linea con la sua posizione di partenza.

Torneo quindi ottimo per i nostri colori, con - oltre alla vittoria finale - due altri momenti a sottolineare la prestazione dei nostri ragazzi: l'inizio del quarto turno, con tutti e tre schierati nelle prime tre scacchiere, e l'inizio dell'ultimo turno, con Bardone e Migliorini solitari in vetta alla classifica. Congratulazioni a tutti!

- Maria Palma premiata dal CONI

Durante la consueta serata organizzata dal CONI e dedicata alle eccellenze dello sport biellese, quest'anno ospite del capiente auditorium di Città Studi, ha trovato il giusto spazio anche la nostra giovane Maria Palma, Campionessa Italiana Under 12 e per questo premiata con una targa. Tra i ragazzi chiamati sul palco durante la serata, ci fa piacere segnalare il premio ricevuto da un altro nostro socio, Jacopo Sulis, ancorché per una diversa disciplina sportiva. Jacopo, infatti, eccelle a livello nazionale nel tennis tavolo.

A Maria e Jacopo vanno le congratulazioni di tutto lo Scacchi club Valle Mosso.

- 4º Torneo Semilampo “CARE nel Sociale”

E' un torneo che sta diventando un appuntamento fisso per gli auguri di fine anno: si tratta del Semilampo “CARE nel Sociale”, giunto alla quarta edizione e riservato ai giocatori Under 16, con un occhio particolare ai giovani che vogliano per la prima volta cimentarsi in un torneo di scacchi giocando tra di loro. La formula della manifestazione, fortemente voluta dall'associazione di volontariato della Presidente Loredana Pistilli, prevede infatti due tornei separati, uno dedicato ai ragazzi più “esperti” ed uno alle nuove leve.

Anche quest'anno la partecipazione è stata soddisfacente, con alcuni giocatori provenienti anche da fuori provincia: nel torneo A la vittoria è andata, per la terza volta consecutiva, alla cossatese Maria Palma, che con 5,5 punti su 6 ha staccato di un punto Lorenzo Pedoni ed il vercellese Andrea Negro. Maria confermava il suo ottimo momento di forma, chiudendo sulla patta solo la sfida con Pedoni.

Nel torneo B, invece, non hanno avuto rivali Maicol Serralunga, che ha dominato terminando a punteggio pieno, e Giulio Senta, secondo con 5 punti. Terzo classificato, con 3,5 punti, è risultato Giovanni Degli Antoni. La nostra speranza è che la competizione possa aver fatto nascere la voglia di migliorare nel proprio gioco a questi giocatori e che, frequentando il nostro circolo, questi ragazzi possano in futuro seguire le orme di chi ora può vantare successi di livello nazionale o categorie magistrali.

- Lorenzo Bardone vince il 25º “Trofeo P.H.B.”

La 25ª edizione del “Trofeo P.H.B.” terminata ieri sera è stata sicuramente uno dei tornei di fine anno più belli ed avvincenti che si ricordino. Malgrado le presenze complessive fossero lievemente inferiori a quelle dello scorso anno, i giocatori che si sono dati battaglia sui nove turni previsti hanno certamente fatto onore alla gara.

Non sono infatti mancate le sorprese ed anche nel primo turno, dove pur tutti i risultati avevano rispettato il pronostico, lo svolgimento di alcuni incontri aveva messo in difficoltà i giocatori più accreditati, vedi ad esempio in prima scacchiera Stefano Bozio che impegnava seriamente Marco Ubezio, che ne usciva solo grazie alla sua migliore tecnica nel finale.

Al secondo turno la sorpresa arrivava dalla vittoria di Maria Palma contro Enrico Rocchi. Maria non si fermava qui e si toglieva la soddisfazione di superare, al turno successivo, Lorenzo Bardone, mentre Ubezio veniva sconfitto da Giorgio Valenzano e Giovanni Siclari doveva accontentarsi della patta contro Dario Borghi.

Maria era lanciata ed al turno successivo imponeva la patta a Giorgio Valenzano, specialista del gioco rapido ma che ha dimostrato una volta di più di saperci fare anche con il tempo lungo, mentre al quinto turno la vittima della Campionessa Italiana Under 12 era il sempre coriaceo Luigi Isoardi.

Il capolavoro di Maria arrivava al sesto turno, quando al termine di un incontro spettacolare otteneva la prima vittoria contro il suo Maestro, Marco Ubezio, che non si avvedeva di una entrata di Cavallo con la quale la giovane cossatese andava in vantaggio di materiale. Marco provava fino alla fine a resistere, ma dopo un altro paio di belle combinazioni di Maria doveva arrendersi definitivamente. E' un'ulteriore prova dell'inarrestabile crescita dei nostri giovani e, come giustamente commentato a caldo dallo stesso Ubezio: «Prima o poi doveva succedere».

Come probabilmente doveva succedere che Maria, forse per inesperienza a gestire il primato in un torneo come questo (era da sola a 5,5 su 6), incappava al settimo turno nel primo passo falso, venendo sconfitta da Lorenzo Pedoni, mentre Ubezio si rifaceva sotto superando Bardone. Ciò nonostante Maria conservava la testa della classifica, ma all'ottavo turno non le riusciva di superare Giovanni Siclari, mentre Ubezio e Bardone, rispettivamente vittoriosi su Pedoni ed Isoardi, la superavano di mezzo punto.

E si arrivava all'ultimo turno, con Ubezio e Bardone appaiati a 6 punti e Maria ad inseguire a mezzo punto insieme a Siclari ed a Valenzano. Il finale sembrava scritto da uno sceneggiatore di film gialli: Bardone non aveva grosse difficoltà a superare Stefano Lavino ed anche Giovanni Siclari aveva ragione di Giorgio Valenzano. A questo punto diventava decisivo l'incontro Rocchi – Ubezio, mentre Maria Palma pattava la sua partita contro Niccolò Stefanini (al ritorno sulla scacchiera dopo diversi anni ed autore di un buon torneo) dopo che le sorti dell'incontro si erano più volte rovesciate. Era però la sfida della prima scacchiera a catalizzare l'attenzione generale: in un susseguirsi di capovolgimenti di fronte, con i due giocatori in completo zeitnot, Rocchi non riusciva prima ad assestare i colpi decisivi per far sua la posta e poi mancava la possibilità, in svantaggio di materiale, di forzare la patta con uno scacco perpetuo. Ne approfittava Ubezio che faceva suo l'incontro e si presentava così nella classifica finale a pari punti con Bardone. Lo spareggio tecnico dava ragione a Lorenzo Bardone, primo Under 18 a vincere il trofeo, grazie a mezzo punto di Buchholz totale, con il Cut 1 pari. Terza piazza, a 6,5 punti e staccato di mezza lunghezza, per Giovanni Siclari e quarto meritatissimo posto per Maria Palma, l'unica ad aver sconfitto sia Bardone che Ubezio.

Ultima nota positiva della manifestazione è stata la partecipazione di diversi ragazzi del nostro vivaio, per i quali il torneo è stato sicuramente positivo a livello di esperienza nel gioco a tempo lungo.

- Lorenzo Pedoni è Prima Categoria Nazionale

Ancora una promozione di categoria per un nostro ragazzo: Lorenzo Pedoni, con l'aggiornamento di novembre, ha raggiunto la Prima Categoria Nazionale, superando di slancio i 1800 punti, grazie alla bella prestazione ottenuta nel nostro torneo di settembre.

A Lorenzo vanno le congratulazioni del Direttivo dello Scacchi Clun Valle Mosso e di tutti i soci.

- Campionati Mondiali Giovanili: il racconto di Maria

Malgrado il risultato un poco inferiore alle attese Maria Palma è tornata dal Sudafrica certa di aver dato il massimo in una competizione difficile nella quale i rapporti di forza non sono sempre quelli raccontati dai punteggi ELO e dove molti giocatori trovano maggiori difficoltà di quelle che non fossero preventivabili. Abbiamo chiesto, come oramai tradizione, un commento da parte di Maria. Eccolo:

"Anche quest'anno ho partecipato ai Campionati Mondiali Giovanili: eravamo 12 italiani, accompagnati dai MI Daniel Contin e Fernando Braga. Nella mia categoria c'erano 79 giocatrici ed io sono arrivata 47ª, chiudendo con 5 punti su 11, frutto di 4 vittorie e 2 patte. Non sono del tutto soddisfatta della mia performance perché ho perso con avversarie con ELO inferiore al mio: mi sono impegnata ma un po' per la stanchezza facevo fatica a vedere dei tatticismi e incominciavo a fare errori. Quest'anno ho trovato i Campionati molto più difficili degli anni precedenti perché mi sono stancata dopo pochi turni e non sono più riuscita a recuperare. Alloggiavo a Durban nel Garden Court Hotel, c'erano 30 piani e al 30º c'era la piscina; le camere erano enormi, una doppia aveva due letti matrimoniali; la visuale era bellissima e si affacciava sull'Oceano Indiano; il cibo era migliore rispetto agli altri anni. Lungo le strade di Durban c'erano delle bancarelle dove abbiamo comprato i souvenir. Se ci si inoltrava nel quartiere c'era il rischio di essere scippati o di fare dei brutti incontri, come è capitato ad un ragazzo del nostro gruppo, per questo motivo non sono mai uscita dall'hotel, escluse le volte in cui sono andata a giocare. Per andare a giocare prendevamo la navetta, dove eravamo tranquilli grazie al personale di sicurezza. La spiaggia era un po' sporca ma era bellissimo giocare a pallone in riva all'oceano; nell'acqua era normale vedere surfisti e bagnanti nonostante fossimo a fine inverno. Giocavamo nell'ICC Durban, un edificio grandissimo, con molte sale. La sala di gioco era molto ampia e disponeva di spalti dai quali gli accompagnatori potevano osservarci col binocolo. Fuori dalla sala c'erano ampi spazi dove aspettare i giocatori e analizzare le partite. La sala, oltre al Mondiale, ospitava l'Open di Durban al quale hanno partecipato Sabino Brunello (che lo ha vinto, n.d.r.) ed Axel Rombaldoni, ma ci era proibito andare a vedere per non disturbare. Avendo saltato due settimane di scuola, al ritorno ho dovuto recuperare."

- Dario Borghi è Prima Categoria Nazionale

L'aggiornamento dei punteggi ELO di ottobre ha ratificato il passaggio di Dario Borghi alla Prima Categoria Nazionale. Il giovane cossatese (classe 2000) puntava da tempo a questo risultato, che ha raggiunto grazie al bel risultato ottenuto nel recente torneo week end di Lesa.

A Dario vanno i complimenti del Direttivo dello Scacchi Club Valle Mosso e di tutti i soci.

- 5º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Primo Turno

Con la conclusione, intorno all'una di notte, degli ultimi incontri dell'Open A è terminata anche la prima giornata del torneo, che ha fatto registrare diversi risultati a sorpresa.

Nell'Open A le sorprese sono state di casa nella famiglia Bisi, con il CM Samuele sconfitto da Andrea Macheda, mentre il (quasi) CM Riccardo aveva la meglio sul Maestro Marco Ubezio. Per il nostro circolo brutte notizie anche per Matteo Migliorini, sconfitto da Massimiliano Autino. Tra le altre vittorie a sorpresa segnaliamo quella di Guglielmo Scagliotti (ai danni del FM Carlo Barlocco) e di Oltjon Llupa sul CM Massimo Bonadè. Nessun problema infine per i primi sei giocatori del tabellone, tutti vittoriosi.

Nell'Open B bella vittoria del nostro Lorenzo Pedoni sul torinese Cristian Alaimo, mentre Pietro Buffa Sabarino regolava il CM Claudio Raselli. Il Presidente del circolo di Vercelli Attilio Tibaldeschi ha ottenuto infine il punto pieno contro il CM Camillo Brioschi.

Nell'Open C bella prestazione del nostro Giulio Sunder, che contro il numero uno del tabellone, Giancarlo Puricelli, è riuscito a strappare una patta in un finale non semplice da gestire. Anche Lorenzo Della Peruta ha ottenuto una bella patta contro il 2N David Rancati, vittorie invece di Davide Loggia (su Lorenzo Rosa) e di Andrea Negro (su Paolo Pedrazzi).

Infine, nell'Under 16, iniziano con il piede giusto i nostri Matteo Sunder ed Ilaria Gnata, entrambi vittoriosi. Tra i debuttanti assoluti in un torneo ufficiale vogliamo però sottolineare la presenza del piccolo Dario Isoardi, “figlio d'arte”, classe 2009, che sta muovendo i primi passi sulla scacchiera e ha coraggiosamente deciso di cimentarsi in una gara di questo tipo: complimenti!

- 5º Torneo Internazionale “Città di Biella”

E' iniziata stasera la quinta edizione del nostro torneo più importante, il “Città di Biella”, che anche quest'anno ha fatto registrare un'ottima partecipazione con 134 presenti al momento del via. Rispetto alle passate edizioni c'è da notare un leggero calo del numero di giocatori titolati ed un buon numero di giocatori presenti a Biella per la prima volta. Nell'Open A il numero uno del tabellone è il forte GM di origine lettone, ma tesserato per la Repubblica Ceca, Igors Rausis, recentemente vincitore dei tornei di Cesenatico e di Livorno; numero due è invece il Maestro Internazionale Duilio Collutiis, già vincitore a Biella due anni fa. Numero tre della lista il Grande Maestro russo Igor Naumkin, presenza fissa del nostro torneo come in tante manifestazioni italiane.

E' infine di particolare soddisfazione osservare il torneo Under 16 composto da un buon numero di ragazzi, alcuni dei quali provenienti da fuori provincia (Lucca, Trento, Imperia, ecc.), giunti a Biella per cercare - fra l'altro - anche la qualificazione agli Italiani del prossimo anno.

- Campionati Mondiali Giovanili - Quarto Turno

Al quarto turno dei Campionati Mondiali Giovanili è arrivato il primo serio ostacolo per la nostra Maria Palma. L'accoppiamento ha infatti messo di fronte alla giovane cossatese il numero 4 del tabellone, la WFM statunitense Akshita Gorti, che può vantare un ELO di 2009 punti. Purtroppo Maria, con il Nero, è uscita male da un'apertura che peraltro conosce bene, dando subito un significativo vantaggio all'avversaria, che a sua volta mancava il colpo del KO lasciando la possibilità a Maria di rientrare in partita. Probabilmente troppo preoccupata della piega che stava prendendo l'incontro, la Campionessa Italiana non riusciva ad essere incisiva e si rifugiava in mosse difensive che permettevano alla statunitense, con buona tecnica, di far valere il proprio vantaggio posizionale fino alla vittoria conclusiva, giunta dopo circa quattro ore e mezza di gioco. Maria si merita comunque i complimenti per la tenacia con cui ha cercato, fino all'ultimo, di contrastare la Gorti.

- Campionati Mondiali Giovanili - Secondo e Terzo Turno

Giornata impegnativa quella di oggi ai Campionati Mondiali Giovanili in quanto era previsto il doppio turno di gioco. L'incontro del mattino vedeva la nostra Maria Palma affrontare la croata Magdalena Muha (ELO 1516) con il Nero. Ne usciva un incontro senza particolari sussulti, giocato con buona precisione da entrambe le ragazze, che si accordavano per la patta, anche per risparmiare energie per il pomeriggio, dopo 27 mosse.

Il turno pomeridiano metteva invece di fronte a Maria l'australiana (di chiare origini orientali) Licia Yao, con un biglietto da visita composto non tanto dall'ELO, pur significativo (1618), ma soprattutto dalla sconfitta inflitta al secondo turno alla cinese Jiner Zhu (ELO 1920, numero 8 del tabellone, che - per inciso - aveva a sua volta sconfitto Maria ai Mondiali 2012 di Maribor). Ma l'australiana si trovava di fronte la Maria delle occasioni migliori, che giocava senza sbavature, non lasciandosi scappare un'imprecisione della Yao per far volgere l'incontro a proprio favore. E infatti Maria, grazie ai suoi pezzi ben posizionati, andava in vantaggio prima di un Alfiere, che ben presto diventava un Torre costringendo poco dopo l'avversaria all'abbandono dopo circa due ore e mezza di gioco.

- 3º Week End “Città di Lesa”

Due nostri soci hanno preso parte all'Open B disputato all'interno della terza edizione del torneo week end “Città di Lesa”. Il risultato migliore è stato quello ottenuto da Dario Borghi, che ha terminato con 4 punti al terzo posto assoluto, penalizzato dallo spareggio tecnico nei confronti del secondo classificato, l'inossidabile novarese Italo Recanatini (classe 1934), ma soprattutto penalizzato dalla sua falsa partenza, che con due patte contro avversari sulla carta meno quotati lo hanno costretto a rimontare (ed il suo Buchholz ne ha risentito di conseguenza). Dal terzo turno Dario diventava però molto più determinato ed infilava tre vittorie di fila, l'ultima delle quali, ad onor del vero, ottenuta in modo alquanto rocambolesco contro Camillo Brioschi. Il risultato complessivo ha comunque permesso, in attesa della ratifica ufficiale, di superare nell'ELO Live la barriera dei 1800 punti e della Prima Categoria Nazionale.

Torneo invece meno soddisfacente quello di Lorenzo Pedoni, dodicesimo con 3 punti, ma soprattutto con due patte ed una sconfitta nei primi tre turni che ne hanno compromesso il cammino e che, conoscendo la forza del nostro giovane socio, avrebbero potuto essere risultati ben diversi.

- Campionati Mondiali Giovanili - Primo Turno

E' iniziata dall'altra parte del mondo la nuova avventura mondiale della nostra Maria Palma, che ha disputato oggi a Durban (Sudafrica) il primo turno dei Campionati Mondiali Giovanili, nella categoria Under 12 Femminile. Per la giovane cossatese si tratta già della quarta partecipazione ad un torneo internazionale, dopo gli Europei di Praga ed i Mondiali di Maribor e di Al-Ain.

