News (Italian version only)

Year 2019

- Matteo Sunder è Prima Categoria Nazionale!

Come ampiamente preventivato, l’aggiornamento dei punteggi Elo di novembre ha ratificato la promozione del nostro giovane Matteo Sunder a Prima Categoria Nazionale con 1807 punti. È una promozione che sancisce la crescita di Matteo in questi ultimi mesi, culminata nella splendida vittoria nell’Open B del nostro Torneo Internazionale di fine settembre. Proprio in questa manifestazione Matteo ha costruito il passaggio alla categoria superiore, ottenendo un avanzamento di ben 103 punti e meritandosi una categoria che, continuando con l’applicazione vista in questi ultimi mesi, potrà essere (glielo auguriamo!) solo di passaggio.

Complimenti a Matteo dal Direttivo del circolo e da tutti i soci.

- 30º Torneo di Fine Anno - Trofeo “Scacco A Scuola”

È iniziato ieri sera il consueto Torneo di Fine Anno, giunto alla trentesima edizione, con la formula a nove turni serali. Il torneo più longevo del nostro circolo (insieme al Torneo Sociale che compirà trenta edizioni il prossimo gennaio) è stato da sempre legato ad una Associazione del territorio biellese alla quale veniva devoluta una parte delle quote di iscrizione (negli ultimi due anni siamo stati legati all’Associazione Piccolo Fiore). Da quest’anno il Direttivo del circolo, pur mantenendo lo scopo solidale della manifestazione, ha deciso di effettuare un cambio di obiettivo. Prendendo infatti spunto dall’insegnamento del gioco degli scacchi nelle scuole, che lo Scacchi Club Valle Mosso ha sempre avuto tra gli scopi sociali sin dalla fondazione, è stato deciso di utilizzare parte delle quote di iscrizione per l’acquisto di materiale scacchistico (scacchiera e pezzi) da donare a Istituti Scolastici della Provincia di Biella. Per il torneo di quest’anno la scelta è caduta sulla Scuola Primaria di Valdilana / Valle Mosso e sulla Scuola Primaria di Ronco Biellese, da sempre particolarmente recettive verso il “nobil giuoco”. Per questo motivo il Trofeo ha assunto il titolo di “Scacco A Scuola”

È invece sincera fonte di rammarico il fatto che il numero dei giocatori presenti al via del torneo sia alquanto ridotto: diciassette unità, un numero al quale mancano molti dei nostri giocatori a causa di impegni diversi (principalmente scolastici) ed anche – per la seconda volta (la precedente nel 2014) – giocatori di altri circoli. Lontana è la 21ª edizione che poteva vantare ben 46 giocatori: in nove anni non è cambiato solo il mondo…

In ogni caso, grazie di cuore a tutti i giocatori presenti e buon torneo!

- 4º Semilampo “Scacco al Museo”

Si è disputata oggi la quarta edizione del semilampo “Scacco al Museo”, ospitata come sempre dal Museo dell’Emigrante di Roasio guidato dalla Presidente Francesca Peretti, che ringraziamo per averci invitato anche quest’anno. Venti i partecipanti al via della gara, vinta dal Maestro Giovanni Siclari a punteggio pieno (6 su 6) davanti al CM Matteo Migliorini (5 punti) e ad un ottimo Stefano Lavino (4 punti). Siclari ha dovuto comunque impegnarsi per chiudere a punteggio pieno: al quarto turno faceva suo lo scontro diretto con Migliorini che in posizione chiusa provava a forzare sacrificando la qualità, mentre al turno successivo doveva difendersi con assoluta precisione, pur con una Torre di vantaggio, da un forte attacco di Matteo Sunder che minacciava di recuperare il pezzo con gli interessi. Proprio Sunder dava vita insieme all’altro Matteo (Migliorini) all’incontro più bello della giornata, caratterizzato da continui cambi di fronte ed infine dalla promozione a Donna contemporanea dei due contendenti: a questo punto Migliorini riusciva subito a forzare il cambio delle Donne vincendo il finale che ne seguiva. Sunder sprecava però l’occasione di entrare nel gruppo dei premiati uscendo sconfitto dall’ultimo incontro, opposto a Luigi Isoardi, terminato quarto (4 punti) davanti al figlio Dario (3,5 punti), il cui torneo merita una menzione speciale essendo partito con il numero 15 di tabellone. A completare il positivo pomeriggio della famiglia Isoardi, la conquista per entrambi del rispettivo premio di fascia. Tra i giovanissimi, per concludere, premiati come migliori Under 12, Under 10 ed Under 8 rispettivamente Emiliano Tiritan, Davide Platinetti ed Alessandro Platinetti.

