News (Italian version only)

Year 2018

- Stefano Cerri è Seconda Categoria Nazionale

L'aggiornamento dei punteggi ELO di novembre ha ufficializzato il passaggio alla Seconda Categoria Nazionale di Stefano Cerri, che ha raggiunto i 1634 punti grazie alla sua ottima prestazione nel nostro Torneo di fine settembre. Per Stefano, nostro socio solo da quest'anno, si tratta della seconda promozione in pochi mesi, in quanto la prima era arrivata lo scorso luglio. Particolare anche il fatto che le due promozioni siano arrivate dopo gli unici due tornei ufficiali disputati, cosa che dimostra le sue potenzialità future.

A Stefano vanno i complimenti del Direttivo del circolo e di tutti i soci, con l'augurio di non fermarsi a questi primi risultati.

- IL GM Ivanov trionfa per la seconda volta al "Città di Biella"!

Dopo il successo dello scorso anno si è riconfermato vincitore del Torneo Internazionale “Città di Biella” (Open A) il Grande Maestro russo Sergey Ivanov con 4,5 punti. È la prima volta che un giocatore riesce a bissare il successo a Biella e quest’anno altri due partecipanti avrebbero potuto centrare questo obiettivo: il Grande Maestro Oleg Korneev (vincitore nel 2016) ed il Maestro Internazionale Paolo Vezzosi (vincitore della prima edizione nel 2010). Proprio questi ultimi due giocatori si sono trovati di fronte all’ultimo turno ed il risultato ha visto prevalere lo spagnolo Korneev, che però era stato fermato a sorpresa sul risultato della patta al primo turno dal bergamasco Bonassi e quindi era costretto ad inseguire. Vittoria quindi meritatissima per Ivanov, anche perché ha dovuto impegnarsi al massimo per avere ragione al quinto turno del Maestro Internazionale milanese Angelo Damia, sfruttando alla perfezione in finale il vantaggio di un pedone. Le vittorie dei due GM hanno avuto l’effetto di estromettere dai premi della classifica assoluta i loro avversari, così dopo Ivanov e Korneev (secondo con 4 punti), ne ha approfittato il Maestro FIDE Marco Sbarra, terzo, che grazie alla patta contro il Maestro Giovanni Siclari (sesto) ha guidato la pattuglia di quattro giocatori con 3,5 punti, tra i quali il Maestro Marco Massironi (quarto) ed un sensazionale Leonardo Bolognese (quinto). Leonardo, comasco, classe 2004 ed Elo 1907, partiva con il numero 33 di tabellone ed il quinto posto conclusivo con una performance di 2311 gli ha portato un guadagno di ben 102 punti Elo. Vanno infine segnalati gli ottimi risultati di altri due giovani emergenti, entrambi di Milano e partiti con i numeri 27 e 34 di tabellone: Brando Pavesi, classe 2007, vice Campione Italiano Under 12 in carica e già con un Elo superiore a 2000 (undicesimo con 3 punti) e Simone Pozzari, di un anno più vecchio, alla quarta presenza a Biella e già vincitore dell’Open C nel 2016, tredicesimo sempre con 3 punti; entrambi sono stati premiati nella loro fascia Elo.

- Niall Doran vince l'Open B del Torneo Internazionale “Città di Biella”!

I più assidui frequentatori del Torneo Internazionale di Biella lo avevano visto impegnato sulle scacchiere e magari ci avevano giocato contro; anche quest’anno, per la quarta volta negli ultimi cinque anni (non era presente lo scorso anno) l’irlandese Niall Doran si è presentato ai nastri di partenza. L’unica differenza è che quest’anno, partendo con il numero 17 di tabellone, alla fine ha portato a casa il trofeo del vincitore con 4,5 punti, superando nell’ultimo turno uno dei favoriti, il bergamasco Fosco Gasperi, numero due di partenza (e dopo aver battuto il milanese Carlo Fornasir, numero quattro, al turno precedente). Per assegnare la vittoria si è dovuti ricorrere allo spareggio tecnico, in quanto con lo stesso punteggio si era classificato anche l’astigiano Alessandro Vercelli (vittoria all’ultimo turno contro il torinese Davide Onida, fino a quel momento solo al comando e poi giunto terzo): pari il primo criterio di spareggio (Buchholz Cut 1), si è passati al secondo (Buchholz Total) che ha visto Doran precedere Vercelli di un punto. Particolare la tranquillità con cui il giocatore irlandese ha atteso il verdetto: seduto nell’aula magna di Città Studi in attesa della cerimonia di premiazione, nel ricevere i complimenti da parte nostra ci ha chiesto: “Perché, ho vinto io?”.

Ai piedi del podio, a pari punti con Onida ma con un peggiore spareggio tecnico, l’eporediese Isabella Gennaro, che ha preceduto Fornasir ed il torinese Giovanni Fiorito (numero 35 di tabellone!), entrambi con 3,5 punti. Tra i biellesi ottimo il risultato dell’occhieppese Giorgio Valenzano (ottavo) e quello di Giulio Sunder (nono).

- Mario Malcangi vince l'Open C del Torneo “Città di Biella”!

Non è la prima volta, e non sarà neanche probabilmente l’ultima, che una decisione improvvisa di un giocatore al momento di confermare la propria iscrizione al nostro Torneo Internazionale si riveli quella giusta. La storia quest’anno si è ripetuta con il gallaratese Mario Malcangi, preiscritto nell’Open B, che all’ultimo momento ha chiesto (e ovviamente ottenuto) di trasferirsi nell’Open C, potendo con il suo punteggio Elo scegliere tra i due tornei, riuscendo non solo a vincere il torneo, ma anche a farlo a punteggio pieno. Il giocatore lombardo ha ottenuto la vittoria superando in particolare al penultimo turno il torinese Alberto Pairotti (a proposito: ci ha fatto molto piacere rivederlo giocare a Biella dopo due anni di assenza), numero quattro di tabellone, per legittimare il successo avendo la meglio nel turno decisivo con il milanese Riccardo Silini, numero uno della lista dei giocatori.

Alle spalle di Malcangi si è classificato il nostro Alessandro Gasparetto con 4,5 punti. Anche se Alessandro giustamente puntava al primo posto, ciò non toglie che il suo torneo si possa considerare ottimo, rischiando solo contro Silini al quarto turno, quando riusciva ad ottenere la patta malgrado la perdita di un pezzo solo parzialmente compensata da due pedoni. Terza classificata con 4 punti, un poco a sorpresa, la giovane ferrarese Sofia Benini (classe 2005), che al quinto turno ha avuto ragione del nostro Dario Isoardi, impedendogli di raggiungere il podio.

Nella classifica assoluta, alle spalle del trio di testa, per cui non si è curiosamente avuto bisogno di ricorrere allo spareggio tecnico, si sono piazzati cinque giocatori a 3,5 punti, regolati da Silini (quarto) e dal sorprendente vercellese Ruggiero Zanocchio (quinto).

Va segnalato infine il sesto posto ottenuto dal rumeno (ma residente in provincia di Biella) Laurentiu Ionel Moisa, al suo secondo torneo ufficiale (ma il primo lo disputò dieci anni fa…), che ha mostrato buone potenzialità; sempre con 3,5 punti, alle spalle di Moisa, si sono classificati il nostro Erick Marangone, che all’ultimo turno è riuscito a vincere la sfida contro Pairotti, e la Campionessa Italiana Under 8 in carica Bianca Pavesi, entrambi autori di un torneo più che buono.

- 9º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Quarto Turno

Non sappiamo quali saranno i giocatori a trionfare nei tre tornei, ma dopo il quarto turno del 9º Torneo Internazionale “Città di Biella” sappiamo che l’ultimo turno promette di essere emozionante, con le classifiche di tutti gli Open tutt’altro che definite.

Il turno del mattino dell’Open A ha visto la patta tra i due Grandi Maestri presenti a Biella: non è stata una patta arrivata dopo poche mosse, ma vedendo la posizione dell’incontro, dopo circa un’ora e mezza di gioco, i giocatori hanno probabilmente evitato di farsi male a vicenda. Bello e interessante il finale della partita che poneva di fronte i due Maestri Internazionali: malgrado il pedone di vantaggio, Vezzosi non è riuscito ad avere la meglio su Damia. Patta anche tra il MF Sbarra ed il nostro Bardone, e così la classifica si è di molto accorciata, permettendo a Siclari e Massironi (vittoriosi) di rientrare in gioco a mezzo punto da Ivanov, primo nella classifica provvisoria con 3,5 punti.

Nell’Open B è stato il torinese Onida ad avere la meglio sul bergamasco Gasperi nello scontro diretto in prima scacchiera e così può guardare dall’alto dei suoi 4 punti il binomio Vercelli e Doran, che lo seguono a mezza lunghezza. Tra i quattro giocatori staccati di un punto segnaliamo anche la presenza del nostro Giulio Sunder, vittorioso contro il vercellese Costantino. Al quinto turno la partita Vercelli – Onida sarà quindi decisiva per la vittoria.

Nell’Open C, tra i giocatori a punteggio pieno prima dell’inizio del quarto turno, è stato il solo Malcangi a vincere ancora (battuto Pairotti), mentre la partita tra Silini ed il nostro Gasparetto è terminata patta e quindi devono inseguire a mezzo punto, raggiunti anche da Laurentiu Moisa, vittorioso sul vercellese Critto. Rocambolesca vittoria per Dario Isoardi contro Nicolò Pucci, mentre Erick Marangone, forse troppo precipitosamente, accetta la patta offerta da Ruggiero Zanocchio.

- 9º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Terzo Turno

Alla conclusione del terzo turno del 9º Torneo Internazionale “Città di Biella” le classifiche dei tre Open cominciano a delinearsi ed il quarto turno presenterà le prime sfide decisive per la vittoria finale.

Nell’Open A la patta tra il MI Paolo Vezzosi ed il MF Marco Sbarra ha dato via libera al GM Sergey Ivanov, vittorioso in prima scacchiera contro il Maestro Marco Massironi, ed ora il vincitore della passata edizione comanda solitario la classifica con mezzo punto di vantaggio sugli stessi Vezzosi e Sbarra, ai quali si sono aggiunti il MI Angelo Damia ed il GM Oleg Korneev, che al quarto turno sfiderà proprio Ivanov. Primo dei nostri ragazzi è al momento Lorenzo Bardone (2 punti), mentre continuano i buoni risultati dei più giovani, come il bergamasco Fabio Colonetti che ha avuto la meglio sul Maestro biellese Marco Ubezio.

Nell’Open B è sfida a due tra il torinese Davide Onida ed il bergamasco Fosco Gasperi, entrambi a punteggio pieno e attesi dallo scontro diretto domenica mattina. Sono quattro i giocatori che li seguono a mezzo punto, con gli astigiani Beccaris e Vercelli che si giocheranno il loro derby, mentre il milanese Fornasir e l’irlandese Doran saranno protagonisti dell’altro incontro. Tra i nostri ragazzi perde a causa di un grave errore Giulio Sunder (contro Gasperi), mentre il fratello Matteo supera il CM vercellese Caldi e raggiunge Giulio a 2 punti. Con gli stessi punti troviamo anche Luigi Isoardi e Marco Squara.