Maria è partita con il piede giusto, superando senza grosse difficoltà al primo turno la WCM sudafricana Sonia Modi, che pur non avendo un ELO FIDE può vantare un titolo FIDE (!) per avere vinto lo scorso anno i Campionati Africani nella categoria Under 10 femminile. La svolta della partita è stato un bel sacrificio di qualità giocato da Maria sull'arrocco avversario, contro il quale la giovane avversaria si è disunita cercando di difendere il vantaggio di materiale, cosa che ha fatto immediatamente precipitare la sua posizione, fino ad arrivare ad un bel matto di Cavallo ed Alfieri.

Come gli scorsi anni, il torneo sarà lungo e difficile (undici turni) con due giornate nelle quali è previsto il doppio turno, la prima delle quali proprio domani. Nel torneo di Maria sono iscritte 79 giocatrici, di cui 53 con ELO FIDE; Maria è partita con il numero 17 di tabellone.

- Campionati Regionali a Squadre Under 16

Se si doveva attendere la certificazione ufficiale della fine di un ciclo assolutamente eccezionale per il nostro circolo, i Campionati Regionali a Squadre Under 16 disputati ieri a Rivarolo Canavese (TO) la hanno fornita. Lo Scacchi Club Valle Mosso non è infatti riuscito a qualificare nemmeno una squadra per la fase nazionale, dopo un quadriennio di presenza ininterrotta, culminato con la partecipazione di ben due squadre nel 2011. Era ampiamente pronosticabile che il nostro circolo avrebbe avuto molte difficoltà ad ottenere la qualificazione, dopo le progressive uscite per limiti di età dei ragazzi ora passati alla categoria magistrale; difficoltà acuite dall'assenza nella formazione di punta, formata da Giulio Sunder, Lorenzo Pedoni, Dario Borghi e Lorenzo Della Peruta, della Campionessa Italiana Maria Palma, ma il risultato finale è stato nettamente inferiore alle aspettative della vigilia.

I ragazzi di Valle Mosso A, capitanati dal Maestro Marco Ubezio, pur partendo con il numero 4 di tabellone, hanno terminato al decimo posto (su tredici formazioni iscritte) con soli 6 punti su 12 (11 punti scacchiera su 24), frutto di due vittorie (una delle quali contro la nostra seconda squadra), due pareggi e due sconfitte. Osservando i risultati individuali il migliore tra i nostri ragazzi è risultato Lorenzo Pedoni (4,5 su 6) in seconda scacchiera, seguito dal debuttante Giulio Sunder, al quale è toccato l'ingrato compito di giocare il prima scacchiera. Giulio ha comunque chiuso con 2 punti che hanno risentito della sua inesperienza a gestire situazioni favorevoli. In terza scacchiera un irriconoscibile Dario Borghi ha ottenuto solo 2 punti, frutto di sconfitte contro avversari ampiamente alla portata delle sue capacità e di un ultimo incontro nel quale il giovane cossatese ha regalato la vittoria effettuando una mossa illegale (e in base al nuovo Regolamento la prima mossa illegale causa l'immediata sconfitta del giocatore colpevole). Altrettanto irriconoscibile in quarta scacchiera Lorenzo Della Peruta, con soli 1,5 punti a referto, frutto di un gioco troppo impulsivo e veloce, con conseguente carico di errori che gli avversari non sempre hanno perdonato.

A Rivarolo Canavese il nostro circolo ha schierato anche una seconda squadra (Valle Mosso B) capitanata dal Candidato Maestro Matteo Migliorini e composta dai ragazzi che hanno iniziato a frequentare con buona assiduità il circolo da poco tempo. A loro non si poteva chiedere che l'impegno e questo è arrivato. Non può essere significativa la posizione in classifica (dodicesimi con 4 punti), ma fa molto piacere osservare Matteo Sunder uscire imbattuto dal torneo con 4 punti su 5 (in terza scacchiera) grazie ad incontri giocati con il giusto piglio. Gli altri ragazzi, tutti con 1 punto a testa a referto, hanno evidenziato i loro limiti dovuti all'inesperienza. Sia Davide Colpo in prima scacchiera che Ilaria Gnata in seconda hanno disputato per larghi tratti dei buoni incontri, ma la poca dimestichezza con mediogioco e finali di Davide e l'abitudine di Ilaria a meditare le mosse troppo a lungo (tre incontri persi per tempo) che poco si addice ad un torneo di gioco rapido hanno visto così ridursi il loro possibile bottino di punti. Da segnalare infine l'ottimo spirito mostrato da Stefano Prato, convocato in extremis ed al debutto assoluto in un torneo fuori provincia, schierato in quarta scacchiera.

Non sarà facile, né rapido, ritornare ai livelli di un paio di anni fa, ma le potenzialità fatte intravvedere da alcune delle giovani leve può indurre ad un cauto ottimismo. Da parte nostra possiamo assicurare che non mancherà l'impegno nel farli crescere sulla scacchiera; è però indubbio che anche loro, se vorranno tentare di replicare quanto fatto dal gruppo dei giovani del nostro vivaio negli scorsi anni, dovranno impegnarsi per migliorare, giocando per acquisire esperienza. Discorso diverso, invece, per i giovani che possono già vantare un'esperienza pluriennale: da loro ci aspettiamo un definitivo salto di qualità, non solo tecnico ma anche mentale, in modo da poter esprimere appieno il talento del quale sono dotati.

- Paolo Drago è Candidato Maestro!

L'aggiornamento dei punteggi ELO di settembre ha ratificato il passaggio a Candidato Maestro del nostro Paolo Drago, grazie ai punti raggranellati nei tornei di Bergamo e di Fano dello scorso luglio. Paolo, nostro socio da un paio di stagioni, è così il quinto giovane a superare l'asticella dei 2000 punti negli ultimi due anni.

A Paolo vanno i complimenti del Direttivo del Circolo e di tutti soci dello Scacchi Club Valle Mosso.

- 6º Torneo Semilampo “San Lorenzo”

E' uno degli appuntamenti più particolari del nostro calendario in quanto in programma nel bel mezzo del periodo delle vacanze estive, ma ciò nonostante, e con nostro grande piacere, il torneo semilampo “San Lorenzo”, in programma a Sostegno da sei anni, continua a raccogliere un ottimo successo di partecipazione. Anche quest'anno, infatti, i giocatori che si sono dati appuntamento nella piccola località ai confini della provincia di Biella con quella di Vercelli sono stati 24 (numero uguale a quello dello scorso anno, ad un passo dal record di 26 del 2011), in rappresentanza di sei circoli diversi e di sei diverse province.

Il torneo, inserito nel programma dei festeggiamenti del paese, è stato di buon livello tecnico, con la partecipazione di un Maestro FIDE, di quattro Candidati Maestri e di molti giocatori di Prima Categoria Nazionale. Al termine dei classici sei turni ha visto prevalere (terza vittoria consecutiva nei nostri semilampo) il Candidato Maestro biellese Giovanni Siclari con 5,5 punti, dove l'unica patta è stata quella nell'incontro con il compagno di circolo (e di squadra) Lorenzo Bardone, che ha visto Giovanni cercare la vittoria con tutte le sue forze in un finale teoricamente patto, con entrambi i giocatori in zeitnot. Proprio il CM sostegnese Lorenzo Bardone, che giocava quindi in casa, si è classificato al secondo posto con 4,5 punti, affiancato dal CM casalese (ma tesserato per il circolo di Ivrea) Mauro Scagliotti, terzo per un peggiore spareggio tecnico. Quarta posizione (4 punti) per il MF eporediese Fabrizio Ranieri, che ha pagato a caro prezzo una svista all'ultimo turno nella partita decisiva contro Siclari; ottimo quinto il biellese Davide Moratto, anch'egli con 4 punti. Premi di fascia per il nostro Luigi Isoardi e per il novarese Daniele Corbelli. Tra i giovani, da segnalare la prima presenza in assoluto ad un torneo per il cossatese (ma di origini sostegnesi) Giulio Senta, classe 2004 e per il piccolo Dario Isoardi (figlio d'arte e classe 2009!). A loro l'augurio che questa non sia stata una fugace apparizione, ma al contrario possa essere il primo di tanti tornei e di tante soddisfazioni.

- Paolo Drago vince l'Open B del 13º Open di Bergamo!

Il Torneo Internazionale di Bergamo, quest'anno giunto alla sua 13ª edizione, dal 2009 è diventato un appuntamento fisso per il nostro circolo, che oltre a partecipare con diversi soci, ha storicamente sempre ottenuto ottimi risultati, non mancando in ogni edizione di annoverare una vittoria od almeno un bel piazzamento tra i premiati. L'edizione 2014, sempre sotto la perfetta organizzazione dell'inarrestabile Gianvittorio Perico, non è stata da meno e ci ha regalato per la seconda volta una vittoria nell'Open B (Challenge) grazie al torneo perfetto di Paolo Drago, che ha vinto in solitaria con 5,5 punti su 6 scrivendo il suo nome nell'albo d'oro dopo quello di Lorenzo Bardone (nel 2012, sempre nell'Open B), di Matteo Migliorini e di Ludovico Bargeri (2009 e 2010, entrambi nell'Under 16). Dopo la sfortunata prova dello scorso anno, quando Paolo aveva gettato via una possibile vittoria a causa di una svista nell'incontro decisivo, quest'anno la sua marcia non ha avuto grossi problemi, fatta eccezione forse al primo turno, quando ha dovuto giocare un derby contro Maria Palma, che a un certo punto ha mancato la mossa decisiva in un incontro molto teso e complicato sotto il profilo tattico. Paolo ha in seguito concesso mezzo punto solo al terzo turno, contro il giovane Fulvio Rossini, poi terminato al secondo posto nella classifica generale. Con questo risultato, seconda vittoria in carriera dopo il trionfo lo scorso anno nell'Open B di Biella, Paolo si avvicina a grandi passi alla fatidica soglia dei 2000 punti.

Nell'Open B ha partecipato anche la nostra neo Campionessa Italiana Giovanissimi Maria Palma. Per lei, all'esordio al torneo di Bergamo, i 2,5 punti conclusivi possono essere un risultato soddisfacente, in quanto la giovane cossatese ha dato prova di buona solidità contro avversari sulla carta più forti. Merita una segnalazione il finale giocato al quarto turno contro Carlo Patrucco (ELO 1881), che Maria ha condotto con una precisione ed una determinazione da giocatrice di categoria superiore.

Anche i cinque ragazzi iscritti nell'Open A (Elite) si sono complessivamente ben comportati. Il migliore fra di loro, se confrontiamo la posizione di tabellone con la classifica finale è stato Lorenzo Bardone, che si è anche aggiudicato anche il premio per la sua fascia di punteggio ELO, chiudendo con 3 punti al 27º posto (era 44º). Lorenzo ha fermato sulla patta il Maestro Davide Sgnaolin (ELO 2213) ed ha superato Ludovico Bargeri in un altro derby valmossese, ma va sottolineata la sua ultima fatica contro il CM Marco Campini. Infatti questo incontro, l'ultimo in assoluto a concludersi di tutta la manifestazione, è stato particolarmente avvincente con un lunghissimo finale nel quale Lorenzo ha dovuto faticare molto per riuscire a portare a promozione un proprio pedone. Gli altri ragazzi hanno mantenuto, nella classifica finale, più o meno la medesima posizione di partenza: Giovanni Siclari e Ludovico Bargeri (3,5 punti) hanno trovato qualche difficoltà inattesa in incontri che sulla carta parevano essere più semplici; Matteo Migliorini (2,5 punti) ha mancato un paio di buone occasioni, contro avversari più forti, quanto meno per pattare gli incontri, riuscendo comunque a chiudere con variazione ELO leggermente positiva; Tommaso Penna (2 punti), infine, al rientro in un torneo dopo alcuni mesi di inattività, ha iniziato ottimamente imponendo la patta a tre giocatori sulla carta più forti (tutti sopra i 2100 punti), superando anche per la prima volta nell'ELO Live quota 2000 punti. Purtroppo nelle ultime partite non è riuscito a mantenere la medesima lucidità mancando un'occasione favorevole che gli avrebbe consentito di mantenersi, anche al termine della gara, sopra il punteggio necessario per il titolo di Candidato Maestro.

Nel Torneo Under 16 ha debuttato la giovane Ilaria Gnata, che ha chiuso al quinto posto con 4 punti. Il torneo di Ilaria è stato nel complesso soddisfacente, anche se sono emersi ancora i limiti emotivi e – ovviamente – di esperienza che frenano ancora le sue potenzialità. Non si può spiegare altrimenti, infatti, il passaggio da incontri ben giocati ad altri disputati senza un'adeguata concentrazione.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - I giudizi di Marco Ubezio

E' ormai diventata consuetudine che il Maestro Marco Ubezio, Direttore Tecnico del nostro circolo e Delegato Regionale ai Campionati Giovanili, stili i propri giudizi sui nostri ragazzi impegnati nell'importante manifestazione nazionale. Ecco quelli di questa edizione:

Lorenzo PEDONI: Voto 7 - EMOTIVO - Di nuovo grande impegno sulla scacchiera, di nuovo risultati altalenanti complice anche qualche accoppiamento poco fortunato e di nuovo una leggera indisposizione a fine torneo che gli ha fatto perdere qualche posizione. Soltanto un caso? O forse un'emotività difficile da gestire? Lorenzo dimostra una sensibilità superiore a quella dei suoi coetanei e la cosa è tutt'altro che negativa ma purtroppo un po' penalizzante negli scacchi. Maturazione attendesi.

Giulio SUNDER: Voto 6 - IMPREPARATO - I punti sono stati proprio pochi anche se non è facile esordire tra gli allievi senza un esperienza precedente. L'impegno alla scacchiera c'è stato e bisogna darne atto ma a mancare clamorosamente è stata la preparazione come attestano due finali elementari mal giocati. Se vorrà c'è tempo per rifarsi.

Maria PALMA: Voto 10 summa cum laude - ESEMPLARE - Difficile trovare aggettivi adeguati all'impresa di Maria ma non posso non sottolineare la tenacia e l'impegno che ha profuso per anni per raggiungere l'obiettivo. “Per aspera ad astra” dicevano i nostri padri e lei, pur non conoscendo il motto latino, l'ha messo in pratica: ogni difficoltà è stata affrontata per temprarsi e salire alle stelle.

Ilaria GNATA: Voto 7 - IN MATURAZIONE - Imitando i vecchi e mai abbastanza rimpianti professori preferisco non allargarmi troppo nel voto al primo esame ma sento che probabilmente presto dovrò ricredermi perché i progressi di Ilaria erano palpabili giorno per giorno man mano che la smarrita agnellina del primo turno prendeva coscienza delle sue possibilità. Quindi non mi dilungo ed attendo fiducioso.

Lorenzo DELLA PERUTA: Voto 7,5 - PUO' FARE DI PIU' - Ha realizzato il miglior punteggio d'esordio nella fascia della sua carriera e quindi il giudizio di fondo non può che essere positivo ma quello che non convince è la partenza di nuovo troppo lenta per ottenere un grande risultato. Quindi si impone una domanda: “Quanto tempo ha passato sulla scacchiera nelle settimane precedenti ai campionati?” Attendiamo con ansia una maturazione caratteriale che lo riporti a livelli a lui più consoni.

Matteo SUNDER: Voto 6,5 - DISCOLO - Simpatia, irruenza, spontaneità e capelli rossi: per un perfetto Irish style mancherebbe solo un bicchierino di whisky ma purtroppo Matteo ha rovinato il cocktail con un'abbondante dose di mediterranea furbizia. Metta più energie sulla scacchiera e meno nelle birichinate e ne trarrà giovamento per il futuro. Per ora ci accontentiamo così.

Giorgia SULIS: Voto 7,5 - FUORI ALLENAMENTO - Anche quest'anno Giorgia ha attirato l'attenzione degli addetti ai lavori per la simpatia e l'impegno che ci ha messo. Il fatto è che l'ottavo posto, nonostante la scarsa attività nell'ultimo anno, in sé è importante ma rappresenta un regresso rispetto al settimo dell'anno scorso. Spero ardentemente di essere smentito ma temo che qui si sia veramente persa una grossa occasione per un risultato importante.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Bilancio Finale

Al termine dei Campionati Italiani Giovanili di Tarvisio è d'obbligo un bilancio della partecipazione dei nostri ragazzi, in attesa degli ormai consueti giudizi stilati dal Maestro Marco Ubezio.

Nell'articolo di presentazione avevano fatto riferimento al periodo di transizione che oggettivamente avrebbero rappresentato questi Campionati per lo Scacchi Club Valle Mosso e così è stato, anche se - per fortuna - usciamo con buone speranze per il futuro.

Esula ovviamente da questo discorso la grande prestazione di Maria Palma, a cui rinnoviamo le congratulazioni: Maria partiva come la ragazza da battere, ma proprio per questo era nella situazione più scomoda, avendo tutto da perdere e niente da guadagnare. La sua gestione degli incontri e di tutto il torneo nel suo complesso hanno confermato un'elevata mat28urazione, sia tecnica che mentale della quale può essere fiera.

Ci aspettavamo buoni risultati anche da Lorenzo Della Peruta ed il suo sarebbe stato un ottimo torneo se fosse iniziato al terzo turno. Peccato infatti per quelle sconfitte nei primi due incontri che ne hanno minato il prosieguo, pur se Lorenzo si è ripreso giocando anche delle buone partite. La posizione finale, 35º, è leggermente inferiore alle attese della vigilia, ma va ricordato che Lorenzo entrava quest'anno nella categoria Under 12 ritrovandosi a giocare con ragazzi di un anno più vecchi: il suo torneo sarà quindi quello del prossimo anno.

Tra i giocatori con già alcuni Campionati alle spalle c'era anche Lorenzo Pedoni, al suo primo anno nella categoria Allievi. Lorenzo non sarà probabilmente soddisfatto del suo torneo, ma va detto che gli accoppiamenti non lo hanno aiutato, proponendo giocatori con punteggio ELO molto più elevati del suo oppure altri con punteggi inferiori. E quando, verso la fine del torneo, avrebbe potuto giocare ad armi pari con avversari della sua forza, la stanchezza ed una leggera indisposizione ne hanno compromesso il rendimento. Lorenzo potrà rifarsi il prossimo anno, ma nel frattempo dovrà comunque impegnarsi per migliorare il suo gioco per portarlo ad un livello di Prima Categoria Nazionale.

