Notizie

Anno 2015

- Anno 2015: bilancio dell'attività del circolo

Si è chiuso anche l'anno delle nostre nozze d'argento con gli scacchi: venticinque anni di attività, gli ultimi dei quali hanno portato molte soddisfazioni, in particolare grazie al nostro settore giovanile. Anche il 2015 può quindi passare agli archivi come un anno ottimo sotto tutti i punti di vista. L'anno era iniziato con il nostro spostamento (per la verità di pochi metri) nella nuova accogliente sede sociale, approntata a tempo di record. A fine marzo potevamo gioire per il risultato della nostra prima squadra impegnata nella Serie A2 del Campionato Italiano a Squadre, composta dal Maestro Marco Ubezio (capitano) e dai giovani Candidati Maestri Lorenzo Bardone, Matteo Migliorini e Giovanni Siclari. Nel girone disputato a Milano, infatti, si classificavano terzi mantenendo la categoria, l'obiettivo – non facile – della vigilia. Anche la squadra di Serie C riusciva a restare nella categoria, in un girone non facile e combattuto letteralmente fino all'ultimo incontro. Parlando di squadre, dopo un anno di digiuno due nostre compagini Under 16 si sono qualificate per le finali nazionali, nelle quali si sono complessivamente comportate in linea con le aspettative. La nostra pattuglia di giovani ha continuato a crescere anche nel 2015: abbiamo potuto festeggiare cinque promozioni di categoria: una alla Prima Nazionale (Maria Palma), due alla Seconda Nazionale (Lorenzo Della Peruta e Matteo Sunder) e due alla Terza Nazionale (Edoardo Rizzi e Giulio Sunder). Oltre a ciò è arrivata due giorni fa la seconda mini-norma di Maestro per Giovanni Siclari, al quale ora mancano solo poche decine di punti per ottenere il meritato titolo. Le potenzialità dei nostri ragazzi si vedono quando si cimentano nelle competizioni sul territorio nazionale (e non solo). Per cinque volte abbiamo conquistato il gradino più alto del podio: Matteo Migliorini nel Campionato Provinciale di Pisa, Lorenzo Pedoni nell'Open B del nostro Torneo Internazionale, Lorenzo Bardone nel Campionato Interprovinciale Biella-Vercelli, Lorenzo Della Peruta nell'Open B del Torneo di Robecchetto con Induno e – soprattutto – Maria Palma che si è laureata per la seconda volta consecutiva Campionessa Italiana, con la non secondaria particolarità di vincere il titolo al suo primo anno nella categoria Under 14. Lorenzo Pedoni, infine, ha conquistato il titolo regionale nella categoria Allievi. Oltre a queste vittorie, per tre volte i nostri ragazzi hanno ottenuto la piazza d'onore con Giovanni Siclari nell'Interprovinciale di Novara e Verbania, con Lorenzo Bardone nel Torneo Week-End di Novara e con Matteo Migliorini nel Week-End di Verbania. Cinque – infine – i terzi posti raggiunti: due volte con Dario Borghi (Santa Margherita Ligure e Verbania), una volta ciascuno con Lorenzo Bardone (Interprovinciale Novara-Verbania), Matteo Migliorini (Week-End di Novara) e Giovanni Siclari (Torneo Scacchi d'Inverno di Arco). Sotto il profilo organizzativo, pur essendo calato – per motivazioni diverse – il numero dei tornei semilampo svolti nel territorio provinciale, siamo riusciti a confermare ad alto livello il Torneo Internazionale, che ha mantenuto un numero di partecipanti sostanzialmente immutato in un periodo in cui altri tornei hanno dovuto fare i conti con un netto calo di presenze, mentre è cresciuto numericamente l'appuntamento con il semilampo di Lenta “Renato Morgante” (seconda edizione) che, con i 92 giocatori presenti, è risultato essere il secondo in assoluto sul territorio nazionale per numero di partecipanti. Oltre a queste due manifestazioni, sicuramente i nostri fiori all'occhiello, ricordiamo l'organizzazione del Campionato Regionale Under 16 e del Campionato Interprovinciale Biella-Vercelli. L'anno si è chiuso con un cambio alla guardia nella Direzione Tecnica del circolo: i nostri tre Candidati Maestri migliori (Bardone, Migliorini e Siclari, ora nell'ELO LIVE incredibilmente appaiati a 2168 punti) hanno sostituito il dimissionario Maestro Marco Ubezio nell'importante compito di far crescere il circolo, soprattutto attraverso i giovani, tra i quali ce ne sono alcuni che hanno sicuramente ampi margini di miglioramento. Il compito dei nuovi Direttori Tecnici, insieme a tutti i soci che settimanalmente impegnano il loro tempo per seguire i ragazzi, è trovare la chiave giusta per fare emergere le loro potenzialità. Possiamo scommettere che anche nel 2016 ne vedremo delle belle: ci sarà sicuramente da divertirsi! Buon Anno a tutti!

- Lorenzo Della Peruta vince a Robecchetto!

Ottima prestazione del nostro giovane Lorenzo Della Peruta, che ha fatto suo l'Open B del classico torneo di fine anno svoltosi a Robecchetto con Induno (MI). La notizia ci fa ancor più piacere in quanto era dalla vittoria ai Campionati Italiani che Lorenzo non riusciva ad iscrivere il suo nome in cima alla classifica di un torneo Open nazionale, un traguardo mancato di poco alcune volte. A Robecchetto la vittoria è arrivata dopo lo spareggio tecnico, in quanto Lorenzo aveva concluso con 5 punti su 6, a pari merito con il giovane Andrea Negro del Circolo Scacchistico Vercellese, contro il quale peraltro il nostro alfiere aveva perso lo scontro diretto al terzo turno, unica sua battuta d'arresto. La classifica finale vedeva quindi Lorenzo precedere Andrea di mezzo punto di Buchholz Cut 1, sufficiente per consegnargli la vittoria. Nell'Open A del medesimo festival ha ottenuto risultati positivi anche Dario Borghi, che ha terminato con 4,5 punti su 6 mancando di poco il podio. Infatti la sconfitta patita al primo turno gli ha compromesso il Buchholz finale, risultando il peggiore in un gruppo di tre giocatori. La delusione per il quarto posto conclusivo è comunque ampiamente mitigata dai segnali di crescita che Dario sta continuando a dare, testimoniati dai punti ELO guadagnati: sono ben 104 negli ultimi due tornei disputati, un numero che riporta Dario ad un punteggio sicuramente più consono con la sua forza di gioco, ma che siamo sicuri possa essere ancora migliorato.

- Giovanni Siclari a pochi punti dal titolo di Maestro!

Sono stati quattro i nostri soci che hanno partecipato al torneo di fine anno svoltosi ad Arco di Trento, che lo scorso anno era stato vinto da Lorenzo Bardone. Nell'edizione 2015 gli onori della cronaca vanno sicuramente a Giovanni Siclari, splendido terzo assoluto con 5,5 punti su 7, ma soprattutto con l'ottenimento di una mini-norma da Maestro con un turno di anticipo. Sommata a quella realizzata a Bad Ragaz nel 2014, a Giovanni mancano ora solo una manciata di punti (32 per l'esattezza) per raggiungere il titolo. Il torneo del nostro socio è stato impreziosito dalla vittoria al quarto turno con il Nero contro il numero uno del tabellone, il giovane Maestro Internazionale (in attesa di ratifica) tedesco Dmitrij Kollars (ELO 2419). Unico passo falso, a norma ottenuta, l'ultimo turno contro il vincitore del torneo, il FM Lorenzo Pescatore. Gli altri tre nostri soci hanno tutti chiuso con 4,5 punti, ma il risultato va interpretato in modo diverso: se per Matteo Migliorini (14º) si può parlare di un torneo un poco al di sotto delle attese, per Lorenzo Bardone, che difendeva il titolo conquistato nel 2014, partendo con un ELO superiore ai 2200 punti, il 17º posto ottenuto con una sola sconfitta e tre patte non può certamente essere soddisfacente, in considerazione dei punti ELO lasciati sulla scacchiera in partite che si sono rivelate oltremodo complicate e nelle quali Lorenzo ha giocato sempre sul limite del tempo. Positiva, infine, l'esperienza di Lorenzo Pedoni, che con il 19º posto conclusivo è risalito di dieci posizioni di tabellone.

- Comunicato dello Scacchi Club Valle Mosso

Lo Scacchi Club Valle Mosso comunica che il Maestro Marco Ubezio ha interrotto la collaborazione con la nostra Associazione, fatta eccezione per l'insegnamento scolastico nell'ambito del progetto “Muse alla Lavagna” relativo al corrente anno scolastico, rimettendo gli incarichi ricoperti. Nel ringraziare il Maestro Marco Ubezio per il lavoro svolto fino ad ora in seno alla nostra associazione, il Direttivo ha colto l'occasione per iniziare un rinnovamento generazionale, nominando nuovi Direttori Tecnici i Candidati Maestri Lorenzo Bardone, Matteo Migliorini e Giovanni Siclari. Siamo sicuri che – insieme – i nostri tre ragazzi sapranno adoperarsi per mantenere il circolo ai livelli attuali infondendogli nel contempo una sana freschezza. A Lorenzo, Matteo e Giovanni i migliori auguri di buon lavoro. Il Direttivo.

- Serata degli Auguri

La consueta Serata degli Auguri, la prima organizzata nella nostra nuova sede, associata alla premiazione del torneo di fine anno, è stata sicuramente una delle più partecipate e riuscite. Una buona parte di merito va attribuito agli amici dell'Associazione “Il Naso in Tasca”, intervenuti con la loro grande dose di contagiosa allegria. E così, dopo poco tempo, quasi tutti i presenti potevano mostrare con orgoglio un naso rosso (simbolo dell'associazione e usato dai loro clown-dottori) nuovo di zecca, come testimoniano le fotografie che si possono visionare cliccando sull'icona dedicata.

Alla serata hanno partecipato il Vice Prefetto di Biella, dott. Davide Garra, il Sindaco di Valle Mosso geom. Cristina Sasso, il sig. Guido Graziano, sponsor del torneo con la ditta “Telerie F.lli Graziano” di Mongrando, la sig.ra Fioretta Clerico, Presidente della Polisportiva Handicap Biellese, ed il nostro Presidente Onorario Andrea Botto Poala. Durante i loro interventi è stata sottolineata la grande utilità del gioco degli scacchi nella formazione dei giovani e sono stati ricordati i traguardi raggiunti quest'anno dal nostro sodalizio. La signora Clerico ha poi simbolicamente passato il testimone a “Il Naso in Tasca”, in considerazione del fatto che fino allo scorso anno il torneo di fine anno era legato alla società da lei presieduta. Nel corso della serata, prima della cerimonia di premiazione del Trofeo “Il Naso in Tasca”, è stato anche consegnato un riconoscimento speciale da parte del nostro Presidente Bruno Norbiato alla giovane Maria Palma, in virtù del titolo di Campionessa Italiana ottenuto a luglio e delle sue partecipazioni ai Campionati Europei e Mondiali in rappresentanza dell'Italia. La serata si è chiusa con l'abituale rinfresco e con lo scambio degli auguri, in attesa della riapertura del circolo nel nuovo anno con l'inizio del Torneo Sociale, che da diversi anni segna la ripresa ufficiale dell'attività.

- Maria Palma premiata dal CONI

E' tradizione che, al termine di ogni anno, il CONI Provinciale organizzi una serata per premiare gli sportivi biellesi che maggiormente si siano distinti nel corso dei dodici mesi trascorsi, e per la seconda volta consecutiva tra i premiati è salita sul palco anche Maria Palma, grazie al secondo titolo nazionale conquistato lo scorso luglio a Montesilvano. Una delegazione del circolo era presente a Città Studi, dove si è svolta la serata, per congratularsi ancora con la giovane cossatese, alla quale auguriamo ancora tanti e più grandi successi per il futuro.

- 5º Torneo Semilampo “CARE nel Sociale”

Giunto alla quinta edizione ed entrato tra gli appuntamenti classici, il semilampo giovanile intitolato all'Associazione di Volontariato “CARE nel Sociale” - ed insieme a questa organizzato - ha fatto un salto di qualità, diventando valido per le qualificazioni ai Campionati Italiani Giovanili del prossimo anno e quindi passando dall'impegno di un pomeriggio a quello di tutta la giornata. L'idea di questa modifica, nata dai Responsabili dell'Associazione presieduta da Loredana Pistilli, era una bella scommessa, anche considerato il periodo prenatalizio che porta con sé un carico di impegni extra scacchistici non indifferente. La scommessa però è stata vinta ed il torneo ha visto impegnati 26 giovani provenienti da sei province diverse (oltre a Biella: Aosta, Torino, Asti, Vercelli e Milano) tra i quali abbiamo avuto il piacere di ospitare ed osservare due Campioni Italiani in carica: la nostra Maria Palma (Campionessa U14) e l'astigiano Luca Zavattero (Campione U10). Un grazie particolare va quindi alle famiglie che hanno accompagnato i figli a Cossato ed al Comune di Cossato, che ha patrocinato la manifestazione e ha messo a disposizione la Sala Giuliana Pizzaguerra di Villa Ranzoni. I giocatori sono stati suddivisi in due tornei in base alla loro età: il primo, riservato ad Under 16 ed Under 14, è stato dominato da due nostri ragazzi di Cossato: Maria Palma (6 su 6), prima classificata e vincitrice di tutte le edizioni finora disputate con l'eccezione della prima, e Dario Borghi (4,5 su 6), sconfitto da Maria e salvatosi con un fortunoso stallo nel primo incontro quando per un grave errore si era trovato in posizione disperata. Terzo classificato con 4 punti si è piazzato il valdostano Giacomo Lyabel, più volte gradito ospite nei nostri tornei, che ha messo in luce buoni progressi nel proprio gioco sulla scacchiera. Sono tornati infine a casa con la qualificazione per i prossimi Campionati i milanesi Ilaria Lorenzetti e Gianriccardo Poli e la vercellese Enrica Carando. Molto più combattuto ed incerto fino all'ultimo incontro è invece risultato il torneo riservato ai giocatori Under 12, Under 10 e Under 8. La gara sembrava infatti nelle mani di Andrea Zavattero, che si presentava all'ultimo turno con quattro vittorie ed una patta, risultato dell'incontro in cui era opposto al fratello Luca. Solo il milanese Simone Pozzari, attardato di mezzo punto (unica sconfitta contro Andrea) avrebbe infatti potuto raggiungerlo. E così è successo: mentre Andrea doveva cedere contro Davide Lo Curto (poi terzo assoluto), Simone regolava il torinese Alberto Rotondaro superando sul filo di lana l'astigiano, che ha dovuto quindi accontentarsi della piazza d'onore. Tra i nostri giovani, da segnalare la clamorosa vittoria di Fouad Moussadek al primo turno contro Davide Lo Curto (peccato poi che non abbia continuato con il medesimo piglio) ed il debutto del fratello Nizar (troppi incontri persi per mossa irregolare dovuti a distrazione), di Giuseppe Falcone e di Kevin Pereira Rodriguez, questi ultimi da poco arrivati al circolo ed ai quali nulla di più si poteva chiedere. In questo torneo sono risultati qualificati per la fase nazionale Andrea Zavattero e Giorgio Gola.

- Trofeo “Il Naso In Tasca”

Si è conclusa ieri sera con la vittoria del Candidato Maestro Lorenzo Bardone l'edizione 2015 del nostro Torneo di Fine Anno, al quale hanno partecipato 26 giocatori. Storicamente il nostro appuntamento di fine anno è sempre stato abbinato ad una associazione del territorio biellese, alla quale viene devoluta una parte dei proventi del torneo, e negli ultimi anni ci eravamo legati alla Polisportiva Handicap Biellese. Con l'edizione appena terminata si è deciso di cambiare per beneficiare un'altra associazione e la scelta è caduta su “Il Naso In Tasca”, i cui volontari hanno l'obiettivo di portare negli ospedali i benefici del buonumore mediante l'utilizzo di piccola giocoleria, magia e soprattutto con i clown-dottori. Nata nel 2001, Il Naso In Tasca è attiva presso gli Ospedali di Biella e Ivrea, nonché in case di riposo della provincia di Biella ed è stato lo spirito con il quale portano avanti la loro opera, particolarmente delicata, a farci maturare la decisione di intitolare a loro il nostro torneo di fine anno. Giunto alla ventiseiesima edizione, il torneo ha offerto diversi incontri interessanti e alcune sorprese. Tra queste ultime, la sorpresa maggiore è arrivata al secondo turno, quando in un incontro particolarmente avvincente il giovane cossatese Dario Borghi ha avuto ragione – per la prima volta – del Maestro Marco Ubezio. A conferma del suo ottimo stato di forma, Dario ha poi continuato a incamerare vittorie superando anche Enrico Rocchi e Fulvio Tinelli, per poi doversi arrendere al solo Lorenzo Bardone, terminando così ottimo secondo con 7,5 punti, a mezzo punto dal vincitore. Alle spalle di Dario si è classificato Giorgio Valenzano, che ha dimostrato ancora una volta di essere molto competitivo non solo nel gioco rapido (la sua specialitè), ma anche sul tempo lungo. Valenzano ha superato per spareggio tecnico il grignaschese Fulvio Tinelli, alla sua prima presenza in un nostro torneo: entrambi hanno terminato con 6,5 punti. Con la vittoria in questa edizione il CM Lorenzo Bardone, imbattuto nei nove turni del torneo, ha bissato quella dello scorso anno e così si è anche aggiudicato il trofeo biennale in palio, consistente in un tablet. Lorenzo, numero uno del tabellone, aveva dovuto rincorrere la vetta della classifica a causa della patta impostagli da Valenzano al secondo turno, ma approfittava ottimamente dello scontro diretto con Borghi al quinto turno, superandolo e mantenendo la testa del torneo fino alla fine. Al torneo hanno preso parte anche alcuni tra i ragazzi arrivati al circolo negli ultimi tempi, cosa che ci fa particolarmente piacere: in questo caso non è il risultato che conta, ma quel poco in più di esperienza acquisita in un torneo a tempo lungo. Nella pagina dedicata ai tornei sono disponibili tutti i risultati della gara.