- 10º Torneo Internazionale “Città di Biella”: Bilancio Finale

L’edizione del decennale del Torneo Internazionale “Città di Biella” si è conclusa con la nostra piena soddisfazione per il suo svolgimento. In prima battuta, ci ha resi molto contenti la crescita numerica dei partecipanti che torna sui livelli di tre-quattro anni fa, avendo registrato 130 giocatori. Tra di loro 42 scacchisti sono arrivati a Biella per la prima volta, mentre sono cinque i giocatori che hanno partecipato a tutte e dieci le edizioni: in stretto ordine alfabetico, Gian Franco Costantino, Claudio Raselli, Giovanni Siclari, Marco Squara e Marco Ubezio. A loro un ringraziamento particolare, ma un grandissimo «Grazie!» va a tutti i 560 giocatori che ci hanno onorato con la loro presenza in questi anni. Vogliamo inoltre segnalare con piacere la presenza di una coppia giunta appositamente da Ancona solo per disputare il nostro torneo e – tra i giocatori arrivati da più lontano - anche alcuni scacchisti di Bologna, altri da Livigno, un gruppo di Lucca ed un altro giocatore da Livorno. Il torneo si è poi sviluppato senza alcun tipo di problema e, come già abbiamo avuto modo di dire in altri commenti, gli incontri e la dinamica dei tre tornei sono stati senza dubbio appassionanti, pur se per motivi diversi, fino alla fine.

Come sempre hanno giocato un ruolo fondamentale, ancorché non muovendo i pezzi, ma permettendo agli altri di muoverli, tutti i soggetti che con il loro supporto ci hanno aiutato e ci aiutano a far sì che il torneo continui ad essere una bella realtà. A loro va la nostra sincera riconoscenza, a partire dai nostri ospiti: Città Studi con il Presidente dottor Pier Ettore Pellerey che ci mette a disposizione un locale, quello della Biblioteca con spazi annessi, apprezzato da tutti i giocatori, ed i bibliotecari Simona, Walter, Alberto e Pierangelo, presenti durante i turni e quindi costretti ad aspettare, come tutti noi, la fine dell’ultimo incontro (soprattutto al venerdì notte/sabato mattina) per poter chiudere i locali. Grazie anche ai nostri sponsor ed alle istituzioni che ci seguono: Città di Biella, Comune di Valdilana, Successori Reda S.p.A. , Riso Morgante, Biella Legno e Farmacia Clivati. Menzione particolare per Three Trees che ha curato il servizio di ristorazione, per CONAD che ha fornito le bottigliette di acqua messe a disposizione dei partecipanti e per la Pasticceria Massera di Sala Biellese, i cui famosi Torcetti e Paste d’Melia sono stati sicuramente apprezzati in quanto rimanevano sui vassoi per poco tempo ogni volta che venivano messi a disposizione di tutti i presenti.

- Matteo Sunder vince l'Open B del Torneo Internazionale “Città di Biella”!

È stato uno degli Open B più belli che si siano visti in questi anni al Torneo Internazionale “Città di Biella”, e non solo perché alla fine il trofeo è andato ad uno dei nostri ragazzi, Matteo Sunder, ma per il testa a testa durato tutti i cinque turni che nessuno avrebbe potuto neanche lontanamente pronosticare.

Due giocatori hanno infatti dominato il torneo, vincendo i primi quattro incontri per poi trovarsi di fronte all’ultimo: Matteo Sunder e Bianca Pavesi. L’eccezionalità sta nel fatto che, se Matteo partiva con il numero 28 di tabellone, Bianca era il numero 53… su 53 giocatori! La giovane scacchista milanese, nove anni e mezzo, attuale Campionessa Italiana Under 10 Femminile e già due volte Campionessa Italiana Under 8 Femminile, giocava con una delle due wild-cards concesse; il nostro Matteo, che di anni ne ha sedici, ha mostrato di potersela giocare anche con giocatori sulla carta più forti, ma stavolta ha aggiunto quella continuità che in altri momenti era mancata. Testimonianza del loro splendido torneo sono le performance: 2155 per Matteo e 2147 per Bianca, ma anche il guadagno di punti Elo che, beneficiando ancora del coefficiente pari a 40, recita +103 per Matteo e +154 per Bianca. Con questi guadagni (considerando anche quello già ottenuto da Bianca ad Imperia) entrambi otterranno una promozione con l’aggiornamento Elo di novembre: Matteo a Prima Categoria Nazionale e Bianca a Seconda Categoria Nazionale.