Nell’Open C sono rimasti a punteggio pieno il numero uno del tabellone, il milanese Riccardo Silini, il nostro Alessandro Gasparetto ed il varesino Mario Malcangi. Lo scontro diretto vedrà di fronte Silini e Gasparetto, mentre Malcangi dovrà giocare contro il torinese Alberto Pairotti, altra sfida dal risultato incerto. Pairotti, con 2,5 punti, è affiancato in classifica dal rumeno Laurentiu Moisa, da poco frequentatore del nostro circolo e autore fino a qui di un ottimo torneo. Restano pienamente in corsa per un ottimo risultato anche i nostri giovanissimi soci Erick Marangone, Dario Isoardi (oggi sconfitto da Gasparetto) ed Emiliano Tiritan (che si è dovuto arrendere a Silini).

- 9º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Secondo Turno

Anche il secondo turno del 9º Torneo Internazionale “Città di Biella” è passato agli archivi: turno interessante, anche se con meno sorprese rispetto al primo, ma sempre con un incontro infinito, ancora nell’Open B. A terminare per ultima, dopo 111 mosse e 5 ore e 10 di gioco, è stata la partita tra il giovanissimo Mattia Pegno ed il Candidato Maestro genovese Giuseppe Chiesa, con la vittoria di quest’ultimo dopo un difficile finale.

La giornata era iniziata con doppi auguri di compleanno: quelli – in ritardo – per Andrea Davini, che ha festeggiato ieri e quelli – assolutamente puntuali – per il GM Sergey Ivanov. Il giocatore russo ha anche gentilmente offrendo ottimi cioccolatini, che insieme ai classici torcetti e biscotti biellesi messi a disposizione come d’abitudine dal nostro circolo, grazie al supporto della Pasticceria Massera, hanno reso felici i palati dei presenti.

Tra i risultati più interessanti per il nostro circolo, segnaliamo la patta imposta dal nostro Lorenzo Bardone al MI Angelo Damia (Open A), quella ottenuta da Ilaria Gnata opposta al CM Gabriele Beccaris (Open B) ed il trittico di giocatori a punteggio pieno nell’Open C: Alessandro Gasparetto, Emiliano Tiritan e Dario Isoardi.

- 9° Torneo Internazionale “Città di Biella” - Primo Turno

Il primo turno del 9° Torneo Internazionale “Città di Biella” non ha deluso le aspettative, con risultati a sorpresa, incontri combattuti e le immancabili partite che hanno fatto le ore piccole.

Nell’Open A il numero uno del tabellone, il GM Oleg Korneev, è stato costretto alla patta dal CM bergamasco Tommaso Bonassi ed anche il nostro Giovanni Siclari ha ottenuto solo mezzo punto nel derby contro Lorenzo Pedoni. Patto anche l'incontro tra il neo Maestro FIDE Gabriele Lumachi ed il giovane CM Fabio Colonetti. Vittorie a sorpresa infine per Diego Forno (contro il Maestro Cristian Gagliardi) e per Leonardo Bolognese (contro Nicolò Tiraboschi). È stato un primo turno ricco di patte (ben sei), mentre sotto il profilo tecnico si è potuto assistere ad un interessante finale nell’incontro vinto dal MI Paolo Vezzosi ai danni del CM Cristiano Quaranta.

Nell’Open B è stata la partita in prima scacchiera tra il nostro Luigi Isoardi e l’astigiano Gabriele Beccaris a chiudere la sala, dopo 5 ore di gioco. Beccaris, che non riusciva a sfruttare il proprio vantaggio, si trovava in un finale di Re e Torre contro Re e Cavallo che prometteva la spartizione della posta, ma quando si pensava che la patta fosse ormai sancita, ecco che un’imprecisione di Isoardi dava il punto pieno al suo avversario. Tra gli altri astigiani alla ribalta, da segnalare Nicolò Briata, ancorché tesserato per la Scacchistica Torinese, che ha battuto l’eporediese Isabella Gennaro, numero 3 del tabellone, e Marco Rienzi, che ha ottenuto il punto pieno contro il milanese Claudio Raselli; interessante anche il derby vercellese tra Mario Caldi ed Alberto Scarrone, dove quest’ultimo ha avuto la meglio dopo un lungo finale di Torre e pedoni. Molto buona la patta ottenuta dal nostro Matteo Sunder contro il milanese Carlo Fornasir, numero 4 del tabellone, mentre Ilaria Gnata ha superato in poco tempo l’attuale Campionessa Italiana Under 12 (e Campionessa Under 10 2017) Giulia Sala.

Nell’Open C è invece più complicato parlare di “sorprese”, in considerazione degli ELO talvolta sottostimati dei giocatori più giovani: rimarchiamo comunque il buon guadagno di punti dei nostri Emiliano Tiritan e Dario Isoardi, entrambi vittoriosi, con Dario che ha superato la due volte Campionessa Italiana Under 8 (2017 e 2018) Bianca Pavesi.

- 9° Torneo Internazionale "Città di Biella"

Con la prima mossa giocata in modo simbolico dall’Assessore allo Sport del Comune di Biella dott. Sergio Leone (per la cronaca: e4), è iniziata l’edizione numero nove del nostro Torneo Internazionale, intitolato alla “Città di Biella”. Malgrado il numero sempre crescente dei tornei, specie quelli che si svolgono nel fine settimana, in tutte le zone d’Italia, è per il nostro circolo motivo di soddisfazione essere riusciti a mantenere, in modo alquanto curioso, lo stesso numero di giocatori dell’edizione numero otto, ovvero 112.

Con l’edizione appena iniziata salgono pertanto a 21 le nazioni rappresentate (si è aggiunta la Romania) e tocca le 518 unità il numero dei giocatori presenti, almeno una volta, al nostro torneo. Sono infine ben 36 i giocatori alla loro prima visita (e speriamo non rimanga tale!) a Biella. Ottima come sempre la percentuale di giocatori Under 16, che sfiora il 34%.

Nell’Open A sono presenti, tra i giocatori titolati, tre vincitori di passate edizioni: il GM Oleg Korneev, il GM Sergey Ivanov ed il MI Paolo Vezzosi. Insieme a loro sono presenti anche il MI Angelo Damia ed il MF Marco Sbarra. Peccato per il forfait dell’ultimo minuto del GM italiano Roberto Mogranzini, la cui presenza avrebbe reso il torneo ancora più combattuto.

- Campionato a Squadre Under 16 - Fase Regionale

Torna a sorridere dopo solo un anno la nostra squadra giovanile, che si è qualificata – abbastanza a sorpresa – per la fase nazionale dei Campionati Italiani a Squadre Under 16 in programma tra poco più di un mese, avendo ottenuto un bel secondo posto al termine della fase regionale disputata a Fossano (CN). La formula dei Campionati, che prevede la separazione tra squadre Under 16, Under 12 e Under 10 (e forse nel futuro anche Under 14) ha fatto sì che il nostro circolo, riuscendo a schierare solo una formazione, dovesse competere nell’Under 16, pur se uno dei giocatori in squadra era molto più giovane per la categoria.

Dopo cinque turni di gioco, quindi, i nostri ragazzi hanno raggranellato 8 punti, frutto di tre vittorie sul campo, un bye ed una sconfitta, che li ha posizionati secondi dietro i vincitori della Scacchistica Torinese (9 punti) e davanti ad una delle tante squadre schierate dal circolo Sempre Uniti di Asti (7 punti).

La squadra, capitanata da Matteo Migliorini, era composta da: Ilaria Gnata, Matteo Sunder, Alessandro Gasparetto ed Emiliano Tiritan. Ecco come si sono comportati: nella media il torneo di Ilaria, che ha giocato un po' sottotono la mattina, racimolando appena 0.5/2 contro avversari ampiamente alla portata, salvo poi riprendersi ampiamente nel pomeriggio, non lasciando scampo alle sue avversarie. Ottima invece la prestazione di Matteo, che ha conquistato 3.5/4 giocando delle belle partite in attacco (da segnalare un bel sacrificio di Torre al primo turno), e riuscendo a ribaltare il risultato dell'ultima partita, facendo valere la sua superiorità nel gioco veloce. Buona prestazione anche di Alessandro, che, nonostante nel secondo turno abbia perso velocemente per aver trascurato troppo lo sviluppo in favore del guadagno di un pedone, ha avuto ragione facilmente di tutti gli altri avversari. Buono infine anche il torneo di Emiliano, che nonostante si sia trovato a competere con i più grandi, è riuscito a conquistare due punti importanti. Peccato solo per il suo gioco ancora troppo frettoloso, che gli è costato alcune sviste, ma che lascia vedere ampi margini di miglioramento.

- Campionato Italiano Giovanile: Bilancio Finale

Al termine dell’edizione 2018 dei Campionati Italiani Giovanili di Scalea è il tempo dei bilanci: come avevamo scritto nell’articolo di presentazione, la spedizione valmossese quest’anno era per motivi diversi ridotta al lumicino, e per questo motivo è stata soprannominata “Quattro Gatti ai Nazionali”.

Alla vigilia della trasferta sapevamo che Ilaria Gnata, nel torneo Allievi (Under 16) Femminile aveva tutte le possibilità per ben figurare. Così è stato: con 5,5 punti complessivi la giovane di Valle San Nicolao si è classificata al settimo posto (lo scorso anno era stata sesta) sulle 32 partecipanti. Da sottolineare la vittoria (invero, un poco fortunosa) contro la CM piemontese Raccanello e la patta contro la 1N trentina Paparella, mentre le uniche sconfitte sono arrivate negli incontri con le altre giocatrici in cima al tabellone, a partire dalla riconfermata Campionessa Italiana Maria Palma. Sono stati incontri, questi, nei quali Ilaria ha palesato una ancora limitata conoscenza teorica ed è su questo tasto che dovrà fare progressi per giungere a livelli di punteggio che sono sicuramente alla sua portata. Ilaria è stata l’unica nostra rappresentante a giungere nelle prime dieci posizioni del proprio torneo, posizioni che assegnano un punteggio ai circoli per la classifica speciale per società: i suoi 4 punti ci hanno quindi piazzato al 38° posto (ex-aequo con altri circoli), una posizione decisamente inferiore rispetto a quelle degli ultimi anni, quando però abbiamo potuto vantare più giocatori nei primi posti di classifica (lo scorso anno erano ad esempio tre).

A livello regionale restiamo di fatto il secondo circolo, ma ciò non può essere particolare motivo di contentezza: il Piemonte infatti ha piazzato solo quattro giocatori nei primi dieci, anche se dovremmo scrivere “quattro giocatrici”, essendo tutte ragazze: insieme a Ilaria, registriamo il secondo posto nell’Under 16 Femminile della Raccanello (Scacchistica Torinese) e due decimi posti di due ragazze del circolo Sempre Uniti di Asti (Macagno e Buttiglieri, Under 14 ed Under 8 Femminili). Con 67 partecipanti del Piemonte il risultato (decimo posto fra le regioni) è sicuramente non soddisfacente, soprattutto se confrontato con il terzo posto dello scorso anno.