- 2º Week-End “Città di Verbania”

Nutrita partecipazione di nostri soci alla seconda edizione del torneo week-end “Città di Verbania”, svoltosi in riva al Lago Maggiore nello scorso fine settimana. Il torneo, al quale hanno partecipato 26 giocatori, presentava una forza di gioco fortemente diversa tra i primi 4 scacchisti del tabellone (tutti sopra i 2100 punti ELO) e il resto dei giocatori (tutti sotto i 1800 punti). Alla prova dei fatti il torneo è però stato meno scontato del previsto ed è stato molto favorevole per i nostri colori. I nostri soci hanno infatti - solo per poco - mancato una fantastica tripletta, avendo avuto la possibilità di conquistare tutti e tre i gradini del podio. Ha invece vinto lo svizzero Simone Medici con 4,5 punti, che ha preceduto Matteo Migliorini, numero 1 del tabellone e 4 punti su 5 (patte con Medici e con Siclari) e un bravissimo Dario Borghi, partito con il numero 9 e capace di vincere tutti gli incontri ad eccezione di quello contro Migliorini (una delle partite più spettacolari del torneo). Quarto posto per Giovanni Siclari, che a causa di una svista nell'ultimo incontro - che lo vedeva opposto a Medici - ha dovuto dire addio ad una vittoria che poteva essere alla sua portata. Sesta posizione per Luigi Isoardi, capace di imporre la patta a Claudio Boschetti (ELO 2147, quinto assoluto) e di chiudere con 3,5 punti, comunque imbattuto. Al torneo hanno anche partecipato Ilaria Gnata e il piccolo Dario Isoardi: per Ilaria il risultato poteva essere migliore senza un grave errore nell'ultimo incontro dove stava avendo la meglio su un avversario con 400 punti ELO in più di lei, mentre per Dario il torneo era obiettivamente ancora fuori dalla sua portata, ma fa sempre piacere vedere l'entusiasmo e la serenità con cui affronta le partite.

- Giulio Sunder è Terza Categoria Nazionale

Grazie agli ottimi risultati ottenuti ai recenti Campionati Giovanili a Squadre Under 16 Giulio Sunder ha raggiunto quota 1530 punti ottenendo così la promozione a Terza Categoria Nazionale, un traguardo che gli era sfuggito per poco alcuni mesi or sono quando aveva ottenuto l'ELO FIDE. Siamo sicuri che Giulio abbia le potenzialità per non fermarsi al primo gradino delle categorie nazionali, dovrà però migliorare la propria tecnica nella gestione dei momenti salienti degli incontri. A Giulio vanno i complimenti del Direttivo e di tutti i Soci dello Scacchi Club Valle Mosso.

- Campionati Mondiali Giovanili

E' terminata una nuova avventura internazionale della nostra Maria Palma, che ha rappresentato l'Italia nella categoria Under 14 femminile ai Campionati Mondiali Giovanili svoltisi in Grecia a Porto Carras, in virtù del titolo nazionale conquistato lo scorso luglio.

Gli undici turni disputati hanno fruttato alla giovane cossatese un 34º posto finale (su 125 giocatrici partecipanti) con 6,5 punti. La posizione, che rispetto al numero di tabellone di partenza (24) potrebbe sembrare non eccezionale, conferma invece le qualità di Maria in una competizione dove i punteggi ELO non sempre rappresentano i reali valori in campo (in quanto spesso sottostimati). Un paio di battute d'arresto a metà torneo hanno fatto sì che lo spareggio tecnico di Maria ne risentisse in negativo: la prima giocatrice con 6,5 punti si è infatti classificata al 23º posto e l'ultima al 37º.

Particolare il fatto che negli undici turni Maria abbia ritrovato tre giocatrici incontrate solo qualche settimana prima agli Europei in Croazia (la Badelka, la Swiech e la Goltseva). Di rilievo la patta ottenuta al penultimo turno contro la WFM azera Khanim Balajayeva (ELO 2164), mentre si è confermata “bestia nera” la bielorussa Badelka contro cui Maria non ha mai fatto punti.

- Campionati Italiani Giovanili a Squadre

Dopo il colpo a vuoto dello scorso anno, quando non siamo riusciti a qualificare formazioni alla fase nazionale dei Campionati Italiani Giovanili a Squadre quest'anno abbiamo riportato due compagini alle finali nazionali, che - tra l'altro - si sono svolte in Piemonte a Rivarolo Canavese (TO).

I risultati sono stati nel complesso soddisfacenti: a differenza di alcuni anni or sono, quando la nostra prima squadra poteva effettivamente ambire ad un ruolo di protagonista (ma, in una competizione che per il nostro circolo è sempre stata “stregata”, l'esito finale non è mai stato particolarmente favorevole), quest'anno avevamo l'unico obiettivo di impegnarci per disputare un buon torneo. La prima squadra, capitanata da Marco Ubezio, era composta da Lorenzo Pedoni, Dario Borghi, Lorenzo Della Peruta e Matteo Sunder. Partiti con il numero 8 di tabellone i nostri ragazzi hanno terminato decimi con 7 punti squadra (su 12) e 15,50 punti individuali (su 24). Dopo un avvio senza problemi (4-0 alla Sammargheritese e medesimo risultato contro l'Accademia Scacchi Milano C Under 12) al terzo turno i nostri ragazzi dovevano inchinarsi alla corazzata della Scacchistica Torinese (poi vincitrice del titolo italiano) cedendo per 1-3. Da rilevare comunque la patta imposta da Lorenzo Pedoni al Maestro Stefano Yao e quella ottenuta da Dario Borghi contro il CM Federico Nastro. Al quarto turno, contro la forte prima squadra della Scacchistica Milanese, i nostri giovani conquistavano una buona patta (vittoria di Pedoni, patte di Borghi e Sunder, sconfitta di Della Peruta), vincendo il turno successivo contero la squadra del circolo di Ciriè (gli Alfieri di Leinì) per 3,5-0,5. L'ultimo turno, decisivo per la classifica finale, non ci era particolarmente favorevole: ci trovavamo infatti di fronte la squadra numero due del tabellone: la prima squadra dell'Accademia Scacchi Milano. Non erano sufficienti le patte ottenute da Pedoni contro il CM D'Avino e da Della Peruta contro Nordio: le sconfitte patite da Borghi e Sunder portavano al risultato finale di 1-3. Detto del decimo posto finale, comunque soddisfacente, rimane da sottolineare l'ottima prestazione di Lorenzo Pedoni, particolarmente sicuro e concentrato, che ha chiuso il torneo imbattuto con 5 punti su 6, un punteggio che gli è valso il secondo premio di scacchiera.

La seconda squadra, capitanata da Matteo Migliorini, era composta da Ilaria Gnata, Giulio Sunder, Davide Colpo ed Alessandro Gasparetto. Con il numero 27 di tabellone (su 30 squadre) l'unico obiettivo era quello di impegnarsi al massimo al fine di fare utili esperienze: al termine del torneo, i 3 punti ed il ventiseiesimo posto lasciano un poco di amaro in bocca per diverse occasioni sprecate per troppa fretta di muovere e talvolta per un'attenzione non completamente sufficiente. In effetti qualche punto in più era alla portata dei nostri ragazzi, che hanno avuto in Giulio Sunder il migliore con 4 punti ottenuti su 6, mentre un poco sotto tono è stata Ilaria Gnata, dalla quale ci si aspetta sempre un poco di più (conoscendo le sue possibilità): i due punti conquistati devono essere mediati con l'onere di giocare in prima scacchiera, ma un punticino in più poteva essere nelle sue corde. Un punto e mezzo a testa per Davide Colpo ed Alessandro Gasparetto: la qualità degli avversari incontrati imponeva un risultato migliore per entrambi, che devono ancora acquisire la sicurezza e l'attenzione necessarie per giocare tutti gli incontri al loro reale livello.

Oltre alle due squadre in gara, a Rivarolo Canavese il nostro circolo era anche presente con l'Arbitro Candidato Nazionale Antonello Migliorini, che ha collaborato con il Direttore di Gara, l'Arbitro Internazionale Franca Dapiran e con l'Arbitro Nazionale Mauro Doppioni nella terna arbitrale designata dalla Federazione per la direzione del Campionato.

- Campionati Europei Giovanili - Ultimo Turno

Con il nono turno dei Campionati Europei Giovanili è terminata la fatica della nostra Maria Palma che può tornare in Italia con 5,5 punti ed un ottimo quattordicesimo posto, grazie alla vittoria nell'ultimo turno contro la croata Jelena Dasic (ELO 1777). A conti fatti, quindi, la nostra atleta ha mantenuto sostanzialmente la propria posizione di partenza in una competizione nella quale è spesso difficile rapportare la forza di gioco degli avversari all'ELO che questi possono vantare. Maria ha giocato dei buoni incontri, culminati nella splendida prestazione contro la russa Goltseva al quarto turno, che hanno dimostrato la sua continua crescita. Durante il torneo Maria ha anche, per la prima volta, superato nell'ELO Live quota 2000 punti. Adesso la giovane cossatese è attesa, fra meno di un mese, al secondo appuntamento internazionale dell'anno: i Campionati Mondiali che si terranno in Grecia.

- Campionati Europei Giovanili - Settimo Turno

Al settimo turno dei Campionati Europei Giovanili dobbiamo commentare un incontro veramente incredibile. Opposta alla polacca Joanna Swiech (ELO 1613), Maria Palma non ha giocato una partita da Maria ritrovandosi in svantaggio posizionale. A questo punto una sua grossa svista consegnava la vittoria alla Swiech, che per fortuna di Maria non si avvedeva della combinazione decisiva e l'incontro continuava con Maria che aveva a disposizione un perpetuo. Ma anche la giovane cossatese non vedeva l'opportunità e l'abbrivio tornava a favore della polacca. Ancora una volta una mossa non precisa faceva ribaltare le sorti dell'incontro ed era Maria ad avere in mano la possibilità dell'affondo decisivo, grazie anche ad un altro errore dell'avversaria. La mossa decisiva - che a onor del vero non era facile da individuare - veniva ancora mancata da Maria e l'incontro si chiudeva con un suo scacco perpetuo che divideva la posta.

- 6º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Quarto Turno

Continuano anche al quarto turno del Torneo Internazionale “Città di Biella” le sorprese. Nell'Open A, dopo la veloce patta tra i capoclassifica Naumkin e Begelman, gli occhi erano puntati sulla sfida tra il MI Vezzosi ed il MF Gilevych. L'incontro vedeva nettamente in vantaggio il giovane Maestro FIDE bolognese fino a quando, per una clamorosa svista, questi invertiva due mosse cedendo di fatto la vittoria all'esperto Maestro Internazionale, che ora può anche sperare di bissare la vittoria ottenuta alla prima edizione del torneo. Sviste ed errori non sono purtroppo mancate anche su altre scacchiere: “purtroppo”, in quanto protagonisti negativi sono stati i nostri ragazzi. Sia Bardone che Migiorini gettano al vento il proprio incontro per errori rispettivamente in apertura e all'inizio del mediogioco. Sconfitti anche Ubezio e Drago, solo Siclari esce con una patta.

Ottime notizie invece nell'Open B con Lorenzo Pedoni che resta a punteggio pieno mettendo una seria ipoteca sul risultato finale superando anche il milanese Christian Pirrello. Buona patta per Luigi Isoardi contro il vercellese Mario Caldi, mentre ritorna in gioco anche il numero uno di tabellone, lo sloveno Marinc, che ha avuto la meglio su Gaia Baronio. Tra le altre scacchiere di testa, patta anche tra Pietro Buffa Sabarino e Paolo Bocchi. Sono nove i giocatori che seguono ad un punto di distanza il capoclassifica Pedoni.

Nell'Open C c'è una situazione simile a quella dell'Open B, con il capoclassifica Mikael Kassighian a punteggio pieno e con un punto di vantaggio sugli immediati inseguitori, sei giocatori guidati tra cui il numero uno di tabellone Gulinelli. Tra i giocatori a 2,5 punti ci sono i migliori dei nostri soci, con Della Peruta, Bozio e Giulio Sunder.

Marcello di Fina, nell'Under 16, continua a guidare la classifica in solitaria, ma con solo mezzo punto di vantaggio su Corte Rappis e Gatti, dopo la patta con il nostro Alessandro Gasparetto.

- Campionati Europei Giovanili - Sesto Turno

Dopo il turno di riposo sono ripresi a Porec i Campionati Europei Giovanili, ma la pausa non ha evidentemente fatto bene alla nostra Maria Palma, che ha accusato la prima battuta d'arresto del torneo, contro la WFM Anna Kochukova (ELO 2049). Durante l'incontro Maria non è mai riuscita a prendere l'iniziativa, malgrado giocasse con il Bianco, subendo di fatto il gioco della russa. Domani la nostra ragazza ritornerà con il Nero, con il quale fino ad ora ha avuto risultati migliori: speriamo in un pronto riscatto.

- 6º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Primo Turno

Sono stati molti i risultati a sorpresa al termine del primo turno del 6º Torneo Internazionale “Città di Biella” che si è chiuso questa notte con la prima scacchiera dell'Open B che è stata l'ultima a finire (patta!) dopo circa 5 ore di gioco. La sorpresa maggiore è arrivata però dalla prima scacchiera dell'Open A, dove il russo (ma residente in Italia) Boris Begelman (ELO 2125) ha superato dopo un bellissimo incontro il Grande Maestro russo Sergey Ivanov (ELO 2561), uno dei grandi favoriti alla vittoria finale. Non sono state meno inaspettate le vittorie del torinese Oltjon Llupa sul MF Fabrizio Molina e dell'eporediese Lorenzo Razzano sul Maestro Stefano Yao. Da rilevare infine la bella patta imposta dal giovanissimo Ilya Misyura (classe 2004) contro l'esperto CM Cristiano Quaranta: Ilya, che vive in Inghilterra, ha voluto fortemente disputare l'Open A, anche in assenza dell'ELO necessario, per allenarsi ai prossimi Campionati del Mondo Giovanili.

Anche l'Open B ha riservato la propria dose di sorprese: detto della patta in prima scacchiera tra lo sloveno Damir Marinc (numero 1 del tabellone) e Michele Libutti, segnaliamo il bel risultato del nostro socio Luigi Isoardi che ha avuto la meglio su Marco Barbero. L'eporediese Isabella Gennaro non è riuscita a far valere il proprio migliore numero di tabellone contro Riccardo Izzo.

Più “tranquillo” infine l'Open C, dove a parte alcune patte l'unico “scalpo” significativo è stato quello ottenuto da Andrea Negro contro Roberto Adda.

- 6º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Secondo Turno

Anche il secondo turno del 6º Torneo Internazionale “Città di Biella” si è protratto a lungo: l'ultimo incontro è terminato dopo cinque ore con la vittoria del CM Vincenzo Montilli su Francesco Claudio Agnello. Da segnalare tre patte sulle primissime scacchiere dell'Open A dove i MI Stella e Vezzosi ed il MF Gilevych hanno dovuto dividere la posta rispettivamente con i CM Tirelli, Podetti e Cafaro. Tre soli giocatori sono rimasti a punteggio pieno: il GM Naumkin, il M Sgnaolin e Begelman, a conferma di un forte equilibrio tra i giocatori più forti. Tra i nostri soci vittorie di Migliorini e di Siclari, mentre hanno pattato Bardone ed Ubezio.

Nell'Open B non si sono segnalati risultati clamorosi: sono rimasti a punteggio pieno sette giocatori tra i quali anche il nostro Lorenzo Pedoni, che ha dovuto faticare non poco per avere ragione dello svizzero Carlo Bonferroni.

Ottime notizie infine dall'Open C per i nostri colori, con Riccardo Roma che ha vinto contro Pierluigi Biava rimanendo a punteggio pieno e con Stefano Bozio Madè che ha fermato sulla patta Giuliano Moschetto. In questo torneo sono ora solo sei i giocatori a punteggio pieno.

- 6º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Terzo Turno

Situazioni fotocopia nei tre Open del Torneo Internazionale con soli due giocatori a punteggio pieno in ognuno, giocatori che si sfideranno domani nel corso del quarto turno.

Nell'Open A il GM Igor Naumkin ha dovuto faticare per far fruttare al massimo il pedone di vantaggio che aveva contro il M Davide Sgnaolin, pedone che gli ha consentito di vincere l'incontro e rimanere a punteggio pieno insieme alla vera sorpresa del Torneo: Boris Begelman. Il russo (residente in Italia) ha superato anche il MI Andrea Stella candidandosi prepotentemente per il gradino più alto del podio. A mezzo punto dai primi due giocatori troviamo il MF Artem Gilevych, che ha interrotto la striscia di risultati positivi del nostro CM Matteo Migliorini, che si ferma così a 23 incontri utili (9 vittorie, 14 patte).