L’ultimo turno, che come detto li ha visti uno di fronte all’altra, terminava patto dopo una dozzina di mosse: entrambi verosimilmente si temevano e, grazie al solco di un punto pieno scavato nei confronti degli inseguitori, potevano affidare le sorti del torneo al Buchholz. Li abbiamo visti, poi, durante lo svolgimento degli altri incontri, andare insieme a consultare i risultati degli incontri a mano a mano terminati, per cercare di capire quale sarebbe stato il responso dello spareggio tecnico. Matteo partiva con due punti di vantaggio sul primo criterio di spareggio, ma i risultati degli ultimi incontri erano a favore di Bianca ed alla fine questo criterio risultava pari. Si andava allora al secondo criterio e Matteo veniva dichiarato vincitore con un punto di vantaggio su Bianca, anche se, potendo, si sarebbe dovuto consegnare il trofeo del vincitore ad entrambi.

Alle loro spalle il torneo vedeva l’amico Claudio Raselli (uno dei cinque giocatori ad essere stato presente in tutte le dieci edizioni del torneo) ottimo terzo con 4 punti (eguagliato il risultato del 2017), sopravanzando il torinese Giuseppe Mantovan allo spareggio tecnico (suo miglior risultato a Biella); quinto posto, primo di un gruppo a 3,5 punti, il bergamasco Pierluigi Biava, anche lui partito dalle parti basse del tabellone (numero 43) ed autore quindi di una prestazione più che soddisfacente; ultimo dei giocatori premiati nella classifica assoluta il genovese Massimo Saffioti, per la prima volta a Biella.

- Il MF Giuseppe Lettieri vince l'Open A del Torneo Internazionale “Città di Biella”!

Il Torneo Internazionale “Città di Biella” ha avuto sin dall’inizio l’onore di ospitare forti giocatori di livello nazionale ed internazionale: nelle prime tre edizioni la vittoria era sempre andata a giocatori italiani (Vezzosi, Brunello, Collutiis) anche se non figuravano al primo posto del tabellone. Nelle edizioni successive era stato invece sempre un giocatore straniero ad imporsi e, con un poco di sano nazionalismo, siamo contenti che la decima edizione abbia riportato in Italia il titolo. L’Open A, ovvero il torneo principale, è infatti stato vinto con 4,5 punti dal MF Giuseppe Lettieri, che quando due anni or sono aveva ripreso l’attività agonistica aveva scelto il nostro torneo come uno dei primi da disputare. A Lettieri, salernitano, trentenne, il titolo di Maestro FIDE sta un poco stretto: il suo Elo è ampiamente superiore a 2400 punti, ma gli manca ancora una norma per l’ottenimento del titolo di Maestro Internazionale.

Ci fa inoltre piacere che a contendere fino all’ultimo il titolo a Lettieri sia stato un ragazzo cresciuto nel nostro circolo, il Maestro Giovanni Siclari, che ha cercato in tutti i modi di resistere in un finale complicato, dopo averne disputato un altro infinito in mattinata, dovendo però poi cedere al forte avversario ma ottenendo comunque un ottimo terzo posto con 3,5 punti (suo miglior risultato a Biella). Tra Lettieri e Siclari si inseriva un altro giovane che i nostri ragazzi più forti ben conoscono per averlo sfidato in diversi tornei negli scorsi anni: si tratta del CM comasco Lorenzo Cocconcelli, che otteneva quindi il secondo posto assoluto con 4 punti grazie ad una veloce patta con il Maestro Marco Ubezio che, dopo aver superato il GM Ivanov al mattino, chiudeva al quarto posto (anche per lui il miglior risultato a Biella) con 3,5 punti. Le patte sulle altre scacchiere favorivano due giocatori che all’ultimo turno ottenevano la vittoria e gli ultimi due posti disponibili tra i premiati nella classifica assoluta: i CM Massimo Bonadè e Brando Pavesi avevano la meglio rispettivamente su Simone Pozzari e Fabio Colonetti, terminando anche loro con 3,5 punti.