La nostra più piccola partecipante, Giorgia Sulis, era alla seconda presenza ai Campionati e, pur ottenendo un buon piazzamento (ottava su tredici partecipanti al torneo Under 8 femminile), ha dimostrato come l'assiduità di gioco sia fondamentale per migliorare, soprattutto a questi livelli. Purtroppo Giorgia non ha giocato molto negli ultimi dodici mesi e gli incontri disputati ne sono la testimonianza. Le doti di Giorgia sono indubbie: la speranza è che possa prepararsi al meglio per il prossimo anno, quando farà il suo ingresso nella categoria Pulcini.

Completavano la nostra spedizione tre ragazzi arrivati al circolo da pochi mesi, tutti con ottime potenzialità ed enormi margini di crescita. La migliore prestazione a Tarvisio è stata quella di Ilaria Gnata, diciannovesima (su 51 ragazze iscritte) con 5 punti nel torneo che ha visto trionfare Maria. Quando Ilaria riuscirà a vincere la sua innata timidezza e ad essere maggiormente attenta sulla scacchiera siamo sicuri che potrà togliersi diverse soddisfazioni: con un poco di paura in meno sarebbe probabilmente arrivato anche un altro punticino, l'importante è continuare ad impegnarsi imparando dai propri errori. Impegno che dovranno mettere anche i fratelli Sunder se vorranno ottenere risultati migliori al prossimo appuntamento. Giulio debuttava nel torneo più difficile, gli Allievi, e riusciva a fermare sulla patta giocatori di Seconda Nazionale, dimostrando le proprie qualità. Dovrà però studiare i finali, la mancata conoscenza dei quali gli ha fatto pattare un incontro vinto e perdere un incontro patto. Ciò nonostante, le patte ottenute con giocatori più forti gli stavano consentendo di ottenere l'ELO FIDE insieme alla Terza Categoria Nazionale, fino al clamoroso errore dell'ottavo turno che lo faceva precipitare sotto quota 1500. Per Giulio l'appuntamento con la promozione di categoria è solo rimandato, in considerazione che si tratta di un traguardo ampiamente alla sua portata. Diverso il discorso per il fratello Matteo, impegnato nel torneo Giovanissimi. Non sono in discussione anche in questo caso le potenzialità del giovane di Chiavazza, ma Matteo dovrà imparare a gestire con maggiore concentrazione e calma gli incontri, oltre a seguire i consigli degli istruttori. I quattro punti ottenuti alla prima partecipazione ai Campionati avrebbero potuto essere sicuramente di più con una maggiore attenzione: confidiamo che Matteo faccia tesoro di questa esperienza per migliorarsi nei prossimi tornei.

La partecipazione dei nostri ragazzi ha comunque valso al nostro circolo un buon ventunesimo posto nella speciale classifica per società, un risultato comunque di tutto rispetto che premia l'impegno dei nostri istruttori verso il settore giovanile. Con il nostro risultato la provincia di Biella si è classificata alla ventitreesima posizione nella graduatoria per province.

- Maria Palma è Campionessa Italiana Under 12

E alla fine il titolo nazionale è arrivato. Superando le avversarie, sconfiggendo la sfortuna e dimenticando quel mostro dal nome difficile chiamato Buchholz, la nostra Maria Palma può finalmente gioire per la conquista del titolo di Campionessa Italiana nella categoria Under 12. Maria partiva con un vantaggio di un punto su Claudia Santeramo, seconda in classifica, e le mancava quindi solo mezzo punto per la certezza matematica: opposta alla trentina Syema Sheikh, la giovane cossatese ha giocato una decina di mosse prima di pattare l'incontro. Il mezzo punto sarebbe poi risultato non necessario, in considerazione della sconfitta patita dalla Santeramo (comunque seconda) per mano della torinese Rinaudo (che, per inciso, può tornare a casa con la soddisfazione di aver pattato con Maria e sconfitto la barlettana), ma comunque consente alla nostra ragazza di terminare imbattuta, con 8 punti su 9 (7 vittorie e due patte) e 1,5 punti di distacco sulla seconda, a conferma della differenza di forza espressa dal punteggio ELO ma, cosa più importante, confermata sulla scacchiera con un gioco complessivamente preciso e maturo.

Alla sua quinta partecipazione alla massima competizione nazionale, Maria inseguiva un traguardo che sembrava stregato: ricordiamo infatti che, dopo il quinto posto a Terrasini e l'undicesimo a Porretta Terme, la nostra ragazza terminava per ben due volte (Ragusa 2012 e Courmayeur 2013) appaiata in vetta alla classifica finale, e in entrambe le circostanze doveva “accontentarsi” del secondo posto, sempre per un peggiore spareggio tecnico di 1,5 punti di Buchholz.

La vittoria a Tarvisio premia l'impegno di Maria e soprattutto conferma una crescita che non ha eguali tra le coetanee italiane: basta infatti notare come il suo punteggio ELO attuale, trasportato nel torneo assoluto, non sfigurerebbe affatto essendo il decimo del tabellone. Con questo risultato si sono aperte per Maria le porte per un altro viaggio intercontinentale dopo quello di fine 2013 negli Emirati Arabi Uniti: rappresenterà infatti ancora l'Italia ai Campionati Mondiali Giovanili, previsti dal 18 al 30 settembre prossimi a Durban, in Sud Africa.

A Maria vanno i complimenti del Direttivo del Circolo e di tutti i soci, con la certezza che questa vittoria è solo una tappa di un cammino che si annuncia lungo e ricco di (meritate) soddisfazioni.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Nono Turno

Incontro di Maria a parte, il nono ed ultimo turno dei Campionati Italiani Giovanili ci ha riservato solo una vittoria: quella conquistata, con il Nero, da Ilaria Gnata, che ha disputato un bell'incontro superando la sua avversaria dopo circa due ore e mezza di gioco. Ottimo incontro anche quello in cui era impegnato da Lorenzo Della Peruta, che contro un giocatore sulla carta dotato di un punteggio ELO maggiore ha giocato con precisione fino a giungere in un finale teoricamente patto. Sono terminati in parità anche i due incontri del torneo Allievi di Lorenzo Pedoni e Giulio Sunder, mentre escono dal torneo con una sconfitta Matteo Sunder e Giorgia Sulis, quest'ultima opposta alla neo Campionessa Italiana che, con questa vittoria, può anche festeggiare un percorso netto di nove vittorie su nove incontri.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Ottavo Turno

E' ormai certo che al diminuire dei turni mancanti alla fine dei Campionati Italiani Giovanili aumentino in modo inversamente proporzionale le pulsazioni, soprattutto di chi non è presente in sala di gioco e non vede gli incontri, ovvero di chi, pur potendo vedere le partite su Internet, non riesce ad osservare l'espressione del giocatore per cercare di carpirgli lo stato d'animo. Così è anche per chi segue la nostra Maria Palma, che all'ottavo turno ha dovuto impegnarsi a fondo per avere ragione della cagliaritana Gloria Saba, che ha cercato di sorprenderla con l'attacco Möller, al quale la nostra ragazza ha risposto ottimamente con la prescritta sequenza di mosse teoriche. Ciò nonostante, la posizione che ne usciva lasciava possibilità di successo ad entrambe le giocatrici, con una leggera prevalenza per la Saba. Maria riusciva pian piano a cambiare le Donne e le Torri, fino a guadagnare un preziosissimo pedone prima di entrare in un finale di pedoni e Cavallo contro pedoni ed Alfiere. Dopo il cambio anche degli ultimi pezzi la promozione a Donna era scontata, come il matto arrivato all'ottantesima mossa dopo oltre tre ore di gioco. Domani mattina, all'ultimo turno, per Maria sarà sufficiente non perdere, in virtù del punto di vantaggio sull'immediata inseguitrice, la pugliese Claudia Santeramo, che dovrà vedersela contro la piemontese Giada Rinaudo. Maria affronterà invece la trentina Syema Sheikh: sono già partiti tutti gli scongiuri possibili...

Maria a parte, anche il turno odierno ci ha riservato alcuni buoni risultati contrapposti ad altri che lasciano l'amaro in bocca per come sono arrivati. E' tornato alla vittoria Matteo Sunder tra i Giovanissimi, dove registriamo anche il successo di Lorenzo Della Peruta, che è riuscito a rimettere su binari accettabili un torneo iniziato con due sconfitte inaudite mettendo in campo la grinta necessaria nell'incontro di oggi. Tra gli Allievi non è andato oltre una patta non soddisfacente Lorenzo Pedoni, mentre Giulio Sunder, impegnato nel derby contro il vercellese Andrea Negro, che ben conosciamo per essere assiduo partecipante ai nostri tornei, è incappato in una svista clamorosa che lo ha costretto all'abbandono a ridosso della prima ora di gioco. Sconfitta anche Ilaria Gnata, che ha ancora pagato la propria emotività ed inesperienza non riuscendo a chiudere un incontro che la aveva vista per lunghi tratti giocare bene e nettamente in vantaggio. Vittoria infine per la piccola Giorgia Sulis, che domani avrà l'onore di sedersi in prima scacchiera ed affrontare la neo-Campionessa Italiana (con un turno di anticipo) Emma Cassanelli, che abbiamo avuto l'occasione di conoscere lo scorso anno quando ha preso parte al nostro torneo di settembre.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Settimo Turno

E' stato un incontro dallo svolgimento incredibile quello proposto al settimo turno dei Campionati Italiani Giovanili nel torneo Giovanissimi Femminile, con la nostra Maria Palma opposta alla altoatesina Nadia Kasslatter, una delle rivelazioni del torneo, ancora imbattuta e capace ieri di superare l'esperta Claudia Scarpa. Incredibile in quanto, immediatamente dopo le fasi di apertura, giocate non perfettamente dalla Kasslatter, Maria mancava una mossa fortissima probabilmente già decisiva per l'incontro, che quindi proseguiva sui binari di un sostanziale equilibrio fino ad un'imprecisione della nostra ragazza che avrebbe potuto consentire all'avversaria di guadagnare un pedone. Probabilmente preoccupata per l'attacco che Maria stava portando sull'arrocco lungo del Nero, la Kasslatter non ne approfittava giocando passivamente fino a commettere, alla mossa n. 18, un clamoroso errore che regalava il matto in una mossa a Maria. Con questo risultato la giovane cossatese mantiene la testa solitaria della classifica con 6,5 punti incrementando ad un punto il vantaggio sulle immediate inseguitrici, che anche oggi, impegnate negli scontri diretti, hanno finito per favorire l'allungo di Maria.

Parlando di partite incredibili, anche lo scontro (che ormai sta diventando un “classico”...) tra Ilaria Gnata e la ceranese Chiara Cucchi rientra di diritto in questa categoria. Ilaria partiva troppo preoccupata dal fatto di essere stata sconfitta nelle due precedenti partite, ma giocava bene ottenendo una posizione molto buona, con la Cucchi che si ritrovava con un Alfiere confinato in un angolo ed impossibilitato a muoversi. Una mossa mal calcolata le faceva però improvvisamente perdere una Torre e la posizione, malgrado l'Alfiere fuori dal gioco, diventava disperata. La nostra ragazza aveva il merito di non darsi per vinta e cercava di contrattaccare per quanto possibile. La grinta messa in campo da Ilaria, insieme ad un paio di imprecisioni della novarese, faceva sì che la situazione si ribaltasse ancora ma Ilaria, troppo stanca sia mentalmente che fisicamente, non si avvedeva purtroppo della possibilità di poter promuovere un pedone in due mosse ed accettava, in posizione ormai vinta, la patta offerta dalla Cucchi.

In una giornata con solo un'altra vittoria oltre a quella di Maria, non poteva esimersi dall'essere particolare anche quella di Giorgia Sulis, che vinceva a forfait a causa di una leggera indisposizione della propria avversaria, alla quale vanno gli auguri di pronta ripresa da parte dello Scacchi Club Valle Mosso.

Se escludiamo la patta di Lorenzo Della Peruta, anche lui stanco dopo un incontro lungo, il resto della spedizione valmossese esce sconfitto dagli incontri odierni: Lorenzo Pedoni ha continuato a pagare pegno contro ragazzi di Prima Categoria Nazionale, ancora a causa di una difesa giocata dal suo avversaria non perfettamente conosciuta dal nostro giovane; Giulio Sunder ha lasciato per strada un altro mezzo punto dovuto ad inesperienza (ricordiamo che Giulio gioca attivamente solo da pochi mesi) venendo sconfitto in un finale che doveva essere patto; il fratello Matteo Sunder, invece, malgrado le raccomandazioni a giocare con maggior calma, continua nel suo gioco troppo veloce raccogliendo meno di quanto ci si potrebbe attendere da lui con una maggiore attenzione.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Quinto Turno

La quarta giornata di gare dei Campionati Italiani Giovanili, la seconda con il doppio turno di gioco, si è aperta con il quinto turno e le nostre sensazioni circa le possibili difficoltà che Maria Palma avrebbe potuto incontrare si sono rivelate esatte. Nel derby piemontese con Giada Rinaudo, infatti, la giovane torinese ha provato con una variante minore a mettere in difficoltà la nostra giocatrice. Missione compiuta, in quanto Maria, seppur mai in posizione inferiore, non ha trovato sbocchi nella linea difensiva dell'avversaria, che ha chiuso con precisione ogni possibile varco, fino alla divisione dei punti dopo un accenno di ripetizione di posizione. Complimenti quindi a Giada e niente di preoccupante per Maria, che saggiamente ha proposto patta evitando di stancarsi oltremodo in vista del turno pomeridiano. Il quinto turno è stato anche il primo nel quale i nostri portacolori sono usciti senza alcuna sconfitta: detto della patta di Maria, la coetanea Ilaria Gnata ha conquistato un'altra bella vittoria utile per la classifica e per il morale. Sempre nella categoria Giovanissimi, ma nel torneo assoluto, doppia vittoria per i nostri due ragazzi: Lorenzo Della Peruta ha avuto facilmente ragione del proprio avversario e anche Matteo Sunder, in un altro derby piemontese con il torinese Enzo Tripodi, è riuscito a prevalere. Tra gli Allievi sono arrivate due patte: Lorenzo Pedoni si è trovato di fronte ad una apertura poco giocata e l'incontro, non propriamente entusiasmante, è finito con l'accordo per la divisione della posta dopo circa un'ora; Giulio Sunder ha intanto continuato nella sua opera di rocciosa resistenza contro tutti i ragazzi di Seconda Categoria Nazionale che gli si sono parati davanti ottenendo la quarta patta consecutiva. L'unica nota parzialmente negativa della mattinata è stata la patta ottenuta dalla piccola Giorgia Sulis, un risultato che poteva tranquillamente tramutarsi in una vittoria con una maggiore attenzione: in posizione vinta Giorgia metteva infatti in stallo il Re avversario.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Sesto Turno

All'inizio del sesto turno dei Campionati Italiani Giovanili il torneo della categoria Giovanissimi Femminile vedeva tre giocatrici appaiate in vetta: la patta del mattino di Maria Palma aveva infatti consentito a due sue “vecchie” conoscenze di raggiungerla: la riminese Claudia Scarpa e la barlettana Claudia Santeramo. E proprio quest'ultima affrontava Maria nel turno pomeridiano. La nostra ragazza, con il Nero, disputava un incontro praticamente perfetto e con la sua ottima tecnica riusciva lentamente a guadagnare lo spazio ed il vantaggio che le consentivano di entrare nelle difese avversarie ottenendo il punto pieno. In seconda scacchiera arrivava però il risultato che non ti aspetti, con Claudia Scarpa sconfitta dalla sorprendente altoatesina Nadia Kasslatter, mentre anche la trentina Syema Sheikh, superando la torinese Rinaudo, si portava ai piani alti della classifica, con Maria solitaria al comando con 5,5 punti e le due ragazze del Trentino Alto Adige ad inseguire a mezzo punto. Il settimo turno vedrà Maria alle prese con la Kasslatter, che dopo la vittoria sulla giovane riminese dovrà essere presa ancor di più in debita considerazione.

E' continuato anche il bel torneo disputato fino a qui da Ilaria Gnata, che ha fermato sulla patta la giovane Alice Bottesi, anche lei trentina, dotata sicuramente di maggior esperienza rispetto alla nostra ragazza, che pare acquisire turno dopo turno sempre maggior consapevolezza dei propri mezzi. Tra gli Allievi rileviamo la bella vittoria di Lorenzo Pedoni su un giocatore sulla carta più debole, ma ottenuta al termine di un incontro giocato particolarmente bene. Si esaurisce invece purtroppo la striscia positiva di Giulio Sunder, che opposto all'ennesimo ragazzo di Seconda Categoria Nazionale non riesce nell'impresa di ottenere un altro risultato utile: poco male, anche per Giulio si può tranquillamente valutare in modo positivo il torneo sinora disputato con la speranza che non perda la sua grinta da combattente nei tre turni che rimangono da giocare.

Tra i Giovanissimi assoluti buona patta per Lorenzo Della Peruta, che pur sentendo particolarmente a livello emotivo l'incontro con il bergamasco Fabio Colonetti, giocava una partita senza sbavature mantenendo la calma necessaria a non commettere errori. Veniva invece sconfitto Matteo Sunder, ancora alle prese con un gioco troppo veloce che ne limita le possibilità. Sconfitta anche Giorgia Sulis, che ha dilapidato il vantaggio acquisito a causa di alcune fatali distrazioni nel finale dell'incontro.