Nell'Open B ci rende molto contenti vedere un ritrovato Lorenzo Pedoni, che dopo un periodo di appannamento sembra aver ripreso un buon piglio restando a punteggio pieno, così come il milanese Christian Pirrello. Dietro ai due battistrada troviamo quattro giocatori, tra i quali continua l'ottima prova di Luigi Isoardi (che ha battuto Enrico Rocchi in un derby valmossese) e Paolo Bocchi (Circolo Scacchistico Biellese), che rivediamo con piacere in un torneo ufficiale dopo ben 7 anni di assenza, una pausa che evidentemente non ha modificato le sue abilità sulla scacchiera.

Nell'Open C i due giocatori a punteggio pieno sono il franco-svizzero Mikael Kassighian ed il laziale Christian Quagliotti, tallonati da tre giocatori tra cui il numero uno del tabellone Euro Gulinelli, il quale ha fermato la corsa del nostro Riccardo Roma.

Infine, nel torneo Under 16 “Trofeo Fondazione C. R. Biella” guida la classifica da solo a punteggio pieno Marcello Di Fina, con cinque giocatori che lo seguono ad un punto. Tutto è ancora possibile, anche se il giovane verbanese sembra possedere una marcia in più.

- 6º Torneo Internazionale “Città di Biella”

Con un poco di ritardo sull'orario previsto è partita questa sera la sesta edizione del nostro fiore all'occhiello: il Torneo Internazionale “Città di Biella”, abbinato come d'abitudine ad un torneo Under 16 valido per le qualificazioni ai Campionati Italiani Giovanili del prossimo anno. Sempre alloggiato nella meravigliosa cornice della Biblioteca di Città Studi la gara è iniziata con 133 giocatori (due in meno dello scorso anno), un dato che ci rende particolarmente felici considerando il calo registrato da altre importanti manifestazioni disputate nel 2015.

- Campionati Europei Giovanili - Quinto Turno

Dopo la grande prestazione di ieri Maria Palma ha pagato un poco di stanchezza e il giorno di riposo di sabato arriva quindi al momento giusto. Contro la croata Ena Cvitan (ELO 2007) la nostra Campionessa ha giocato una brutta apertura, trovandosi ben presto in svantaggio posizionale. Buon per Maria che anche la croata a un certo punto non sia stata altrettanto precisa, inanellando una serie di mosse che le permettevano di ritornare in partita con speranze anche di ottenere l'intera posta. Purtroppo Maria mancava l'occasione per trasformare il buon vantaggio in vantaggio decisivo e l'incontro terminava in parità.

6º Torneo Internazionale “Città di Biella”

- Campionati Europei Giovanili - Quarto Turno

Il quarto turno dei Campionati Europei Giovanili presentava a Maria Palma la prima vera montagna da scalare, sotto forma della WFM russa Ekaterina Goltseva, con un ELO pari a 2114 punti e con un titolo europeo vinto lo scorso anno nella categoria Under 12. Oggi però la giovane russa si è trovata davanti una montagna più grande di lei: Maria.

La Campionessa italiana Under 14 è stata infatti strepitosa: dopo aver mantenuto la gara in sostanziale equilibrio, malgrado una posizione leggermente inferiore dopo un pedone sacrificato nel Gambetto Benko - linea che sicuramente la Goltseva non si aspettava - Maria non si lasciava sfuggire l'opportunità di sfruttare un paio di lievi imperfezioni dell'avversaria e iniziava ad aumentare la pressione sul lato di Donna. La posizione si complicava e, mentre la russa si disuniva non riuscendo a trovare il bandolo della matassa, finendo anche a corto di tempo, Maria giocava una dopo l'altra mosse altamente precise recuperando non solo il pedone dell'apertura, ma andando in netto vantaggio di materiale. Solo alcune mosse più tardi, quando la promozione a Donna di un pedone di Maria poteva essere evitata solo sacrificando l'ultimo pezzo rimasto, la russa abbandonava permettendo a Maria di ottenere la sua prima vittoria contro un avversario con ELO superiore a 2100 punti e contemporaneamente di superare nell'ELO Live per la prima volta quota 2000 (a 2009 punti).

Complimenti a Maria: come si suol dire, un incontro che da solo vale il prezzo del biglietto!

- Campionati Europei Giovanili - Terzo Turno

Dopo la patta di ieri la nostra Maria Palma, impegnata in Croazia ai Campionati Europei Giovanili, si è subito ripresa e non ha dato scampo alla azera Aytaj Heydarova (ELO 1760). Giocando da Nero in modo decisamente aggressivo la Campionessa Italiana Under 14 portava, dopo aver arroccato lungo, un fortissimo attacco all'arrocco corto avversario, con belle combinazioni tattiche che conducevano ad un matto imparabile.

- Campionati Europei Giovanili - Secondo Turno

Al secondo turno dei Campionati Europei Maria Palma è incappata in un mezzo passo falso contro la giovane armena Mane Adamyan (ELO 1812). Il risultato di patta va infatti un poco stretto alla nostra ragazza: la sua avversaria le giocava una variante di apertura poco conosciuta, dalla quale però Maria usciva bene, anche in leggero vantaggio posizionale. Un paio di imprecisioni nel finale le precludevano però il punto pieno e così si doveva accontentare della divisione della posta.

- Campionati Europei Giovanili - Primo Turno

La nostra giovane Campionessa Maria Palma ha iniziato oggi una nuova esperienza internazionale con la partecipazione alla massima competizione europea giovanile, in programma a Porec (in italiano, Parenzo) nella vicina Croazia. Per Maria si tratta della quinta partecipazione internazionale, che stavolta può affrontare partendo con un numero di tabellone (è tredicesima) di tutto rispetto, con onori ed oneri associati.

Al primo turno la giovane cossatese non ha avuto grossi problemi ad avere ragione della croata Agata Vujic (ELO 1614): speriamo che la vittoria sia di buon auspicio per il prosieguo del torneo.

Forza Maria!

- Lorenzo Bardone trionfa ad Omegna

Nel periodo dell'anno in cui in moltissimi paesi si festeggia San Lorenzo, il nostro Lorenzo Bardone ha deciso di festeggiarsi da solo, regalandosi una splendida vittoria nella terza edizione del Torneo Internazionale di Omegna (VB). Lorenzo, incurante della temperatura tropicale della sala di gioco, ha terminato con 4 punti, lasciando a mezzo punto un gruppo di cinque giocatori guidati dal Maestro Internazionale Paolo Vezzosi. Bardone (numero quattro di tabellone) partiva con una vittoria senza grossi problemi, prima di dividere la posta con il CM alessandrino Paolo Quirico (ELO 2110) e di avere la meglio, dopo un lunghissimmo ed emozionante incontro, sullo svizzero Vladimir Paleologu (ELO 2080). Al quarto turno arrivava lo scontro decisivo, con il nostro ragazzo che affrontava - con il Nero - Paolo Vezzosi (ELO 2347). Lorenzo si difendeva egregiamente e alla fine i due giocatori dovevano dividersi la posta. Si arrivava così all'ultimo turno con una classifica molto corta, a testimonianza dell'uniformità di livello dei partecipanti, che vedeva ben sei giocatori a tre punti. Solo Lorenzo riusciva ad avere ragione del proprio avversario, lo svizzero Simone Medici (ELO 2111), mentre gli altri incontri terminavano in parità, consegnando quindi al nostro ragazzo una vittoria meritata ed un consistente guadagno di punti che, grazie anche al coefficiente K favorevole (fino a fine anno Lorenzo è Under 18 e può quindi sfruttare il K 40), sommati ai punti ottenuti recentemente ad Acqui Terme lo porta al suo record assoluto di 2253 punti nell'ELO Live.

Al torneo principale di Omegna hanno anche preso parte Matteo Migliorini e Giovanni Siclari. Per loro un torneo non brillantissimo chiuso con 3 punti, ma con motivi di soddisfazione per entrambi: per Matteo (ottavo), l'aver continuato nella sua striscia positiva che lo vede ora imbattuto da 15 incontri ufficiali (Vercelli, Novara ed Omegna); per Giovanni (decimo), l'aver ottenuto una variazione positiva di punteggio che lo consolida al di sopra dell'asticella dei 2100 punti.

Altri nostri soci hanno preso parte al torneo B, riservato a giocatori con ELO inferiore a 1900 punti (il torneo principale era riservato a giocatori con punteggio compreso tra 1800 e 2399) senza però riportare risultati esaltanti, ma mettendo in mostra i loro limiti attuali. Sono finiti lontani dalla loro posizione di partenza sia Luigi Isoardi che Dario Borghi, che hanno sprecato diverse occasioni scontando probabilmente anche la limitata attività agonistica di questi ultimi mesi. Ha continuato sulla falsa riga dei Campionati Italiani Ilaria Gnata, con vittorie contro giocatori senza ELO FIDE e sconfitte contro gli altri, anche lei con qualche recriminazione per incontri che potevano essere giocati in modo più preciso. Ha pagato invece la propria inesperienza nei finali Edoardo Rizzi, che ha gettato al vento almeno due finali nei quali ci si poteva aspettare il punto pieno e non la sconfitta. Ha fatto infine un poco di esperienza, ma soprattutto si è divertito (come è giusto che sia) il piccolo Dario Isoardi, al quale non si poteva davvero chiedere null'altro.

- Campionati Italiani Giovanili: i giudizi di Marco Ubezio

Non c'è estate senza Campionati Giovanili e non ci sono Campionati Giovanili senza i giudizi del Maestro Marco Ubezio, anche quest'anno presente alla massima manifestazione nazionale giovanile in qualità di Delegato per il Piemonte. Marco ha così potuto vedere da vicino i nostri ragazzi e ci ha fatto pervenire i suoi (insindacabili?) giudizi. Eccoli:

Lorenzo PEDONI: Voto: 8 ½ - AMBIZIOSO - Quanto è cresciuto negli ultimi tre anni! Ed ovviamente non sto parlando solo del lato fisico, pur notevole. Da notare che nelle tre sconfitte, tutte contro avversari sulla carta molto superiori, ha avuto l'occasione di andare in leggero vantaggio o quantomeno di mantenere la parità fino al finale. Eppure anche stavolta Lorenzo appare insoddisfatto, ma quando mai Lorenzo è soddisfatto se non arriva al vertice?

Davide COLPO: Voto: 6 - FRAGILINO - Ah se il buon Davide oltre alla simpatia, l'educazione e la serietà avesse anche il carattere delle nostre ragazze! Meglio incoraggiarlo o punzecchiarlo? Forse tutte due le cose nel giusto equilibrio: si renda conto che le punture di spillo che a volte gli riservo sono solo stimoli alla crescita. Auguri per il futuro, se li merita.

Giulio SUNDER: Voto: 6 ½ - AFFATICATO - Chiudere un Under 16 con il 50% dopo aver sempre giocato col massimo impegno vale la sufficienza abbondante che gli assegno. Gli scacchi per lui non sono una monomania ed i molteplici interessi a cui si dedica lo hanno penalizzato sul piano delle energie visto che spesso ha accusato la stanchezza. Sono convinto che qualsiasi scelta finisca per operare otterrà comunque delle soddisfazioni.

Maria PALMA: Voto: 10 - VENI, VIDI, VICI - Da un punto di vista tecnico non c'è nulla da dire, vittoria per manifesta superiorità. Il merito principale è aver rispettato il pronostico che la vedeva grande favorita, il che non è facile come dirlo. La lode? Quando avrà imparato a gestire meglio il tempo e la tensione.

Ilaria GNATA:Voto: 7 ½ - DA INCORAGGIARE - I 13 anni sono l'“età ingrata” anche negli scacchi perché il salto dai Giovanissimi ai Cadetti è estremamente impegnativo. Ineccepibile, ma non ne dubitavamo, sotto il profilo della serietà e dell'impegno, ha però evidenziato qualche carenza sul piano delle preparazione, cosa che non le ha impedito di raggiungere un buon risultato. Dovrebbe iniziare a compiere scelte più impegnative e coraggiose perché la grinta per affrontare situazioni complesse non le farebbe difetto.

Lorenzo DELLA PERUTA: Voto: 9 - A VOLTE RITORNANO - Ne avevamo perso le tracce ma ecco, quando stavamo perdendo le speranze, il campioncino di Porretta è tornato a materializzarsi tra noi con intatte le grandi qualità che a suo tempo l'avevano condotto al titolo. Frutto di una maturazione, sì scacchistica, ma soprattutto umana e caratteriale; peccato solo per l'ultimo turno che gli ha assegnato la “medaglia di legno”. Nel 2017 pretenderemo da lui grandi cose.

Matteo SUNDER: Voto: 7 - SPEEDY GONZALES - Al terzo turno, dopo una “passeggiatina” di una decina di minuti finalmente si è seduto alla scacchiera e, muovendo in un secondo, ha mancato... il matto in una! Ha rischiato grosso, sia perché l'avversario aveva una torre in più, sia perchè ero abbastanza furibondo nei suoi confronti. Un po' infantile esultare per aver ceduto per penultimo in simultanea contro Valsecchi quando invece in campionato andava a corrente alternata. Alla fine per fortuna si è ripreso ed ha fatto intravedere buone cose. Decisamente migliore il comportamento.

Dario ISOARDI: Voto: s.v. - SE SON ROSE... -Non posso dare un voto a chi, non andando ancora a scuola, i voti non sa cosa siano. Una rondine non fa primavera ma 5½ su 9 sì, specialmente se consideriamo il 5 su 5 nelle giornate con turno singolo e dimentichiamo i doppi turni, ancora al di sopra delle sue energie. Quindi incrociamo le dita e non dilunghiamoci oltre.

- Campionati Italiani Giovanili: Bilancio Finale

E' stato un Campionato Giovanile certamente da ricordare quello terminato ieri a Montesilvano. Uno dei migliori della storia del nostro circolo, che può tranquillamente rivaleggiare con (e forse anche superare) quello del 2013, quando piazzammo quattro giocatori nei primi dieci (senza però vittoria, a causa dello sfortunato Buchholz che perseguitava Maria).

Il nostro circolo, infatti, nella speciale classifica per società, si è classificato al tredicesimo posto a pari merito con il circolo di Modena, sempre ben piazzato a livello nazionale. Questa classifica non tiene però conto solo del valore dei giocatori, assegnando punti in base ai risultati di classifica, bensì anche della numerosità dei partecipanti, assegnando due punti per ogni giocatori partecipante ai vari tornei. Rielaborando tale classifica senza tenere conto del bonus presenti, va sottolineato come lo Scacchi Club Valle Mosso termini addirittura al nono posto assoluto, sopravanzando circoli che nella classifica ufficiale avevano beneficiato del grande numero di partecipanti. Questo è un dato molto importante, in quanto ottenuto con giocatori affermati (Maria in primis), giocatori ritrovati (Lorenzino) e nuove leve (Dario) che possono ancora darci soddisfazioni negli anni a venire.

Andando allo specifico, la prima pagina è senza ombra di dubbio appannaggio di Maria Palma, al secondo titolo nazionale consecutivo, peraltro ottenuto nel suo primo anno nella categoria Cadetti. Vincere ai Campionati, anche partendo da favoriti, non è per niente facile e lo dimostra il fatto che su dieci tornei solo in tre il numero uno del tabellone è rimasto tale anche alla fine (oltre a Maria: l'altra piemontese Marianna Raccanello nei Giovanissimi ed il Maestro FIDE Francesco Sonis tra i Cadetti). La vittoria di Maria è importante anche per come è arrivata: con tanta sicurezza, precisione e tecnica sulla scacchiera (solo in un incontro su nove Maria ha veramente rischiato) che collocano la giovane cossatese tra i primi dieci Cadetti italiani (maschi) per punteggio ELO.

La seconda di copertina va sicuramente a Lorenzo Della Peruta, che sarà sicuramente arrabbiato per come ha giocato l'ultimo incontro, visto che il podio era un obiettivo ormai realistico, ma che ci ha fatto veramente piacere rivedere dopo qualche (troppo) tempo a livelli che gli competono. La quarta posizione conclusiva è un traguardo che alla vigilia sembrava difficile e ciò deve essere motivo di orgoglio per il giovane grignaschese. Il suo gioco è stato preciso e solido fino all'ottavo incontro, anche contro giocatori sulla carta più forti, come ad esempio il senese Bettalli, che avevamo visto impegnare seriamente il nostro CM Migliorini alcuni mesi fa, e contro il quale Lorenzo ha pattato avendo anche qualche possibilità di ottenere il punto pieno. Continuando con la giusta concentrazione il traguardo della Prima Categoria Nazionale non è per Lorenzino così distante.

La più bella sorpresa della manifestazione è stato il piccolo Dario Isoardi. Sei anni, secondo giocatore più giovane dei Campionati, “figlio d'arte”, avrebbe dovuto fare principalmente esperienza, ma ha fatto molto di più. Qualche numero: Dario ha ottenuto 5,5 punti terminando quattordicesimo assoluto su 47 giocatori. E' stato di gran lunga il primo tra i tre Under 6 (nati nel 2009) presenti, ma anche il secondo tra gli Under 7 (nati nel 2008) e ciò è già meno scontato. Ancora: a 7 anni, qualche anno fa, un esordiente nel Campionato Italiano Piccoli Alfieri otteneva 4,5 punti (uno in meno di Dario) terminando 26º su 52 giocatori; quel giovanotto non era nessun altro che Lorenzo Della Peruta. Dario ha quindi tutte le possibilità di puntare in alto, anche perchè potrà disputare il torneo Under 8 anche i prossimi due anni: speriamo non gli venga meno la voglia e la determinazione che sta dimostrando in questi mesi...