- Stefano Maracci vince l'Open C del Torneo Internazionale “Città di Biella”!

La diminuzione degli incontri e della soglia di punti necessari per ottenere l’Elo FIDE ha avuto come conseguenza un progressivo abbassamento del valore di ingresso, facendo così aumentare i giocatori con punteggi inferiori (anche di parecchio) al valore di 1440, ovvero alla soglia di partenza tutt’ora valida per i giocatori che disputano il loro primo torneo.

L’Open C del Torneo Internazionale “Città di Biella” ha visto quindi crescere il numero dei giocatori con punteggi inferiori a 1500, diventando una gara in cui è quasi impossibile formulare pronostici alla vigilia a causa dell’eterogeneità dei partecipanti, tra i quali risulta sempre più rilevante la percentuale dei giocatori Under 16, vicina quest’anno al 50% del totale. Ed infatti la vittoria è andata alla fine a Stefano Maracci (classe 2004, numero 15 di tabellone), facente parte di un gruppo di cinque giocatori proveniente da Lucca, con 4,5 punti. Stefano vinceva i primi tre incontri per poi pattare lo scontro diretto con Erick Marangone quando erano entrambi a 3 punti. La vittoria all’ultimo turno contro il bresciano Francesco Mattia Liloni gli garantiva la vittoria in solitaria.

Alle sue spalle si è piazzato un giovane milanese: Jacopo Bachi, nato nel 2008 e primo di una folta pattuglia di giocatori con 4 punti, che otteneva questo bel risultato grazie alla vittoria all’ultimo turno sul torinese Alberto Pairotti, comunque encomiabile per la passione che riserva al gioco degli scacchi. Terzo posto poi per un giocatore non così giovane di età, ma sicuramente molto giovane di esperienza scacchistica, avendo iniziato a giocare con continuità da poco più di un anno: si tratta del nostro socio Laurentiu Ionel Moisa, che ha migliorato così il sesto posto dello scorso anno. Premiati tra gli assoluti anche il bolognese Enrico Fragni (quarto) ed il giovane vercellese Ruggiero Zanocchio, quinto come nella precedente edizione.

- Torneo Internazionale “Città di Biella” - QuartoTurno

Il quarto turno del Torneo Internazionale “Città di Biella” ha fornito già i primi verdetti, ed alcuni sono verdetti clamorosi.

Nell’Open A si sono fatti onore i due Maestri biellesi: Giovanni Siclari, dopo circa 4 ore e 50 minuti di gioco, ha superato il Maestro bolognese Alex Dobboletta giocando alla perfezione un finale di grandissima difficoltà; Marco Ubezio si è tolto la soddisfazione di sconfiggere il Grande Maestro Sergey Ivanov. La sconfitta del Maestro Internazionale Paolo Vezzosi per mano del CM Lorenzo Cocconcelli fa sì che quest’ultimo, insieme a Siclari ed al Maestro FIDE Giuseppe Lettieri (anch’egli vittorioso) si trovino a comandare la classifica, tallonati da Ubezio a mezzo punto. È quindi fuori dai giochi per la vittoria finale il trionfatore delle ultime edizioni, Ivanov. Nota di colore: anche oggi l’ultimo incontro a finire è stato quello di Lorenzo Regondi: la sfida contro Nicolò Tiraboschi è terminata patta dopo cinque ore di gioco.

L’Open B ha invece già definito che il torneo sarà appannaggio di uno tra Matteo Sunder e Bianca Pavesi. Ancora vittoriosi con belle prestazioni (rispettivamente su Massimo Saffioti e Maurizio D’Agostino), i due ragazzi terribili comandano con quattro punti, lasciando ad un punto gli inseguitori. Lo scontro diretto del quinto turno sarà quindi decisivo.

L’Open C rimane ancora un incerto: tre giocatori sono in testa con 3,5 punti: Erick Marangone e Stefano Maracci (patto il loro incontro al quarto turno) sono stati infatti agganciati da Francesco Mattia Liloni, vittorioso su Sergio Pilo. Otto giocatori inseguono a mezzo punto, rendendo anche in questo caso molto difficile qualsiasi pronostico.

- Torneo Internazionale “Città di Biella” - Terzo Turno

Terzo turno con esiti diversi nei tre Open del Torneo Internazionale “Città di Biella” : se nell’Open B e nell’Open C la situazione di classifica si sta progressivamente delineando, nell’Open A accade esattamente il contrario.