- Alessio Albertino è Terza Categoria Nazionale

Dopo un periodo nel quale quasi ogni aggiornamento del punteggio ELO ci regalava la promozione alla categoria superiore di un nostro socio, era ormai da diversi (troppi) mesi che non potevamo festeggiarne una. Fortunatamente la lacuna viene colmata da Alessio Albertino, socio del nostro circolo, ancorché tesserato per la Federazione Scacchistica Italiana con gli amici del circolo di Vercelli. L'ottimo torneo disputato a Vercelli a metà del mese scorso gli ha consentito di raggiungere quota 1505 (FIDE) conquistando così la Terza Categoria Nazionale.

Ad Alessio vanno le congratulazioni del Direttivo del Circolo e di tutti i Soci.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Quarto Turno

La copertina del quarto turno dei Campionati Italiani Giovanili è dedicata a Maria Palma, che, grazie alla quarta vittoria ed alla concomitante patta in seconda scacchiera tra Claudia Scarpa e Claudia Santeramo, tenta un timido allungo solitario in vetta alla classifica. Maria oggi, nonostante una lieve imprecisione in apertura, ha avuto ragione della sorprendente ferrarese Lara Scagliarini, autrice di una bella prova, fino a che la giovane cossatese, con grande pazienza ed ottima tecnica, riusciva a guadagnare un pedone fondamentale per la promozione del proprio pedone di Torre. Da qui in poi l'incontro era tutto in discesa. Il quinto turno metterà di fronte a Maria, in un derby piemontese, la torinese Giada Rinaudo, una giovane emergente assolutamente da non sottovalutare.

Un pezzo di copertina lo merita anche Giulio Sunder, alla terza patta consecutiva contro una Seconda Nazionale, a testimonianza della sua solidità di gioco. Anche oggi, peraltro, Giulio avrebbe potuto provare a vincere l'incontro, ma la spartizione dei punti è comunque un risultato di prestigio. Torna alla vittoria anche Ilaria Gnata, che malgrado essere uscita con un pedone di svantaggio dalle fasi iniziali riusciva a sfruttare l'apertura della colonna g per assestare il matto. Si confermano infine vittoriosi nei Giovanissimi assoluti Lorenzo Della Peruta e Matteo Sunder, entrambi disputando partite senza particolari problemi.

Le uniche note negative oggi sono arrivate da Lorenzo Pedoni, opposto ad un avversario sulla carta più forte, e da Giorgia Sulis, alla seconda battuta d'arresto dopo le due vittorie iniziali. Lorenzo disputava comunque un buon incontro, ma a causa di una imprecisione si ritrovava in una posizione inferiore non recuperabile; Giorgia invece sta facendo emergere alcuni limiti dovuti principalmente alla propria inattività dell'ultimo anno, che ne ha limitato la crescita tecnica. Nell'incontro di oggi, comunque, la piccola biellese ha ricominciato a scrivere le mosse terminando per ultima nella sua categoria: peccato che sia incappata in una pesante svista che ha compromesso l'esito dell'incontro.

Domani è previsto il secondo ed ultimo giorno con il doppio turno di gioco, che rappresenta anche il giro di boa del torneo: i nodi cominceranno a venire al pettine...

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Secondo Turno

Nel secondo turno dei Campionati Italiani Giovanili sono aumentate le soddisfazioni rispetto al turno precedente con la prima vittoria di Ilaria Gnata, che sfruttava l'arrocco troppo precipitoso della sua avversaria per sferrare un fortissimo attacco sull'ala di Re, ed il primo mezzo punto di Giulio Sunder contro un avversario decisamente più esperto di lui, che lascia però una fortissima delusione in quanto Giulio avrebbe potuto segnare il punto pieno se solo non avesse fatto l'unica mossa da non fare nel suo finale di Re e pedone contro Re: muovere il pedone pattando istantaneamente la posizione. Peccato per l'incontro, ma siamo sicuri che Giulio farà tesoro di questo errore evitando di commetterlo in futuro.

Seconda vittoria per Giorgia Sulis, che con la sua simpatia sta conquistando (come lo scorso anno, peraltro) tutti i presenti. L'incontro di Giorgia è stato talmente incredibile da meritare un racconto particolare: al termine dell'apertura, la nostra piccola portacolori lasciava entrare la sua avversaria nella propria ala di Re, per poi auto-inchiodarsi un Cavallo sul proprio Re. Mossa azzeccata, perché evidentemente si trattava di un Cavallo magico con il dono dell'invisibilità, poichè resisteva indenne in presa (di più pezzi avversari) per dieci mosse! Ma non finiva qui, perché Giorgia incappava in due mosse irregolari e solo il vecchio regolamento la salvava (i Campionati si giocano ancora con la regola che prevede incontro perso dopo tre mosse irregolari). Ad una mossa irregolare dal baratro e con una posizione enormemente inferiore, ma per nulla doma, Giorgia spingeva temerariamente un pedone verso la promozione; l'avversaria glielo lasciava fare e la manovra le costava un Alfiere. A questo punto Giorgia si ritrovava con un pezzo di vantaggio (indovinate quale: il Cavallo!) che riusciva a cambiare per una Torre, per dare infine scacco matto con Donna e la Torre di vantaggio!

E' continuata intanto la marcia sicura di Maria Palma che non ha avuto problemi a superare la sua avversaria, che in posizione inferiore la omaggiava di un Alfiere facilitandone ancor di più la vittoria.

Sono invece usciti ancora sconfitti i nostri due Giovanissimi Lorenzo Della Peruta e Matteo Sunder: il primo oggi ha cercato di rimediare alla velocità di gioco terminando per ultimo nella sua categoria, ma l'incontro non è stato all'altezza del Lorenzo che abbiamo avuto modo di apprezzare in questi anni. Forza Lorenzo, è fondamentale riprendersi da subito e cercare quanto meno di scalare posizioni in classifica! Al contrario di Lorenzo, invece, Matteo ha continuato a giocare troppo velocemente e non è mai entrato in partita: è un peccato perché con le sue potenzialità un diverso approccio agli incontri, con maggior calma e concentrazione, sortirebbe sicuramente altri risultati. Per ultimo dobbiamo registrare la sconfitta anche di Lorenzo Pedoni, che si ritrovava in un finale probabilmente patto (se non anche con qualche possibilità di vittoria) contro un avversario decisamente più forte, scegliendo però, tra due continuazioni, quella peggiore che non gli concedeva scampo.

Nel pomeriggio si disputerà il terzo turno (oggi è il primo dei due giorni con doppio turno): forza ragazzi!

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Terzo Turno

Ai Campionati Italiani Giovanili è continuata anche al terzo turno la marcia sicura di Maria Palma, che ha incamerato il terzo punto grazie all'ennesimo incontro giocato con tranquillità e senza sbavature. A punteggio pieno ora Maria è in compagnia di altre tre giocatrici, tra le quali le ben conosciute Claudia Santeramo e Claudia Scarpa, che si scontreranno al quarto turno: il torneo entra quindi nel vivo e non è da sottovalutare il gruppetto a 2,5 punti, nel quale troviamo la torinese Giada Rinaudo, numero 2 del tabellone dietro a Maria.

Oggi pomeriggio va rimarcato il ritorno alla vittoria di Lorenzo Della Peruta, che pezzo dopo pezzo ha superato in scioltezza il proprio avversario, e - sempre tra i Giovanissimi assoluti - il primo punto anche di Matteo Sunder, che pur giocando ancora a velocità supersonica è riuscito ad aver ragione del proprio incontro. Buone notizie anche dal torneo Allievi assoluti con la vittoria di Lorenzo Pedoni, senza problemi contro un avversario ampiamente alla sua portata, ma soprattutto con la seconda patta consecutiva strappata da Giulio Sunder ad una Seconda Nazionale.

Non bene oggi pomeriggio, invece, Ilaria Gnata e Giorgia Sulis. Ilaria si è lasciata schiacciare troppo all'inizio del suo incontro, complice anche un'apertura che, non presente nel suo ancor piccolo bagaglio, la ha sicuramente un poco disorientata. Giorgia ha invece trovato un ostacolo troppo grande per lei e si è dovuta arrendere.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16

A partire da oggi e per una settimana la città di Tarvisio sarà il centro del movimento scacchistico giovanile nazionale. Si disputano infatti in Friuli Venezia-Giulia i Campionati Italiani Giovanili Under 16, ai quali partecipano sette giovani del nostro circolo, tre dei quali al loro debutto nella massima competizione nazionale. Accanto ai veterani Maria Palma e Lorenzo Della Peruta, entrambi alla quinta presenza, e a Lorenzo Pedoni (quarta presenza) e Giorgia Sulis (seconda presenza) registriamo infatti le novità di Giulio Sunder, Matteo Sunder e Ilaria Gnata. Insieme a loro, in qualità di Delegato per il Piemonte, sarà ai Campionati il Maestro Marco Ubezio, anche lui alla quinta presenza consecutiva in qualità di Delegato.

Per il nostro sodalizio questo sarà forzatamente un anno di transizione, dopo le uscite per limite di età dei giovani che avevano partecipato negli scorsi anni, ma riponiamo ottime speranze in Maria e Lorenzino, convinti che anche tutti gli altri abbiano le possibilità per fare un buon torneo.

- Campionati Italiani Giovanili Under 16 - Primo Turno

Il primo turno dei Campionati Italiani Giovanili dei nostri ragazzi si chiude con tre vittorie e quattro sconfitte. Non steccano la prima partita Lorenzo Pedoni, negli Allievi assoluti, opposto ad un avversario a lui inferiore di circa 300 punti ELO (ma mai da sottovalutare perché l'errore è sempre dietro l'angolo...) e Maria Palma nei Giovanissimi Femminili, andata in vantaggio posizionale subito dopo poche mosse per poi condurre l'incontro fino alla vittoria con calma e sicurezza olimpiche. Bella vittoria nei Piccoli Alfieri femminili (ancor di più bella perché la prima in assoluto a concludere) per la piccola del gruppo: Giorgia Sulis (classe 2006) che incamera il punto contro una giocatrice ancora più giovane di lei (classe 2008!).

Esce purtroppo sconfitto dal primo incontro Lorenzo Della Peruta, che nei Giovanissimi assoluti si è trovato di fronte un avversario sicuramente più forte, ma il suo gioco troppo veloce (ancora!) non lo ha certamente aiutato a portare in porto la partita. Debutto amaro invece per i tre novellini della competizione: Giulio Sunder, negli Allievi assoluti, affrontava, oltre all'emozione, anche un avversario fuori dalla sua portata attuale; Matteo Sunder, nei Giovanissimi assoluti, giocava troppo in fretta per poter sperare in qualcosa di più; Ilaria Gnata, infine, era quella che pagava maggiormente pegno all'emozione perdendo quasi subito un paio di pedoni compromettendo l'incontro sin dalle battute iniziali.

- 10º Trofeo “Valdengo in Festa”

Il classico appuntamento di Valdengo in occasione della locale festa annuale ha raggiunto quest'anno la doppia cifra ed è stato disputato, come sempre, in concomitanza con un torneo di dama organizzato dal Circolo Damistico Biellese. Quest'anno abbiamo dovuto registrare un calo delle iscrizioni, con 20 giocatori che si sono sfidati sui consueti sei turni. Spiace in particolare aver dovuto notare l'assenza dei giovanissimi del circolo, per i quali il semilampo sarebbe stata sicuramente una buona occasione per giocare anche contro avversari diversi dai soliti.

Il torneo è risultato comunque di un buon livello tecnico, grazie alla presenza di un Maestro e di cinque Candidati Maestri ed è stato dominato dal biellese Giovanni Siclari che ha terminato con 6 punti su 6, staccando di un punto Marco Ubezio e di due punti la coppia Lorenzo Bardone e Matteo Migliorini, con Lorenzo che ha preceduto Matteo per spareggio tecnico.

- Maria Palma vittoriosa a Roseto!

Il nostro circolo può festeggiare un'altra vittoria di un proprio giovane: questa volta si tratta di Maria Palma, che ha trionfato nell'Open B del 6º “Festival Internazionale di Roseto” in Abruzzo, riservato a giocatori di ELO inferiore a 1850 punti e terminato oggi. Già lo scorso anno Maria aveva ottenuto un bellissimo piazzamento, ma in questa edizione si è superata raggiungendo il gradino più alto del podio, terminando imbattuta con 5 punti su 6. Dopo un inizio abbastanza facile (vittorie nei primi due turni con avversari ampiamente alla sua portata), il torneo si faceva serio nei due incontri centrali, che vedevano la giovane cossatese confrontarsi con i primi due giocatori del tabellone (Maria partiva con il numero 9). Contro Antonio Di Martino (ELO 1826) Maria andava in vantaggio posizionale, ma l'avversario riusciva a riportare l'incontro in parità entrando in un finale probabilmente patto, che però Maria giocava meglio facendo sua l'intera posta. L'incontro con Alessandro Franco (ELO 1841), invece, vedeva Maria in leggera inferiorità fino a quando il suo avversario, per cercare la vittoria, forzava la posizione sacrificando un Cavallo. Il sacrificio non si rivelava efficace e Maria si ritrovava con un pezzo di vantaggio, cosa che le permetteva agevolmente di vincere il finale. Le restanti due partite si chiudevano sul risultato di parità, con la nostra ragazza che nella quinta conservava le forze per l'ultimo turno, dove preferiva non rischiare un incontro giocato per buona parte con mosse teoriche. Si arrivava così alla conta dei punti e Maria veniva raggiunta in vetta dal Di Martino, ma stavolta (finalmente!) lo spareggio tecnico le dava ragione regalandole una meritata vittoria.

- Campionati Giovanili Studenteschi: Finali Nazionali

Si sono svolte, dal 22 al 24 maggio scorsi presso l'Hotel Village “Città del Mare” di Terrasini (PA), le finali nazionali dei Campionati Giovanili Scolastici, alle quali ha preso parte la squadra Juniores del Liceo Scientifico “Amedeo Avogadro” di Biella, composta da quattro nostri soci: Matteo Migliorini (alla sua ultima partecipazione), Giovanni Siclari, Lorenzo Bardone e Lorenzo Pedoni. I ragazzi, che l'anno scorso avevano conquistato il titolo nazionale a Montecatini Terme, presentavano una formazione per tre quarti uguale a quella del 2013, con Pedoni che debuttava nella competizione al posto di Tommaso Penna, ora universitario. Si sapeva fin dall'inizio che non sarebbe stato facile replicare il primo posto, anche in considerazione dell'agguerrita concorrenza delle altre squadre; il risultato finale è stato un quarto posto, con 10 punti su 14, con il podio mancato solo a causa di un peggior computo di punti scacchiera rispetto alla squadra del Liceo Veronesi di Chioggia, che schierava il Maestro FIDE Federico Boscolo in prima scacchiera ed il CM Lorenzo Lodici in seconda scacchiera.

E' un risultato che lascia un poco di rammarico per alcuni punti persi lungo i sette turni del torneo, nel corso dei quali la squadra dell'Avogadro è stata battuta solo dalla corazzata del Liceo Cafiero di Barletta, poi vincitrice del torneo (3 – 1, patte di Siclari e Migliorini con i CM Distaso e Santeramo), ma ha purtroppo omaggiato avversari sulla carta più deboli di incredibili sviste, come negli incontri poi chiusi sul 2 -2 contro i Licei Archimede di Messina e Jucci di Rieti. Resta comunque un risultato che mantiene i ragazzi del Liceo Avogadro in vetta alle classifiche nazionali e che giunge dopo due podî consecutivi (terzi nel 2012 e – come detto – primi l'anno scorso).

Per il nostro circolo c'è inoltre da registrare l'ottimo quinto posto conquistato dal Liceo Cocito di Alba (CN), dove militava Paolo Drago; solo un'altra squadra piemontese è invece entrata nei premi ed è stata la compagine femminile della Scuola Media di Cerano (NO).

La differenza di risultati tra la nostra regione ed altre realtà (Barletta su tutte, che ha fatto incetta di premi) dovrebbe forse suggerire un'attenta valutazione su come gli scacchi vengano considerati nelle scuole piemontesi e – in particolare – biellesi. Infatti il nostro circolo incontra serie difficoltà per cercare di organizzare ogni anno la fase provinciale dei Campionati Studenteschi, problematiche alle quali sembrano al contrario immuni altre province italiane. La nostra speranza è che in futuro anche altre scuole biellesi, sia primarie che secondarie inferiori, possano raggiungere le finali nazionali; la programmazione deve però necessariamente iniziare da lontano.

- Campionato Regionale Giovanile Under 16

Dopo l'edizione del 2012 è ritornato a Biella, con l'organizzazione del nostro circolo, il Campionato Regionale Giovanile riservato a ragazzi Under 16. Analogamente alla volta scorsa la sede di gioco è stata la Biblioteca di Città Studi, un luogo che, grazie all'attenzione riservata dall'Università biellese nei nostri confronti (in particolare dal Presidente, avv. Luigi Squillario e dal Direttore, ing. Donato Squara, che vogliamo qui ringraziare), è ormai diventato centrale nell'organizzazione di eventi scacchistici di particolare rilevanza.

Alla manifestazione hanno preso parte 58 giocatori provenienti da quasi tutto il Piemonte (assenti solo le province di Alessandria e Cuneo), un numero in leggero aumento rispetto al 2012 ma comunque ampiamente inferiore a quello complessivo dei tesserati Under 16 (circa 300) dei vari circoli piemontesi che sviluppano attività giovanile. Il livello tecnico dei partecipanti è stato comunque mediamente elevato, con le punte massime toccate nelle categorie Allievi assoluti e Giovanissimi Femminili.

Negli Allievi assoluti (13 iscritti) il titolo regionale è andato al Candidato Maestro torinese Stefano Yao, un ragazzo che è ormai una certezza del panorama scacchistico nazionale, con un ELO già ben oltre quota 2100 ed ancora in continua ascesa. Di lui sicuramente sentiremo parlare a lungo nei prossimi anni. Stefano ha chiuso con 5,5 punti su 6, superando nell'incontro decisivo per il titolo l'astigiano Federico Briata (secondo a 5 punti), mentre al terzo posto si è classificato il biellese (ma tesserato per il circolo di Asti) Ludovico Carraria Martinotti (4 punti).