Lorenzo Pedoni era al suo ultimo Campionato, avendo raggiunto il limite di età ed al termine era un poco deluso per il quattordicesimo posto che poteva essere un buon traguardo, ma considerando che all'inizio dell'ultimo turno era quinto e che era riuscito ad indirizzare l'ultima partita (contro un giocatore più forte) sui binari della parità, ci sta che l'errore commesso nel finale gli abbia lasciato un poco di rammarico. Ciò nonostante, possiamo parlare di un bel torneo, in cui Lorenzo ha dimostrato la propria maturità ed ulteriori margini di miglioramento, come testimoniano le partite contro il MF Luca Moroni jr. ed il CM Davide Podetti, ancorché terminate con una sconfitta.

Classificata al diciassettesimo posto nel torneo dominato da Maria, Ilaria Gnata non può essere completamente soddisfatta della sua prestazione. Sappiamo che le possibilità di Ilaria sono superiori, il problema è che deve trovare il modo di farle emergere. Sono terminati con una sconfitta troppi incontri contro avversarie alla sua portata, mentre in altri incontri non ha avuto problemi ad imporre il suo gioco. Quando si potrà vedere in tutte le partite la vera Ilaria, allora ci sarà da divertirsi.

Trentatreesimo posto, tra i Giovanissimi, per Matteo Sunder: partito con il numero 11 di tabellone, è stato l'unico dei nostri ragazzi a peggiorare la sua posizione di partenza. Anche Matteo ha potenzialità decisamente superiori a quando si è visto a Montesilvano, ma per sfruttarle al massimo dovrà impegnarsi maggiormente sia a studiare le aperture, sia a stare calmo e concentrato sulla scacchiera per la tutta la durata degli incontri.

Per motivazioni diverse sapevamo che poteva essere un torneo difficile sia per Giulio Sunder che per Davide Colpo, entrambi alla loro ultima presenza ai Campionati e quindi nel torneo più difficile di tutti. Al termine possiamo comunque dire che se la sono cavata abbastanza bene, malgrado Giulio non avesse giocato molto nei mesi precedenti e Davide sia in un momento dove la voglia e la passione di giocare (e magari strafare) lottano talvolta con la paura di osare per vincere. Nello specifico, Giulio ha terminato con la metà dei punti disponibili al 62º posto, abbastanza in linea con la posizione di partenza, lasciando però qualche punto per strada contro avversari alla sua portata, mentre Davide ha recuperato venti posizioni concludendo 81º con il merito di non essersi lasciato demoralizzare dalla partenza oltremodo difficile (zero su tre) per chiudere con il botto (vittoria contro una Seconda Nazionale) e con un ELO FIDE nuovo di zecca migliorativo rispetto al precedente ELO Iralia.

- Maria Palma è ancora Campionessa Italiana!

Partire con tutti i favori del pronostico non è facile, soprattutto in una competizione lunga e difficile come i Campionati Italiani Giovanili. Se poi i favori sono testimoniati da un punteggio ELO nettamente superiore, ecco che hai solo da perdere. Ma la nostra Maria Palma non ha subìto troppo queste pressioni, giocando un torneo quasi perfetto che la ha meritatamente laureata Campionessa Italiana nella categoria Cadetti Femminile, bissando così il successo nei Giovanissimi dello scorso anno, a cui vanno aggiunti i secondi posti dei due anni precedenti (ancora Giovanissimi e Pulcini) che danno l'idea del percorso di assoluto livello della giovane cossatese.

Va anche ricordato che per Maria si tratta del primo anno nella categoria Cadetti, e vincere in modo così netto con un anno di età in meno non è sicuramente da tutti.

La neo-campionessa ha terminato il torneo imbattuta con 8 punti su 9, frutto di sette vittorie e due patte, l'ultima delle quali, stamani dopo poche mosse nel confronto con la napoletana Anna Pia Vecchione. Non solo, Maria parte da Montesilvano con un gruzzolo di punti ELO che la avvicinano ulteriormente alla soglia del titolo FIDE di Candidato Maestro Femminile (WCM) e - ovviamente - con il biglietto per i prossimi Campionati del Mondo in programma in Grecia alla fine del prossimo mese di ottobre.

Complimenti a Maria da tutto il Direttivo dello Scacchi Club Valle Mosso e da tutti i nostri soci!

- Campionati Italiani Giovanili: Nono Turno

L'ultimo turno dei Campionati Italiani Giovanili ci ha portato tanta gioia ed un pizzico di delusione. Detto della grande gioia per la vittoria di Maria, sono arrivate anche le belle vittorie di Ilaria Gnata e di Dario Isoardi che consentiranno loro di mantenere un ottimo posto di classifica; anche la vittoria di Matteo Sunder (finalmente!) permetterà anche a lui di scalare posizioni nella classifica finale, mentre il fratello Giulio ha chiuso con una patta contro un giocatore a cui il nostro giovane rendeva oltre 150 punti ELO.

Bel colpo infine (perdonate il gioco di parole!) di Davide Colpo che ha superato una Seconda Nazionale FIDE migliorando di oltre cento punti la propria soglia di ingresso nell'ELO FIDE, ora attestata a 1444 punti.

Il pizzico di delusione è invece arrivato dai nostri due Lorenzo: il più piccolo, Lorenzo Della Peruta, poteva con una vittoria sperare nel titolo, Buchholz permettendo, ma purtroppo la gara disputata oggi è stata affrontata senza la necessaria calma e concentrazione. Giocando troppo velocemente, Lorenzo commetteva alla 13ª mossa una grave svista che permetteva all'avversario di andare in vantaggio di qualità. La brutta struttura pedonale del nostro giovane non lo aiutava a rimettere in sesto l'incontro, e Lorenzo doveva abbandonare molto presto. Diverso il discorso per Lorenzo Pedoni, che aveva di fronte il Maestro bellunese Alberto Barp (ELO 2180). Il giovane di Ponderano faticava per reggere la pressione del veneto, particolarmente sulla colonna d, ma un paio di imprecisioni dell'avversario ben sfruttate lo riportavano prima in parità e poi addirittura in leggero vantaggio. Con entrambi i giocatori a corto di tempo, si entrava in un finale non semplice e Lorenzo prima non approfittava di una possibilità per consolidare il lieve vantaggio ottenuto, poi non calcolava bene una mossa che ribaltava di colpo le sorti dell'incontro. A questo punto Lorenzo tentava un contrattacco disperato, ma la difesa puntuale di Barp guadagnava un pezzo costringendo il nostro ragazzo all'abbandono.

- Campionati Italiani Giovanili: Ottavo Turno

Si suole dire che “la fortuna aiuta gli audaci” e questo aforisma può ben rappresentare la giornata odierna a Montesilvano, dove si è disputato l'ottavo turno dei Campionati Italiani Giovanili. Così, con un poco di fortuna la giornata è ben presto diventata trionfale, contando sei vittorie, una patta ed una sola sconfitta. Hanno vinto soprattutto i ragazzi che dovevano farlo, anche se con non pochi problemi. Tra gli Allievi Lorenzo Pedoni ha faticato ad aver ragione del brianzolo Christian Pirrello, lavorando con pazienza fino a riuscire a sfondare con le Torri. La vittoria ha permesso a Lorenzo di presentarsi all'ultimo turno con uno splendido quinto posto assoluto, per mantenere il quale dovrà necessariamente mettere in campo una prestazione superiore.

Tra i Cadetti Femminili Maria Palma, un poco appannata, ha rischiato grosso contro la triestina Lejla Juretic. Pur se si sono giocate poche mosse (ventuno in tutto), la partita è stata piena di capovolgimenti. Per ben tre volte Maria, giocando mosse non precise, permetteva alla Juretic di andare in forte vantaggio. In una posizione complicata la triestina non dava seguito alla linea migliore, consentendo a Maria di restare in gara. Alla mossa numero 17 succede l'incredibile: la Juretic gioca una mossa (più le tre successive) che le devastano immediatamente ed irrimediabilmente la posizione costringendola ad abbandonare. Malgrado abbia disputato forse l'incontro meno bello di tutto il torneo, Maria è riuscita quindi a conservare il punto di vantaggio sulle seconde: domani mezzo punto potrà essere sufficiente per la vittoria finale.

Anche Lorenzo Della Peruta può considerarsi oggi un poco fortunato, oltre che bravo. Lorenzo è stato bravo a mantenere la partita contro il cagliaritano Leonardo Bonali sul piano dell'equilibrio fino all'ingresso in un finale - assolutamente in parità - con Cavallo e sei pedoni a testa. A questo punto, dopo il cambio di Cavalli, il giovane sardo non determinava bene la strategia da usare; Lorenzo, invece, ne approfittava giocando il finale alla perfezione, riuscendo a promuovere a Donna e successivamente a costringere Bonali all'abbandono. Lorenzo ha consolidato così il terzo posto nel torneo Giovanissimi, agganciando a 7 punti i primi due giocatori della classifica, che oggi si sono divisi la posta nello scontro diretto. Domani Lorenzo se la vedrà con uno dei due per un posto sul podio.

Sono poi tornati alla vittoria Giulio Sunder, Ilaria Gnata e Dario Isoardi, che oggi ha finito prestissimo regolando il proprio avversario con un matto “del corridoio”.

E' continuata infine la serie di patte di Matteo Sunder, sempre con giocatori di forza inferiore, mentre la sconfitta di Davide Colpo poteva essere attesa alla vigilia in considerazione della forza del suo avversario. Con questa partita, comunque, anche Davide entrerà nel mondo dell'ELO FIDE, ancorché con un punteggio basso.

- 2º Torneo Semilampo “Scacchi Viventi”

Per la seconda volta siamo stati invitati, dal Gruppo “Manifestazioni Crevacuoresi in Piazza” ad organizzare un torneo semilampo in occasione della festa cittadina in stile medievale che comprende anche uno spettacolo serale di scacchi viventi. Proprio per questo motivo il torneo semilampo è stato intitolato “Scacchi Viventi del Marchesato di Crevacuore” e si è svolto all'aperto in mezzo ai preparativi della festa, con sfilate in abiti d'epoca e gruppi con tamburi che hanno messo a dura prova la concentrazione dei giocatori. Considerando la concomitanza con i Campionati Italiani Giovanili, che hanno ovviamente limitato il numero dei partecipanti, si sono presentati al via 16 giocatori che hanno dato vita ad un torneo combattuto. Tra di loro, tre giocatori alla loro prima esperienza che hanno quindi faticato non poco contro i giocatori più esperti: ma d'altronde, da qualche parte bisogna ben cominciare...

Il podio del torneo è stato appannaggio di giocatori non biellesi, con il gradino più alto occupato dall'amico vercellese Massimiliano Autino, ospite quasi fisso dei nostri tornei ed esperto del gioco rapido, che dopo un inizio rocambolesco contro il conterraneo Andrea Negro (vittoria per tempo in posizione inferiore) ha macinato risultati utili concludendo imbattuto con 5 punti. Alle sue spalle si sono classificati con 4,5 punti due giocatori di Casale Monferrato e per determinare la posizione in classifica si è dovuti ricorrere all'ARO, essendo il Buchholz totalmente pari: seconda posizione quindi per il CM Mauro Scagliotti e terzo posto per Enzo Torriano, autore di una prova eccellente, culminata con la vittoria alle spese del nostro CM Lorenzo Bardone e con la patta imposta al CM Matteo Migliorini. Primo dei nostri soci, quarto, proprio Migliorini con quattro punti, davanti all'ottimo Stefano Lavino (anch'egli con 4 punti). Premi di fascia per Niccolò Stefanini ed Edoardo Rizzi; premiati anche gli Under 16 presenti: Andrea Negro, Andrea Frassà, Gaetano Maltese ed Andrea Garbarini. Premio speciale infine per la signora Antonina Monticciolo, unica presenza femminile nel torneo ed al suo primo torneo.

- Campionati Italiani Giovanili: Sesto Turno

Il turno mattutino (il sesto) della seconda ed ultima giornata di doppia fatica dei Campionati Italiani Giovanili era dominato dallo scontro al vertice del torneo Giovanissimi Femminile tra la nostra Maria Palma e la capolista (a punteggio pieno) Silvia Albi Bachini Conti. Va da sé che il risultato avrebbe indirizzato la classifica finale, con Maria che arrivava attardata da una patta con mezzo punto in meno. E la nostra giovane cossatese non ci ha deluso, disputando uno splendido incontro, nel quale ha pian piano preso spazio sulla scacchiera, al costo di prezioso tempo sull'orologio. Malgrado lo zeitnot in cui ha giocato buona parte dell'incontro, Maria ha saputo trovare le mosse migliori, mancando però purtroppo un'occasione per uno scacco matto, verosimilmente per l'affanno portato dal cronometro. In un finale in cui l'avversaria riusciva a crearsi due pedoni passati Maria trovava il modo di fare sua una posizione per niente facile, costringendo all'abbandono la Albi Bachini Conti e guadagnando la testa della classifica.

Il sesto turno ci ha riservato anche la vittoria di Lorenzo Pedoni, che contro il suo avversario ha dapprima conquistato solidamente il centro per poi procedere all'attacco definitivo e di Lorenzo Della Peruta, che ha vinto in poco tempo contro il pugliese Gioele Serio.

Tra gli allievi era in programma il derby chiavazzese tra Giulio Sunder e Davide Colpo, terminato subito con patta d'accordo, mentre il risultato di patta è uscito anche nell'incontro di Matteo Sunder, alle prese con un giocatore sulla carta nettamente inferiore, per cui il risultato finale non può sicuramente essere soddisfacente.

E neanche la prestazione di Ilaria Gnata può essere definita completamente soddisfacente, in considerazione che la giovane di Valle San Nicolao sta lasciando sulle scacchiere troppi punti, incluso quello perso oggi, in un incontro dove Ilaria si è lasciata schiacciare dalla pressione della ferrarese Lara Scagliarini. Chissà cosa passa nella sua testolina, visto che alterna prestazioni ottime contro giocatori nettamente più forti (vedi il recente torneo di Novara) a prestazioni deboli contro avversari potenzialmente molto più abbordabili.

Per finire dobbiamo annotare la sconfitta anche di Dario Isoardi che in una posizione inferiore ma ancora giocabile - soprattutto a queste età - si lasciava ingolosire da un pedone messo abilmente in presa dal suo avversario allo scopo di aprire una diagonale. La presa effettuata senza riflessione ha portato allo scacco matto immediato.

- Campionati Italiani Giovanili: Settimo Turno

Il turno pomeridiano di oggi è stato decisamente positivo per i nostri colori, con ben cinque vittorie, due patte e solo una sconfitta. Ma soprattutto ci ha consegnato tre dei nostri ragazzi tra i primi dieci della classifica del loro torneo. Tra i Cadetti Femminili ha allungato decisamente il passo Maria Palma, che dopo le oltre quattro ore di gioco del mattino ha superato abbastanza agevolmente l'ostacolo Giulia Giordano prendendo il sopravvento già dopo le prime mosse, complici un paio di imprecisioni della cagliaritana che Maria non si è lasciata sfuggire. La posizione volgeva quindi ben presto a favore della cossatese che guadagnava un Cavallo vincendo il finale grazie anche alla forte coppia di Alfieri. Il contemporaneo risultato di parità in seconda scacchiera ha fatto sì che Maria, a due turni dalla conclusione dei Campionati, si ritrovi con un punto di vantaggio sulle inseguitrici più prossime.

Insieme a Maria, l'unico altro nostro rappresentante al momento ancora imbattuto è Lorenzo Della Peruta, che con la vittoria di oggi alle spese del grossetano Leonardo Russo, già Campione Italiano Under 10 due anni fa, raggiunge il terzo posto nella classifica provvisoria. Lorenzo - con il Nero - usciva bene dall'apertura e il Gambetto Scozzese giocato dal Bianco non portava il compenso sperato; successivamente il nostro rappresentante manteneva la giusta pressione, approfittando anche di un paio di mosse passive dell'avversario, fino all'abbandono (probabilmente frettoloso) di quest'ultimo nel momento in cui stava per cadere un secondo pedone. La posizione non era sicuramente favorevole al Bianco, ma altrettanto sicuramente avrebbe potuto essere ancora giocata. Buon per Lorenzo, che ha così risparmiato energie per i due ultimi, decisivi, turni.

E' entrato nei primi dieci della propria classifica anche Lorenzo Pedoni che non ha avuto grosse difficoltà a superare il veneto Alessio Simonetto portandosi in ottava posizione con 5 punti. Il torneo degli Allievi è molto combattuto e a 5 punti troviamo 15 giocatori: gli ultimi turni saranno quindi particolarmente decisivi e un passo falso costerebbe diverse posizioni in classifica.

Le restanti due vittorie della giornata sono arrivate da Giulio Sunder e Davide Colpo, per i quali il punto potrà sicuramente fare morale (oltre che classifica).

Speriamo che faccia morale anche il mezzo punto ottenuto da Ilaria Gnata, che con questa prestazione ha cancellato lo zero nel tabellino dei punti ottenuti contro avversari dotati di ELO FIDE, mentre il mezzo punto di Matteo Sunder contro un altro avversario sulla carta inferiore non può soddisfare appieno.

Sta infine forse finendo la benzina Dario Isoardi, che è uscito dal doppio turno con due sconfitte, originate entrambe dall'aver smesso di pensare adeguatamente prima di muovere. Nel settimo turno, infatti, il nostro giovanissimo rappresentante ha lasciato ben presto un pezzo in presa compromettendo l'esito della partita. Va comunque sempre ricordato che stiamo parlando di un bambino di sei anni, che risulta tra l'altro essere il secondo più giovane presente alla competizione (ci sono infatti solo tre iscritti nati nel 2009) e che tra di loro è attualmente il migliore.

