L’anno agonistico del nostro circolo parte con il botto: Davide Moratto si è infatti imposto nel 4º Week-End “Città di Verbania” sbaragliando la concorrenza, anche quella sulla carta maggiormente favorita per la vittoria finale, conquistando 4,5 dei 5 punti disponibili. Davide vinceva le prime tre sfide, la seconda della quale contro la numero uno del tabellone, la moncalvese Sonia Monticone, alla quale intrappolava la Donna. Al quarto turno si assisteva all’incontro tra gli unici giocatori a punteggio pieno: contro l’omegnese Alberto Buzio il nostro socio commetteva un errore in apertura ed era costretto a cedere un Cavallo per due pedoni, ma in seguito un dubbio sacrificio di Alfiere di Buzio (per due pedoni) rimetteva l’incontro in equilibrio, con entrambi i giocatori che avrebbero dovuto forzare per tentare di vincere rischiando quindi il controgioco dell’avversario. L’incontro terminava quindi patto e la vittoria finale era rimandata all’ultimo turno, dove Davide aveva di fronte il giovane verbanese Marcello Di Fina, mentre Buzio se la doveva vedere con il nostro Marco Squara. In prima scacchiera Davide riesce a sfruttare alcune piccole imprecisioni del suo avversario ottenendo una qualità per un pedone. La partita si incanalava in un finale interessante dove Davide riusciva a fermare i pedoni di Di Fina andando a promozione con il proprio e ottenendo quindi punto pieno e vittoria, anche perché il seconda scacchiera l’incontro era ormai finito da diverso tempo, con Squara e Buzio che si erano accordati per la patta in posizione bloccata.

Con la patta finale Squara riusciva ad ottenere il primo premio di fascia concludendo quarto con 3,5 punti: peccato per l’inattesa sconfitta al primo turno che lo ha costretto ad un torneo di rincorsa. Decisamente positiva anche la prestazione di Stefano Cerri, che – va ricordato – disputava il suo terzo torneo ufficiale. La sua posizione finale, sesto con tre punti, gli permetteva di guadagnare altri punti Elo grazie alle vittorie ottenute contro un paio di giocatori con punteggio superiore al suo.