Nella categoria Cadetti, con cinque iscritti sia nell'assoluto che nel femminile, si è proceduto all'accorpamento dei tornei. Ne è scaturita una gara molto interessante, al termine della quale si è imposto il nostro Dario Borghi, che finalmente è riuscito a posizionarsi sul gradino più alto del podio con 5,5 punti, dopo averlo mancato più di una volta negli scorsi anni. Il torneo di Dario si decideva praticamente in due incontri: al secondo turno il giovane cossatese pattava con l'eporediese Leo Trovero (poi giunto secondo con 4,5 punti): un risultato salomonico in quanto nel corso della stessa nessuno dei due contendenti approfittava dell'occasione di portarsi in vantaggio decisivo; al quinto turno, invece, Dario otteneva una bella vittoria contro il torinese Mirko Lizzul-Coppe (terzo assoluto con 4,5 punti), giocando un incontro attento e mantenendo la calma anche quando l'avversario, in pieno zeitnot, cercava di forzare l'attacco. Nella classifica femminile ha avuto la meglio la giovane di Nichelino Federica Pisani, che con 4 punti complessivi ha superato di un punto la vercellese Enrica Carando e la torinese Anastasia Buffa.

L'unica categoria nella quale è stato possibile disputare due tornei separati è stata quella riservata agli Under 12. Nel torneo Giovanissimi assoluto, con 13 giocatori, la vittoria è andata al torinese Leo Rinaudo, solitario con 5,5 punti su 6 ed autore di partite molto convincenti, con un'unica patta al terzo turno contro l'astigiano Daniele Sferrazza (poi terzo con 4 punti). Tra di loro, sempre con 4 punti ma favorito da un miglior spareggio tecnico, si è classificato il nostro Lorenzo Della Peruta che, dopo un filotto di 4 vittorie calava purtroppo alla distanza perdendo gli ultimi due incontri (il primo proprio contro il vincitore).

Come detto, il torneo riservato alla categoria Giovanissimi femminile (otto partecipanti) è stato di livello molto elevato, grazie alla presenza della nostra Maria Palma e della pinerolese Marianna Raccanello, che attualmente si trovano ai vertici delle classifiche nazionali nella loro fascia di età. Lo scontro diretto tra la Vice Campionessa Italiana U12 e la Campionessa Italiana U10 (titoli conquistati lo scorso anno a Courmayeur), che l'abbinamento ha proposto già al secondo turno, è stato molto combattuto, con Maria che si portava in vantaggio di una qualità, ma che successivamente sottovalutava il controgioco di Marianna, alla quale doveva cedere un pezzo. A questo punto Maria doveva impegnarsi non poco per cercare il risultato minimo di parità, cosa che le riusciva grazie ad un finale senza sbavature. La divisione della posta faceva presupporre un arrivo a pari merito delle due ragazze a 5,5 punti: così in effetti è stato, ma non senza qualche brivido per Marianna che si complicava sorprendentemente la vita all'ultimo turno. Solo riuscendo ad approfittare di una imprecisione della propria avversaria la giovane della Scacchistica Torinese otteneva il punto pieno. Era quindi questione di spareggio tecnico, metodo storicamente indigesto a Maria (due titoli nazionali consecutivi sfumati per 1,5 punti di Buchholz) che anche a Biella non ha fatto eccezione. Prima classificata quindi Marianna Raccanello con 1 punto di Buchholz Cut 1 di vantaggio su Maria; terzo gradino del podio per la torinese Giada Rinaudo (4 punti e secondo podio familiare dopo quello del fratello Leo!).

Lo scarso numero di partecipanti nelle categorie Piccoli Alfieri e Pulcini obbligava infine all'accorpamento in un unico torneo con 14 giocatori), vincitore del quale è risultato Manuel Rotundo, anch'egli torinese, con 5,5 punti. Alle sue spalle va sottolineato il risultato di Nicolò Briata, solitario con 5 punti e battuto solo dal vincitore, ma con la particolarità che Nicolò fa ancora parte della categoria inferiore (è quindi Campione Regionale Piccoli Alfieri con conseguente doppio podio anche per la famiglia Briata) ed ha messo dietro di sè in classifica molti giocatori più grandi di lui. Alle spalle di Manuel Rotundo, nella classifica Pulcini assoluta, secondo è risultato l'eporediese Lorenzo Zara e terzo l'astigiano Luca Zavattero, entrambi con 4 punti. Infine la torinese Alessia Bonaudo ha conquistato il titolo regionale nella categoria Pulcini femminile, mentre la nostra Giorgia Sulis si è confermata al primo posto della classifica Piccoli Alfieri femminile, con alle sue spalle un'altra giovanissima torinese: Anna Tripodi.

- Il MI Dragojlovic vince il 1º Memorial “Renato Morgante”

E' un torneo appena nato, ma è partito con il botto. Si tratta del 1º Memorial “Renato Morgante”, un semilampo valido per le variazioni ELO Rapid e per il Campionato Regionale Gioco Rapido, disputato domenica scorsa a Lenta (VC). Era la prima volta che il nostro circolo si cimentava con una manifestazione che concentrava nove turni con la cadenza di 15 minuti a giocatore in una unica giornata e il risultato è stato oltremodo positivo. Il torneo è nato in seguito ad una felice intuizione del nostro socio Alessio Albertino ed al supporto della ditta Aedì s.r.l. - Riso Morgante, grazie ai quali è stato possibile allestire una gara di livello decisamente elevato, alla quale hanno preso parte 74 giocatori, tra cui 1 Grande Maestro, 3 maestri Internazionali e 5 Maestri FIDE. Il semilampo è stato intitolato alla memoria di Renato Morgante, stimato e conosciuto imprenditore di Lenta, da sempre attivo nel settore del riso, scomparso lo scorso anno.

Il torneo è stato molto combattuto (trenta giocatori si sono classificati nello spazio di un punto, da 5 a 6) ed il suo esito è stato incerto fino all'ultimo turno, quando l'ha spuntata per la vittoria finale, dopo lo spareggio tecnico, il Maestro Internazionale serbo Andjelko Dragojlovic, che ha terminato con 8 punti superando il Grande Maestro filippino Joseph Sanchez. Terzo classificato, con 7 punti, il Maestro Internazionale Daniele Genocchio, con un migliore spareggio tecnico rispetto alla grande sorpresa della giornata: il giovane (classe 1994) casalese Guglielmo Scagliotti, tesserato per la Società Scacchistica Eporediese, quarto assoluto dopo essere partito con il numero 24 di tabellone, grazie al filotto di cinque vittorie su cinque nella fase pomeridiana, concluso superando in sequenza il Maestro torinese Alessio Gallucci ed il neo-Maestro FIDE Luca Moroni jr. Quest'ultimo, autore di una partenza a razzo (6 vittorie su 6), calava alla distanza collezionando tre sconfitte (Sanchez, Dragojlovic e - appunto - Scagliotti) che gli pregiudicavano un podio che sembrava già essere suo. Complimenti comunque a Luca che, a soli 13 anni (!) ha ottenuto il meritato titolo di Maestro FIDE avendo superato i 2300 punti!

Durante i nove turni non sono mancate le sorprese: già al primo turno il CM novarese Vincenzo Montilli fermava sulla patta il GM Sanchez (ma avrebbe potuto anche ottenere il punto pieno) e la nostra Maria Palma faceva altrettanto con il CM Gianluca Finocchiaro. Montilli al quarto turno superava il Maestro FIDE Valerio Luciani, mentre al sesto turno il nostro Maestro Marco Ubezio si toglieva la soddisfazione di sconfiggere il MI Genocchio.

Tra la folta rappresentanza di nostri soci (ben quindici) il migliore è risultato Marco Ubezio, ottimo nono assoluto (primo premio di fascia ELO) nel gruppone a 6 punti. Hanno raggiunto i premi di fascia anche Giovanni Siclari (quindicesimo, anche lui con 6 punti) e un sorprendente Marco Squara, venticinquesimo (ma era il numero 52 di tabellone) con 5 punti. Premiato anche nella sua fascia di competenza Luigi Isoardi, autore anche della più alta variazione ELO Rapid del torneo (+114 punti!), mentre Lorenzo Bardone si è aggiudicato la coppa come migliore Under 18.

Un particolare ringraziamento per la collaborazione prestata va al Comune di Lenta, nella persona del Sindaco sig. Giuseppe Rizzi, per la concessione della Palestra Comunale, rivelatasi un'ottima sede di gioco, ed al sig. Sergio Parini, Presidente del Comitato dei Festeggiamenti per i 300 anni della Parrocchiale di S. Pietro. L'appuntamento è già stato fissato per la seconda edizione il prossimo anno.

Lenta2014

- Il 5 per mille allo Scacchi Club Valle Mosso

Anche per il corrente anno sarà possibile sostenere le iniziative dello Scacchi Club Valle Mosso con la propria dichiarazione dei redditi, scegliendo di destinare il 5 per mille dell'IRPEF al nostro/vostro circolo, quale Associazione Sportiva Dilettantistica.

Per esercitare questa scelta è sufficiente apporre la propria firma nell'apposito riquadro "Sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche..." presente nello specifico modulo dedicato alla destinazione del 5 e dell'8 per mille, riportando il codice fiscale dello Scacchi Club: 92007160028. Clicca qui per un esempio di compilazione.

Ricordiamo che la scelta non aumenta in alcun modo l'importo delle imposte dovute e non è alternativa alla scelta per la destinazione dell'8 per mille.

Lo Scacchi Club Valle Mosso ringrazia fin d'ora chi vorrà, con la propria firma, dimostrare anche in questo modo il sostegno al circolo.

- 9º Oster-Open Bad Ragaz

Per il quarto anno consecutivo alcuni nostri ragazzi hanno partecipato all'Open di Pasqua di Bad Ragaz (Svizzera), un torneo giunto alla nona edizione e che conta sempre un centinaio di giocatori, con una media ELO generale superiore ai 1900 punti, mentre quella dei primi dieci giocatori del tabellone è intorno ai 2300 punti. Quest'anno per la prima volta i nostri soci hanno anche raggiunto la zona premi, che sono andati ai Candidati Maestri Giovanni Siclari, 10º assoluto e primo dei giovani, e Lorenzo Bardone, 14º assoluto partendo con il numero 50 di tabellone! Entrambi i nostri soci hanno chiuso, in un torneo con una classifica molto corta, a 5 punti su 7 con alcuni risultati di prestigio. Giovanni ha infatti fermato sulla patta in sequenza il MI Ali Habibi (ELO 2256), uno dei giocatori più esperti presenti nel torneo, ed il GM Thomas Paehtz (ELO 2375), mentre l'unica sconfitta, patita dal MF svizzero Gabriele Botta (ELO 2319) è avvenuta in un incontro in cui Giovanni stava dominando ma ha purtroppo invertito l'ordine di due mosse che hanno fatto rientrare in gara l'avversario. Il risultato complessivo è comunque sufficiente per l'ottenimento, previa ratifica della Federazione Italiana, di una norma da Maestro su 7 turni.

Ottimo torneo anche per Lorenzo Bardone, al debutto con l'ELO superiore a 2000 punti, che dopo un inizio non brillantissimo ha terminato in crescendo, superando la WGM lettone Tamara Vilerte (ELO 2120) e ottenendo la vittoria in modo perentorio all'ultimo turno contro il giovane svizzero Julian Turkmani (ELO 1981).

Al torneo ha preso parte anche Matteo Migliorini, che ha chiuso con 4 punti in linea con la posizione di partenza (due vittorie, quattro patte ed una sconfitta). Il risultato lascia un po' di amaro in bocca al nostro giovane Candidato Maestro, che è arrivato in Svizzera con un poco di stanchezza accumulata dagli impegni scolastici ed ha purtroppo lasciato sulla scacchiera alcune occasioni di tramutare un risultato di patta in una vittoria.

- Campionati Giovanili Studenteschi - Fase Regionale

Missione compiuta. Dalla fase regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi, disputata ieri al PalaVerdi di Novara, i nostri giovani soci che puntavano alla qualificazione per le Finali Nazionali del prossimo maggio in Sicilia hanno centrato l'obiettivo. Infatti, nella categoria Juniores, ha conquistato come da pronostico il titolo di Campione Regionale il Liceo Scientifico Cocito di Alba (CN), nelle cui fila gioca Paolo Drago, mentre al secondo posto si è classificato il Liceo Scientifico “Amedeo Avogadro” di Biella, già Campione Regionale negli ultimi due anni (e lo scorso anno Campione Italiano) con in squadra Giovanni Siclari (capitano), Lorenzo Bardone e Lorenzo Pedoni. Le due formazioni, che quindi si ritroveranno a Terrasini (PA) dal 22 al 24 maggio, hanno terminato con 11 punti (5 vittorie ed una salomonica patta nello scontro diretto), ma i cuneesi hanno prevalso per i maggiori punti scacchiera ottenuti, oltre a Paolo, dal CM Samuele Bisi, da Eugenio Sacco e da Alessandro Vercelli. Diverso il discorso per i giovani dell'“Avogadro” di Biella, il cui compito era complicato dal fatto di essere orfani di Matteo Migliorini, impegnato a Senigallia alle Olimpiadi della Fisica. Si è quindi aggregato alla squadra Gregorio Bori, già frequentatore del nostro circolo, ma che da qualche tempo non aveva più giocato. Il suo apporto, in termini di impegno e serietà, ma anche a livello della gestione complessiva della squadra, è stato senza alcun dubbio molto importante: per queste ragioni i suoi compagni di squadra (incluso Matteo) gli vogliono rivolgere pubblicamente un caloroso ringraziamento.

Il Liceo Avogadro schierava quest'anno una seconda squadra, inserita nella categoria Allievi, anch'essa formata da alcuni nostri soci: ne facevano infatti parte Riccardo Roma (capitano), Giulio Sunder e Davide Colpo, insieme a Riccardo Coda e Tommaso Foscale. Il loro risultato finale, sesti con 6 punti, è da ritenersi soddisfacente alla luce della forza dei loro avversari, con una menzione particolare per Giulio Sunder (5,5 su 6) e Riccardo Roma (5 su 6), veri trascinatori del resto della formazione.

Nei tornei riservati alle Scuole Primarie, infine, si sono cimentate cinque delle sei formazioni qualificate ai recenti Provinciali: nella categoria maschile/mista erano iscritte le scuole di Pettinengo, Zumaglia e Quaregna; nella categoria femminile le scuole di Vigliano Biellese San Quirico e di Valle Mosso. Tra di loro si è visto molto impegno, che però non è sempre riuscito a sopperire alle carenze tecniche dovute alla poca confidenza con le sessantaquattro caselle. La nostra speranza è che questa esperienza sia stata innanzi tutto piacevole e che possa essere da sprone - se non per tutti, almeno per alcuni di loro - a continuare nell'apprendimento in modo da migliorare tecnicamente e potersi presentare più forti alle prossime competizioni.

- Campionato Italiano a Squadre - Quinto Turno

La nostra partecipazione all'edizione 2014 del Campionato Italiano a Squadre è sicuramente stata una delle più positive - se non la più positiva - nella storia del nostro circolo, a coronamento di un periodo (che ormai dura da un quinquennio) che ci ha visti senza tema di smentita essere tra i protagonisti della scena nazionale, sia per i risultati conseguiti, sia per l'attività messa in campo.

Abbiamo già ampiamente raccontato dell'impresa della nostra prima squadra che ha ottenuto la promozione in Serie A2 superando per mezzo punto di scacchiera l'Alfieri Torino dopo un entusiasmante testa a testa; onore anche alla seconda squadra che ha superato le aspettative della vigilia disputando un grande Campionato. Inserita nel girone 2 di Serie C, la formazione capitanata da Antonello Migliorini partiva con l'obiettivo della salvezza, dovendo rendere sulla carta molti punti ELO a quasi tutte le formazioni inserite nel girone. L'obiettivo non era quindi semplice, ma i nostri giocatori, tutti giovani Under 18 (con la sola eccezione del vegliardo Luigi Isoardi, coetaneo del capitano), hanno reso difficile la vita agli avversari terminando al secondo posto con 8 punti, solo uno in meno dei vincitori di Asti, potendo addirittura rammaricarsi per il pareggio ottenuto al quarto turno proprio contro gli astigiani, risultato che sarebbe potuto essere diverso proiettando la squadra verso la Serie B. La squadra, che è comunque rimasta imbattuta ed è stata l'unica ad imporre il pareggio ad Asti, era composta da Paolo Drago, una sicurezza in prima scacchiera, Dario Borghi, la vittoria del quale contro il CM Stefano Laurenti vale da sola il prezzo del biglietto, Luigi Isoardi, coriaceo come al solito contro avversari più forti, Lorenzo Pedoni, sempre con grande voglia (anche troppa) di dare il proprio apporto alla squadra e Maria Palma, la cui crescita impetuosa non sembra trovare ostacoli. Da non dimenticare il punto, comunque fondamentale nell'economia del torneo, conquistato da Lorenzo Bardone, “prestato” dalla Serie B per l'insidiosa trasferta di Omegna al primo turno.

I nostri giocatori non si sono tirati indietro anche all'ultimo turno, pronti ad approfittare di un improbabile passo falso di Asti, ed hanno travolto in trasferta a Chiaverano (TO) l'Eporediese Bogatto Boys per 4 - 0, frutto di due vittorie ottenute senza grossi problemi da Dario Borghi contro Enzo Bellafiore (ELO 1763) e da Maria Palma (l'ultima a terminare) contro Denis Paonessa (ELO 1823). Paolo Drago, uscito non benissimo dall'apertura, riusciva invece ad “ipnotizzare” Isabella Gennaro (ELO 1780) complicando la posizione e riuscendo così a rientrare prepotentemente in partita facendola sua, mentre Luigi Isoardi, contro il giovane Gabriele Pane (ELO 1668), raddrizzava una partita giocata non perfettamente da entrambi i contendenti, entrando in un finale di pedoni con Alfieri contrari dove la sua maggiore precisione aveva la meglio.