- Campionati Italiani Giovanili: Quinto Turno

Il tempo passa in fretta (soprattutto quando ci si diverte!) e siamo già al giro di boa dei Campionati Italiani Giovanili con il quinto turno che è andato in scena oggi. Risultati abbastanza positivi per i nostri colori, con un paio incontri che potevano portare a risultati migliori e quindi ci hanno lasciato un pizzico di rammarico. Nel computo finale di tre vittorie, due patte e tre sconfitte cominciamo con il rilevare la vittoria di entrambe le nostre due ragazze: Maria Palma con una delle sue classiche partite posizionali incrementava mossa dopo mossa il proprio vantaggio fino alla vittoria finale, mentre Ilaria Gnata sfatava finalmente il tabù del Bianco e otteneva una vittoria senza troppi problemi, riuscendo a sfondare sul lato di Re. Domani per Maria ci sarà l'incontro con la capolista, già decisivo per la classifica finale, mentre Ilaria avrà l'occasione di cancellare un altro zero dal suo tabellino: le vittorie contro avversarie con ELO FIDE.

Tra gli Allievi Lorenzo Pedoni, contro il CM milanese Davide Podetti (ELO 2127), giocava un incontro dalle sorti molto altalenanti. Dopo un'apertura non perfetta Lorenzo si trovava a metà partita con la possibilità di andare in vantaggio decisivo ma non si accorgeva della combinazione. Successivamente aveva ancora un'opportunità di prendere le redini del gioco, ma la mossa che giocava faceva invece ribaltare la posizione a favore del suo avversario che otteneva la vittoria alcune mosse dopo. Sconfitto anche Giulio Sunder, mentre otteneva mezzo punto Davide Colpo, che disputava una buona partita, gestendo correttamente un finale di Torri.

Sorti opposte per i nostri Giovanissimi: se Lorenzo Della Peruta fermava sulla patta il torinese Gabriele Zenere (per il quale il nostro Lorenzo pare rappresenti una sorta di “bestia nera”) dopo un incontro in cui entrambi mancavano la possibilità di portarsi in territorio favorevole, Matteo Sunder veniva sconfitto da un giocatore con un centinaio di punti ELO in meno rispetto al nostro ragazzo. Che Matteo sia partito troppo convinto delle proprie possibilità dopo essere stato il penultimo giocatore a doversi arrendere, nella simultanea giocata nella serata di mercoledì, al Maestro Internazionale Alessio Valsecchi? Detto per inciso, nella simultanea che ha visto 101 giocatori sfidare alcuni tra i giocani più promettenti (ovvero già affermati) del panorama scacchistico italiano c'era anche un poco di Valle Mosso: il commento tecnico a beneficio del pubblico è infatti stato affidato al Maestro Marco Ubezio.

Tra i Piccoli Alfieri non cessa di farci gioire Dario Isoardi, che ha ripreso il cammino con una bella vittoria, maturata malgrado una partenza un poco problematica, dalla quale Dario è riuscito a uscire fino al matto finale.

Domani è in programma il secondo giorno con doppio turno. prima del gran finale con gli incontri di sabato pomeriggio e domenica mattina.

- Edoardo Rizzi è Terza Categoria Nazionale

Rispetto agli altri giovani del circolo ha iniziato a giocare più tardi, a quasi diciotto anni, ma in pochi mesi ha già mostrato di avere la voglia (soprattutto) e le possibilità di recuperare il tempo perduto: Edoardo Rizzi, dopo l'aggiornamento dei punteggi di inizio luglio, può ora festeggiare la promozione a Terza Categoria Nazionale ottenendo l'ELO FIDE a 1554 punti, grazie alla prestazione nel recente torneo di Novara.

Ad Edoardo vanno i complimenti del Direttivo dello Scacchi Club Valle Mosso e di tutti i soci, con l'auspicio che non gli venga meno la voglia di continuare a migliorarsi.

- Campionati Italiani Giovanili: Terzo Turno

Il terzo turno dei Campionati Italiani Giovanili si è disputato in orario mattutino, in quanto la terza giornata di gare coincideva con la prima giornata di doppia fatica per i giovani scacchisti giunti sulle rive dell'Adriatico. Per i nostri ragazzi sono anche iniziate le prime difficoltà, in particolare per Lorenzo Pedoni, che si è visto appaiato con il numero uno di tabellone, il brianzolo Luca Moroni jr, Maestro Fide ma con un ELO ampiamente da Maestro Internazionale (2437). E Lorenzo si merita i complimenti, malgrado la sconfitta, perché sulla scacchiera non si sono visti i 500 punti di differenza, con il nostro giovane che entrava in finale in posizione pari, per poi disunirsi di fronte alla migliore tecnica dell'avversario. Tra gli Allievi sono stati sconfitti anche i nostri altri due rappresentanti: Giulio Sunder, anche lui contro un avversario sulla carta più forte, e Davide Colpo, che non riusciva ad ingranare e si lasciava sopraffare dall'avanzata dei pezzi del suo avversario.

Buone notizie sono arrivate invece dai Cadetti Femminili, con le vittorie di entrambe le nostre ragazze: Maria Palma ha sfruttato a dovere in finale il pedone di vantaggio che si era procurata, mentre Ilaria Gnata non ha avuto grossi problemi ad ottenere il punto nel proprio incontro.

Doppia vittoria anche nei Giovanissimi, sia con Lorenzo Della Peruta che con Matteo Sunder, ma se Lorenzo non faticava eccessivamente a portare a casa la vittoria, va raccontato l'incredibile incontro di Matteo. Partito male in apertura, iniziava a giocare bene riuscendo a recupare la posizione, portandosi anche in vantaggio. Ma poco dopo si ritrovava in svantaggio di una Torre, anche se con un attacco molto forte. Dopo una lunga riflessione il suo avversario commetteva però un clamoroso errore, consegnando la vittoria in una mossa a Matteo che, arrivato sulla scacchiera, giocava ancora una volta troppo impulsivamente non avvedendosi della mossa di matto. Fortunatamente la partita si chiudeva comunque a suo favore qualche mossa più tardi.

E' continuato infine l'ottimo cammino del debuttante Dario Isoardi, che ha ottenuto una patta che ha lasciato un poco l'amaro in bocca: in vantaggio di materiale, infatti, Dario subiva lo scacco perpetuo del suo avversario. Ma chi avrebbe scommesso su due punti e mezzo in tre partite solo tre giorni fa?

- Campionati Italiani Giovanili: Quarto Turno

Quarto turno più complicato del previsto per i nostri ragazzi che oggi pomeriggio hanno collezionato solo due vittorie e tre patte. Si è sbloccato finalmente tra gli Allievi Davide Colpo, che ha cancellato lo zero dal suo tabellino con una vittoria che speriamo possa essere di buon auspicio per il prosieguo del torneo. Vittorioso anche Lorenzo Pedoni che si è riscattato prontamente dopo la battuta d'arresto del mattino, mentre ha chiuso in parità Giulio Sunder.

Patta un poco a sorpresa per Maria Palma contro un'avversaria comunque di pari esperienza, la bolognese Lyn Jane Manguerra (ELO 1696). Maria andava in vantaggio di due pedoni, che non riusciva però a sfruttare in quanto non si avvedeva di un tatticismo, per la verità oltremodo complicato. La giovane cossatese provava a cambiare due pezzi per una Torre della bolognese, ma le sorti dell'incontro rimanevano in parità, anche grazie alla forza della coppia di Cavalli dell'avversaria. Sconfitta invece per Ilaria Gnata, che incredibilmente non riesce a vincere con il Bianco (due sconfitte) ma solo con il Nero (due vittorie).

L'incontro migliore della giornata è sicuramente quello di Lorenzo Della Peruta che, opposto al numero uno di tabellone, il senese Francesco Bettalli (ELO 1889), disputava tre quarti dell'incontro praticamente perfetti. Un'imprecisione di Bettalli ottimamente sfruttata lo portava in vantaggio decisivo, ma purtoppo Lorenzo si disuniva nel momento di infliggere i colpi decisivi (timore reverenziale?) mancando diverse occasioni per fare suo l'incontro. Bettalli riusciva così a recuperare lo svantaggio di due pedoni e l'incontro, ancora il posizione favorevole per il nostro socio, si chiudeva con una patta che ha lasciato un poco di amaro in bocca per un'occasione sprecata contro un avversario noto per essere molto solido. Non è purtroppo riuscito a centrare un'altra vittoria Matteo Sunder che ha disputato una partita sostanzialmente pari per la prima metà, ma quando la posizione cominciava a essere meno favorevole incappava in un grave errore che gli costava un pezzo e - poche mosse più tardi - l'incontro.

Si è fermato infine il cammino positivo di Dario Isoardi, anche lui alle prese con il numero uno di tabellone, già Terza Nazionale con ELO FIDE, contro il quale poteva fare poco.

- Campionati Italiani Giovanili: Secondo Turno

Anche il secondo turno dei Campionati Italiani Giovanili si è chiuso, come il primo, con sei vittorie e due sconfitte. Hanno vinto senza grossi problemi Matteo Sunder ed il fratello Giulio; facile anche la vittoria di Maria Palma che ha progressivamente aumentato il vantaggio (un pedone, due pedoni, un pezzo) fino all'abbandono dell'avversaria. Da sottolineare le vittorie dei nostri due Lorenzo: negli Allievi Lorenzo Pedoni ha sconfitto l'astigiano Agostinetto (e sono 3 - 0 per Valle Mosso in due giorni nei derby con gli amici astigiani) dopo un incontro altamente complicato e lungo, con possibilità per entrambi i giocatori di far volgere a loro favore il risultato. Alla fine è stato però Lorenzo a guadagnare due pedoni che lo hanno portato alla vittoria. Molto coraggiosa (ma ben ponderata) la vittoria di Lorenzo Della Peruta che si ritrovava, dopo un sacrificio dell'avversario sul proprio arrocco, a decidere se accettare lo scacco perpetuo e pattare l'incontro o provare a forzare la vittoria. Il nostro giovane, pur con il Re esposto, si trovava con due Torri e Alfiere contro la Donna dell'avversario e, dopo aver pensato lungamente, optava per rifiutare il perpetuo, riuscendo prima a mettere il Re al riparo per poi sfruttare la superiorità di materiale ed ottenere il punto pieno.

L'ultima vittoria da raccontare oggi è quella ottenuta da uno splendido Dario Isoardi, che contro un avversario di oltre due anni più “anziano” vinceva un bell'incontro dopo circa un'ora e un quarto di gioco (e parliamo di un piccolo di sei anni!) con grande determinazione e concentrazione.

Le sconfitte del secondo turno sono arrivate da Ilaria Gnata e Davide Colpo. Subito in difficoltà contro una Difesa non ancora ben conosciuta, Ilaria non riusciva a recuperare la posizione per cadere poi in un tatticismo che le costava l'incontro; Davide, invece, continua a patire l'emozione del debutto alla competizione nazionale e cedeva dopo poco tempo anche nel secondo incontro.

Nella giornata di domani è previsto il primo dei due doppi turni di gioco: si cominceranno quindi a vedere delle classifiche meglio definite.

- Campionati Italiani Giovanili: Primo Turno

Il primo turno dei Campionati Italiani Giovanili è filato via senza grossi sussulti e sostanzialmente in linea con le attese: i nostri ragazzi hanno portato a casa sei vittorie e due sconfitte. Hanno vinto tutti i favoriti, ovvero Lorenzo Pedoni, Maria Palma e Lorenzo Della Peruta, che non hanno avuto grossi problemi con i rispettivi avversari, contro i quali sono andati progressivamente in vantaggio di posizione e di materiale fino alla vittoria finale. Sono partiti con il piede giusto - e la cosa fa ovviamente molto piacere e ben sperare per il prosieguo - Matteo Sunder, che dopo un'apertura poco ambiziosa ha sfruttato a dovere alcune piccole imprecisioni del suo avversario; Ilaria Gnata, che dopo essersi vista clamorosamente appaiata con un maschio (!) ha surclassato, dopo il rifacimento del turno, la sua avversaria in un incontro senza storia, ed infine il piccolo Dario Isoardi, che, ottenendo Donna e partita, ha superato il suo avversario a cui rendeva più o meno un anno e mezzo di età.

Sconfitte preventivabili invece per Giulio Sunder e Davide Colpo: partiti nella seconda parte del tabellone avevano oggettivamente di fronte giocatori troppo forti. Il loro torneo parte di fatto domani con il secondo turno.

- Campionati Italiani Giovanili

E anche quest'anno è arrivato il momento della massima competizione nazionale riservata agli Under 16: i Campionati Italiani Giovanili che inizieranno domani in Abruzzo a Montesilvano. La spedizione del nostro circolo, guidata come ormai da diversi anni dal Maestro Marco Ubezio in veste di Delegato Regionale, è quest'anno formata da otto giovani, un numero non elevatissimo ma composto da ragazzi che possono sicuramente fare bene.

Nella categoria maggiore, gli Allievi, giocheranno per l'ultima volta Lorenzo Pedoni, Giulio Sunder e Davide Colpo: da Lorenzo, in particolare, speriamo di vedere delle buone prove, in considerazione della crescita dimostrata in questi ultimi mesi; Giulio ha la possibilità di fare un buon torneo, anche se potrebbe pagare un difetto di esperienza non avendo disputato molte gare; Davide infine dovrà invece sicuramente faticare e sarà importante che riesca a mantenere la giusta attenzione sulla scacchiera.

Tra i Cadetti (Under 14) fanno il loro debutto le uniche due ragazze della competizione: la Campionessa Italiana uscente della categoria Giovanissimi Maria Palma ed Ilaria Gnata. Maria si presenta sicuramente tra le favorite per la conquista del titolo nazionale, ancorché sia al primo anno tra i Cadetti: le sue recenti prestazioni ed il suo punteggio ELO (di gran lunga il migliore tra le iscritte) testimoniano bene la sua forza di gioco. Ilaria, dal canto suo, non ha nulla da perdere: detto che vale sicuramente di più dei punti ELO che attualmente possiede, ci aspettiamo da lei un buon torneo mettendo da parte una volta per tutte le paure che ogni tanto la attanagliano.

Tra i Giovanissimi il nostro circolo schiera due giovani dalle grandi potenzialità, che potranno dimostrare appieno solo se riusciranno a tenere a freno la loro innata esuberanza: Lorenzo Della Peruta, già Campione Italiano Piccoli Alfieri, ha ritrovato da qualche tempo una buona forma che lascia ben sperare; Matteo Sunder potrebbe essere una bella sorpresa, ma dovrà evitare di scambiare gli incontri per delle partite “lampo”.

Ed infine, il più piccolo del gruppo: Dario Isoardi, che dall'“alto” dei suoi sei anni compiuti da poco, debutta nel Campionato Italiano tra i Piccoli Alfieri con, da un lato, la prospettiva di giocare nella categoria anche i prossimi due anni, dall'altro, la prospettiva di fare già bene quest'annno grazie alla sua forte determinazione; anche per lui vale la considerazione di giocare pensando il dovuto senza scambiare le partite per una corsa contro il tempo.

Da tutto il circolo un grande “in bocca al lupo” a tutti i nostri ragazzi, che seguiremo partita dopo partita su questo sito.

- 2º Open “Città di Novara”

Diversi nostri soci hanno preso parte lo scorso fine settimana alla seconda edizione dell'Open “Città di Novara”, riportando complessivamente risultati più che buoni. Il torneo vedeva al via ventisette giocatori, tra i quali sulla carta la vittoria doveva essere decisa tra i primi quattro giocatori del tabellone. Invece è stata la CM pugliese Gaia Paolillo, quinta di tabellone a spuntarla con 4,5 punti su 5, grazie alla vittoria al quarto turno contro il Maestro locale Marco Angelini. Secondo classificato il nostro CM Lorenzo Bardone (secondo anche di tabellone) con 4 punti; stesso punteggio e sul gradino più basso del podio il CM Matteo Migliorini, che era invece partito con il numero quattro di tabellone. Da segnalare che i primi quattro classificati (quarto è giunto il CM novarese Vincenzo Montilli) hanno terminato il torneo senza sconfitte; i nostri due Candidati Maestri si avvicinano così ancor di più alla soglia dei 2200 punti.

Positivo anche il torneo di Lorenzo Della Peruta, primo tra gli Under 16, che ha confermato i progressi di questi ultimi mesi, soprattutto in tema di concentrazione sulla scacchiera. Risultato positivo anche per Edoardo Rizzi che, al suo secondo torneo ufficiale e dopo aver iniziato a giocare solo da pochi mesi, ottiene contemporaneamente ELO FIDE e Terza Categoria Nazionale. Malgrado alcuni errori di inesperienza colpiscono positivamente di Edoardo la voglia di mettersi in gioco nell'affrontare questa avventura; peccato che non abbia iniziato prima!

Il torneo di Novara si è rivelato positivo anche per Ilaria Gnata, autrice di una bella vittoria contro Emanuele Rossi (ELO 1608) tutta condotta in attacco e di un incontro giocato per gran parte alla pari con Marco Barbero (ELO 1965). E' evidente che l'ELO attuale di Ilaria non la rappresenti assolutamente, come è anche evidente che i suoi margini di miglioramento siano molto ampi; peccato per l'incredibile svista all'ultimo incontro che le è costato il matto.

Torneo difficile infine per Davide Colpo, che non ha ancora trovato il modo di vincere la sua emotività e di canalizzare il proprio ragionamento verso il giusto piano strategico da seguire, abilità che sicuramente potranno migliorare con l'esperienza.