Passiamo ai nostri altri rappresentanti: decisamente sotto le aspettative il torneo di Alessandro Gasparetto (Under 16 Assoluto), che negli ultimi tornei ci aveva fatto sperare in un torneo in cui potesse essere maggiormente protagonista. Non sono i 4 punti finali oppure il 76° posto (partiva con il numero 48) su 116 giocatori a dare la misura del torneo di Alessandro, ma è la performance, pari a 1383 punti, risultante da troppe patte (o peggio, sconfitte) con giocatori di punteggio a lui decisamente inferiore. Un torneo storto può capitare ed auguriamo ad Alessandro di riprendersi subito con il giusto impegno, in modo da giungere pronto, tra un anno, ai prossimi Campionati Italiani, che saranno i suoi ultimi e dove potrà rifarsi.

Buono invece il torneo di Emiliano Tiritan nell'Under 12 Assoluto (Giovanissimi): aver raggiunto la metà dei punti disponibili era l’obiettivo minimo della vigilia e quindi la sua missione si può dire compiuta. Peccato per una caduta (con botta ad un piede) occorsagli domenica mattina, i cui postumi lo hanno condizionato soprattutto nei primi turni. Qualche rimpianto per un paio di incontri giocati troppo velocemente e che con un poco di concentrazione in più potevano finire in modo diverso e magari aumentare il bottino finale, che comunque lo posiziona al 103° posto su 192 giocatori (il torneo Giovanissimi è storicamente quello maggiormente partecipato).

Nel torneo Under 10 Assoluto, infine, abbiamo tifato per il giovanissimo Dario Isoardi, dal quale speravamo di ricevere buone notizie in termini di classifica, ma che invece abbiamo visto giocare con prestazioni altalenanti. Detto che il torneo è stato fortemente combattuto, lascia l’amaro in bocca il 47° posto conclusivo (su 130 giocatori), soprattutto se si considera la bella partita giocata da Dario al debutto, dove imponeva la patta a colui che si sarebbe classificato terzo assoluto. Purtroppo in altri incontri (soprattutto il terzo, giocato troppo in fretta, e l’ultimo con uno stallo omaggiato all’avversario) non si è visto il vero Dario, che ben conosciamo e che sappiamo quanto invece possa valere. Tra un anno il giovane biellese sarà ancora nel torneo Under 10 e, con un anno in più insieme alla giusta preparazione, potrà sicuramente tornare ad essere uno dei protagonisti, come lo era stato negli anni scorsi.

- Campionati Italiani Giovanili - Nono Turno

I Campionati Italiani Giovanili dei nostri Quattro Gatti sono finiti con un pizzico di delusione: il nono ed ultimo turno ci ha infatti regalato solo una vittoria, una patta e due sconfitte.

L’unica gioia della giornata è il risultato positivo di Emiliano Tiritan, che se la doveva vedere con il toscano Niccolò Greco e riusciva, dopo circa due ore e tre quarti, ad averne ragione, concludendo così il proprio torneo con la metà dei punti disponibili: 4,5.

L’unica patta è talmente incredibile che non può essere considerata positiva: negli Under 10 Dario Isoardi conduceva una buona partita contro il milanese Daniele Parazzini e tutto sembrava portare alla vittoria; al momento di promuovere un pedone, però, Dario invece di scegliere una Torre decideva per una seconda Donna, cosa che portava immediatamente allo stallo. Sono quindi cinque i punti messi a referto da Dario.

Sconfitti infine entrambi i ragazzi Under 16: Ilaria Gnata giocava contro la chietina Angela Flavia Grimaldi (ELO 1899), un ostacolo obiettivamente difficile in un turno nel quale Ilaria doveva puntare al risultato pieno per sperare di restare nelle prime posizioni di classifica. La nostra ragazza restava in partita per una ventina di mosse, poi alcune imperfezioni, puntualmente sfruttate dalla sua avversaria, le costavano un pedone che poi avrebbe fatto la differenza per il resto dell’incontro. Ilaria porta comunque a casa 5,5 punti.

Finisce con una sconfitta il torneo di Alessandro Gasparetto, che nel confronto con il bergamasco Davide Cortinovis (ELO 1410) sceglieva ad un certo punto la mossa sbagliata, cosa che lo obbligava a sacrificare la Donna per evitare uno scacco matto, e quindi ad abbandonare. Il suo risultato finale è quindi di quattro punti.

- Campionati Italiani Giovanili: Ottavo Turno

Ad Ilaria Gnata non è riuscito di ripetere l’exploit della mattina ed all’ottavo turno dei Campionati Italiani Giovanili di Scalea ha dovuto arrendersi alla confermata pluricampionessa italiana Maria Palma (WFM, ELO 2000). E’ stata una gara in salita da subito condizionata da un errore in apertura che costava un pedone, ma a merito di Ilaria va detto che riusciva a resistere bene, anche perché la sua avversaria non concretizzava il proprio vantaggio. Così si arrivava in finale con una posizione ancora giocabile, nella quale anche Maria avrebbe dovuto giocare con attenzione per portare a casa il punto; purtroppo Ilaria lasciava in presa l’unico pezzo rimastole (un Alfiere) ed era costretta all’abbandono.

La giornata è stata invece abbastanza positiva per gli altri ragazzi del nostro circolo: è innanzi tutto tornato alla vittoria Dario Isoardi negli Under 10, superando in circa un’ora e mezza il campione regionale altoatesino Jakob Niederfriniger (ELO 1359), che non riusciva ad impedire la promozione di un pedone del nostro giovane alfiere.

Identico risultato di patta infine per Alessandro Gasparetto ed Emiliano Tiritan: se per il secondo il risultato può essere considerato positivo, non si può dire la stessa cosa per il nostro Under 16, che ha diviso ancora la posta (dopo la patta del mattino) contro un avversario con un ELO di oltre 300 punti inferiore a quello di Alessandro.

- Campionati Italiani Giovanili: Settimo Turno

Ai Campionati Italiani Giovanili è giunto il momento della seconda giornata con doppio turno, e quello del mattino – il settimo – non ha fatto mancare le emozioni.

L’inizio non era sicuramente dei migliori, con Emiliano Tiritan che veniva sconfitto dopo poco più di un’ora e mezza e la stessa sorte capitava un’oretta dopo a Dario Isoardi, che dopo molte mosse entrava in un finale nel quale poteva contare su Torre, Alfiere e Cavallo contro le due Torri dell’avversario, il barese Pasquale Romagno. Una svista di Dario gli faceva perdere prima l’Alfiere ed a causa di una inchiodatura successivamente perdeva anche il Cavallo. Con solo una Torre contro due Dario decideva per l’abbandono.

Era però sulla seconda scacchiera dell’Under 16 Femminile che si disputava una partita decisamente avvincente, con Ilaria Gnata che si trovava di fronte la CM pinerolese Marianna Raccanello, già più volte Campionessa Italiana nelle precedenti categorie di età, in un derby piemontese che sulla carta doveva premiare la giovane della Scacchistica Torinese. Malgrado qualche imperfezione, però, Ilaria teneva botta a lungo, mantenendo una posizione abbastanza equilibrata. Le due contendenti entravano in pieno zeitnot e l’incontro si trasformava in una gara “lampo”, nella quale le ultime mosse venivano eseguite con meno di un minuto sull’orologio. Ciò da un lato premiava la Raccanello, che guadagnava un pedone e migliorava la propria posizione, ma Ilaria – che ha avuto sempre difficoltà a gestire la disponibilità di pochi secondi - riusciva a tenere ed era sorprendentemente l’avversaria che esauriva il proprio tempo, consegnando il punto alla nostra ragazza dopo circa tre ore e quarantacinque minuti.

Rimaneva ancora la sfida di Alessandro Gasparetto: il nostro socio terminava poco dopo Ilaria e chiudeva con una patta contro il napoletano Italo Polizio (ELO 1335), un risultato che quanto meno era utile a muovere la classifica.

- Campionati Italiani Giovanili: Sesto Turno

Il risultato del sesto turno dei Campionati Italiani Giovanili è stato esattamente speculare a quello del turno precedente: chi aveva perso ieri ha vinto oggi e viceversa. Possiamo così festeggiare tre vittorie, con una sola sconfitta.

Sono stati veramente facili e veloci i successi di Alessandro Gasparetto e di Emiliano Tiritan: un’ora e mezza circa per il primo, solo mezz’ora per il secondo. Alessandro aveva ragione del milanese Paolo Parini (ELO 1398) guadagnando ben presto materiale e mettendo subito in discesa la pratica; ad Emiliano bastavano invece solo quattordici mosse per superare l’astigiano Stefano Pagliarino, ben approfittando delle imprecisioni dell’avversario per sferrare un attacco con matto imparabile.

Senza grosse difficoltà anche la vittoria di Ilaria Gnata, anche se ci sono volute tre ore per portare a termine il compito contro la teramana Letizia D’Ambrosio (ELO 1334): dopo essere uscita bene dall’apertura la nostra Campionessa Regionale ha iniziato a guadagnare materiale incrementando sempre più il proprio vantaggio fino alla positiva conclusione.

E’ invece stata una partita con qualche errore di troppo quella che ha visto soccombere Dario Isoardi negli Under 10 assoluti. Contro l’eporediese Sergio Pilo, Dario non si rendeva conto di un Alfiere inchiodato sul proprio Re, che invece l’avversario sfruttava a dovere guadagnando il pezzo. Ciò avveniva dopo un paio di ore di gioco ed il nostro ragazzo, peraltro già in difetto di due pedoni, decideva per l’abbandono.

- Campionati Italiani Giovanili: Quinto Turno

Con il quinto turno i Campionati Italiani Giovanili hanno effettuato il giro di boa, ma la giornata di oggi per i nostri colori non sarà da ricordare, visto che ci ha portato tre sconfitte ed una sola vittoria.

L’unico nostro alfiere che ci ha dato una gioia è il più piccolo di tutti: Dario Isoardi negli Under 10 non ha dovuto faticare troppo per avere ragione del suo avversario, il romano Angelo De Carlo, che doveva subire ben presto un doppio di Cavallo su Donna e Re, dopo il quale abbandonava.

Negli Allievi Femminili Ilaria Gnata è andata vicina ad una bella impresa contro la numero cinque del tabellone, la ferrarese Lara Scagliarini, che seppur vicina ad Ilaria nell’ordine di ELO di partenza, può vantare circa 200 punti di ELO in più. Ilaria restava in partita, anche grazie ad un paio di imperfezioni dell’avversaria, per ritrovarsi in un finale di pedoni ed Alfieri, obiettivamente non facile da giocare, che i motori danno come patto. Con entrambe e giocatrici a corto di tempo, Ilaria purtroppo si disuniva non riuscendo ad impedire la promozione alla Scagliarini; a questo punto decideva per l’abbandono.