Merita un commento, infine, anche la nostra formazione di Serie Promozione, che ha chiuso con un ininfluente pareggio contro la compagine di Acqui, ma soprattutto ha avuto modo di far prendere contatto con il gioco a tempo lungo e con giocatori più forti ai più giovani del nostro circolo (intesi non come età anagrafica, ma come data di arrivo a Valle Mosso). Insieme al capitano Stefano Lavino ed alla maggiore esperienza vantata da Stefano Bozio Madè e da Lorenzo Della Peruta, ai quali vanno i nostri ringraziamenti per il supporto fornito alla squadra, è giusto sottolineare l'impegno (e talvolta l'incoscienza) messi negli incontri da Ilaria Gnata, Riccardo Roma, Giulio Sunder, Matteo Sunder e Davide Colpo. Tutti hanno affrontato il Campionato con il giusto spirito e questa esperienza sarà sicuramente utile a loro in futuro.

- Valle Mosso ritorna in Serie A2!

Il 6 aprile 2014 è una data che resterà impressa nella storia del nostro circolo: oggi infatti la nostra prima squadra ha ottenuto una meritatissima promozione in Serie A2, da dove mancava dall'anno 2009. Dopo cinque stagioni in Serie B, il nostro circolo ha capitalizzato la crescita dei propri giovani arrivando a schierare, nell'ultimo incontro in casa del Veloce Scacchi di Pinerolo, tre giovani Candidati Maestri (Giovanni Siclari, Matteo Migliorini e Lorenzo Bardone) insieme allo storico capitano, il Maestro Marco Ubezio, senza dimenticare il fondamentale apporto di un altro storico componente della nostra prima squadra, il Candidato Maestro Stefano Bazzeato, che ha portato alla causa punti importanti nei turni precedenti.

Il compito dei nostri giocatori oggi non era per nulla semplice, in quanto non sarebbe probabilmente stato sufficiente vincere, ma era necessario vincere su tutte e quattro le scacchiere, in modo da non dover dipendere dal risultato dell'incontro tra Biella e la squadra dell'Alfieri, che precedevamo per solo mezzo punto di scacchiera. La giornata si metteva subito bene, con le vittorie quasi contemporanee di Giovanni Siclari contro il CM Maurizio D'Agostino (ELO 2003) e del fresco CM Lorenzo Bardone contro Paolo Cirrincione Pazè (ELO 1820), entrambi vincendo in scioltezza dopo una ventina di mosse e dopo poco meno di due ore di gioco, non perdonando agli avversari un paio di imperfezioni in apertura. Il terzo punto arrivava un'oretta dopo grazie a Marco Ubezio, che regolava il CM Tiziano Martin (ELO 1948) dopo una partita iniziata con una posizione simmetrica nella quale il nostro Maestro ha dovuto lavorare con pazienza per trovare il modo di entrare nelle difese avversarie, fino a costringere all'abbandono Martin quando era certa la perdita di un pezzo, con posizione peraltro già sfavorevole. Rimaneva quindi sulle spalle di Matteo Migliorini l'onere di ottenere il punto pieno nel suo incontro, che lo vedeva opposto al giovane Matteo Bonino (ELO 1950). Matteo usciva bene dall'apertura, riuscendo a guadagnare un pedone alla dodicesima mossa, ma poi doveva giocare con precisione, una volta cambiate Donna e Torri, per evitare errori che potevano compromettere la vittoria (come detto, la patta avrebbe potuto essere tragica). Il nostro ragazzo però non sbagliava e quando la promozione di un suo pedone poteva essere fermata solo dalla perdita di un pezzo, Bonino era costretto ad abbandonare.

La nostra squadra ha quindi terminato il proprio girone con 9 punti complessivi (su 10) e 17 punti di scacchiera (su 20) così suddivisi: Ubezio, Siclari e Migliorini 4 punti, Bazzeato 3 punti e Bardone 2 punti. Al capitano Ubezio ed ai suoi giocatori vanno i complimenti e le congratulazioni del Direttivo dello Scacchi Club Valle Mosso e di tutti i soci.

- Lorenzo Bardone è Candidato Maestro!

E quattro!

Con l'aggiornamento dei punteggi ELO di inizio aprile è giunta l'ufficialità del titolo di Candidato Maestro per Lorenzo Bardone, che porta così a quattro il numero dei ragazzi del nostro vivaio che in meno di due anni hanno raggiunto la categoria magistrale, segno di un periodo straordinario nella storia dello Scacchi Club Valle Mosso.

I 2001 punti raggiunti sono un traguardo da tempo atteso dal giovane sedicenne di Sostegno, che al pari di Matteo Migliorini prima di lui, ha inseguito il titolo per circa un anno, arrivando un paio di volte a sfiorarlo. Lorenzo ha superato la fatidica soglia grazie alla bella prestazione ottenuta nel recente Campionato Interprovinciale.

A Lorenzo vanno le congratulazioni da parte del Direttivo del circolo e di tutto lo Scacchi Club Valle Mosso.

- Campionato Italiano a Squadre - Quarto Turno

Anche il quarto turno del Campionato Italiano a Squadre si è rivelato positivo per le nostre compagini, che hanno ottenuto una vittoria, un pareggio ed una sconfitta.

La prestazione migliore è sicuramente stata quella della formazione di Serie B, che ha travolto con un perentorio 4 - 0 la squadra di Alessandria. Il primo punto arrivava già dopo solo due ore di gioco, con Matteo Migliorini che attaccava in forze la Difesa Caro-Kann di Mauro Baruscotti (ELO 1867) incamerando una vittoria sin dalle prime mosse mai stata in discussione. In quarta scacchiera Stefano Bazzeato pilotava intanto l'incontro con Dario Gemma (ELO 1852) sui binari della tranquillità, lavorando con pazienza fino ad aumentare il vantaggio e chiudere con una bella combinazione che obbligava l'avversario all'abbandono. Anche il capitano Marco Ubezio aveva ragione di Ettore Sibille (ELO 2033) in un incontro in cui il nostro Maestro ha sempre mantenuto l'iniziativa riuscendo a guadagnare tre pedoni e forzando l'abbandono dell'avversario dopo essere anche riuscito ad entrare con la propria Torre nelle retrovie del Nero. Ultimo a terminare è stato Giovanni Siclari: contro Fabio Grattarola (ELO 2013) ne è uscito un incontro posizionale in cui il nostro ragazzo ha saputo recuperare un lieve svantaggio iniziale di posizione fino al finale in cui ha prima costretto l'avversario a dover sacrificare un Cavallo su un pedone lanciato a Donna, per poi riuscire a proteggere con il proprio Re un altro pedone, garantendogli quindi la vittoria. Con il risultato odierno sarà determinante l'ultimo turno, che vedrà partire la nostra squadra con mezzo punto di scacchiera di vantaggio sulla squadra del Circolo Alfieri di Torino. Entrambe le compagini, appaiate in vetta alla classifica con 7 punti, saranno in trasferta domenica prossima: incrociamo le dita fin da adesso...

In Serie C i nostri giocatori affrontavano l'ostacolo più difficile: la squadra dell'Asti Sempre Uniti, favorita numero 1 per la promozione in Serie B. Se quindi alla vigilia avremmo firmato per un risultato di parità, dopo che il pareggio è realmente arrivato ci è rimasta una buona dose di rammarico perché la vittoria poteva essere ampiamente alla nostra portata. In quarta scacchiera, infatti, Lorenzo Pedoni andava in vantaggio di un pezzo contro Alex Carfagna (ELO 1851) grazie ad un errore di calcolo dell'astigiano. Quando il punto pieno sembrava ormai cosa fatta, però, Lorenzo non trovava il seguito migliore per far valere la propria superiorità di materiale, che gli avrebbe consentito di promuovere un pedone, permettendo all'avversario di rientrare in partita e, forzando il cambio di Torri, giungere in un finale teoricamente patto. Nel frattempo entravano nel vivo gli incontri in seconda ed in terza scacchiera, con tutti i giocatori in forte zeitnot. Tra di loro disputava una splendida partita Luigi Isoardi contro il CM Luca Ronzano (ELO 1911), riuscendo a mantenere un leggero vantaggio anche sull'orologio, cosa che gli consentiva di giocare con una maggiore precisione le mosse finali decisive, riuscendo prima a guadagnare un pezzo per poi condurre un fortissimo attacco in una posizione altamente complicata contro il quale Ronzano nulla poteva. La gioia per il punto guadagnato rientrava poco dopo quando in seconda scacchiera Dario Borghi contro Lorenzo Gastaldello (ELO 1994) non disputava una delle sue migliori partite, essendo stato in costante svantaggio posizionale, non riuscendo a capitalizzare il vantaggio di tempo di cui godeva. Dario si ritrovava così, al pari del suo avversario, con pochi secondi sull'orologio e le sue ultime mosse, giocate velocemente, facevano precipitare una posizione già inferiore fino alla definitiva caduta della bandierina. Restava a questo punto l'incontro clou della giornata: Paolo Drago contro Federico Briata (ELO 1932). Paolo disputava un'ottima partita, nella quale purtroppo non vedeva in apertura una bella combinazione che gli avrebbe permesso di andare in vantaggio di un pedone. In un finale poi difficile da interpretare, con le Torri di entrambi i giocatori in movimento a difendere i pedoni rimasti, i due giovani si accordavano per la patta che portava al pareggio di squadra, cosa che garantiva ai nostri ragazzi la salvezza matematica con un turno di anticipo (obiettivo della stagione) ed agli astigiani la probabile promozione alla categoria superiore.

Buone notizie, condite anche qui da una buona dose di rammarico, per i nostri giovani della squadra di Serie Promozione, malgrado la sconfitta per 2,5 - 1,5 rimediata ad Alessandria (nel curioso incrocio con il nostro circolo proposto dal calendario). Le buone notizie sono arrivate dalla vittoria di Lorenzo Della Peruta, che contro Giuseppe Calandrino (ELO 1717) partiva subito bene approfittando dell'uscita anticipata della Donna avversaria, riuscendo ad intrappolarla e guadagnandola al prezzo di una Torre, per proseguire in sicurezza cambiando alcuni pezzi fino all'abbandono dell'avversario. Buona partita anche per Ilaria Gnata contro Eugenio Castellotti (ELO 1485) anche se la nostra giovane ha dovuto ancora pagare la propria inesperienza nella visione di gioco. Il rammarico è arrivato dalle altre due scacchiere, dove invece di registrare due punti, assolutamente alla portata per come si erano messi gli incontri, abbiamo dovuto registrare solo una patta. Il mezzo punto è arrivato con Riccardo Roma che contro Riccardo Vinciguerra (ELO 1638) disputava una partita mettendo in mostra le sue buone potenzialità che non rendono giustizia al suo attuale ELO, passando in netto vantaggio con una scoperta che gli permetteva di guadagnare un pezzo e giungere in un finale di Torre e due pedoni contro Torre che purtroppo non giocava nel modo migliore permettendo al più esperto avversario di recuperare il pedone in settima e pattare tagliando fuori dai giochi con la propria Torre il Re del nostro ragazzo. Incredibile invece l'incontro perso da Stefano Bozio Madè contro Carmelo Alessandro Spadaro (ELO 1823), nel quale Stefano giocava un fortissimo attacco che costringeva il suo avversario a cedere una qualità per evitare il matto, lasciando però il nostro socio in una posizione di largo vantaggio. Stefano non trovava però a questo punto il seguito migliore, temporeggiando troppo nel portare a promozione i propri pedoni e permettendo in tal modo a Spadaro di ritornare in partita. Stefano doveva a questo punto sacrificare la propria Torre sul pedone avversario ormai in settima ed era quindi troppo tardi per riuscire a salvare i propri pedoni. Dopo quattro ore di gioco il nostro ragazzo era infine costretto ad abbandonare non potendo fermare la promozione dell'ultimo pedone avversario rimasto.

- Campionato Italiano a Squadre - Terzo Turno

Ancora un turno positivo per le nostre formazioni impegnate nel Campionato Italiano a Squadre: sono infatti arrivate due vittorie ed una sconfitta, tutte curiosamente con il medesimo punteggio: 3-1.

In Serie B i nostri giocatori hanno superato la squadra dell'Alfieri 2 giunta a Valle Mosso senza il giocatore in quarta scacchiera, dove avrebbe dovuto giocare Lorenzo Bardone. Incontro tranquillo quello di Marco Ubezio in prima scacchiera contro il CM Marco Gotti (ELO 1946), condotto sempre in leggero vantaggio fino a quando la posizione dell'avversario crollava, complice una imprecisa mossa di Cavallo. Il terzo punto arrivava grazie a Stefano Bazzeato che non aveva grossi problemi a superare Isa Mashi (ELO 1440) in una partita mai stata minimamente in discussione. Ultimo incontro a finire quello di Matteo Migliorini, opposto ad Alessandro Leoni (ELO 1888), nel quale il nostro giovane, probabilmente per stanchezza e per aver già visto i compagni di squadra assicurare la vittoria, non contrastava attivamente l'attacco dell'avversario mancando anche le mosse che avrebbero potuto riportare l'incontro sui binari dell'equilibrio, nei momenti in cui Leoni mancava a sua volta mosse decisive. Dopo 62 mosse Matteo era infine costretto ad abbandonare.

Ottimo risultato, soprattutto perché per niente scontato, della squadra di Serie C impegnata in quel di Novi Ligure, dove la squadra locale ci attendeva con i loro quattro giocatori di maggior ELO in formazione, forti di un ELO medio di 1891,50 punti e quindi superiore al nostro di circa 135 punti. Solo in prima scacchiera, infatti, potevamo vantare una leggera superiorità di punteggio con Paolo Drago che doveva affrontare Davide Gaggino (ELO 1888). Paolo usciva male dall'apertura, cosa che gli costava un pedone, ma con una spinta liberatoria concessagli dall'avversario trovava un buon compenso che gli permetteva di avere i propri pezzi molto più attivi di quelli di Gaggino, fino a recuperare il pedone e riuscire, sfruttando il cambio di un Cavallo, a manovrare verso una promozione che costringeva l'avversario all'abbandono. Prima della vittoria di Paolo, però, avevamo registrato quella di Maria Palma, in quarta scacchiera contro Piergiorgio D'Amato (ELO 1833). Maria disputava un incontro senza particolari sbavature, guadagnando una qualità per restituirla più tardi in cambio della certezza di promozione di un pedone. A questo punto l'avversario abbandonava, come doveva purtroppo fare pochi istanti dopo Lorenzo Pedoni, che opposto ad Alberto Giudici (ELO 1990), lottava fino alla fine alla ricerca di un'impossibile salvezza. Lorenzo infatti commetteva un errore già in apertura, lasciando strada al più esperto avversario che guadagnava subito la qualità riuscendo poi a sfondare nelle deboli difese di Lorenzo. Ultimo a terminare Dario Borghi, che portava a tre il numero di vittorie grazie all'attenta partita disputata contro Massimo Porzio (ELO 1855), giocando finalmente un'apertura senza errori e mantenendo poi sempre un leggero vantaggio fino a giungere al finale di pedoni, nel quale approfittava della cattura da parte di Porzio di un pedone “avvelenato” per fare suo l'incontro.

In Serie Promozione, infine, sono continuati gli esperimenti con i nostri giovani, anche se oggi in prima scacchiera si è seduto il loro capitano Stefano Lavino. Contro i giocatori della Scacchistica Torinese Senior, anche loro giunti a Valle Mosso solo in tre (vittoria a forfait in quarta scacchiera di Davide Colpo), nulla hanno potuto Ilaria Gnata contro Mario Berutti (ELO 1818) e Riccardo Roma contro Francesca Matta (ELO 1891). Ilaria usciva in parità dalla Difesa Russa del suo avversario, ma poi, con l'irruenza (o incoscienza) che abbiamo già avuto modo di vedere nelle ultime partite decideva di sacrificare un pezzo per un attacco sulla colonna h facilmente respinto da Berutti. Fa piacere vedere il piglio con cui Ilaria affronta i suoi avversari, ma in futuro dovrà limitare i sacrifici di pezzi alle occasioni nelle quali siano produttivi! Riccardo, invece, non usciva al meglio dall'apertura e, dopo aver perso un pedone con un tatticismo, non poteva far niente per evitare l'ingresso delle Torri nelle sue retrovie, cosa che lo costringeva all'abbandono al momento della perdita certa di un Cavallo. Ultimo a terminare è stato Stefano Lavino, che ha giocato una bella partita contro il CM Mario Giacometto (ELO 1967), trovandosi all'inizio del mediogioco in forte vantaggio di posizione (e di un pedone). Purtroppo però Stefano non giocava il seguito migliore, permettendo al Candidato Maestro torinese di recuperare pian piano terreno (ed il pedone), fino ad entrare in un finale in cui l'inferiorità di un pedone e le debolezze strutturali lo costringevano all'abbandono.

- Campionati Giovanili Studenteschi: Fase Provinciale

Si è disputata ieri presso la sede del nostro circolo la fase provinciale dei Campionati Giovanili Studenteschi, una manifestazione che malgrado alcune difficoltà siamo riusciti ad organizzare anche quest'anno e che ha fatto registrare una buona crescita di partecipazione sino a riempire i nostri locali. Peccato però che ancora una volta non tutte le scuole dove svolgiamo la nostra attività di insegnamento siano state presenti all'appuntamento.

Innanzi tutto segnaliamo il passaggio diretto alla fase regionale delle due squadre del Liceo Scientifico “Amedeo Avogadro” di Biella (una nella categoria Allievi ed una - con tre dei quattro giocatori autori del trionfo di Montecatini Terme dello scorso anno - nella categoria Juniores) per assenza di avversari nelle loro categorie.