Nell’Open A, infatti, lo scontro tutto emiliano in prima scacchiera tra il MI Vezzosi ed il M Dobboletta è finito con una patta abbastanza veloce: ciò ha dato la possibilità agli inseguitori di agganciare la vetta del torneo che ora, con 2,5 punti, vede sei giocatori. Ne fanno parte il MF Lettieri, il nostro M Siclari ed i CM Cocconcelli ed Asperti. Particolare il fatto che questi ultimi tre giocatori abbiano vinto con il Nero (da segnalare la vittoria di Cocconcelli ai danni del M Madiai). Tra gli altri incontri sottolineiamo il “bis” del CM Lorenzo Regondi, che “ha chiuso la sala” anche stasera, dopo averlo fatto nel turno mattutino, con risultati però diversi. In un finale verosimilmente patto, il CM Ongarelli si disuniva e permetteva a Regondi di prendere il sopravvento e di ottenere il punto pieno dopo poco più di 4 ore e mezza di gioco (che fanno per lui 9 ore e mezza in tutto nella giornata).

Nell’Open B non si ferma Matteo Sunder che ha superato anche l’ostacolo Mauro Di Chiara sfruttando al massimo il vantaggio di un pedone, e ancor di più non si ferma Bianca Pavesi che ha regolato Armando Cerioni, impressionando per la precisione di gioco, soprattutto in un finale nel quale manovrava, da un lato per ottenere la promozione di un pedone, dall’altro per impedire al suo avversario di fare lo stesso. Non è superfluo ricordare come la giovanissima milanese sia la giocatrice con l’Elo più basso di tutto l’Open. Insieme a loro, in testa alla classifica con tre punti, troviamo il genovese Massimo Saffioti. Occhi puntati al quarto turno quindi sulla sfida Saffioti – Sunder, ma a questo punto anche in seconda scacchiera dove Pavesi sfiderà D’Agostino, che insegue con 2,5 punti insieme ad una pattuglia di altri tre giocatori.

La classifica dell’Open C indica invece due giocatori a punteggio pieno: il lucchese Stefano Maracci ed il portacolori della Scacchistica Torinese (ancorché biellese) Erick Marangone, che si sfideranno al quarto turno. Sono sei i giocatori che inseguono a mezzo punto e gli scontri diretti di domenica mattina chiariranno chi potrà ancora sperare nella vittoria finale, approfittando di un eventuale passo falso dei battistrada.

- Mario Bogatto e Bianca Pavesi

Lui è Mario Bogatto, di Ivrea, da giusto un mese 81enne, è il giocatore più anziano; lei è Bianca Pavesi, milanese, che di anni ne ha 9 e mezzo ed è la più giovane.

Mario si può definire una istituzione nello scacchismo piemontese, presente a quasi tutti i semilampo ed a molti tornei a tempo lungo. Sempre cortese, si trova spesso a disputare incontri con ragazzi alle prime armi e comunque molto giovani, con i quali l’approccio è sempre da bravo “nonno”.

Bianca è da solo tre anni che disputa tornei ufficiali, ma sta bruciando le tappe e può già vantare due titoli nazionali Under 8 Femminili (2017 e 2018) ed un titolo Under 10 Femminile (2019) ed ha un’autostrada davanti a sé. L’approccio sembra quello giusto, timido ma cosciente dei propri (importanti) mezzi.

A Biella Mario sta giocando per la settima volta, Bianca per la terza (e non poteva fare di più!), iniziando dall’Under 16 per poi disputare l’Open C lo scorso anno e in questa edizione l’Open B dove si è presentata con un incredibile tre su tre.

Li divide una differenza di 72 anni, ma li unisce la grande passione per gli scacchi.

- 10º Torneo Internazionale “Città di Biella” - SecondoTurno

Dopo il secondo turno i tre Open del Torneo Internazionale “Città di Biella” si confermano molto combattuti e decisamente incerti: nell’Open A patta ancora il GM Ivanov, questa volta contro il bergamasco Tommaso Bonassi, ma anche il numero due del tabellone, il MF Lettieri, deve dividere la posta con il comasco Lorenzo Cocconcelli. Di ciò ne approfittano il MI Paolo Vezzosi ed Alex Dobboletta che vincono i propri incontri e si portano in testa alla classifica, unici a punteggio pieno. Da segnalare ancora la faticosa vittoria del nostro Maestro Giovanni Siclari contro Simone Pozzari e l’infinita partita che ha visto di fronte il comasco Lorenzo Regondi ed il livornese Marco Ceccarini, terminata patta allo scoccare della quinta ora di gioco.