- 1º Semilampo “Scacco Piazzo”

Si può definire un successo la prima edizione di un nuovo torneo semilampo, disputata oggi nel Borgo Storico di Biella, il Piazzo, e simpaticamente intitolata “Scacco Piazzo” dai Commercianti del Borgo e dalla Pro Loco di Biella, ai quali va dato merito dell'idea che, per parte nostra, abbiamo contribuito a rendere possibile. La buona riuscita della manifestazione non era così scontata, sia perché la prima edizione di un torneo è sempre un'incognita, poi perché non avevamo avuto molto tempo per pubblicizzarla e la data cadeva in un periodo non propriamente felice (ponte del 2 giugno, Sante Comunioni e Cresime) ed infine per il numero dei turni, nove, con la durata che abbracciava tutta una giornata.

Il torneo era anche l'occasione per ritornare in città con un Semilampo e - soprattutto - per festeggiare il nostro venticinquesimo compleanno.

I ventiquattro partecipanti, tra i quali un ringraziamento particolare va agli amici del circolo di Vercelli e alla famiglia Pisani che ci ha raggiunto da Nichelino, hanno dato vita ad un torneo molto combattuto, come ha testimoniato il risultato finale, con i Candidati Maestri Giovanni Siclari e Ludovico Bargeri che hanno terminato a 8 punti su 9, con pari Buchholz Cut 1 e solo con mezzo punto di scarto nel Buchholz totale, che ha alla fine premiato Siclari. Terzo classificato è risultato il Maestro Marco Ubezio (6 punti), che ha preceduto di mezzo punto Giorgio Valenzano ed il CM Lorenzo Bardone. I premi speciali sono invece stati conquistati da due ragazzi del circolo di Vercelli: Andrea Negro (primo NC) ed Enrica Carando (prima femminile). Da segnalare il coraggioso debutto di Andrea Frassà, reduce dai Campionati Studenteschi, ma che da poco si è avvicinato alla scacchiera, mentre è continuata la crescita sia di Edoardo Rizzi, un altro ragazzo che solo da pochi mesi frequenta con buona continuità il nostro circolo, che del piccolo Dario Isoardi, sempre dotato di una grinta non comune per la sua età.

Durante la cerimonia di premiazione è stata consegnata ai nostri soci, come ricordo del compleanno del circolo, una speciale tazza sulla quale è stato stampato un disegno creato dal Presidente Bruno Norbiato.

- 18/5/2015 - Campionato Regionale Giovanile Under 16

Il nostro circolo ha organizzato ieri, nella cornice di Città Studi, l'edizione 2015 del Campionato Regionale Giovanile Under 16, che oltre a laureare i Campioni Regionali, era anche valido come prova di qualificazione per i prossimi Campionati Italiani. Hanno risposto all'appello, per sfidarsi nelle cinque categorie (da Under 8 a Under 16), 55 giocatori da tutto il Piemonte, un numero però purtroppo decisamente inferiore a quelle che potrebbero essere le potenzialità del movimento scacchistico regionale, anche in considerazione dell'assenza a Biella di alcuni circoli.

In base all'età dei partecipanti sono stati disputati quattro tornei separati: nel Torneo Allievi è arrivato l'unico titolo per il nostro circolo grazie a Lorenzo Pedoni, primo con 5 punti su 6 davanti ad Andrea Carollo e Marco Mina. Tra le ragazze il titolo è andato alla vercellese Enrica Carando, qualificata per i Nazionali insieme al verbanese Matteo Baraldi.

Nel torneo Cadetti (la gara con meno partecipanti, solo sette tra assoluto e femminile) non ha avuto problemi il numero uno di tabellone Mirko Lizzul-Coppe, unico a terminare a punteggio pieno il torneo, che ha preceduto Francesco Mariotti ed Alessandro Varlotta. Si è invece aggiudicata il titolo femminile la novarese Chiara Cucchi (terza assoluta), davanti alla nostra Ilaria Gnata. Oltre alla Cucchi ha ottenuto la qualifica in questo torneo Alessandro Varlotta.

Più folta la partecipazione nella categoria Giovanissimi (Under 12) con sedici iscritti, regolati dal torinese Leone Buffa con 5 punti, che ha superato per spareggio tecnico Enzo Tripodi, con ottima terza assoluta - e Campionessa Regionale - Emanuela Petrini (Circolo di Nichelino) che ha a sua volta preceduto Lorenzo Zara. Piazza d'onore tra le ragazze per Federica Vellano, davanti a Martina Baraldi. Enzo Tripodi, Lorenzo Zara, Emanuela Petrini e Federica Vellano hanno ottenuto anche la qualificazione per la fase Nazionale.

Le restanti due categorie, Pulcini e Piccoli Alfieri, sono state invece accorpate in un unico torneo a causa dell'insufficiente numero di partecipanti nel torneo Under 8 (tra cui nessuna bambina). Ha trionfato con 5,5 punti Nicolò Briata, che da Canelli sta seguendo le orme del fratello maggiore. Nicolò ha distanziato di mezzo punto Leonardo Catalano ed Alberto Rotondaro. Il titolo femminile è andato a Lucia Macagno, anche lei come Nicolò del circolo di Asti, che ottiene così una bella doppietta nella categoria Under 10. Sul podio della classifica femminile sono salite anche la vercellese (alla prima esperienza in un torneo ufficiale) Jasmine Ben Hamouda e la nostra Lisa Crestani. Tra gli Under 8 il titolo è invece stato conquistato dal torinese Giorgio Gola, davanti a Paolo Donatelli ed al nostro Dario Isoardi, il più piccolo del gruppo insieme a Riccardo Rotondaro (entrambi classe 2009). Da segnalare che Giorgio Gola ha ottenuto il quinto posto assoluto con 4 punti, mentre Paolo Donatelli con gli stessi punti si è classificato ottavo e Dario Isoardi (con 3 punti) è giunto nono, risultati di tutto rispetto in un torneo che comprendeva 22 giocatori, 17 dei quali di categoria superiore alla loro. Il nutrito numero di iscritti ha permesso anche a diversi di loro di ottenere la qualificazione: il pass per Montesilvano è andato quindi a Leonardo Catalano, Alberto Rotondaro, Manuel Rotundo, Giorgio Gola, Paolo Donatelli, Lucia Macagno e Jasmine Ben Hamouda.

- Il GM Petkov vince il 2º Memorial “Renato Morgante”!

Se già la prima edizione del Memorial “Renato Morgante” era stata un successo, la seconda edizione lo è stata ancor di più, come ha confermato il numero dei partecipanti, passato da 76 a ben 92 giocatori. La luminosa palestra comunale di Lenta (VC), messa a disposizione dal Comune (che ringraziamo nella persona del Sindaco Pino Rizzi) ed appositamente attrezzata per lo svolgimento di un torneo di scacchi, ha ospitato tra gli altri due Grandi Maestri (il bulgaro Vladimir Petkov ed il serbo Miroljub Lazic), tre Maestri Internazionali (gli italiani Andrea Stella e Daniele Genocchio con il croato Milan Mrdja) e quattro Maestri FIDE (Il giovanissimo Luca Moroni jr, oramai quasi Maestro Internazionale, il torinese Alberto Pulito, l'eporediese Fabrizio Ranieri e il bresciano Sergio Braghetta). Ottima la partecipazione dei giovani, con 22 Under 16 che salgono a 30 se si includono gli Under 18, compresi alcuni giovani alla loro prima esperienza in un torneo a gioco rapido di nove turni.

Va sottolineato come il torneo sia stato reso possibile grazie alla ditta Riso Morgante di Lenta, che ringraziamo per il supporto e che – ricordiamo – ha voluto intitolare il trofeo al sig. Renato Morgante, importante figura imprenditoriale della zona della Baraggia Vercellese. Un ringraziamento va anche agli amici del Circolo Scacchistico Vercellese guidati dal Presidente Attilio Tibaldeschi per la collaborazione prestata, ed al gruppo di giocatori bresciani guidati dall'infaticabile Aristide Zorzi, giunti a Lenta in forze (erano in dieci!) e sicuramente il gruppo arrivato da più lontano.

Al termine dei nove turni il torneo è stato vinto da Vladimir Petkov con 7,5 punti su 9, unico giocatore a concludere imbattuto, precedendo di mezzo punti ben 5 giocatori, a testimonianza di una gara incerta fino all'ultimo, regolati da Andrea Stella e Daniele Genocchio (questi già terzo lo scorso anno). Quarto assoluto Miroljub Lazic davanti ai CM Claudio Mangione e Alexandru Cacinschi. Settimo posto per Luca Moroni jr, capace di chiudere la mattinata a punteggio pieno e di fermare sulla patta il vincitore, per rimanere poi attardato dalla sconfitta patita per mano di Genocchio.

Tra i nostri soci, presenti in buon numero, il migliore è risultato il Maestro Marco Ubezio (13º assoluto) con 6 punti, gli stessi ottenuti dal CM Lorenzo Bardone (18º), entrambi premiati nelle loro rispettive fasce di punteggio. A premi, nelle categorie speciali e di fascia, anche Stefano Lavino ed Ilaria Gnata.

Il torneo, diretto come lo scorso anno dal nostro Arbitro Candidato Nazionale Antonello Migliorini coadiuvato dal pari categoria Stefano Ielardi di Novara, ha segnato verosimilmente il debutto in Piemonte di una nuova cadenza di gioco: al posto dei classici 15 minuti per giocatore si è giocato con 12 minuti a testa più incremento di 5 secondi a mossa. La nuova cadenza è stata apprezzata e ha consentito di assistere a finali giocati senza la frenesia tipica degli zeitnot, garantendo comunque il sostanziale rispetto delle tempistiche complessive di svolgimento della manifestazione.

- Lorenzo Della Peruta è Seconda Categoria Nazionale

L'aggiornamento mensile dei punteggi ELO ci porta ancora delle ottime notizie, con il passaggio alla Seconda Categoria Nazionale di Lorenzo Della Peruta, che supera quota 1600 grazie alla bella prestazione sfoderata al recente 4º Torneo “Città di Pavia”. La speranza è che i progressi messi in mostra da Lorenzo in questi ultimi mesi, che lo hanno visto essere molto più riflessivo sulla scacchiera, possano essere di buon auspicio per l'appuntamento del prossimo luglio con i Campionati Italiani Giovanili. Per il momento al giovane grignaschese vanno i complimenti del Direttivo e dei Soci dello Scacchi Club Valle Mosso.

- Campionato Italiano a Squadre: Quinto Turno

Il quinto turno per la nostra squadra di Serie C era il classico appuntamento da “dentro o fuori”: contro Omegna avevamo un solo risultato, la vittoria, che ci avrebbe garantito la matematica salvezza. La sconfitta avrebbe invece significato retrocessione, mentre un pareggio ci avrebbe obbligati ad attendere il risultato dell'Alfieri 2.

Dopo un pomeriggio ad altissima tensione emotiva, alla fine l'agognata vittoria è finalmente arrivata e così la squadra capitanata da Antonello Migliorini ha potuto gioire per un risultato che sembrava ormai un miraggio. Le cose infatti cominciavano molto male, con Dario Borghi che confermava la maledizione della terza scacchiera (nessuna vittoria in cinque turni da parte delle nostre terze scacchiere!) omaggiando il punto pieno all'esperto Alberto Buzio (ELO 1815) prima non accorgendosi di un tatticismo che guadagnava un pezzo, poi perdendo il proprio vantaggio posizionale ed infilarsi infine in una rete di matto. Ci pensava a questo punto Maria Palma a riequilibrare le sorti dell'incontro superando Alessio Trisconi (ELO 1591) grazie ad un micidiale scacco con contemporaneo guadagno della Donna. L'attenzione si spostava sulla prime due scacchiere, da dove sarebbero dovuti arrivare almeno un punto e mezzo, ma dove la situazione non era particolarmente rosea. Infatti in prima scacchiera Paolo Drago era andato in svantaggio di qualità contro Francesco Claudio Agnello (ELO 1875) ed in seconda Lorenzo Pedoni era passato in posizione inferiore contro Luciano Fattorelli (ELO 1880). Paolo non si dava per vinto e riorganizzava i propri pezzi, approfittando di una pausa nella manovra di attacco avversario (e di un Alfiere di fatto inservibile) per recuperare pian piano spazio fino a rendere imparabile la promozione di un pedone e il matto successivo. La situazione di Lorenzo era però nel frattempo peggiorata a vista d'occhio, ma quando tutti pensavano al 2-2 finale, ecco che un attacco di Donna apparentemente letale permetteva a Pedoni di trovare un insperato scacco perpetuo che portava la patta e la nostra vittoria finale per 2,5-1,5 con annessa salvezza. Era a questo punto Omegna che doveva attendere i risultati dell'Alfieri 2: la sconfitta di quest'ultima per mano di Ivrea ha quindi condannato la squadra torinese alla retrocessione in Serie Promozione insieme a Ciriè, mentre Ivrea ha ottenuto la meritata promozione in Serie B. La nostra squadra ha chiuso al terzo posto con 5 punti squadra e 9 punti scacchiera davanti ad Omegna, quarta per i migliori punti scacchiera nei confronti dell'Alfieri 2. Tutti i risultati sono disponibili sulla pagina dedicata al CIS.

- Il 5 per mille allo Scacchi Club Valle Mosso

Anche per il corrente anno sarà possibile sostenere le iniziative dello Scacchi Club Valle Mosso con la propria dichiarazione dei redditi, scegliendo di destinare il 5 per mille dell'IRPEF al nostro/vostro circolo, quale Associazione Sportiva Dilettantistica.

Per esercitare questa scelta è sufficiente apporre la propria firma nell'apposito riquadro "Sostegno alle associazioni sportive dilettantistiche..." presente nello specifico modulo dedicato alla destinazione del 5 e dell'8 per mille, riportando il codice fiscale dello Scacchi Club: 92007160028. Clicca qui per un esempio di compilazione.

Ricordiamo che la scelta non aumenta in alcun modo l'importo delle imposte dovute e non è alternativa alla scelta per la destinazione dell'8 per mille.

Lo Scacchi Club Valle Mosso ringrazia fin d'ora chi vorrà, con la propria firma, dimostrare anche in questo modo il sostegno al circolo.

- Campionati Giovanili Studenteschi - Fase Regionale

Sono state sette le squadre delle scuole biellesi che hanno oggi affrontato la lunga e stancante trasferta a Cuneo per disputare la fase regionale dei Campionati Giovanili Studenteschi. Con il supporto organizzativo fornito dal nostro circolo le scuole qualificate nella fase provinciale hanno partecipato con obiettivi ovviamente ben diversi l'una dall'altra.

Ottimo il risultato dell'I.T.I.S. “Quintino Sella” di Biella, che ha ottenuto il titolo di Campione Regionale nella categoria Allievi, con una squadra composta da due nostri soci, Lorenzo Pedoni e Giulio Sunder, insieme a Ludovico Carraria Martinotti, Matteo Colucci, Francesco Pella ed Andrea Frassà. Con 9 punti complessivi i ragazzi di Biella hanno superato di una lunghezza il “Majorana” di Torino qualificandosi così per la fase nazionale di Assisi.

Anche negli Juniores, come prevedibile ma non così scontato, sono arrivate buone notizie con il successo dei favoriti del Liceo Scientifico “Cocito” di Alba (CN) con il nostro Paolo Drago in prima scacchiera, ed il secondo posto del Liceo Scientifico “A. Avogadro” di Biella, malgrado un poco di sofferenza. I ragazzi del Liceo di Biella hanno potuto contare su una squadra formata per la totalità da nostri soci (attuali o passati), con l'esperienza e la forza di Giovanni Siclari e Lorenzo Bardone, affiancati da giocatori in crescita come Davide Colpo e da ragazzi meno assidui nella partecipazione alla vita del circolo o che vi sono giunti da poco: Riccardo Roma, Edoardo Rizzi e Riccardo Coda. La seconda posizione garantisce comunque anche a loro il visto per la fase nazionale.

Tra le primarie, in una selva di mosse irregolari e di partite finite prima del tempo, hanno partecipato anche le scuole di Zumaglia (nel torneo maschile/misto), Pettinengo e Valle Mosso, queste ultime anche nel torneo femminile. Per loro una esperienza diversa e comunque interessante e divertente, al di là del risultato finale.

- Campionati Under 16 a Squadre - Fase Regionale

Si è disputata ieri la fase regionale del Campionato a Squadre Under 16, da dove sono arrivate delle magnifiche notizie per il nostro circolo.

Quest'anno lo Scacchi Club Valle Mosso ha deciso di schierare al Campionato Regionale tre squadre, chiaramente con obiettivi differenti. La squadra Valle Mosso 1, capitanata dal Maestro Marco Ubezio e composta da Lorenzo Pedoni, Dario Borghi, Maria Palma e Matteo Sunder ha ottenuto un ottimo secondo posto, con 10 punti squadra totali, dietro allo squadrone della Scacchistica Torinese. Durante i tre turni mattutini i ragazzi non hanno avuto alcuna difficoltà, superando agilmente prima Valle Mosso 2 e la Veloce Rosa di Pinerolo per 4-0, poi gli Alfieri di Leinì per 3,5-0,5. Al primo turno del pomeriggio dovevano però cedere per 4-0 alla SST Verde, poi vincitrice del torneo. I ragazzi si riprendevano sconfiggendo i Cavalieri Erranti di Nichelino, chiudendo poi il torneo con la vittoria (anche se con qualche brivido) per 3-1 contro la SST Azzurra, con l'ultimo punto ottenuto da Maria sul filo dei secondi, aggiudicandosi così la seconda posizione (e di conseguenza la qualificazione per la fase nazionale).