Sconfitte anche per Alessandro Gasparetto ed Emiliano Tiritan: il primo, nell’Under 16 assoluto, doveva fronteggiare un forte attacco sul suo arrocco da parte di un avversario sulla carta ampiamente alla portata del nostro ragazzo (il romano Christian Joshua Gulay). Purtroppo i pezzi di Alessandro erano nel frattempo raggruppati sul lato opposto della scacchiera, e dopo circa tre ore e mezza di gioco era costretto ad alzare bandiera bianca. Emiliano invece ha giocato un incontro molto lungo per i suoi standard (oltre tre ore), ma che è stato segnato da uno scambio di pezzi nelle fasi di apertura con il quale Emiliano cedeva Cavallo ed Alfiere per Torre e pedone. Lo scambio premiava il gioco del suo avversario, il leinicese Riccardo Lo Gatto, che sfruttava la maggior mobilità dei pezzi (incluso ovviamente quello di vantaggio) rispetto a quelli del nostro giovane. Emiliano cercava di resistere il più possibile, ma alla fine era costretto all’abbandono.

Dopo metà della competizione, quindi, Ilaria e Dario fanno segnare 3,5 punti in 5 turni, mentre Alessandro ed Emiliano ne hanno incamerati solo 2. Nei restanti quattro turni ci sarà ovviamente modo di recuperare: forza ragazzi!

- Campionati Italiani Giovanili: Quarto Turno

Il quarto turno dei Campionati Italiani Giovanili poteva risentire delle scorie del terzo, giocato poche ore prima, ma per fortuna così non è stato, se non forse per Emiliano Tiritan, che è stato sconfitto giocando una brutta partita, nella quale non è mai riuscito a trovare il proverbiale bandolo.

E’ entrato invece decisamente nel vivo il torneo di Ilaria Gnata, nell’Under 16 Femminile: dopo aver pattato stamattina con la numero 3 del tabellone, ecco presentarsi la numero 8, Maria Cristina Pannella, sostanzialmente con un ELO simile a quello della nostra ragazza. Ilaria, che è il numero 6 del tabellone, giocava una bella partita ed usciva bene dall’apertura, approfittando di un’imperfezione della ragazza di Oristano che le toglieva la possibilità di arroccare. Successivamente Ilaria otteneva con un tatticismo la qualità per poi prendere il sopravvento costringendo l’avversaria all’abbandono.

E’ tornato alla vittoria anche Alessandro Gasparetto, che con pazienza ha avuto ragione del foggiano Davide Rosario Saracino, grazie ad un progressivo vantaggio sia di posizione che di materiale, per entrare in finale con due pedoni in più, ma dovendo fare attenzione all’orologio, in quanto gli rimanevano solo pochi minuti per chiudere l’incontro. Alessandro portava comunque in porto la partita e otteneva il punto pieno.

Anche Dario Isoardi, negli Under 10, è tornato a registrare una vittoria. Incontro simile a quello del mattino, ma solo per la sua durata (circa venti minuti): stavolta Dario era molto attento e sfruttava tutto quanto concessogli dal suo avversario, il Campione Regionale della Basilicata Giuseppe Alagia, al suo primo torneo a tempo lungo: la vittoria del nostro ragazzo ne era la diretta conseguenza.

- Campionati Italiani Giovanili: Terzo Turno

Luci ed ombre nel terzo turno dei Campionati Italiani Giovanili: i nostri Quattro Gatti hanno terminato con una vittoria, una patta e due sconfitte nella prima delle due giornate in cui è previsto il doppio turno.

La vittoria è quella di Emiliano Tiritan nel torneo Under 12, che riesce ad avere ragione abbastanza velocemente del napoletano Ermanno Maria Maresca.

Negli Allievi Femminili Ilaria Gnata ha ottenuto una ottima patta con Nicole Samantha Paparella, numero 3 del tabellone e con circa 300 punti ELO in più della nostra ragazza. Ilaria ha disputato un incontro ben giocato, andando in vantaggio di due pedoni, ma con un insidioso controgioco dell’avversaria, che minacciava di promuovere. Prudentemente Ilaria non si avventurava in un sacrificio di qualità che la avrebbe vista in finale con Alfiere e tre pedoni contro Torre e le due contendenti finivano per ripetere la posizione sancendo la patta.

Negli Allievi Assoluti invece è stato sconfitto Alessandro Gasparetto, che affrontava un avversario sulla carta alla sua portata (il napoletano Ferdinando Reale, ELO 1395). Purtroppo il nostro ragazzo si faceva ingolosire da un pedone “avvelenato” che lo condizionava per il resto dell’incontro, costringendolo ad una posizione inferiore, fino ad arrivare al finale di Torri e pedoni, dove il cambio delle Torri toglieva ad Alessandro le residue speranze.

Da dimenticare infine l’incontro di Dario Isoardi negli Under 10, che provava subito a portare la sfida nel vivo attaccando sin dall’inizio, ma – complice anche un gioco da partita “lampo” - la sua posizione precipitava ben presto e dopo una ventina minuti Dario si doveva arrendere.

- Campionati Itaiani Giovanili: Secondo Turno

La seconda giornata dei Campionati Italiani Giovanili ci ha regalato tre vittorie, una diversa dall’altra per come sono arrivate, ed una sconfitta: tutto sommato, un risultato in linea con le aspettative della vigilia.

La prima vittoria è quella di Emiliano Tiritan, che è entrato in sala di gioco e ne è uscito poco dopo quando gli è stata comunicata l’assenza del suo avversario, che in effetti era uno dei due giocatori non accoppiati al primo turno, ma che sono stati inseriti nel secondo. Nessuno dei due è risultato presente e quindi sia Emiliano che un altro giocatore hanno a vinto a forfait il proprio incontro. Peccato, ma con i numeri di questo torneo (sono 190 i presenti) sono inconvenienti che possono capitare.

Velocissima vittoria anche per Ilaria Gnata, che in poco meno di un’ora ha avuto ragione della napoletana Anna Musella, alle prese con il suo primo torneo valido per l’ELO.

Decisamente più complessa la terza vittoria, ottenuta da Dario Isoardi contro il catanese Riccardo Riganati, anch’egli al primo torneo ufficiale a tempo lungo, ma autore di una partita molto buona. Dopo la bella prestazione di ieri, però, Dario mandava sulla scacchiera la sua controfigura, commettendo l’errore di sottovalutare il proprio avversario: così dopo poco più di mezz’ora si ritrovava con un pedone e la qualità in meno, in una posizione obiettivamente di difficile gestione. E’ a questo punto che il vero Dario usciva dall’armadio dove si era nascosto e iniziava a giocare, ponderando bene le mosse. Con un tatticismo il nostro giovane riusciva a recuperare lo svantaggio di materiale e ad entrare in un finale pari con una Torre e quattro pedoni a testa. La migliore tecnica di Dario gli permetteva così di vincere dopo circa un’ora e mezza di gioco un incontro che sembrava essersi instradato verso la sconfitta; la speranza è che lo spavento sia di monito per il giovane biellese (non ci sono partite facili!) e che nei prossimi incontri sia il vero Dario a presentarsi sulla scacchiera.

L’unica sconfitta della giornata è stata quella di Alessandro Gasparetto, che non è quindi riuscito a farsi un bel regalo di compleanno (a proposito: auguri!). Nulla di preoccupante: il suo avversario, il romano Federico Casagrande, lo sovrastava di oltre 300 punti ELO e la sconfitta era preventivabile. In effetti Alessandro si è trovato praticamente da subito in difficoltà, non riuscendo a reggere alla pressione dei pezzi avversari. Verso il termine dell’incontro Alessandro provava a sacrificare un pedone in cambio di un poco di controgioco, ma alla fine doveva arrendersi.

- Campionati Italiani Giovanili: Primo Turno

Sono partiti: sfiorando il record di partecipazione (902 giocatori, contro i 907 dello scorso anno a Chianciano Terme) i Campionati Italiani Giovanili 2018 sono iniziati oggi pomeriggio a Scalea (CS). L’inizio dei nostri “Quattro Gatti” è stato abbastanza buono, anche se non eccezionale, con due vittorie, una patta ed una sconfitta.

Negli Under 16 Femminili Ilaria Gnata ha faticato più del previsto per avere ragione della catanese Chiara Morello, che le rendeva circa 300 punti ELO. Una svista della nostra ragazza nelle prime fasi della partita le faceva perdere un pedone; la conseguenza è stato un incontro molto lungo (oltre 3 ore) nel quale Ilaria riusciva a trovare la chiave grazie ad un buon attacco che le faceva recuperare il materiale perso con gli interessi, per poi chiudere vittoriosamente.

Vittoria anche per Alessandro Gasparetto al debutto nella categoria Under 16, che non ha invece dovuto faticare molto per avere ragione del veneziano Nicola Steffenato. Il suo avversario andava presto sotto di due pedoni, un doppio Donna e Torre in finale chiudeva poi l’incontro.

L’unica sconfitta della giornata è quella di Emiliano Tiritan al debutto nell’Under 12: il nostro giovane, un poco acciaccato da una caduta patita in mattinata, lasciava un Cavallo in presa mettendo così in discesa l’incontro del veronese Ivan Morandini.

L’incontro più bello è stato quello che ha visto di fronte Dario Isoardi ed il Campione Under 10 siciliano Roberto Alessio Zoncu, dato come uno dei favoriti del torneo. Dario andava in vantaggio di un pedone ma poi trovava difficoltà nel concretizzare la propria supremazia; il nostro giovane vedeva correttamente anche il piano tattico che gli avrebbe consentito di sferrare il colpo decisivo, ma l’inversione di due mosse nell’esecuzione del piano lasciava Dario con una posizione migliore ma ancora tutta da giocare. La possibilità di controgioco dell’avversario in una situazione non chiarissima faceva poi decidere i due contenenti per la patta dopo circa due ore di gioco.

- Stefano Cerri è Terza Categoria Nazionale

Con l’aggiornamento dei punteggi ELO di luglio è stato ratificato il passaggio a Terza Categoria Nazionale di Stefano Cerri, che al suo primo torneo a tempo lungo valido per le variazioni ha ottenuto l’ELO FIDE con il punteggio di 1597, ad un passo dalla promozione a Seconda Categoria.

A Stefano vanno i complimenti del Direttivo dello Scacchi Club Valle Mosso e di tutti i soci.

- Campionati Italiani Giovanili: Scalea 2018

Tra le edizioni degli ultimi anni della Fase Nazionale dei Campionati Italiani Giovanili di scacchi, quella che si aprirà il prossimo 1° luglio a Scalea (CS) sarà quella con la partecipazione più bassa di nostri ragazzi. La considerevole distanza chilometrica che ci separa dalla Calabria è sicuramente una concausa di questo fatto, ma bisogna anche rilevare come non sia ancora stato possibile portare i giovani arrivati al circolo negli ultimi anni sulla strada dell’agonismo, “rimpiazzando” i ragazzi che nel frattempo sono cresciuti.