Per quanto riguarda invece il torneo riservato alle Scuole Primarie, tra le tredici formazioni che si sono date battaglia è risultata vincitrice dopo cinque turni la “V. Sella” maschile/mista di Pettinengo (guarda il momento della premiazione), che schierava Lorenzo Belli, Ermanno Camatel, Edoardo Trivero, Luca Cortese, Marta Nicolai e Martino Papero. I giovani di Pettinengo hanno terminato solitari in vetta alla classifica con 9 punti, unica squadra imbattuta, mentre al secondo posto, ad un punto di distacco, si è classificata la squadra maschile/mista della “G. Bona” di Zumaglia, tra i giocatori della quale merita una segnalazione la prima scacchiera Gian Enrico Travostino, unico giocatore ad aver vinto tutti e cinque i propri incontri. Nella categoria femminile, invece, la vittoria è andata alla squadra di Valle Mosso con Nicol Giacomini, Elisabetta Ciuccio, Valentina Piesco, Tharushi S. Samarakoon e Douaa Zahir (guarda la loro premiazione).

Hanno guadagnato la qualificazione ai regionali di Novara in programma il prossimo 11 aprile, oltre alle tre squadre citate in precedenza, anche la “Avogadro” maschile/mista di Quaregna, la “G. Pella” femminile di Valdengo e la “San Quirico” femminile di Vigliano Biellese.

- Record di partecipazione al “Piccolo ELO”

Dopo essersi riempita ieri per i Campionati Giovanili Studenteschi, la nostra sede è stata di nuovo presa d'assalto da ben 45 giovani, venuti a disputare la tappa di marzo del Torneo Junior mensile denominato “Piccolo ELO”. Si tratta, oltre ai ragazzi già conosciuti, di molti ragazzi che hanno seguito le lezioni dei nostri istruttori presso le scuole della provincia di Biella e che hanno così voluto provare a disputare un torneo, seppur non ufficiale, sfidando altri coetanei. Si tratta del record assoluto di partecipazione per il nostro torneo mensile.

- Giovanni Siclari è il Campione Provinciale Biellese 2014

Non si arresta l'onda verde formata dai ragazzi del nostro circolo, un'onda che ha segnato anche il Campionato Interprovinciale di Biella e Vercelli svoltosi lo scorso fine settimana presso l'Istituto La Marmora dei Fratelli delle Scuole Cristiane di Biella, un'ottima sede già teatro lo scorso anno del Campionato Regionale. Tra i 24 partecipanti (stesso numero dello scorso anno, ma con una predominanza di giocatori del nostro circolo, ben 17) erano infatti 12 i giovani Under 18 e tra di loro è uscito il vincitore del torneo, nonché Campione Provinciale Biellese: si tratta del Candidato Maestro Giovanni Siclari, che con 4,5 punti su 5 ha dominato la gara con il suo gioco sicuro, chiudendo con una bella vittoria lo scontro decisivo che lo vedeva opposto al Maestro Marco Ubezio, un risultato che gli ha anche permesso di operare il sorpasso su Ubezio per la prima volta nell'ELO Live. Giovanni succede nell'albo d'oro ad un altro giovane, Lorenzo Bardone, che ha terminato il torneo al terzo posto con 3,5 punti (non disputando peraltro l'ultimo turno), ma soprattutto con la variazione ELO necessaria a garantirgli, con il prossimo aggiornamento dei punteggi, il titolo di Candidato Maestro che attendeva ormai da troppo tempo.

E' stato un torneo molto interessante, nel quale non sono mancati, come lo scorso anno, i risultati a sorpresa: infatti, pronti, via! e dopo neanche un'ora di gioco il piccolo Matteo Sunder (classe 2003), al suo debutto assoluto in un torneo valido per l'ELO, approfittava di un'incredibile svista dell'esperto Davide Moratto per un clamoroso scacco matto in quindici mosse. Moratto ha poi avuto modo di riscattarsi infilando quattro vittorie nei restanti turni, un filotto che gli ha consentito di chiudere al secondo posto. Altra sorpresa del primo turno il risultato di parità scaturito dall'incontro che vedeva opposti Marco Ubezio ed il suo allievo Lorenzo Pedoni, frutto di una perfetta difesa del giovane ponderanese, quinto alla fine con 3,5 punti e primo della fascia ELO 1600-1899 punti. Ha ottenuto un risultato di prestigio anche il giovane Lorenzo Della Peruta, che abbiamo finalmente rivisto giocare al livello che gli compete, concentrato il giusto e solido sulla scacchiera, cosa che al primo turno gli ha permesso di ottenere una bellissima patta contro il vercellese Gianni Zannoni e di vincere addirittura il confronto, al terzo turno, contro il Presidente del circolo vercellese Attilio Tibaldeschi. I 2,5 punti raggranellati gli hanno infine permesso di aggiudicarsi il primo premio di fascia ELO inferiore a 1600 punti. Tra gli amici di Vercelli proprio Gianni Zannoni è risultato il Campione Provinciale Vercellese, superando per spareggio tecnico Tibaldeschi (entrambi a 2,5 punti).

Dobbiamo infine sottolineare le prestazioni di tre nostri giovani soci che da poco frequentano il circolo e che, come abbiamo già avuto modo di scrivere, continuando su questa strada potranno regalarsi (e regalarci) molte soddisfazioni. Non da ultimo, tutti e tre hanno anche ottenuto la loro prima tranche FIDE, con il risultato migliore raggiunto da Giulio Sunder (classe 1999) con 1570 punti. Giulio ha dimostrato di esser dotato di una buona concentrazione (i suoi incontri sono sempre stati tra gli ultimi a finire) e di una discreta solidità, al netto ovviamente di alcuni errori dovuti alla sua inesperienza. Diverso il discorso per il fratello Matteo che, partita contro Moratto a parte, ha mostrato una aggressività nel gioco che, non supportata da un'adeguato tempo di riflessione, gli ha fatto commettere alcuni errori di troppo, lasciando comunque intravvedere diverse idee di gioco interessanti. Buon torneo anche per Ilaria Gnata, che ha forse pagato un poco di stanchezza, non risucendo ad esprimersi al meglio. Ilaria ha comunque affrontato la gara con il giusto spirito, non esitando a provare mosse tendenti a complicare il gioco dimostrando, malgrado l'aspetto rimido, una buona dose di coraggio.

Il Campionato Interprovinciale era anche valido per le qualificazioni alla fase regionale: sono risultati qualificati per la provincia di Vercelli: Gianni Zannoni ed Attilio Tibaldeschi, mentre per la provincia di Biella: Davide Moratto, Lorenzo Pedoni, Dario Borghi (premiato come primo Under 16) ed Enrico Rocchi.

- Maria Palma premiata a Cossato

La nostra brava Maria Palma è ormai diventata una presenza fissa tra i premiati della tradizionale serata dello Sportivo Cossatese dell'Anno nella quale, sotto l'attenta regia del gruppo “Amici dello Sport”, da trentotto anni vengono portati alla ribalta i cossatesi che maggiormente si sono distinti nelle rispettive attività sportive durante l'anno precedente. E ieri serra per la terza volta consecutiva i risultati di Maria hanno ottenuto questo riconoscimento, quest'anno grazie al secondo posto conquistato (per la seconda volta consecutiva e con medesima sfortuna nello spareggio tecnico) ai Campionati Italiani Giovanili di categoria. A Maria vanno i complimenti di tutto lo Scacchi Club Valle Mosso.

- Campionato Italiano a Squadre - Secondo Turno

Il secondo turno del Campionato Italiano a Squadre proponeva incontri complicati e non privi di insidie e quindi l'esserne usciti indenni (per le nostre prime due squadre) è sicuramente motivo di soddisfazione, anche se, con il senno di poi, qualcosa di più poteva essere alla nostra portata.

Infatti, la squadra di Serie B è tornata da Torino contro la squadra dell'Alfieri con un risultato di parità che sta un poco stretto ai nostri quattro giocatori. Il pomeriggio iniziava bene con la vittoria di Matteo Migliorini contro il Maestro Pietro Ponzetto (ELO 2178). Matteo perdeva l'occasione di guadagnare la coppia degli Alfieri giungendo in un finale sostanzialmente pari, ma in seguito il suo avversario perdeva una Torre non avvedendosi di una inchiodatura e doveva forzatamente abbandonare. Il secondo punto arrivava grazie a Giovanni Siclari, che senza grosse preoccupazioni aveva ragione del Candidato Maestro FIDE Umberto Scotti (ELO 2182) dopo un incontro nel quale il risultato finale non è mai stato in discussione e che il nostro giovane Candidato Maestro ha condotto con grande sicurezza fino alla finalizzazione dell'attacco. A questo punto, in prima scacchiera, il Maestro Marco Ubezio giocava contro il Maestro Mario Fabbri (ELO 2180) un paio di mosse deboli, a causa forse di un leggero calo di concentrazione dopo aver visto entrare nel carniere i primi due punti. Queste mosse ribaltavano però le sorti del finale dell'incontro, fino ad allora favorevole a Marco, con i suoi pezzi bloccati e la posizione che di conseguenza andava deteriorandosi fino al suo abbandono. Ultimo a terminare in quarta scacchiera Lorenzo Bardone, al suo debutto assoluto nella categoria, che lo vedeva opposto al Maestro FIDE Andrea Grinza (ELO 2158), un avversario tutt'altro che facile. Lorenzo si ritrovava ben presto con poco tempo sull'orologio e doveva giocare quasi tutto l'incontro in una posizione inferiore con pochi minuti a disposizione. Il nostro giovane riusciva comunque ad arrivare in un finale di Torri pari, ma un'infelice mossa di Re consentiva all'esperto avversario di guadagnare una Torre e l'intera posta.

Particolarmente difficile l'impegno che attendeva la nostra compagine di Serie C, che partiva con l'handicap di non poter schierare il suo giocatore di punta, impegnato in una fase provinciale dei Giochi Sportivi Studenteschi a causa di una incredibile concomitanza del calendario, che la ha inserita nel giorno già dedicato al CIS. I nostri avversari, l'Eporediese B del circolo di Ivrea, giungevano però a Valle Mosso con soli tre giocatori e ciò contribuiva a riequilibrare le sorti di un incontro che comunque, anche a ranghi completi, non ci vedeva favoriti in considerazione delle forze in campo. Iniziamo dalla fine e dalla strepitosa prestazione di Dario Borghi, oggi prima scacchiera, che dopo quattro ore circa di gioco ci regalava una vittoria ed il punto che ci consentiva di pareggiare le sorti dell'incontro sul 2 - 2. Dario, contro il CM Stefano Laurenti (ELO 2100) al quale rendeva 361 punti ELO, giocava una delle sue migliori partite: dopo essere uscito non benissimo dall'apertura e trovandosi con i propri pezzi limitati nei movimenti, il giovane cossatese ingranava la marcia giusta nel mediogioco e, approfittando di un paio di mosse meno incisive dell'avversario, prendeva decisamente in mano l'incontro conducendolo alla perfezione con una sicurezza da far torto alla sua Seconda Categoria Nazionale, ad ennesima riprova delle sue potenzialità, purtroppo non sempre espresse appieno. Prima di Dario avevamo dovuto registrare la sconfitta di Lorenzo Pedoni, che in una ripetizione del primo turno di Omegna si lanciava in una combinazione, ancora con il Cavallo, non correttamente calcolata. Se ad Omegna il risultato era la perdita di un pezzo, oggi, opposto al giovane Guglielmo Scagliotti (ELO 1896), il risultato era il crollo della propria posizione con il matto che arrivava una dozzina di mosse dopo. In seconda scacchiera usciva sconfitto dall'incontro con il CM Mauro Scagliotti (ELO 2043) anche Luigi Isoardi in un confronto in cui il nostro socio è sempre stato in difficoltà. Il suo avversario doveva comunque faticare per trovare la chiave giusta per scardinare le difese di Luigi ed alla fine riusciva a guadagnare un paio di pedoni che gli consentivano di entrare in un finale favorevole che terminava repentinamente quando Luigi lasciava una Torre in presa. Il risultato di parità è, ovviamente, completato dalla vittoria a forfait in quarta scacchiera, dove schieravamo Maria Palma.

Seconda sconfitta per la squadra in Serie Promozione, ma, come abbiamo avuto modo di dire al termine del primo turno, il risultato non è in questo caso importante. Ad Asti i nostri ragazzi sono stati sconfitti per 3,5 a 0,5 ed il mezzo punto è giunto da Stefano Bozio Madè contro Angelo Piantadosi (ELO 1852) dopo un incontro difficile nel quale Stefano si è ritrovato dopo sole 14 mosse con circa 10 minuti sull'orologio. A giochi fatti sulle altre scacchiere Stefano ed il suo avversario si accordavano per la patta. Sconfitte prevedibili sugli altri tavoli, dove le differenze di ELO e di esperienza si sono fatte naturalmente sentire. Lorenzo Della Peruta, ha dovuto cedere il passo a Marjano Lori (ELO 1754), ma ha giocato un incontro in cui ha dimostrato buona concentrazione; nelle ultime due scacchiere i fratelli Giulio e Matteo Sunder, al loro debutto nel CIS, sono stati superati da Diego Forno (ELO 1710) e da David Jonatan Manco (ELO 1622). Da segnalare il piglio aggressivo di Matteo Sunder, dimostrato dall'approccio coraggioso della sua apertura, pur se nel corso dell'incontro doveva cedere prima un paio di pedoni e poi un pezzo fino al matto arrivato dopo 57 mosse; anche il fratello Giulio ha cercato (con il Nero) di difendersi al meglio ma la maggiore esperienza di Forno ha portato un attacco decisivo sul suo arrocco costringendolo all'abbandono. Per questi ragazzi l'analisi degli incontri con i nostri istruttori sarà naturalmente fondamentale per la prosecuzione del loro cammino di crescita.

- Rinnovato il Consiglio di Amministrazione del Circolo

Nel corso della riunione di lunedì scorso si è provveduto al rinnovo del Consiglio di Amministrazione dello Scacchi Club Valle Mosso, in base ai voti ottenuti dai singoli soci nell'Assemblea di domenica 2 marzo. I sette Consiglieri che rimarranno in carica per il prossimo triennio sono: Bruno Norbiato, Franco Zecchini, Marco Ubezio, Stefano Lavino, Renato Guano, Marco Squara ed Alberto Barzaghi.

I nuovi consiglieri hanno poi eletto il Presidente, ruolo nel quale è stato confermato all'unanimità Bruno Norbiato, mentre Franco Zecchini ricoprirà il ruolo di Vice-Presidente. Confermati anche Marco Ubezio come Direttore Tecnico e Stefano Lavino come Tesoriere, con Marco Squara al quale è stato affidato il ruolo di Segretario. Confermato infine il socio Antonello Migliorini nel ruolo di gestore del sito Internet del circolo.

- 24º Torneo Sociale: la premiazione

Al termine dell'annuale pranzo sociale, anche quest'anno ottimamente preparato dal Ristorante dei Cacciatori di Valle Mosso, si è tenuta la premiazione del 24º Torneo Sociale “Aglietti Carni”, conclusosi una decina di giorni fa (clicca qui per il commento finale).

Oltre al vincitore Giovanni Siclari sono stati premiati con orologi forniti dalla ditta Rossato Coppe di Sostegno i giocatori fino al quinto posto assoluto (nell'ordine: Matteo Migliorini, Marco Squara, Luigi Isoardi e Lorenzo Bardone). Il primo premio di fascia per giocatori con ELO compreso tra 1500 e 1799 punti è stato assegnato a Lorenzo Pedoni, mentre quello per giocatori con ELO inferiore a 1500 punti è andato a Renato Guano. Il giovane Dario Borghi si è infine aggiudicato il premio come migliore Under 16.

E' anche abitudine consolidata, al termine del Torneo Sociale, di attribuire un premio speciale, denominato Giovane Rivelazione Scacchistica e consistente in una targa. Quest'anno il premio è stato assegnato a Stefano Bozio Madè con la seguente motivazione: “Se alla sua innata simpatia, coniugata con il positivo impegno e sostegno ai compagni di squadra, si potesse dare un valore in termini scacchistici, sarebbe sicuramente ai vertici delle classifiche. Annoveriamo comunque con orgoglio un'altra giovane promessa alla ribalta del momdo degli scacchi, frutto del nostro nutrito vivaio. Sia comunque d'auspicio questo riconoscimento per una continua crescita agonostica”.

- Assemblea dei Soci

Si è svolta oggi l'Assemblea dei Soci dello Scacchi Club Valle Mosso con all'ordine del giorno, oltre alla relazione sulla gestione del circolo con la presentazione del rendiconto economico, l'elezione del Consiglio di Amministrazione che resterà in carica per il prossimo triennio. Sono state scrutinate 17 schede di voto, tutte valide. Hanno ottenuto voti: Bruno Norbiato (17 preferenze), Franco Zecchini (17), Stefano Lavino (16), Marco Ubezio (16), Renato Guano (13), Marco Squara (12), Alberto Barzaghi (8), Giancarlo Robiolio (5), Antonello Migliorini (4) e Matteo Migliorini (2) per un totale di 110 voti espressi.

Durante la prossima riunione del Consiglio di Amministrazione del circolo, in calendario per il prossimo 3 marzo, si procederà alla ratifica della votazione con l'insediamento dei primi sette consiglieri eletti che accetteranno l'incarico; questi ultimi dovranno nominare al loro interno il Presidente dello Scacchi Club Valle Mosso.

- 13º Trofeo “Città di Cossato”

Si è aperta oggi, con la tredicesima edizione del Trofeo “Città di Cossato”, la stagione dei Tornei Semilampo organizzati dal nostro circolo sul territorio della Provincia di Biella e non potevamo sperare in un inizio migliore, grazie alla partecipazione di ben 30 giocatori, tra i quali molti giovani provenienti dalle scuole dove i nostri istruttori insegnano il “nobil giuoco”.