Nell’Open B, tra gli outsider, vincono ancora sia il nostro Matteo Sunder, che Bianca Pavesi, che Mario Malcangi: questi si agganciano al treno dei giocatori a punteggio pieno, composto da nove unità. Tra i nostri soci, seconda vittoria per Alessandro Gasparetto, mentre si riscattano del passo falso di venerdì sera sia Ilaria Gnata che Giulio Sunder.

Infine, nell’Open C cade il primo del tabellone, il bolognese Marco Neri, sconfitto dal giovane eporediese Sergio Pilo, mentre il numero due, ovvero il nostro Laurentiu Moisa, si deve accontentare della patta con Antonino Minore. Patta, molto rocambolesca, anche per Dario Isoardi contro Lorenzo Rosa, mentre vincono ancora Marco Cavagna, Jacopo Bachi, Stefano Maracci, Luigi Molinelli ed Erick Marangone. Sicuramente i prossimi turni riserveranno ancora molti rimescolamenti.

- 10º Torneo Internazionale “Città di Biella” - Primo Turno

Come d’abitudine non sono mancate le sorprese al primo turno del Torneo Internazionale “Città di Biella”. La copertina va di diritto al giovane milanese Simone Pozzari, già vincitore dell’Open C nel 2016, che nel frattempo è cresciuto, ha anche superato i 2100 punti Elo e ora nell’Open A si è regalato una bella patta contro il Grande Maestro Ivanov, numero uno del tabellone e di poco meno di 400 punti Elo a lui superiore. Non è stato da meno il vercellese Lucio Marinone, per la prima volta a Biella, che ha trovato una splendida combinazione di matto con Re, Cavallo ed Alfiere ai danni di Giuseppe Sola, mentre il nostro portacolori Giovanni Siclari è stato fermato sulla patta da Luca Tramalloni.

È però soprattutto nell’Open B che si sono dovuti rilevare i risultati più inattesi, cominciando da quello arrivato sulla prima scacchiera per merito del nostro alfiere Matteo Sunder, che ha superato il numero uno del torneo Carlo Bonugli, mentre il fratello Giulio ha dovuto capitolare per mano di Andrea Negro, in un derby tra le province di Biella e Vercelli. Il derby è continuato a favore dei giocatori vercellesi con la vittoria, altrettanto a sorpresa, di Attilio Tibaldeschi sulla nostra Ilaria Gnata, che non ha saputo sfruttare il vantaggio della qualità. Tra i risultati inattesi vanno annoverati anche le vittorie di due giovani milanesi: Giulia Sala ai danni del certamente più esperto vercellese Mario Caldi e Bianca Pavesi (la più giovane di tutto il torneo, attuale Campionessa Italiana Under 10) contro il nostro Davide Moratto. Non è finita qui, perché il nostro Stefano Cerri aveva ragione di Fosco Gasperi, il lucchese Federico Topaios rovinava il debutto a Biella dell’omegnese Alberto Buzio ed il vincitore dell’Open C 2018, Mario Malcangi si imponeva su Giorgio Valenzano. Anche l’ultimo incontro del primo turno confermava questa tendenza: l’orologio segnava quasi l’una del mattino di sabato quando Marzio Redamante chiudeva vittorioso il proprio incontro opposto al vincitore dello scorso anno, l’irlandese Niall Doran.

Nell’Open C partenza senza passi falsi per i primi due giocatori del tabellone: il bolognese Marco Neri ed il nostro socio Laurentiu Moisa, mentre Domenico Cognata ha sprecato la possibilità di ottenere il punto pieno contro Enrico Fragni ed ha dovuto accontentarsi della patta. Questo Open in particolare vede tra i partecipanti giocatori di età molto diverse tra loro e ieri sera l’abbinamento ha messo di fronte due dei giocatori che da più tempo giocano a scacchi: tra l’anconetano Carlo Cerusico (classe 1940) e l’eporediese Mario Bogatto (classe 1938) è stato il marchigiano a spuntarla, ma i complimenti sono da fare ad entrambi!