Valle Mosso 2, composta da Giulio Sunder, Ilaria Gnata, Davide Colpo ed Alessandro Gasparetto, (all'esordio in una competizione a squadre) e capitanata da Matteo Migliorini, partiva 22ª di tabellone e aveva come unico obiettivo di ben figurare nel torneo. Il cammino dei nostri giovani iniziava, come già detto, con la sconfitta per 4-0 nel derby con la prima formazione, prontamente recuperato con un 4-0 inflitto agli Alfieri di Leinì 2. Purtroppo alla fine della mattinata i ragazzi dovevano arrendersi, sempre per 4-0, alla SST Gialla, ma non si scoraggiavano e nel pomeriggio riuscivano ad infilare un filotto di tre vittorie, tutte per 4-0, rispettivamente contro Veloce Bianca (Pinerolo), Veloce Blu (sempre Pinerolo) e Ciriè 1, ottenendo così 8 punti squadra e 16 punti individuali (4 punti ciascuno, visto che tutti gli incontri si sono chiusi con la vittoria o la sconfitta di tutti i componenti della squadra) e raggiungendo un magnifico quanto insperato quinto posto assoluto con conseguente qualificazione alla fase Nazionale. Ciliegina sulla torta, poi, il premio speciale come migliore squadra classificata composta da soli NC.

Infine merita una particolare menzione il comportamento della nostra terza squadra, Valle Mosso 3, capitanata da Stefano Bozio Madè e composta da giovani che frequentano il nostro circolo solo da pochi mesi ed ai quali abbiamo voluto offrire l'opportunità di competere in una manifestazione ufficiale insieme ad altri ragazzi per provare un'emozione speciale. Trascinati dalla carica del loro capitano, Fouad Moussadek, Matteo Porrino, Lisa Crestani e Dario Isoardi sono andati al di là delle aspettative della vigilia, ottenendo l'undicesimo posto finale con 6 punti, frutto di due vittorie (una con il bye), due pareggi e due sconfitte. Il risultato sportivo della squadra passa però in secondo piano, dietro alla gioia dimostrata dai ragazzi per aver potuto partecipare al Campionato (erano tutti debuttanti) e di aver ottenuto alla fine un riconoscimento speciale come squadra più giovane del lotto.

Complimenti a tutti i nostri ragazzi per aver raggiunto la qualificazione alla Fase Nazionale (con due squadre per la seconda volta nella storia) dopo un anno in cui questo risultato era stato clamorosamente mancato; complimenti ed un grosso augurio speciale di poter proseguire con soddisfazione nella crescita scacchistica ai più piccoli, che in prospettiva potranno prendere il posto dei ragazzi oggi in prima squadra per il necessario ricambio generazionale.

- Maria Palma e Matteo Sunder promossi di Categoria

Doppia promozione per i nostri ragazzi con l'aggiornamento mensile dei punteggi: Maria Palma ha ottenuto la Prima Categoria Nazionale e Matteo Sunder ha raggiunto la Seconda Categoria Nazionale con un ELO FIDE nuovo di zecca.

Maria, Campionessa Italiana Under 12 in carica, ha capitalizzato le variazioni positive ottenute nel nostro Campionato Interprovinciale e nel torneo di Pisa, dove aveva superato o imposto la patta a giocatori sulla carta molto più forti, consolidando con 1873 punti la posizione di prima giocatrice Under 14 italiana.

Matteo ha invece ottenuto l'ELO FIDE con 1607 punti grazie agli ultimi due Campionati Interprovinciali, un risultato che avrebbe potuto anche essere migliore se non fosse arrivata una sconfitta nel nostro Torneo Under 16 dello scorso settembre. Matteo ha infatti le potenzialità per raggiungere traguardi ancora più elevati, cosa che - siamo sicuri - puntualmente succederà non appena riuscirà a tenere a freno la propria irruenza.

Ad entrambi i ragazzi vanno i complimenti di tutto il Direttivo dello Scacchi Club Valle Mosso e di tutti i soci.

- Campionato Italiano a Squadre - Serie A2

E alla fine la nostra squadra ha fatto il miracolo ottenendo con il terzo posto finale la salvezza che garantisce un'altra stagione tra le migliori squadre italiane nella Serie A2, risultato che per un piccolo circolo come il nostro è fonte di grande orgoglio.

Grazie quindi alla squadra capitanata dal Maestro Marco Ubezio (quarta scacchiera) e composta (dalla prima alla terza scacchiera) da Lorenzo Bardone, Matteo Migliorini e Giovanni Siclari, in quanto riuscire a restare nella categoria non era affatto scontato e, per come si erano messe le cose nel raggruppamento, ancora più difficile. Ma andiamo con ordine.

Il raggruppamento in cui eravamo inseriti si è disputato a Milano presso la Scacchistica Milanese e comprendeva oltre alla squadra di casa (Milanese Dal Verme), i trentini del Naturno A, i bergamaschi dell'Excelsior A, la squadra di Vigevano (CSKB Caffè Torveca) e la corazzata della Scacchistica Cerianese di Ceriano Laghetto (MB). Al primo turno i nostri atleti hanno avuto ragione della squadra di Vigevano per 3 – 1. Il primo punto era portato dal capitano Marco Ubezio contro Emanuele Provera (ELO 2121), che cercava di sorprendere il nostro Maestro con una novità teorica che però gli si ritorceva presto contro; arrivava poi il secondo punto da parte di Matteo Migliorini contro Jacopo Motola (ELO 2240), avversario “storico” in quanto la prima partita tra i due giocatori risale al 2009 (vittoria del nostro) quando entrambi erano NC! Matteo, pur non disputando una partita perfetta, riusciva ad approfittare di un dubbio sacrificio di Jacopo facendo sua la posta. Non riusciva invece l'impresa a Lorenzo Bardone, opposto al GM Miroljub Lazic (ELO 2452) che abbandonava dopo un incontro complessivamente ben giocato. L'ultimo punto arrivava grazie a Giovanni Siclari che aveva ragione di Davide Berra quando a quest'ultimo cadeva la bandierina: in quel momento la posizione del nostro ragazzo era comunque migliore.

Al secondo turno contro la Scacchistica Cerianese era missione impossibile già solo pensare di chiudere in parità: alla fine possiamo però dire di esserci andati molto vicini. Il risultato di 0,5 – 3,5 a favore dello squadrone lombardo non rende infatti giustizia agli incontri disputati. In ultima scacchiera capitan Ubezio raggranellava l'unico mezzo punto dopo che, in seguito ad una sua lieve imprecisione, Mattia Lapiccirella (ELO 2201) riusciva a forzare la patta, essendo anche a corto di tempo; Migliorini si trovava in vantaggio decisivo contro il MF Luca Moroni jr. (ELO 2415) quando commetteva una clamorosa svista non avvedendosi di una minaccia di matto e anche Siclari doveva arrendersi a Daniele Lapiccirella (ELO 2228) per non aver considerato una mossa che verosimilmente avrebbe mantenuto l'incontro in parità. Solo l'incontro di Bardone contro il MI Giulio Borgo (ELO 2355) non è stato condizionato dagli episodi: il nostro ragazzo usciva male dall'apertura ed era costretto ad arrendersi senza esser mai stato in partita.

Il terzo turno non era migliore: opposti ai trentini del Naturno A, sulla carta una delle compagini più “abbordabili”, i nostri soci venivano sconfitti per 2,5 - 1,5, con i punti ottenuti da Marco Ubezio contro Hans Unterthurner (ELO 1972), dopo un incontro giocato con pazienza nel quale il nostro Maestro riusciva ad incrementare piano piano il proprio vantaggio (l'avversario abbandonava poco prima che Marco promuovesse un pedone), e da Giovanni Siclari, che contro Jonas Fox (ELO 1976) doveva lottare per riuscire ad ottenere la patta dopo un inaspettato sacrificio di Alfiere dell'avversario che gli creava non pochi problemi. Sconfitti invece Lorenzo Bardone da Stefano Bonagura (ELO 2254) dopo un incontro non giocato al meglio e Matteo Migliorini che usciva in svantaggio da una variante di apertura non perfettamente conosciuta giocata dal coetaneo Alexander Teutsch (ELO 2144).

A questo punto la giornata di domenica diventava più che mai decisiva con la nostra squadra in fondo alla classifica, ma con la stessa classifica molto corta (ad eccezione del primo posto dove la Scacchistica Cerianese aveva ormai preso il largo) nella quale tutto sarebbe potuto succedere. Ma la nostra squadra doveva subire una battuta d'arresto anche al quarto turno contro la Milanese Dal Verme. Il risultato di 2,5 - 1,5 per i lombardi era frutto in primis di un'ottima patta ottenuta da Bardone contro il MI Andrea Stella (ELO 2427). Lorenzo doveva impegnarsi al massimo per recuperare una posizione inferiore e molto complicata ed alla fine riusciva ad entrare in un finale equilibrato. Partiva invece male l'incontro di Migliorini contro l'egiziano Mina Nessim Mina (ELO 2185): Matteo invertiva due mosse in apertura e si trovava subito in difficoltà, ma riusciva a rimettere in sesto la posizione per giungere in un finale che giocava meglio del suo avversario ottenendo il punto pieno. Le dolenti note arrivavano dalle altre due scacchiere, dove sia Siclari che Ubezio dovevano arrendersi rispettivamente a Franco Zaninotto (ELO 2099) e Danilo Pelizzola (ELO 2043): Giovanni non disputava un buon incontro cedendo in un finale con un pedone di svantaggio, mentre un calcolo non corretto costava a Marco un pezzo in mediogioco, condizionando così l'incontro.

Solo un risultato, a questo punto, avrebbe garantito alla nostra squadra la permanenza nella Serie A2, la vittoria al quinto turno con i bergamaschi dell'Excelsior A con almeno due punti di scarto. Dopo una patta veloce di Bardone con Marco Cattaneo (ELO 2162), Migliorini aveva ragione di Maurizio Reduzzi (ELO 2096): il bergamasco usciva male dall'apertura e subiva la pressione di Matteo fino al conseguente abbandono. Vinceva anche Ubezio contro Stefano Ranfagni (ELO 1986) senza grossi problemi prendendo il sopravvento sul lato di Donna dopo aver creato anche un ottimo avamposto su quello di Re. Il mezzo punto del definitivo 3 - 1 arrivava da Siclari che fermava Salvatore Ventura (ELO 2089) dopo un incontro molto complicato, nel quale Giovanni ha mantenuto sempre un buon vantaggio fino alla patta finale quando giustamente non forzava per la vittoria.

La classifica finale ha quindi premiato la Scacchistica Cerianese che ha dominato vincendo tutti gli incontri (con 15 punti di scacchiera su 20) ottenendo la promozione in Serie A1. Retrocedono in Serie B le squadre di Vigevano e di Naturno A, quest'ultima per solo mezzo punto individuale in meno rispetto alla nostra squadra (terza per lo scontro diretto favorevole) ed all'Excelsior A (quarta). Secondo posto per la Milanese Dal Verme.

Tutti i risultati sono a disposizione nella pagina dedicata al C.I.S.

- Campionato Italiano a Squadre - Quarto Turno

Nella giornata dedicata al raggruppamento di Serie A2, con la squadra di Serie Promozione ferma per riposo, era la nostra compagine di Serie C a giocarsi una buona fetta delle speranze di rimanere anche il prossimo anno nella categoria. Dopo un pareggio e due sconfitte (contro le favorite del torneo, beninteso) era assolutamente indispensabile tornare con una vittoria dalla trasferta di Ciriè. E vittoria è stata, seppur con il minimo scarto (2,5 - 1,5) ma soprattutto con grande paura di aver a un certo punto compromesso definitivamente il cammino.

Paolo Drago in prima scacchiera si confermava una garanzia e non dava scampo a Giovanni Frassati (ELO 1847), complice anche una variante poco giocata della Difesa Francese, ma il punto era subito compensato dalla sconfitta che stava maturando in terza scacchiera dove Luigi Isoardi perdeva un pezzo in apertura contro Alessandro Risso (ELO 1762) compromettendo l'incontro. In seconda scacchiera Lorenzo Pedoni conduceva un incontro sul filo della parità contro Marco Macario (ELO 1845), con l'imperativo però di ottenere il punto pieno. La vittoria arrivava quando l'avversario di Lorenzo, che dava invece l'impressione di non disdegnare un risultato di parità, lasciava un pedone in presa sul lato di Re, dove la Donna del nostro ragazzo entrava forzando il matto in poche mosse. Intanto nell'incontro tra Maria Palma e Fabrizio Fassero (ELO 1660) era già successo di tutto, compreso un fortissimo sacrificio del ciriacese che costringeva il Re di Maria a portarsi verso il centro della scacchiera dove il Nero aveva la possibilità di chiudere i giochi con matto in una mossa. Clamorosamente (e fortunatamente per noi!) l'occasione sfuggiva e l'incontro continuava con la strenua ma perfetta difesa di Maria che rimaneva con Torre e Alfiere (più un pedone passato che minacciava di andare a promozione) contro Donna. Dopo poche mosse l'incontro terminava, con nostro grande sollievo, in parità per ripetizione di posizione, garantendoci così due punti fondamentali che ci consentiranno di presentarci all'ultimo turno completamente padroni del nostro destino: una vittoria con Omegna, infatti, significherà salvezza.

- Campionato Italiano a Squadre - Terzo Turno

Anche il terzo turno del C.I.S. ha portato in dote due sconfitte per le nostre squadre.

In Serie C, a casa di un'altra delle favorite per la promozione, la squadra del circolo di Ivrea, Paolo Drago non è riuscito a superare l'esperto Mauro Scagliotti (ELO 2008) ritrovandosi in una posizione completamente bloccata nella quale la patta era l'unico risultato possibile. Sconfitti invece Lorenzo Pedoni (opposto a Lorenzo Razzano, ELO 1964) e Dario Borghi (contro Guglielmo Scagliotti, ELO 1898): entrambi devono rammaricarsi di non aver valutato correttamente una mossa che avrebbe potuto cambiare le sorti del loro incontro. Non è andata infine oltre la patta Maria Palma contro Isabella Gennaro (ELO 1839) dopo un incontro che prometteva di portare il punto pieno, grazie al vantaggio di due pedoni ottenuto dalla nostra ragazza nel mediogioco. Un finale probabilmente giocato troppo passivamente ha invece permesso all'avversaria di rientrare agguantando la divisione della posta. Risultato finale: 3 - 1 per gli eporediesi.

Sconfitta invece di misura (2,5 - 1,5) la squadra dei giovani (che oggi schierava in quarta scacchiera il “meno giovane” capitano Stefano Lavino) in Serie Promozione, che è uscita a testa alta da Acqui Terme. Merita la prima pagina il risultato a sorpresa ottenuto da Davide Colpo, che ha superato Claudio Del Nevo (ELO 1803) dopo un incontro in cui il nostro giovane ha sfruttato al meglio le imprecisioni lasciate sulla scacchiera dal più esperto avversario. Sconfitti invece sia capitan Lavino (contro Mario Baldizzone, ELO 2098) che Lorenzo Della Peruta (oggi in prima scacchiera opposto al giovane CM Riccardo Bisi, ELO 1982), mentre ha ottenuto una ottima patta Ilaria Gnata contro Massimo Neri (ELO 1722).

- Campionati Giovanili Studenteschi - Fase Provinciale

In una data e ora insolite (oggi, sabato alle 8:30) si è disputata anche quest'anno la fase provinciale dei Campionati Giovanili Studenteschi, che sono stati così la prima manifestazione ufficiale ad essersi svolta nei locali della nostra nuova sede.

Al Bando hanno risposto dieci compagini, un numero purtroppo sempre ridotto se confrontato con la partecipazione di altre province, anche solo della nostra regione. Il torneo, disputato con unico raggruppamento ma - ovviamente - con classifiche separate, è stato dominato con 5 vittorie su 5 incontri dagli Juniores del Liceo Scientifico “Amedeo Avogadro” di Biella, con la squadra composta dai CM Giovanni Siclari e Lorenzo Bardone, ai quali si sono aggiunti Davide Colpo, Riccardo Roma, Edoardo Rizzi e Riccardo Coda. Seconda classificata e Campione Provinciale nella categoria Maschile/Mista delle Primarie la squadra della Primaria di Valle Mosso composta da Bader Lechqer, Marco Roma, Dusan Bojanic e Ossama Taghi che ha raggranellato 7 punti ottenendo un eccellente risultato. A sei punti si sono classificate le squadre della Primaria di Pettinengo (terza assoluta, altro risultato da sottolineare) che ha superato per spareggio tecnico gli Allievi dell'I.I.S. “Quintino Sella” di Biella, per la prima volta ai Campionati, che si sono aggiudicati il titolo di Campione Provinciale Allievi. Tra di loro i nostri soci Lorenzo Pedoni e Giulio Sunder, che erano affiancati da Ludovico Carraria Martinotti (già nostro socio), Matteo Colucci, Francesco Pella e Giulia Chiorino. Tra le squadre femminili delle Scuole Primarie il titolo provinciale è infine andato alle ragazze di Valle Mosso (Valentina Piesco, Elisabetta Ciuccio, Nicol Giacomini e Sara Samarakoon M. T.), seste assolute con 5 punti.

Oltre ai Campioni Provinciali di categoria hanno ottenuto la qualificazione per la fase regionale in programma a Cuneo il prossimo 14 aprile anche le squadre maschili/miste di Pettinengo e Zumaglia, nonché la squadra femminile di Pettinengo.

- Maria Palma premiata a Cossato

I premi per la nostra Maria Palma non si fermano mai: nella sua Cossato, infatti, ieri sera la giovane Campionessa Italiana Under 12 è salita ancora una volta sul palco della serata dedicata allo Sportivo Cossatese dell'anno per ritirare il premio conferitole dal gruppo “Amici dello Sport” della città biellese. Questa volta, però, a differenza degli anni precedenti, le è stato assegnato il premio più importante, quello riservato allo “Sportivo dell'anno” nella categoria “giovani”, in virtù del titolo nazionale conquistato lo scorso luglio a Tarvisio. Dal palco Maria ha avuto parole di ringraziamento per il nostro circolo, che ricambiamo facendole ancora i complimenti ed augurandole tanti altri successi per il futuro.