Saranno quindi solo quattro gli alfieri che difenderanno i nostri colori (ma soprattutto i loro). La più “anziana” del gruppo è Ilaria Gnata, lo scorso anno sesta nella categoria Allievi Femminile, che per raggiunti limiti di età disputerà il suo ultimo Campionato Italiano: da lei possono arrivare dei buoni risultati in un torneo che dovrebbe presentarsi con diverse contendenti più o meno sullo stesso piano.

Debutterà nel torneo Allievi Assoluto Alessandro Gasparetto: la crescita impressionante, che lo ha portato dallo scorso anno a guadagnare centinaia di punti ELO ottenendo la Seconda Categoria Nazionale, testimonia che potrà dire la sua, anche se il torneo in cui giocherà è normalmente quello tecnicamente più difficile. Sarà quindi complicato per lui raggiungere le prime posizioni, ma Alessandro ultimamente è riuscito a disputare ottimi incontri anche con avversari più quotati…

Passiamo poi ad Emiliano Tiritan: anche per lui si tratta del debutto in una nuova categoria, i Giovanissimi. Lo scorso anno era andato oltre le aspettative della vigilia e quindi siamo curiosi di vedere con quale spirito affronterà il torneo che storicamente conta la maggiore partecipazione di giocatori. Non si deve tra l’altro dimenticare come la data di nascita di Emiliano (è nato il 31 dicembre) lo costringa ad essere il più giovane della categoria e non il più vecchio di quella successiva!

Anche il nostro quarto ragazzo sarà al debutto in una nuova categoria: Pulcini. Si tratta di Dario Isoardi, che ancorché ultimamente abbia diradato le proprie partecipazioni ai tornei, in modo particolare quelli a tempo lungo, e renda almeno un anno di età a buona parte dei partecipanti, ha sicuramente le potenzialità per essere protagonista nel torneo, come lo è stato nelle edizioni precedenti (un terzo ed un quinto posto).

Come ogni anno seguiremo i nostri quattro atleti, ribattezzati “Quattro Gatti ai Nazionali” sul nostro sito, con tutti i risultati mano a mano che gli incontri termineranno: sarà sufficiente cliccare sull’immagine dei ragazzi per consultare tutti i loro dati.

Ad Ilaria, Alessandro, Emiliano e Dario il nostro più grande “in bocca al lupo!”.

- 3º Torneo dello Scoiattolo

Anche il terzo appuntamento con il “Torneo dello Scoiattolo”, organizzato presso il Laghetto di Candelo grazie all’ospitalità dell’Associazione Nosea – Amici di Marco Bettin, si è svolto in una splendida giornata di sole ed è stata scelta da un ottimo numero di giocatori, ventiquattro, curiosamente uguale a quello dello scorso anno, con la presenza di qualche giocatore da fuori provincia, cosa che ci fa ovviamente sempre piacere, e che ringraziamo di cuore; la gara ha anche segnato il ritorno in un semilampo di Dzevad Mehmedovic, nostro ex-socio che per impegni di lavoro ha negli ultimi anni diradato molto la sua partecipazione ai nostri tornei.

Al termine dei canonici sei turni l’ha spuntata, grazie un migliore spareggio tecnico, il Maestro Lorenzo Bardone sul Maestro Giovanni Siclari, iscrivendo così il terzo nome diverso nell’albo d’oro del torneo (dopo lo stesso Siclari nel 2016 e Dario Borghi nel 2017).

Durante il torneo non sono mancate le sorprese, come la vittoria al secondo turno di Ilaria Gnata contro Giorgio Valenzano, poi terzo con 4,5 punti grazie al suo miglior Buchholz nei confronti di Lorenzo Pedoni: quest’ultimo costringeva invece alla patta il vincitore Bardone. Nel turno successivo da segnalare un bel matto di Bardone con l’Alfiere ai danni di Alessandro Gasparetto dopo un sacrificio di materiale, mentre Gnata pattava con Gian Franco Costantino e Marco Squara aveva la meglio su Pedoni. E’ al quarto turno che il torneo cambiava padrone, con Bardone che aveva la meglio su Siclari sopravanzandolo in classifica, ma all’ultimo incontro Bardone pattava con Valenzano, mentre Siclari superava Costantino, e tutto si rimetteva al Buchholz. Nella classifica finale, tra i giovani e giovanissimi, buoni risultati per Matteo Porrino ed Erick Marangone, entrambi con 3 punti.

- 8º Open CSB “Magnus Carlsen”

Ottimo risultato di Stefano Cerri, nostro socio da quest’anno, che ha partecipato ad un torneo serale organizzato dal circolo di Borgomanero: nell’8º Open CSB “Magnus Carlsen” Stefano è giunto terzo con 6 punti su 8, ottenendo anche un ELO FIDE di ingresso a 1597 punti, che gli garantirà il passaggio alla Terza Categoria Nazionale al prossimo aggiornamento mensile, sfiorando per soli 3 punti la Seconda Categoria.

Stefano aveva già mostrato un buon gioco nei due tornei disputati al circolo, il Torneo di Fine Anno ed il Sociale, ottenendo buoni risultati contro giocatori di maggiore esperienza. Nel torneo di Borgomanero ha dovuto arrendersi solo a due giocatori di Prima Categoria Nazionale.

- Il 5 per mille allo Scacchi Club Valle Mosso

Come già avvenuto negli anni scorsi, anche per l'anno in corso possibile destinare il 5 per mille dell’IRPEF al nostro circolo, sostenendolo nelle sue attività. E’ quindi sufficiente apporre la propria firma nello spazio riservato al “Sostegno alle Associazioni Sportive Dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI…” della dichiarazione dei redditi, indicando il nostro codice fiscale: 92007160028. Ricordiamo che tale scelta non modifica l’importo delle imposte dovute dal contribuente.

Lo Scacchi Club Valle Mosso ringrazia tutti coloro che, sempre più numerosamente negli anni scorsi hanno già destinato il 5 per mille a nostro favore, nonché tutti coloro lo vorranno fare quest’anno. Anche così è possibile aiutare il vostro circolo. GRAZIE!

- 3º Semilampo “Scacchi Viventi del Marchesato di Crevacuore“

E’ giunto alla sua terza edizione, nessuna delle quali disputata in anni consecutivi: la seconda si era infatti svolta tre anni or sono e quest’anno, sempre su invito del Gruppo Manifestazioni Crevacuoresi in Piazza siamo tornati nel paese della Valsessera con un torneo semilampo, che si è tenuto come le altre volte nel centro storico, addobbato a festa e con molti abitanti in giro per le stradine vestiti con gli abiti di un tempo.

Il torneo, denominato “Scacchi Viventi del Marchesato di Crevacuore”, con riferimento alla rappresentazione di scacchi viventi in programma alla sera, non ha avuto molta storia. Il Maestro Giovanni Siclari l’ha infatti fatto suo a punteggio pieno dopo i classici sei turni di gioco: alle sue spalle ed a ben due punti di distanza si è classificato un trio composto da Matteo Sunder (secondo), Alessandro Gasparetto (terzo) e Stefano Lavino. Da segnalare l’ottimo quinto posto (3,5 punti) ottenuto da Emiliano Tiritan. Tra i partecipanti ci piace segnalare la presenza di Sebastiano Santo, per tutti “Nino”, per molti anni socio del nostro circolo e – tra l’altro – il primo maestro di un giovanissimo Lorenzo Bardone, ora Maestro FSI. Anche due giovani ragazzi di Crevacuore hanno voluto provare a disputare il torneo: speriamo che l’esperienza sia stata nel complesso positiva e che li abbia invogliati ad iniziare un percorso scacchistico!

- 13' Semilampo “Valdengo in Festa”

Si è disputata oggi l’edizione 2018 di uno dei tornei semilampo più longevi tra quelli da noi organizzati: si tratta del torneo “Valdengo in Festa”, che da qualche anno ha trovato la sua collocazione alla domenica, anche per evitare concomitanze con altre manifestazioni.

La partecipazione dell’edizione numero 13 ha fatto registrare un numero di partecipanti -sedici - inferiore a quello degli anni precedenti: dobbiamo infatti risalire fino alla prima edizione per rilevare un numero minore. Ciò non di meno il torneo è stato interessante ed ha visto alla fine vincitore il Maestro Giovanni Siclari, a dire il vero non una novità in questo tipo di competizioni, con 5,5 punti. Va però segnalato come Siclari non sia riuscito a centrare il punteggio pieno, dovendo a sorpresa concedere la patta all’ultimo turno ad un sorprendente Alessandro Gasparetto (poi quarto con 4 punti). Al secondo posto si è classificato un altro giocatore che trova nella cadenza rapida il suo ambiente preferito: Giorgio Valenzano, con 5 punti, sconfitto solo dal vincitore. Terza posizione per il CM Lorenzo Pedoni, che con 4 punti ha preceduto per spareggio tecnico il citato Gasparetto.

Ricordiamo infine che la particolarità di questo torneo è quella di affiancare al torneo di scacchi un torneo di dama, grazie all’interessamento degli amici del Circolo Damistico Biellese, che ringraziamo per la partecipazione. I nostri ringraziamenti vanno anche al Gruppo Amici Sportivi Valdengo, che da anni ci invita a portare il nostro gioco durante la loro importante festa annuale del paese biellese.

- Il GM Sabino Brunello vince il 5º Memorial “Renato Morgante”

L’edizione numero cinque del Memorial “Renato Morgante” , il nostro torneo a cadenza rapida più importante, è stata anche quest’anno un successo, con 77 partecipanti e un livello tecnico ancora molto elevato. Erano infatti presenti a Lenta (VC) due Grandi Maestri: Sabino Brunello e Miroljub Lazic (Serbia); quattro Maestri Internazionali: Daniele Genocchio, Milan Mrdja (Croazia), Andjelko Dragojlovic (Serbia) e Zivojin Ljubisavljevic (Serbia); oltre a diversi Maestri FIDE e Maestri FSI.

Al termine di nove turni molto combattuti ha iscritto il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione il GM bergamasco Sabino Brunello, alla sua prima partecipazione a Lenta, ma che ricordiamo qualche anno fa vincitore nel nostro Open Internazionale. Brunello ha terminato con il perentorio punteggio di 8,5 su 9 (unica patta con Gromovs) impressionando i presenti per la precisione del suo gioco: d’altronde, non si arriva a 2679 punti Elo Rapid per caso!

Alle spalle di Brunello si è classificato il MI Daniele Genocchio, alla quinta partecipazione a Lenta ed al quinto podio (tre secondi posti e due terzi) con 7,5 punti.

Al terzo posto troviamo con enorme piacere il nostro Maestro Giovanni Siclari, solitario con 7 punti e autore di una prova veramente magistrale (performance di 2350 punti). Solo i due Grandi Maestri lo hanno infatti fermato, e di grande rilievo è la vittoria ottenuta contro il MI Milan Mrdja. Il suo terzo posto è il miglior risultato di un nostro socio nei cinque anni di vita del torneo.