Nella perfetta cornice di Villa Ranzoni si è imposto dopo 6 turni con 5,5 punti il CM Ludovico Bargeri, ormai un vero specialista di questo tipo di competizione, se consideriamo che si è imposto negli ultimi quattro nostri Semilampo a cui ha preso parte. A contendere fino alla fine la vittoria al giovane di Prato Sesia è stato un altro dei nostri ragazzi, Lorenzo Bardone, che è però uscito sconfitto dallo scontro decisivo all'ultimo turno, fermandosi a 5 punti complessivi, l'ultimo dei quali conquistato in modo alquanto rocambolesco contro il CM Claudio Raselli, al quale - in posizione vinta - è scaduto il tempo a disposizione quando a Lorenzo rimanevano solamente 4 secondi! Terzo classificato, anch'egli con 5 punti ma con un peggiore spareggio tecnico, il Maestro Marco Ubezio, che aveva dovuto arrendersi al terzo turno contro Bargeri. Al quarto posto si è classificato, con 4,5 punti, un altro specialista dei tornei a gioco rapido, Giorgio Valenzano, che ha preceduto una ottima Maria Palma (anche lei a 4,5 punti e sempre in evidenza nei tornei della sua città), della quale vanno segnalate la vittoria su Raselli e una patta contro lo stesso Valenzano. Bel torneo anche per Lorenzo Pedoni (4 punti), che ha preceduto il CM Matteo Migliorini ed il vercellese Massimiliano Autino.

Ma ciò che ci riempie di soddisfazione è aver potuto vedere all'opera 14 giovani scacchisti, molti dei quali al primo torneo in assoluto, che speriamo abbiano trascorso un pomeriggio divertente ed interessante, al di là del risultato che - ovviamente - è l'aspetto che conta di meno in questi casi. Tra di loro alcuni frequentano già in modo abbastanza regolare il circolo; la nostra speranza è che anche gli altri possano seguirne le orme.

- Campionato Italiano a Squadre - Primo Turno

E' iniziata ieri l'avventura delle nostre squadre nell'edizione 2014 del Campionato Italiano a Squadre, alla quale partecipano tre compagini, con obiettivi diversi ma tutti ugualmente importanti.

La prima squadra, capitanata dal Maestro Marco Ubezio ed inserita nel Girone 1 di Serie B, ha l'obiettivo primario di rimanere nella medesima serie. Il calendario proponeva al primo turno una sfida dal sapore particolare: il derby con il Circolo Scacchistico Biellese, un incontro che mancava ormai da molti anni e che lo scorso anno era saltato in quanto la nostra formazione era stata dirottata nel girone lombardo. I nostri portacolori si sono fatti onore ed hanno vinto su tutte e quattro le scacchiere, con il capitano Ubezio che ha superato in prima scacchiera il Maestro milanese Alberto Zanetti (ELO 2162) grazie ad un incontro ben giocato nel quale non si è fatto scappare l'occasione di sfruttare una imprecisione del suo avversario per fare sua la posta. In seconda scacchiera il CM Giovanni Siclari aveva ragione del CM Armando Casanova (ELO 1968), che non calcolava correttamente una combinazione ed era obbligato a cedere un pezzo per due pedoni ritrovandosi in posizione inferiore, situazione che il nostro ragazzo sapeva sfruttare al meglio costringendo poi Casanova all'abbandono. Senza particolari problemi anche gli incontri del CM Matteo Migliorini contro Edoardo Atti (ELO 1589) e del CM Stefano Bazzeato contro Valerio Boggio (ELO 1580), con in risultato in entrambi i casi che non è mai stato in discussione.

Debutto in trasferta per la nostra squadra di Serie C, serie dalla quale mancavamo da alcuni anni, capitanata da Antonello Migliorini. I componenti di questa formazione dovranno sicuramente mettercela tutta per riuscire a centrare l'obiettivo della salvezza, considerando le squadre avversarie, tutte ricche di giocatori forti ed esperti. L'inizio è comunque stato molto promettente, con una vittoria in riva al Lago d'Orta contro la formazione del circolo di Omegna con il risultato - per niente scontato alla vigilia - di 2,5 a 1,5. In realtà il primo incontro a terminare aveva visto l'abbandono in terza scacchiera di Lorenzo Pedoni, che contro il giovane Francesco Claudio Agnello (ELO 1751) giocava una combinazione tesa ad intrappolare la Donna dell'avversario non avvedendosi di una mossa di Cavallo che ne confutava l'idea, con il risultato di essere obbligato a cedere un pedone e di ritrovarsi in posizione sfavorevole. Lorenzo non poteva far altro che abbandonare poco più tardi. Le sorti dell'incontro venivano però prontamente riequilibrate da Lorenzo Bardone che in prima scacchiera superava il CM Alberto Collobiano (ELO 2045) senza grosse difficoltà, grazie al vantaggio di un pedone ottenuto in apertura, per poi lentamente prendere il sopravvento sull'ala di Donna fino a costringere all'abbandono l'avversario quando il guadagno di materiale si era fatto più consistente. Ottima vittoria anche per Paolo Drago in seconda scacchiera: il giovane albese aveva ragione del CM Luciano Fattorelli (ELO 1928) giocando un incontro preciso, in cui ha sempre mantenuto l'iniziativa guadagnando progressivamente due pedoni, fino a giungere in un finale molto complicato in cui ha saputo mantenere i nervi saldi quando l'avversario ha cercato di attaccare il suo arrocco approfittando di una posizione in apparenza (ma solo in apparenza) critica del Re. Ad attacco terminato Fattorelli, peraltro in completo zeitnot, non poteva far altro che abbandonare. Il mezzo punto finale è stato portato da Maria Palma in quarta scacchiera, nella partita contro Mauro Maffeo (ELO 1730) dove la nostra portacolori ha sempre mantenuto un leggero vantaggio posizionale, fino a cambiare la propria Donna per le Torri dell'avversario ed incanalare così l'incontro, malgrado i tentativi di Maffeo, verso una inevitabile patta.

La nostra terza formazione è invece iscritta nella Serie Promozione e ha solo un obiettivo, quello di giocare al meglio gli incontri per fare esperienza. Infatti la squadra, capitanata da Stefano Lavino, presenta ben quattro giovani che hanno iniziato da pochi mesi a frequentare il circolo, ma che hanno già lasciato intravvedere buone potenzialità. A questi ragazzi, praticamente a digiuno di incontri a tempo lungo, abbiamo affiancato due giocatori maggiormente esperti con in particolare Stefano Bozio Madè, capitano in pectore, nel ruolo di motivatore del gruppo. Nell'incontro perso (0 - 4, ma ribadiamo che il risultato non è fondamentale) a Torino con la squadra del Libero Torneificio del Borgo (Professional), proprio Stefano ha dato il buon esempio giocando una bella partita in prima scacchiera, riuscendo a tenere sulla corda un avversario decisamente fuori portata (il CM Paolo Ragni, ELO 2134, circa 600 punti in più di Stefano) fino ad avere a disposizione una mossa (a onor del vero, una mossa “da computer”) che avrebbe potuto consolidare la sua posizione di vantaggio. Ma Stefano non se ne avvedeva e la mossa che giocava ribaltava le sorti dell'incontro. Anche per Lorenzo Della Peruta, in seconda scacchiera, il compito era quasi impossibile: contro il CM Stefano Manni (ELO 2048, anche in questo caso di circa 600 punti superiore) Lorenzo giocava un gambetto ma perdeva quasi subito un secondo pedone e da questo momento l'incontro non aveva più storia. Debutto infine nel Campionato a Squadre nelle restanti scacchiere per Ilaria Gnata e per Davide Colpo, entrambi autori di due prove nelle quali è ovviamente emersa la loro inesperienza. Davide, contro il CM Oltjon Llupa (ELO 1948) sbagliava una mossa in apertura e partiva subito con l'handicap, mentre Ilaria, opposta al CM Mauro Di Chiara (ELO 1981), giocava alla pari la prima parte dell'incontro per poi non avvedersi di una combinazione che le faceva perdere un pezzo, dimostrando però una notevole dose di intraprendenza avendo cercato - con il Nero - di impostare un gioco offensivo e non di mera difesa. L'analisi di questi incontri sarà quindi indispensabile per la crescita di questi ragazzi.

- Giovanni Siclari è il Campione Sociale 2014!

Si è conclusa dopo sette turni di gioco l'annuale edizione del Torneo Sociale, quest'anno sponsorizzata dalla ditta Aglietti Carni di Cossato, che ha visto al via solo 14 giocatori dovendo registrare purtroppo alcune defezioni dovute a impegni di diversa natura di alcuni soci. Il torneo vedeva quindi favoriti i giovani di punta del circolo e si poteva quindi agevolmente immaginare che gli incontri diretti sarebbero stati decisivi. Al termine del torneo si è laureato Campione Sociale il CM Giovanni Siclari con 5,5 punti, malgrado la sconfitta patita all'ultimo turno quando, verosimilmente per un rilassamento dovuto alla certezza della vittoria, commetteva un grave errore nell'incontro con Luigi Isoardi. Nel resto del torneo Giovanni ha collezionato cinque vittorie ed una patta con il CM Matteo Migliorini, giunto poi al secondo posto con 5 punti, superando per un'inezia di Buchholz Marco Squara, autore di un ottimo torneo. Per Giovanni si tratta del secondo successo nel Torneo Sociale dopo quello ottenuto nel 2011, nonché del quarto podio consecutivo, mentre per Matteo Migliorini, unico giocatore imbattuto del torneo, il piazzamento di quest'anno è il terzo podio dopo i successi del 2012 e 2013.

Finale al photo-finish per il quarto posto, con tre giocatori giunti a 4,5 punti e Luigi Isoardi che, per avere la meglio su Lorenzo Bardone ha dovuto ricorrere al terzo criterio di spareggio, superandolo per soli 6 punti di ARO! Praticamente è stato lo stesso ragazzo di Sostegno a consegnare il quarto posto ad Isoardi, a causa del proprio ELO superiore, che nello scontro diretto (terminato rocambolescamente in parità) ha fatto alzare l'ARO del suo avversario! Sesto classificato Lorenzo Pedoni, dei tre giocatori quello con meno Buchholz.

- Maria Palma Campionessa Provinciale Under 16

Si è svolta oggi presso la sede del nostro circolo l'edizione 2014 del Campionato Provinciale Under 16, valida anche per la qualificazione ai Campionati Italiani Giovanili in programma la prossima estate a Tarvisio. C'era un poco di curiosità per il Campionato di quest'anno, in quanto si trattava di una sorta di anno zero per una manifestazione dalla quale, nello scorso triennio, sono usciti un poco alla volta per raggiunti limiti di età diversi ragazzi ora Candidati Maestri o Prime Nazionali. Era quindi interessante capire se, dietro ai pochi (ma sicuramente validi) ragazzi della “vecchia guardia” rimasti, altri giovani potessero far intravedere la possibilità di seguirne le orme.

Il torneo è stato uno dei migliori degli ultimi anni, in particolare sotto il profilo dell'incertezza del risultato, in quanto solo lo spareggio tecnico ha potuto decretare la vittoria di Maria Palma, prima assoluta e Campionessa Provinciale Giovanissimi, giunta a 5 punti (su 6 turni) insieme a Lorenzo Pedoni (Campione Provinciale Allievi), ma con un Buchholz migliore. Entrambi i ragazzi hanno terminato imbattuti il loro torneo con 4 vittorie e 2 patte, una delle quali nello scontro diretto. A dar loro del filo da torcere ci hanno provato l'ottimo vercellese Andrea Negro, terzo assoluto con 4 punti ed un altro dei favoriti della vigilia, il cossatese Dario Borghi (quarto e Campione Provinciale Cadetti). Alle loro spalle, sempre con 4 punti ed a sorpresa, si sono classificati i fratelli Giulio Sunder e Matteo Sunder, quest'ultimo laureatosi Campione Provinciale Giovanissimi, autori di un torneo molto interessante in prospettiva futura, in quanto ha confermato le buone potenzialità di entrambi. Al settimo posto è terminato uno sfortunato Lorenzo Della Peruta, al quale gli accoppiamenti hanno riservato tutti gli avversari più forti (il suo Buchholz Cut 1 è stato il più alto del torneo) e che con solo mezzo punto in più avrebbe potuto raggiungere il podio ed il titolo provinciale. Si sono laureati Campioni Provinciali infine anche Lorenzo Montesin (categoria Pulcini), la cui assenza delle 64 caselle negli ultimi mesi si è fatta sentire, e Giorgia Sulis (categoria Piccoli Alfieri Femminile).

Hanno ottenuto la qualificazione alla fase nazionale, oltre ai ragazzi ammessi di diritto in quanto titolari di categoria nazionale, i seguenti giocatori: Andrea Negro, Matteo Baraldi, Enrica Carando, Matteo Sunder, Ilaria Gnata, Lorenzo Montesin, Martina Baraldi e Giorgia Sulis.

Un ringraziamento infine ai giocatori provenienti da fuori provincia (Vercelli, Verbania e Novara) che hanno scelto il nostro torneo per la loro domenica e che abbiamo avuto il piacere di ospitare.

- Assemblea dei Soci

Il Consiglio di Amministrazione dello Scacchi Club Valle Mosso è giunto al termine del suo mandato triennale e necessita quindi di essere rinnovato. A tale scopo è stata indetta l'Assemblea dei Soci ordinaria e straordinaria presso il Ristorante dei Cacciatori di via Roma 50 - Valle Mosso il 2 marzo 2014, in prima convoca alle ore 6:00 ed in seconda convoca alle ore 15:30. L'Assemblea dovrà discutere e deliberare sul seguente Ordine del Giorno:

  1. Relazione del Presidente;
  2. Rendiconto della gestione 2011-2013;
  3. Presa d'atto delle dimissioni del Consiglio uscente;
  4. Nomina del nuovo Consiglio per il triennio 2014-2016;
  5. Varie ed eventuali.

E' un appuntamento istituzionale fondamentale per la vita del nostro Circolo, per il quale si invitano tutti i Soci ad intervenire e ad esprimere il proprio voto.

- Ludovico Bargeri vince a Ghemme!

Secondo mese del 2014 e seconda vittoria dell'anno: nel Campionato Interprovinciale di Novara e Verbania, svoltosi nello scorso week-end a Ghemme, è stato Ludovico Bargeri a portare i nostri colori sul gradino più alto del podio. Come già negli scorsi anni sono stati molti i nostri soci (e, da notare, tutti giovani o giovanissimi) a partecipare in un torneo che ci ha sempre riservato delle belle soddisfazioni (cinque piazzamenti sul podio tra il 2012 ed il 2013). Ludovico, che aveva l'onere di partire con il numero uno di tabellone, ha terminato con 4,5 punti a pari merito con il giovane CM novarese Vincenzo Montilli, ma prevalendo per mezzo punto di Buchholz Cut 1. Il nostro giovane di Prato Sesia, che continua torneo dopo torneo la sua scalata al punteggio ELO, ha infilato subito tre vittorie nei primi tre turni, due delle quali nei derby contro Maria Palma e Lorenzo Bardone, per poi ottenere una buona patta contro il CM Marco Stefanetti (poi terzo) in un finale per niente facile. Ludovico ha infine chiuso ottenendo l'intera posta all'ultimo turno contro l'omegnese Alberto Buzio.

Buon torneo anche per Lorenzo Bardone, che ha confermato il quarto posto di tabellone con 3,5 punti. Detto della sconfitta contro Bargeri, Lorenzo era costretto a lasciare l'altro mezzo punto all'ultimo turno, quando non riusciva a superare il giovane (e sempre coriaceo) eporediese Leo Trovero, poi miglior Under 16 del torneo. Il premio per la migliore variazione positiva di ELO (+1,37) è stato ottenuto da Maria Palma, che ha disputato un torneo ampiamente positivo, terminando ottava con 3 punti (unica sconfitta contro Bargeri), tra i quali spicca quello ottenuto alle spese del CM Luciano Fattorelli, per chiudere con una patta contro Isabella Gennaro nell'altra sfida proposta dall'abbinamento contro il circolo di Ivrea. Torneo invece più difficile, come peraltro preventivabile alla vigilia, per Stefano Bozio Madè e per Lorenzo Della Peruta: il primo ha chiuso con 2 punti, il secondo con 1,5 punti, tra i quali la divisione della posta nello scontro diretto tra di loro. Entrambi aggiungono comunque alcuni punti al proprio ELO.

A margine del Campionato Interprovinciale si è inoltre disputato anche un torneo riservato ai giocatori Under 16, tra i quali ha fatto il proprio debutto in una gara a tempo lungo Ilaria Gnata (classe 2002). La giovane di Valle San Nicolao ha terminato con 3 punti ed una variazione positiva di punti ELO, ma – cosa più importante - ha confermato le proprie potenzialità, facendo ben sperare per la sua crescita futura.

- Matteo Migliorini vince a Santa Margherita Ligure!

Il nuovo anno non poteva iniziare meglio per i colori del nostro circolo: dopo soli cinque giorni possiamo già festeggiare la vittoria di un nostro socio. Matteo Migliorini si è infatti imposto nel 18º Torneo “Città di Santa Margherita Ligure”, migliorando la seconda posizione ottenuta proprio un anno or sono, concludendo da solo a 4,5 punti su 5 e confermando la nostra tradizione favorevole in riviera. Matteo aveva l'onore (e l'onere) di partire per la prima volta come numero uno di tabellone: ciò comunque non lo condizionava e, confermando il buon momento fatto vedere ad Imperia qualche settimana fa, inanellava quattro nette vittorie nei primi quattro incontri, con partite tecnicamente e tatticamente ben giocate, nelle quali metteva sin da subito grande pressione ai propri avversari. Giunto all'ultimo turno da solo in vetta alla classifica con un punto di vantaggio sugli immediati inseguitori, Matteo pattava con il CM Danilo Mario Altieri, incamerando il mezzo punto che gli garantiva il successo.

Nella cittadina ligure era presente anche Lorenzo Pedoni, che continuando con le belle prestazioni fatte vedere a Montecatini Terme pochi giorni fa, disputava un ottimo torneo, imponendo tra l'altro la patta al primo turno al CM Danilo Mario Altieri (ELO 2012) e superando in un incontro molto avvincente Claudio Pedemonte (ELO 1855). Lorenzo terminava così, con 3 punti ed un altro considerevole gruzzolo di punti ELO, all'ottavo posto assoluto che gli valeva il primo premio di fascia. Se si considera che Lorenzo partiva con il numero venti di tabellone, si può meglio apprezzare la sua bella prestazione.