- Campionato Italiano a Squadre - Secondo Turno

Il secondo turno del Campionato Italiano a Squadre ha riservato due sconfitte per le nostre formazioni, confermando i pronostici della vigilia che, in considerazione delle forze in campo, non ci potevano essere favorevoli. La squadra di Serie C, infatti, ospitava la forte compagine di Cuneo, che schierava giocatori con ELO superiore o di poco inferiore a 2000 punti. Il risultato finale, 3 – 1 per i cuneesi, racconta delle sconfitte patite da Lorenzo Pedoni contro Alexandru Cacinschi (ELO 2090) e da Maria Palma contro Rossano Pesiri (ELO 1997), in partite nelle quali i nostri ragazzi hanno subìto il gioco degli avversari, come anche Dario Borghi contro Salvatore Gallitto (ELO 1938), malgrado una Torre lasciata inavvertitamente in presa nel finale dal CM cuneese, quando però la posizione di Dario, già in debito di materiale, era ormai compromessa. L'unico punto della giornata è arrivato da Paolo Drago, autore di una magistrale prestazione contro Ferdinant Petritaj (ELO 2194), dove il nostro ragazzo ha condotto un fortissimo attacco con i propri pezzi pesanti costringendo alla resa il suo avversario.

Niente da fare anche in Serie Promozione, dove i nostri giovani ospitavano i più esperti avversari del circolo di Alessandria. Stesso risultato (1 – 3) dell'altra squadra, ancorché maturato in modo diverso. L'unica vittoria arrivava da Riccardo Roma che aveva ragione senza grandi difficoltà di Michele Di Matteo (ELO 1440) andando presto in vantaggio di materiale. Sconfitto invece Matteo Sunder, che contro Riccardo Vinciguerra (ELO 1611) ha pagato la propria inesperienza, così come il fratello Giulio, che opposto a Giuseppe Cassano (ELO 1584), a causa di un errore nella gestione del finale, ha permesso all'avversario di fare suo un incontro che sarebbe probabilmente terminato patto. Difficile compito anche in prima scacchiera per Niccolò Stefanini, al ritorno nel C.I.S. dopo alcuni anni, che niente ha potuto contro l'esperto Dario Gemma (ELO 1852), che è riuscito a far fruttare al meglio il vantaggio di un pedone maturato durante l'incontro.

- La nuova sede del nostro circolo

Lo Scacchi Club Valle Mosso ha ufficialmente una nuova sede, che è stata inaugurata ieri sera alla presenza del Sindaco di Valle Mosso Cristina Sasso, dei rappresentanti della locale caserma dei Carabinieri e di moltissimi soci e simpatizzanti. I nuovi locali distano solo pochi metri da quelli che ci hanno ospitato negli ultimi anni e si trovano al numero 13 di via B. Sella: lo spostamento è avvenuto con grande rapidità (meno di un mese dall'avvio dei lavori) grazie alla generosità del nostro Presidente Onorario Andrea Botto Poala ed al grandissimo impegno messo in campo dal nostro Presidente Bruno Norbiato e da Giancarlo Robiolio, che hanno seguito ed eseguito i lavori. Sabato 21, con l'aiuto di diversi soci e amici, si è perfezionato il trasloco del mobilio e dell'attrezzatura e - dopo gli ultimi ritocchi - si è quindi potuto procedere alla inaugurazione. La nuova sede è suddivisa in tre ambienti, il salone per il gioco, che può ospitare comodamente quaranta giocatori, la sala analisi ed un ufficio. Per il nostro circolo si tratta del quinto cambio di sede nella sua venticinquennale storia: ogni cambio ha portato con sé un miglioramento e speriamo che anche questa volta possa essere così.

Nel corso della serata abbiamo colto l'occasione per premiare la giovanissima Lisa Crestani con la coppa di Campionessa Provinciale Pulcini, dopo la decisione assunta a riguardo dalla Federazione Scacchistica Italiana. Sono stati anche premiati dal Maestro Marco Ubezio i giovani Ilaria Gnata, Davide Colpo e Matteo Sunder per la loro partecipazione al recente Torneo Sociale.

- Bovio e Crestani sono Campionesse Provinciali!

Come previsto, il Campionato Provinciale Under 16 svoltosi una settimana fa ha avuto una coda, peraltro assolutamente gradevole. Come raccontato nel resoconto della giornata, infatti, non era stato possibile determinare la Campionessa della categoria Pulcini, in quanto sia Alice Bovio che Lisa Crestani erano terminate a pari punti e senza che i meccanismi di spareggio tecnico autorizzati dai Regolamenti potessero essere dirimenti, anche perché avevano giocato contro gli stessi giocatori. Dopo aver fatto disputare una gara di spareggio tra le due giovani (nella quale aveva prevalso Alice Bovio) era quindi stata fatta una segnalazione al Responsabile dei Campionati Giovanili della F.S.I. per chiarimenti. In seguito all'interessamento della Commissione Tecnica della Federazione ci è stato quindi comunicato che, non essendo previsti per Regolamento gare di spareggio in aggiunta ai turni della manifestazione, entrambe le ragazze possono fregiarsi del titolo di Campionessa Provinciale Pulcini ed entrambe ottengono la qualificazione alla fase nazionale. Lo Scacchi Club Valle Mosso rinnova quindi i complimenti a Lisa e ad Alice festeggiando il primo titolo ex-aequo del circolo: brave!

- Campionato Italiano a Squadre: Primo Turno

Con il mese di febbraio arriva anche il momento del Campionato Italiano a Squadre, che ci vede quest'anno ai nastri di partenza con una squadra neopromossa in Serie A2, una squadra in serie C ed una terza in Serie Promozione.

Della compagine di Serie A2 parleremo più avanti, in quanto disputerà il Campionato con la formula del raggruppamento a Milano a fine marzo. Oggi invece hanno iniziato la loro avventura le altre due squadre: in Serie C è arrivato un pareggio prezioso per i ragazzi capitanati da Antonello Migliorini, ospiti del circolo Alfieri di Torino. Il girone 2 di Serie C, dove siamo stati inseriti, si presenta molto difficile ed il nostro primo obiettivo non potrà che essere quello di rimanere nella categoria, cosa tutt'altro che facile in considerazione della forza degli avversari e del fatto che verranno retrocesse le ultime due squadre classificate. Contro la forte squadra dell'Alfieri Lorenzo Pedoni otteneva il punto pieno all'inizio del mediogioco in modo rocambolesco (squillo del cellulare dell'avversario), mentre Maria Palma in quarta scacchiera pattava un finale di Alfieri contrari. Un errore in apertura costava invece la partita a Luigi Isoardi, che subiva un forte attacco con sacrificio di Alfiere sul pedone h7. Con il punteggio in parità era l'incontro in prima scacchiera ad essere decisivo, dove Paolo Drago si trovava di fronte ad Agostino Redoglia. Paolo conduceva un incontro molto complicato, soffrendo quasi per tutte le quattro ore e mezza di durata della partita, rischiando anche di capitolare ma agguantando alla fine un'ottima patta che sanciva il pareggio anche nel computo complessivo degli incontri.

In Serie Promozione, come oramai d'abitudine, la squadra di Stefano Lavino e Giancarlo Robiolio parte con un mix di giovani già con una discreta esperienza e di altri che devono approfittare dell'occasione per aumentare la propria, senza pensare troppo al risultato. Al primo turno i nostri ragazzi hanno affrontato la trasferta di Asti dove si sono trovati di fronte altri giovanissimi, anche loro a caccia di esperienza. Il risultato finale, un perentorio 4 - 0 a nostro favore, è arrivato grazie alle vittorie di Stefano Bozio Madè e Lorenzo Della Peruta nelle prime due scacchiere, e dei più “inesperti” Davide Colpo ed Ilaria Gnata nelle ultime due. Gli incontri hanno visto i nostri ragazzi sempre in vantaggio, con la sola eccezione di Ilaria che ha dovuto recuperare un pedone perso in apertura, un vantaggio che si è progressivamente ampliato fino a diventare decisivo per la vittoria. Complimenti a tutti!

- Lorenzo Bardone Campione Sociale 2015

Si è concluso presso il nostro circolo il Torneo Sociale, giunto alla venticinquesima edizione ed al quale hanno partecipato diciotto giocatori. Impegni lavorativi o di studio hanno purtoppo impedito ad alcuni soci di essere presenti, ma ha fatto piacere vedere al debutto alcuni dei giovani arrivati al circolo nell'ultimo anno, nonché un paio di nuovi soci “adulti”.

Ad iscrivere il suo nome per la prima volta nell'albo d'oro (dopo diversi piazzamenti nelle primissime posizioni negli scorsi anni) è stato Lorenzo Bardone, che aggiunge un altra vittoria ad un periodo di ottima forma. Lorenzo, che per impegni scolastici è entrato solo nel secondo turno, ha terminato le sue sei partite con 5,5 punti, venendo fermato sulla patta solo dal secondo classificato, a pari punti ma con un peggior spareggio tecnico (un punto di Buchholz totale): il giovane cossatese Dario Borghi, uscito comunque imbattuto dai sette turni. Terzo posto per un altro giovane del nostro vivaio: Lorenzo Pedoni con 5 punti. Quarto classificato, e ultimo dei premiati, Luigi Isoardi, che ha reso fino all'ultimo (era l'una del mattino passata!) difficile il compito del vincitore, impegnandolo severamente e soccombendo solo per un'imprecisione in un finale probabilente patto.

- Campionato Provinciale Under 16

Si è disputata oggi l'annuale edizione dei Campionati Provinciali Under 16 con la presenza di venti giovani giocatori, alcuni provenienti anche da fuori provincia. E' stata un'edizione che passerà alla storia anche in virtù del fatto di essere stata l'ultima manifestazione ad essersi disputata presso la nostra sede di via Sella 19.

In base alle età dei partecipanti si sono potuti organizzare due tornei, uno riservato alle categorie Allievi e Cadetti ed uno destinato alle categorie restanti. Il Torneo A è stato dominato da Lorenzo Pedoni, che ha ottenuto una vittoria in solitaria con 5,5 punti ottenendo il titolo di Campione Provinciale Allievi (Under 16). Alle sue spalle, a mezzo punto di ritardo, si è piazzato Dario Borghi; terzo posto per la giovane di Nichelino Federica Pisani, che abbiamo il piacere di ospitare di tanto in tanto nei nostri tornei. Federica, categoria Cadetti (Under 14), non ha potuto però fregiarsi del titolo provinciale, non essendo tesserata per un circolo della nostra provincia. Il titolo è quindi andato ad Ilaria Gnata, giunta seconda nella speciale classifica di categoria.

Nel Torneo B non ci si poteva ovviamente aspettare di vedere partite di particolare livello tecnico, ma ciò nonostante si sono potute scorgere buone potenzialità in diversi ragazzi. Il torneo è stato vinto a punteggio pieno da Matteo Sunder, che può vantare un livello di gioco ed una esperienza superiori a quello degli avversari, molti dei quali alle prime, se non primissime, armi. Matteo si è quindi laureato Campione Provinciale della categoria Giovanissimi (Under 12). Tra i Pulcini (Under 10), invece, il titolo è stato fatto suo da un nostro nuovo socio, Fouad Moussadek, che da poco ha iniziato a frequentare con regolarità il circolo ed ha ottenuto tre punti. Di rilievo anche il risultato finale del più giovane dei partecipanti al Campionato: Dario Isoardi, terzo assoluto con 3,5 punti e Campione della categoria Piccoli Alfieri (Under 8). Dario, lo ricordiamo, è nato nel 2009!

Particolarmente complicato è stato infine proclamare la Campionessa Provinciale per la categoria Pulcini: all'atto di stilare la classifica è successo qualcosa di incredibile: le due ragazzi partecipanti, Alice Bovio e Lisa Crestani, avevano ottenuto gli stessi punti (due) e si doveva quindi procedere alla verifica dello spareggio tecnico. Ma sia Buchholz (Total e Cut 1) che ARO risultavano perfettamente uguali. Così lo erano anche tutti gli altri spareggi possibili previsti dai regolamenti federali: Sonneborg-Berger, Koya, maggior numero di vittorie e maggior numero di neri, anche in considerazione del fatto che entrambe le contendenti avevano incontrato esattamente gli stessi avversari! A questo punto l'arbitro della manifestazione decideva per far svolgere un incontro di spareggio tra le due giovani (che non si erano incontrate nel corso dei sei turni del Campionato) allo scopo di poter determinare una vincitrice, in attesa di informare la Federazione di quanto successo. Lo scontro diretto veniva vinto da Alice Bovio con i Neri, aggiudicandosi quindi il titolo di Campionessa Provinciale Pulcini.

La manifestazione valeva anche quale prova di qualificazione per i Campionati Italiani Giovanili, in programma all'inizio di luglio in Abruzzo a Montesilvano: hanno ottenuto il pass, oltre ai giocatori con una Categoria Nazionale che risultatno qualificati di diritto: Giulio Sunder, Ilaria Gnata, Enrica Carando, Riccardo Citta, Matteo Sunder, Fouad Moussadek, Alice Bovio e Dario Isoardi.

- Lavori in corso

Allo Scacchi Club Valle Mosso si cambia: dopo molti anni dobbiamo purtroppo lasciare i locali che ci hanno ospitato al secondo piano dell'edificio di via Sella. La nuova sistemazione che abbiamo individuato, sempre a Valle Mosso, sarà sicuramente all'altezza della precedente e per renderla tale sono già iniziati i (pochi ma necessari) lavori di ristrutturazione, guidati dal nostro Presidente Bruno Norbiato insieme a Giancarlo Robiolio. La nuova sede dovrebbe essere pronta tra poche settimane, comunicheremo sul nostro sito la data precisa non appena possibile.

- Campionato Provinciale di Pisa

La prima vittoria di un nostro socio nel 2015 arriva dalla Toscana, dove Matteo Migliorini ha trionfato nel Campionato Provinciale di Pisa. Matteo partiva con l'onere di difendere il proprio numero uno di tabellone, cosa che ha fatto non senza qualche difficoltà, soprattutto negli ultimi due turni, nel primo dei quali ha dovuto accontentarsi di una patta, mentre nel secondo ha avuto il sopravvento solo grazie alla sua maggiore esperienza.

- Campionato Interprovinciale Novara-Verbania

Qualche volta anche il noto detto: «non c'è due senza tre» viene smentito dai fatti ed il nostro circolo non è riuscito a tornare dal Campionato Interprovinciale di Novara e Verbania con la terza vittoria consecutiva, ma comunque il risultato della folta rappresentanza valmossese (dieci soci!) è stato di tutto rispetto, con un secondo ed un terzo posto nonché altri piazzamenti nelle prime dieci posizioni.

Sta diventando tradizione giocare nel fine settimana di questo Campionato una edizione parallela del nostro Torneo Sociale ed anche quest'anno non sono mancati gli scontri diretti, con Lorenzo Bardone, terzo alla fine con 4 punti, che ne ha disputati ben quattro, l'ultimo dei quali, opposto a Giovanni Siclari, secondo con gli stessi punti, è terminato in parità malgrado entrambi abbiano cercato la vittoria, consegnando di fatto il primo posto del torneo all'astigiana Sonia Monticone.

Tra gli altri nostri soci presenti va segnalato l'ottimo torneo disputato da Stefano Bozio Madè, settimo assoluto e vincitore del premio speciale per la migliore variazione ELO: peccato che l'aver incontrato due giocatori senza ELO FIDE abbia limato sensibilmente il suo guadagno di punti, facendogli mancare la soddisfazione di raggiungere la Seconda Categoria Nazionale. Bel torneo anche di Maria Palma, quinta assoluta, e di Luigi Isoardi, l'unico “adulto” della spedizione valmossese in riva al Lago Maggiore. Non riesce invece a ripetere il risultato di poche settimane fa a Santa Margherita Ligure Dario Borghi, unico a chiudere con un saldo ELO negativo insieme a Davide Colpo, che ci è cimentato in un torneo per lui ancora fuori portata. Buona prestazione infine per Riccardo Roma, che pur non giocando frequentemente tornei è riuscito a reggere l'impatto di una manifestazione comunque non facile.

A fianco del Campionato Interprovinciale si è anche disputato un torneo riservato agli Under 16, nel quale Ilaria Gnata ha ottenuto un buon quinto posto, che con un pizzico di decisione in più poteva trasformarsi anche in un podio, e dove si è cimentato il piccolo Dario Isoardi (classe 2009!) che è riuscito a chiudere con due punti e variazione ELO zero, lasciando intravvedere le sue potenzialità, ora naturalmente ancora soffocate dall'irruenza della giovanissima età.

- 19º Torneo “Città di Santa Margherita Ligure”

L'appuntamento di inizio anno di Santa Margherita Ligure si conferma anche nel 2015 positivo per i nostri colori: possiamo infatti festeggiare il primo podio dell'anno, grazie al terzo posto conquistato da Dario Borghi con 3,5 punti su 5. Con gli stessi punti di Dario, ma penalizzato da un peggiore spareggio tecnico, si è classificato al quinto posto Lorenzo Pedoni. Entrambi i nostri ragazzi tornano così dalla Liguria con un buon gruzzolo di punti, ma soprattutto entrambi imbattuti (due vittorie, tre patte) e con la conferma di valere la Prima Categoria Nazionale da poco ottenuta.