Ai piedi del podio troviamo due ex vincitori del torneo: il GM Lazic (lo scorso anno) ed il MI Dragojlovic (la prima edizione). Con il loro medesimo punteggio (6,5 punti) si sono classificati anche i MF Gromovs e Molina. Ultimo dei premiati nella classifica assoluta, e primo dei giocatori con 6 punti, il MI Mrdja.

La pattuglia dei giocatori del nostro circolo non era quest’anno particolarmente folta: impegni concomitanti, soprattutto scolastici, ne hanno ridotto il numero. Ciò nonostante, impresa di Siclari a parte, va segnalato il buon torneo di Ilaria Gnata e di Alessandro Gasparetto (con 4 punti prima e secondo nella loro fascia di punteggio) e di Luigi Isoardi (4,5 punti).

E’ doveroso ringraziare infine chi ci permette da diversi anni di poter organizzare questa manifestazione, che per numero di presenze si colloca al secondo posto in Piemonte: lo sponsor Aedì Riso Morgante dell’amico Alessio Albertino, il Comune di Lenta – in modo particolare il Sindaco sig. Giuseppe Rizzi – per la disponibilità della Palestra e la Pro Loco per la messa a disposizione i tavoli e sedie. L’appuntamento è per il prossimo anno con la sesta edizione.

- Gnata e Marangone sono Campioni Regionali Giovanili!

Si è disputato oggi a Leinì (TO) il Campionato Regionale Giovanile, il massimo appuntamento piemontese per i giocatori fino a sedici anni di età. E’ un torneo che negli ultimi anni ci ha sempre regalato belle soddisfazioni e anche l’edizione 2018 non è stata da meno, con due titoli regionali ed un secondo posto conquistati.

Nel torneo Allievi (Under 16), accorpato tra Assoluto e Femminile, Ilaria Gnata ha terminato al secondo posto ottenendo il titolo di Campione Regionale Femminile, a solo mezzo punto di Buchholz dal titolo di Campione Regionale Assoluto, un successo che le era invece riuscito lo scorso anno. Ilaria si è infatti classificata a pari merito (5,5 punti su 6) con l’astigiano Mattia Passalacqua (patto lo scontro diretto), vincitore quindi dell’Assoluto. Terzo posto (e quindi secondo nella classifica dell’Assoluto) per Matteo Sunder, distanziato di 1,5 punti dalla coppia di testa. Merita una segnalazione l’incontro bello ed avvincente tra i nostri due soci, con Ilaria autrice di un forte attacco (con il Nero) sull’arrocco di Matteo, che riusciva in un primo momento a contrastare, per poi però disunirsi in modo irreparabile nel momento in cui provava a liberarsi dalla pressione dei pezzi avversari, con grave perdita di materiale. Un poco sotto tono infine il torneo di Alessandro Gasparetto, quarto nella classifica del torneo Assoluto.

Il secondo titolo regionale è invece arrivato dal Torneo Pulcini Assoluto (Under 10) grazie ad Erick Marangone. Anche per Erick si tratta della conferma del titolo 2017, pur se ottenuto lo scorso anno nella categoria Piccoli Alfieri (Under 8). Va quindi sottolineato il successo del giovanissimo cossatese in un torneo nel quale rendeva un anno di età a molti dei partecipanti. Erick ha terminato il torneo al secondo posto con 5 punti a mezzo punto di distacco dal vincitore, Jacopo Bachi, unico giocatore a sconfiggerlo ma che, essendo tesserato per una società lombarda, non poteva concorrere per il titolo regionale piemontese. Il titolo regionale permette così ad Erick di ottenere la qualificazione per le finali nazionali, in programma a luglio a Scalea (CS).

La spedizione del nostro circolo, un poco meno folta rispetto al passato, era anche composta da Matteo Porrino ed Emiliano Tiritan. Nel torneo Cadetti Matteo si è classificato ottavo con 3 punti, mancando la qualificazione per le finali nazionali, mentre Emiliano nel torneo Giovanissimi è giunto settimo con 4 punti, un risultato nel complesso soddisfacente: un poco sfortunato l’ultimo accoppiamento che gli ha posto di fronte il forte torinese Giorgio Gola, vincitore del titolo regionale, contro il quale Emiliano nulla ha potuto.

La presenza dei nostri soci a Leinì è stata completata dall’AN Antonello Migliorini quale Direttore di Gara e dall’AR Davide Colpo in qualità di collaboratore (insieme all’AR pinerolese Ombretta Pons). La manifestazione, al quale hanno preso parte 115 giocatori nei vari tornei, si è disputata in un comodo Palazzetto dello Sport: peccato che il rumore prodotto dalle persone presenti sugli spalti abbia reso l’ambiente più simile a quello di una gara di basket (o volley) che a quello auspicabile per un torneo di scacchi.

- Alessandro Gasparetto è Seconda Categoria Nazionale

Con l'aggiornamento ELO di aprile è arrivata la seconda promozione a distanza di due mesi per il nostro giovane Alessandro Gasparetto che continua così al meglio il suo percorso di crescita. Dopo la promozione di inizio febbraio alla Terza Categoria Nazionale, la partecipazione al Campionato Interprovinciale di Biella e Vercelli ha permesso ad Alessandro di superare quota 1600 ed il raggruppamento di Usseglio del Campionato a Squadre, nonostante l'esito catastrofico del torneo, gli ha permesso di arrotondare il proprio ELO arrivando a 1637 punti. Le potenzialità per raggiungere ulteriori traguardi ci sono tutte, magari non con la stessa velocità di questi ultimi mesi (288 punti in quattro aggiornamenti!), sar&agrve; sufficiente continuare con l'attuale impegno.

Ad Alessandro vanno le congratulazioni del Direttivo del Circolo e di tutti i soci.

- Campionato Italiano a Squadre: Terzo Turno

Se la neve ad Usseglio sembra voler dare una tregua, nulla purtroppo cambia relativamente ai risultati delle nostre compagini impegnate nel raggruppamento del Campionato Italiano a Squadre. Anche il terzo turno ha purtroppo portato con sé altre sconfitte: iniziamo dalla Serie A1, con i nostri ragazzi che hanno dovuto cedere il passo anche alla Scacchistica Novarese, sulla carta una delle squadre contro cui avremmo dovuto giocarci le speranze di salvezza. Non è bastato il mezzo punto ottenuto da Paolo Drago contro Marco Stefanetti, perché purtroppo uscivano sconfitti sia Matteo Migliorini per mano di Mario Ferro, che Lorenzo Bardone che, in posizione inferiore contro Marco Angelini, mancava la mossa che avrebbe ribaltato le sorti dell’incontro. Una menzione invece per Giovanni Siclari, ultimo a terminare (e non solo del nostro incontro), che otteneva il punto pieno contro Vincenzo Montilli, grazie ad un finale non facile giocato con bella tecnica. Ciò nonostante, il punteggio di 2,5-1,5 premiava la squadra novarese.

Stesso risultato e andamento molto simile per la squadra in Serie B che si trovava di fronte il Circolo Alessandrino: sconfitte per Matteo Sunder ed Ilaria Gnata, opposti ad avversari di livello superiore per le loro forze (Antonio Petti e Mauro Baruscotti), mentre otteneva la patta Dario Borghi accettando velocemente l’offerta di Marco Ongarelli in posizione estremamente complicata e, a giudizio del nostro giocatore, decisamente inferiore. Il punto pieno arrivava da Lorenzo Pedoni in prima scacchiera, contro l’iraniano Ardeshir Sepehrkhoui. Il nostro alfiere vinceva grazie ad uno splendido attacco con sacrificio di Torre e scacco matto finale che, come si suole dire, da solo vale il prezzo del biglietto.

Le notizie non cambiano faccia se passiamo alla Serie Promozione: doppia sconfitta per le nostre formazioni. Perde Valle Mosso 1 che subisce il cappotto (0-4) per mano della squadra astigiana del Sempre Uniti, mentre Valle Mosso 2 limita i danni e viene sconfitta con il minimo scarto (1,5-2,5) dalla Eporediese C, con gli unici punti realizzati da Davide Colpo (patta contro Davide Bonardo) e dal giovanissimo Dario Isoardi (bella vittoria contro Andrea Saccuman).

- Campionato Italiano a Squadre: Secondo Turno

Alla mattina di sabato Usseglio si è svegliata sotto una fitta nevicata che, iniziata alle prime ore del mattino, aveva già depositato una ventina di centimetri di neve fresca. Il paesaggio natalizio ha fatto per un momento dimenticare l’inizio da incubo delle nostre squadre nel raggruppamento del Campionato Italiano a Squadre, prima di iniziare il secondo turno.

Il risultato finale degli incontri, lo diciamo subito, ha purtroppo ricalcato fin troppo fedelmente quello della sera precedente. In Serie A1 i nostri ragazzi si trovavano di fronte i favoriti della vigilia per il passaggio in Serie Master: la Gefran di Reggio Emilia. Pattava dopo poche mosse in terza scacchiera Lorenzo Bardone contro Fausto Gerola, approfittando della richiesta dell’avversario su una posizione non chiarissima. Otteneva una ottima patta, considerato il livello dell’avversario, Giovanni Siclari, che si trovava di fronte il GM ungherese Joszef Horvath. Venivano invece sconfitti Matteo Migliorini e Paolo Drago, rispettivamente contro Pierluigi Iotti e Flavio Villa, con entrambi i nostri giovani che si trovavano invischiati in posizioni complicate dalle quali non riuscivano ad uscire. Pertanto: 3-1 per la Gefran.

C’è invece molto da recriminare per il risultato della formazione di Serie B, opposta all’Arcotorre di Chieri, diretta concorrente per la salvezza. Era un incontro da vincere per sperare di poter restare nella categoria anche il prossimo anno, ma purtroppo è terminato con un sonoro 3-1 per i chieresi. In prima scacchiera Lorenzo Pedoni, tornato a guidare la squadra (anche come capitano), pattava velocemente con Carlo Ferretti in posizione di difficile interpretazione. Pattava in quarta scacchiera, ma in posizione ancora giocabile, Matteo Sunder contro Giorgio Marengo, un giocatore al suo primo torneo, purtroppo senza chiedere l’autorizzazione al proprio capitano. E sul momento il mezzo punto avrebbe potuto tornare comodo, visto che Ilaria Gnata doveva arrendersi a Susana Perez Morad, sprecando in finale una posizione quanto meno pari, e che anche Dario Borghi, a causa di un altro errore, cedeva in seconda scacchiera contro Alberto Rossetti.

Il girone di Serie Promozione, dispari a causa della defezione all’ultimo momento della compagine di Nichelino, vedeva il turno di riposo di Valle Mosso 1. Giocava e veniva sconfitta invece Valle Mosso 2, il cui scopo – lo ricordiamo – è quello di fare esperienza, contro la forte squadra astigiana per 0,5-3,5. Va comunque segnalata l’ottima patta ottenuta da Dario Isoardi contro Denis Bouanani, mentre uscivano battuti Domenico Cognata, Davide Colpo e Matteo Porrino.

- Campionato Italiano a Squadre: Primo Turno

Anche essendo consci che questa edizione del Campionato Italiano a Squadre sarebbe stata tutt’altro che facile, il risultato uscito dal primo turno fa comunque rumore.

In Serie A1 la nostra prima squadra era impegnata con la Scacchistica Eporediese ed i nostri avversari ci hanno superati per 3,5-0,5, un risultato che lascia un discreto amaro in bocca per come è maturato. Primo a cedere è stato Paolo Drago, che in quarta scacchiera, opposto alla nuova leva della squadra canavesana, il giovane milanese Davide Podetti, andava da subito in difficoltà, riusciva a recuperare, ma commetteva un errore in mediogioco e doveva abbandonare. In seconda scacchiera si giocava l’ennesimo confronto tra Matteo Migliorini ed il MF Fabrizio Ranieri ed anche questa volta l’incontro è stato molto intenso ed interessante, con il nostro portacolori che costringeva il titolato avversario a rifugiarsi nello scacco perpetuo. Convinto però di poter ottenere il punto pieno, Matteo forzava la posizione che purtroppo, a causa di un errore di calcolo, precipitava: seconda sconfitta. Mentre in terza scacchiera Lorenzo Bardone stava mantenendo una posizione pari contro Elia Mariano, in prima Giovanni Siclari era impegnato dal MI Folco Castaldo. Non sapremo mai come sarebbe andata a finire la partita, con Giovanni che poteva puntare alla patta, in quanto il nostro socio, da tempo in zeitnot, si doveva arrendere alla caduta della bandierina. Rimaneva quindi l’incontro di Bardone che, malgrado un momento di confusione quando, con entrambi i giocatori a corto di tempo, improvvisamente si spegneva l’orologio, continuava sui binari della parità e così finiva.

In Serie B la nostra squadra neopromossa aveva un inizio che definire complicato è dir poco: non solo gli avversari, i cuneesi de Il Libraio, erano tra i più forti del girone, ma eravamo anche costretti a presentarci solo con tre giocatori ed una formazione rimaneggiata. Infatti, oltre alla defezione (annunciata) di Lorenzo Pedoni per il primo turno a causa di impegni scolastici, si aggiungeva quella dell’ultimo momento della prima scacchiera Stefano Bazzeato, appiedato da una indisposizione. In prima scacchiera era quindi Dario Borghi a dover affrontare Ferdinant Petritaj, e il giovane cossatese giocava una bella partita guadagnandosi anche la possibilità di ottenere il punto pieno, ma una svista in finale lo portava alla sconfitta. Stesso risultato anche per Ilaria Gnata, alla quale toccava Alexandru Cacinschi. Ilaria si difendeva il più possibile, ma alla fine l’esperto avversario riusciva ad entrare nella difesa della nostra ragazza facendo suo l’incontro. Stessa sorte per il debuttante Matteo Sunder, cooptato dalla squadra di Serie Promozione per completare i ranghi, che malgrado l’impegno profuso nulla poteva contro Mauricio Rafael Babilonia. Il risultato finale era quindi di 4-0 in favore dei nostri avversari.

In Serie Promozione, come da regolamento, erano le nostre due formazioni a fronteggiarsi, con Valle Mosso 1 orfana di Giulio Sunder per il primo turno (per gli stessi motivi di Pedoni) che schierava quindi Luigi Isoardi, Alessandro Gasparetto, Stefano Lavino e Giancarlo Colpo. Il risultato finale era di 3,5-0,5 per Valle Mosso 1 su Valle Mosso 2 grazie alle vittorie sulle prime tre scacchiere (rispettivamente contro Domenico Cognata, Davide Colpo e Dario Isoardi) e la patta in quarta strappata da Matteo Porrino.

- Trofeo Scacchi Scuola - Fase Provinciale

Dopo essere stata sempre ospitata presso la nostra sede sociale di Valle Mosso, quest’anno la Fase Provinciale degli ex Campionati Giovanili Studenteschi, ora Trofeo Scacchi Scuola, sono andati in trasferta a Sagliano Micca, presso la Domus Laetitiae, struttura di eccellenza del territorio biellese nell’assistenza alle persone con disabilità, che ci ha concesso l’utilizzo del suo splendido salone.

Il resoconto della giornata non può quindi prescindere dai ringraziamenti ai nostri ospiti e in particolare ai sigg. Ramella e Medda che ci hanno aiutato nella preparazione e nell’allestimento, ivi compreso un gradito rinfresco offerto ai partecipanti durante la manifestazione.

La nuova e più ampia sede di gioco ci ha permesso di aumentare il numero di squadre ospitate, che è arrivato complessivamente a 15, di cui 9 relative alle scuole primarie (con torneo di piena competenza della Federazione Scacchistica Italiana) e sei delle scuole secondarie (con torneo di competenza del MIUR).

Tra le scuole primarie ha vinto in modo perentorio la squadra maschile/mista della scuola elementare di Zumaglia, trainata in prima scacchiera dal nostro giovane socio Simone Gallo e composta dai nostri soci Umberto Vaglio Laurin e Tommaso Negro, oltre a Lorenzo Castrovilli, Francesco Montebello e Matteo Giordano. I ragazzi di Zumaglia hanno terminato a punteggio pieno i cinque turni previsti, lasciandosi alle spalle la squadra maschile/mista di Ronco di Cossato (7 punti). Terza piazza per la maschile/mista di Ronco Biellese che, facendo però parte dello stesso Istituto Comprensivo della scuola di Zumaglia, non potrà accedere alla Fase Regionale. A far compagnia a Zumaglia ed a Ronco di Cossato sarà quindi la primaria di Valle Mosso, giunta quarta. Quinto posto, nonché Campione Provinciale per la categoria femminile, per la primaria di Valle Mosso, che con le scuole di Portula e Ronco di Cossato, ottiene il lasciapassare per i Regionali. Le Campionesse Provinciali sono: Azzurra D’Ostuni, Sara Garboubi e Agnese Pace Manna.

Nel torneo riservato alle scuole secondarie, disputato con la formula del girone all’italiana, tutte e sei le squadre accedono di diritto alla fase successiva, in quanto rappresentanti categorie diverse. Ecco che quindi Valle Mosso ottiene entrambi i titoli riservati alle scuole maschili/miste nelle categorie Ragazzi (prima media) e Cadetti (seconda e terza media), con le formazioni composte da alcune nostre conoscenze: quella Ragazzi con Nicolò Cusinato, Evelyn Odisio e Wissal Fawzi; quella Cadetti con Fouad Moussadek, Marko Bojanic, Davide Cravello, Luca Piesco e Francesco Ciuccio. Qualificate anche le due compagini delle scuole medie di Graglia, alla loro prima esperienza nei Campionati Studenteschi di Scacchi.

Tra le scuole superiori erano presenti due squadre Allievi, entrambe vincitrici del titolo provinciale: per la categoria maschile/mista l’I.I.S. Giuseppe & Quintino Sella di Biella; per la categoria femminile il Liceo Amedeo Avogadro di Biella. Alla sua prima presenza ai Campionati, l’I.I.S. Sella presentava in prima scacchiera il nostro Alessandro Gasparetto, insieme a Riccardo Tricarico, Eric Bertieri e Ruoyun Lu; l’Avogadro, sempre presente negli ultimi anni (e vincitore del titolo nazionale nel 2013 tra gli Juniores maschili/misti) era composto dalla nostra Ilaria Gnata, oltre a Elena Taffon, Martina Cagna e Luisa Medda.

Per la cronaca, il torneo delle scuole secondarie è stato vinto dai Cadetti di Valle Mosso con 9 punti, davanti all’I.I.S. Sella (8 punti) ed alle ragazze dell’Avogadro (5 punti).

Da segnalare infine il debutto come direttore di gara del nostro socio Davide Colpo, recentemente diventato Arbitro Regionale.

- Campionato Interprovinciale Biella-Vercelli

Per il terzo anno consecutivo la sede della A.P.D. “Pietro Micca”, la più grande e longeva associazione sportiva di Biella, ha fatto da cornice al Campionato Interprovinciale di Biella e Vercelli, grazie alla cortesia del Presidente Ercole Passera, il quale nel corso della cerimonia di premiazione ci ha ufficialmente invitati a tornare anche il prossimo anno.

Alla gara hanno preso parte, come lo scorso anno, venti giocatori: per la precisone dodici biellesi, quattro vercellesi e quattro giocatori da fuori provincia (tra cui tre torinesi, compreso il Maestro Ubezio, tesserato per la Scacchistica Torinese).

La manifestazione ha laureato due Campioni che per la prima volta scrivono il loro nome nell’albo d’oro: il Campione Provinciale Biellese è il Candidato Maestro Matteo Migliorini (anche vincitore del torneo con 4,5 su 5); il Campione Provinciale Vercellese è Gian Franco Costantino (ottimo terzo assoluto con 3,5 punti).

Il primo turno non riservava particolari sorprese, salvo la vittoria di Attilio Tibaldeschi nel derby vercellese contro Gianni Zannoni, ma già al secondo turno si cominciavano a vedere incontri interessanti. Migliorini faticava non poco ad avere ragione di Costantino dopo aver perso un pedone in apertura, mentre Ubezio era costretto allo scacco perpetuo al termine di un incontro spettacolare giocato alla grande da Giulio Sunder, che con un sacrificio di Torre metteva in seria difficoltà l’esperto Maestro.

Nel terzo turno un incontro che si poteva pronosticare molto lungo finiva invece dopo poco più di dieci mosse: il CM Lorenzo Pedoni perdeva l’unica sfida del torneo contro Migliorini a causa di una svista che gli costava la perdita di una Torre in piena apertura. Pedoni terminava comunque ottimamente al secondo posto della classifica finale. In seconda scacchiera, nell’unica sfida tra Maestri del torneo, era Bardone ad imporre la patta ad Ubezio dopo un altro incontro molto combattuto nel quale l’asimmetria di materiale faceva pendere l’ago della bilancia prima per Bardone e poi per Ubezio. Costantino intanto aveva ragione, dopo una interminabile partita, del CM torinese Mauro Di Chiara, vittoria che lo lanciava verso le zone alte della classifica.

Al quarto turno l’incontro più importante era tra Bardone e Migliorini: i due amici se la giocavano fino in fondo, con Matteo che subiva ancora una volta la perdita di un pedone, lottava per recuperarlo, per poi non vedere una mossa che poteva fargli guadagnare la qualità chiudendo con una ripetizione di posizione che portava alla patta. Nessun problema per Ubezio in seconda scacchiera ad aver ragione di Zannoni che sacrificava coraggiosamente la qualità, ma commetteva una grave svista nella continuazione che lo costringeva all’abbandono. Vinceva ancora Costantino contro la nostra Ilaria Gnata giocando un finale non facile.

Il quinto ed ultimo turno, decisivo, proponeva in prima scacchiera la sfida tra Migliorini e Ubezio: anche questo incontro si concludeva a sorpresa dopo solo una ventina di mosse a causa di una svista di Ubezio che apriva la strada all’attacco decisivo del nostro socio, contro il quale non restava che l’abbandono, consegnando a Migliorini la vittoria del Campionato. Sorpresa anche sulla seconda scacchiera, con Pedoni che aveva la meglio su Bardone grazie ad una splendida combinazione che non gli lasciava scampo. In terza scacchiera un’altra lunghissima partita vedeva pattare Davide Moratto e Costantino. Anche in questo caso il finale doveva essere giocato con precisione e così è stato.

Tra i premiati anche Alessandro Gasparetto (sesto, premio di fascia e altro importante guadagno di punti ELO che lo fanno superare nell’ELO Live quota 1600), Mauro di Chiara (settimo, premio di fascia) e Matteo Sunder (primo Under 16). Qualificati alla fase regionale (quarti di finale) sono risultati Gasparetto, Moratto e Matteo Sunder (Biella); Costantino e Zannoni (Vercelli).

- 17º Trofeo “Città di Cossato”

E’ arrivato anche quest’anno l’ormai classico appuntamento di fine febbraio/inizio marzo a Cossato, con il semilampo “Trofeo Città di Cossato”, che da 17 anni si disputa nella città biellese e che nelle ultime edizioni ha trovato “casa” presso Villa Ranzoni. L’edizione 2018 ha visto al via 22 giocatori, un numero probabilmente condizionato anche dal periodo di maltempo che può aver tenuto lontano da Cossato chi proveniva da fuori zona.

Non sono mancati i risultati a sorpresa, come la patta strappata da Ilaria Gnata a Giorgio Valenzano al primo turno oppure, nel medesimo turno, la sconfitta di Giancarlo Robiolio per mano di Erick Marangone, il quale al turno successivo otteneva la patta con Marco Squara. Nel terzo turno merita una menzione il successo di Emiliano Tiritan, da Nero, contro Matteo Sunder. Niente e nessuno poteva però fermare la corsa dei due favoriti alla vittoria finale: i Maestri Giovanni Siclari e Lorenzo Bardone, che con la patta nello scontro diretto affidavano così allo spareggio tecnico il responso finale. E il Buchholz consegnava la vittoria a Lorenzo Bardone che si classificava così davanti a Giovanni Siclari, mentre attardati di ben un punto e mezzo li seguiva a 4 punti un trio composto (nell’ordine di spareggio tecnico) da: Dario Borghi (terzo), Matteo Sunder ed Ilaria Gnata.

Un ringraziamento finale va al Comune di Cossato per l’ospitalità che da tempo ci concede ed allo sponsor del torneo “Aglietti Carni” per la fornitura dei premi in natura consegnati ai vincitori.

- 28º Torneo Sociale

E’ il Candidato Maestro cossatese Dario Borghi il Campione Sociale per l’anno 2018. Dario iscrive quindi per la prima volta il proprio nome sul gradino più alto del podio e lo fa superando di mezzo punto il suo avversario più accreditato: il CM Lorenzo Pedoni, secondo con 4,5 punti. Con lo stesso punteggio, ma con uno spareggio tecnico peggiore, si è classificato al terzo posto Davide Moratto, autore di un bel torneo. Ai piedi del podio troviamo i fratelli Sunder (nell’ordine Matteo e Giulio) e – ottimo sesto – Stefano Cerri, alla sua prima prova nel “Sociale”. Buon torneo anche per Ilaria Gnata ed Alessandro Gasparetto, a premi come Under 16, rispettivamente settima ed ottavo.

La gara non ha fatto rilevare particolari risultati a sorpresa: concluso in parità lo scontro diretto tra i due Candidati Maestri ed anche gli incontri che li vedevano opposti a Davide Moratto, ha fatto alla fine la differenza sul risultato finale la patta tra Pedoni e Matteo Sunder al quinto turno.

La premiazione del torneo è prevista come d’abitudine nel corso della Cena Sociale.

- Campionato Provinciale Giovanile Biellese

Il Campionato Provinciale Giovanile disputato oggi presso la nostra sede è stato uno dei più partecipati, con 23 iscritti, grazie alla nutrita presenza di giocatori provenienti da altri circoli, ai quali va il nostro grazie. Erano infatti 12 i giocatori che, non essendo tesserati per una società della provincia di Biella, non potevano concorrere ai titoli provinciali, ma solo alle qualificazioni per la Fase Nazionale dei Campionati Italiani Giovanili (CIG): 5 provenienti dalla Scacchistica Novarese, 4 dal circolo Sempre Uniti di Asti, 1 dal circolo Arcotorre di Chieri, 1 dalla Scacchistica Torinese ed 1 dal circolo Il Castelletto di Milano.

In considerazione della distribuzione delle età dei diversi giocatori sono stati disputati due tornei: il primo, con girone all’italiana su 7 turni, riservato ad Allievi (Under 16) e Cadetti (Under 14); il secondo, sui classici 6 turni a sistema svizzero, riservato a Giovanissimi (Under 12) e Pulcini (Under 10).

Nel primo torneo la classifica finale non è stata di facile interpretazione: al primo posto si sono infatti classificati ex-aequo i nostri Ilaria Gnata ed Alessandro Gasparetto, che hanno dominato il torneo vincendo tutti gli incontri e pattando lo scontro diretto. Non essendo possibile determinare il vincitore del torneo per mezzo degli spareggi tecnici previsti dal regolamento, Ilaria è stata premiata quale Campionessa Provinciale Allievi ed Alessandro quale Campione Provinciale Allievi. Più complicato è stato gestire un altro ex-aequo, quello che al terzo posto ha visto classificarsi due Cadetti: il nostro Fouad Moussadek e Stefano Maraviglia (Scacchistica Torinese). Anche in questo caso gli spareggi tecnici non sono stati dirimenti (lo scontro diretto era infatti terminato patto, dopo un rocambolesco finale nel quale Fouad, in posizione disperata, veniva graziato con un clamoroso stallo) e pertanto entrambi i giocatori sono risultati qualificati – in accordo con il Direttore Nazionale del CIG - alla Fase Nazionale: Fouad quale Campione Provinciale Giovanissimi, Stefano quale primo classificato della categoria, ancorché ex-aequo. Tra gli altri partecipanti ha ottenuto la qualificazione anche Bianka Surugiu (Scacchistica Novarese).

Il secondo torneo è stato di più semplice gestione dal punto di vista della classifica finale: la vittoria è andata infatti all’astigiano Gabriele Pallaro con un perentorio 6 su 6. Ad un punto dal vincitore si è classificato un altro ragazzo del circolo di Asti, Niccolò Mazza, che ha preceduto il milanese Giorgio Russo (4 punti). Per trovare il primo dei biellesi, e quindi in Campione Provinciale Giovanissimi, dobbiamo scendere al sesto posto, con i 3,5 punti di Emiliano Tiritan, che dopo aver ottenuto tre vittorie nei turni della mattina calava alla distanza. Stesso discorso per Kapeeshan Karthikeyon, 3 punti e settimo, che ha fatto vedere dei miglioramenti nel suo gioco, ma con un rendimento molto diverso tra la mattina ed il pomeriggio. Tra i Pulcini si sono laureati Campioni Provinciali Filippo Barbirato (Assoluto) – al suo primo torneo ufficiale - e Karunya Karthikeyon (Femminile). Oltre ai Campioni Provinciali ed ai primi due classificati (Pallaro e Mazza) si sono qualificati per le finali nazionali anche Jacopo Spina (Asti) e Carlotta Barbaglia (Novara).

- Alessandro Gasparetto è Terza Categoria Nazionale!

Tre tornei disputati per un totale di 17 incontri (10 vittorie, 4 patte, 3 sconfitte): tanto è bastato al nostro giovane Alessandro Gasparetto per mettere in carniere ben 240 punti ELO e schizzare nel giro di due aggiornamenti dei punteggi da 1349 a 1589, ottenendo una meritatissima promozione alla Terza Categoria Nazionale, a 11 punti dallo scalino successivo, e soprattutto portandosi ad un livello maggiormente in linea con la sua attuale forza di gioco. L’impegno profuso in questi ultimi mesi dal giovane biellese ha quindi pagato, ma i margini di miglioramento di Alessandro sono comunque elevati e la promozione ottenuta deve essere per lui solo un punto di partenza.

Ad Alessandro vanno i complimenti del Direttivo dello Scacchi Club Valle Mosso e di tutti i soci.

- 28º Torneo Sociale

Come succede ormai da diversi anni la riapertura del circolo dopo la pausa per le Festività di Fine Anno coincide con l’inizio del Torneo Sociale, che è giunto alla sua ventottesima edizione.

Sono ventidue i giocatori che si sono presentati ai nastri di partenza questa sera per il primo turno: il torneo, che non prevede variazioni di punteggio non essendo omologato, permette di far giocare quindi anche semplici amatori che non hanno intenzione di intraprendere una – anche minima – attività agonistica.

Assenti i giocatori più forti del nostro circolo (principalmente per impegni di studio), il tabellone del torneo, che si disputerà su sei turni, è guidato dai CM Dario Borghi e Lorenzo Pedoni. Da segnalare il debutto del nostro nuovo socio Stefano Cerri, che già si è comportato molto bene nel Torneo di Fine Anno.

Un ringraziamento infine va al confermato sponsor della manifestazione, il supermercato CONAD di Valle Mosso.

- 47º Festival Week-End “Città di Torino”

Alessandro Gasparetto si ripete: a distanza di pochissimi giorni dal secondo posto nell’Open C del Festival di Robecchetto, il nostro giovane socio, attualmente in una fase di decisa crescita tecnica, ha partecipato all’Open B del 47º Festival di Torino giungendo ancora una volta secondo e sfiorando di nuovo la vittoria.

Il torneo non era iniziato nel migliore dei modi, dovendo concedere la patta per ripetizione di posizione contro un giocatore alla sua portata. Da qui però Alessandro ripartiva ed infilava quattro vittorie consecutive: una particolare menzione va al terzo successo, contro il turco Ilker Hanci (ELO 1605 e numero uno del tabellone), quando il ragazzo biellese giocava un’ottima partita, capitalizzando nel migliore dei modi un pedone di vantaggio. Il finale del torneo era la riedizione di quello di Robecchetto, con di fronte ad Alessandro il torinese Emiliano Calabrese e con i due giocatori con i medesimi colori (Alessandro con il Bianco). L’esito finale, purtroppo, era diametralmente opposto e Calabrese otteneva la rivincita. Il nostro ragazzo perdeva un pedone e nel cercare di recuperarlo si disuniva peggiorando la propria posizione. Alessandro, prima dell’ultimo turno in vetta alla classifica, si vedeva così superare da Hanci che vinceva il torneo con 5 su 6; per il nostro socio restava la soddisfazione della seconda piazza con 4,5 punti, grazie al migliore spareggio tecnico su Calabrese, e di un altro importante guadagno di punti ELO (ben 74) che, in attesa della ratifica del passaggio alla Terza Categoria Nazionale, lo avvicinano di molto al traguardo successivo.