- 10º Torneo Internazionale “Città di Biella”

…ed alla fine anche quest’anno il nostro Torneo Internazionale “Città di Biella” ha preso il via, alla presenza di 130 giocatori (numero in sensibile aumento rispetto agli ultimi due anni), tra i quali 42 sono alla prima presenza a Biella. Il numero complessivo di giocatori che nel corso di quest’ultimo decennio si sono dati battaglia sulle scacchiere a Biella raggiunge quindi quota 560. L’edizione 2019 è la decima, anche se sembra ieri che muovevamo i primi passi con un torneo week-end, non potendo neanche lontanamente immaginare il successo che avremmo avuto negli anni successivi; di ciò dobbiamo ringraziare tutti i giocatori per la fiducia accordataci ed anche le istituzioni e gli sponsor che ci hanno consentito di dar vita a questa manifestazione.

Veniamo al torneo appena iniziato: l’Open A è guidato dal Grande Maestro Sergey Ivanov, già vincitore delle ultime due edizioni e favorito della vigilia per un terzo successo. A contendergli il titolo ci proveranno il Maestro FIDE salernitano Giuseppe Lettieri ed il Maestro Internazionale parmense Paolo Vezzosi, già trionfatore nella prima edizione disputata nel 2010.

Sono tornati a Biella anche i vincitori 2018 degli altri due Open: Niall Doran e Mario Malcangi, entrambi iscritti nell’Open B, gara guidata dal CM Carlo Bonugli. Nell’Open C, che vede al via tanti giovani e giovanissimi, primo del tabellone è Marco Neri, con il nostro Laurentiu Moisa che lo segue a ruota.

Buona fortuna e buon torneo a tutti!

- Lo Scacchi Club Valle Mosso al Pietro Micca Day 2019

Ieri il nostro circolo ha partecipato come ospite al Pietro Micca Day, la manifestazione organizzata dall’A.P.D. Pietro Micca di Biella che segna l’inizio del loro nuovo anno agonistico, grazie all’invito del Presidente Ercole Passera, al quale vanno i nostri ringraziamenti. È ormai infatti da alcuni anni che siamo presenti a questo appuntamento con lo spirito di avvicinare i presenti (adulti o ragazzi che siano) al nostro mondo. Diversi giovani hanno avuto modo di provare a giocare con alcuni ragazzi del circolo: Gasparetto, Gnata e Tiritan che si sono resi disponibili per qualche partita. Una gradita sosta al nostro gazebo è stata fatta anche dal Sindaco di Biella, Claudio Corradino, che ci ha con l’occasione raccontato di come anche lui avesse avvicinato il mondo degli scacchi alcuni anni or sono.

- 9º Torneo di San Lorenzo

Nel mese di agosto continua ad essere apprezzato il nostro torneo di Sostegno, inserito nei festeggiamenti di San Lorenzo ed intitolato proprio al Santo Patrono del paese sul confine orientale della provincia di Biella. Da nove edizioni, infatti, un buon numero di giocatori si ritrova per sfidarsi sui classici sei turni pomeridiani e quest’anno si sono presentati venti scacchisti provenienti da cinque diverse province: Biella, Vercelli, Novara, Alessandria ed Asti.

Al termine di una gara combattuta e con incontri molto interessanti l’ha spuntata il CM Matteo Migliorini con 5,5 punti, non propriamente uno specialista della cadenza rapida, che ha superato di mezzo punto Giorgio Valenzano e di un punto e mezzo il giocatore di casa, ovvero il Maestro sostegnese Lorenzo Bardone. Premi di fascia per Ilaria Gnata e per il novarese Daniele Corbelli; primo Under 14 il ceranese Andrea Canelli. Da segnalare l’avvincente incontro tra i nostri due giovani, dove, dopo un mediogioco in cui Bardone manteneva una buona presa sulla posizione, si assisteva un finale nel quale Migliorini doveva difendersi con precisione dal tentativo di promozione dell’avversario, ben supportato dalla propria coppia di Alfieri (contro Alfiere e Cavallo). Alla fine Migliorini riusciva a bloccare il pedone di Bardone e l’incontro terminava in parità.

I nostri ringraziamenti vanno sia ai giocatori intervenuti che alla locale Società Operaia di Mutuo Soccorso, anima delle manifestazioni sostegnesi che ci ospita sin dalla prima edizione del semilampo.

- Campionati Italiani Giovanili - Finale Nazionale

Anche l’edizione 2019 dei Campionati Italiani Giovanili è passata agli archivi dopo una settimana di sfide a Salsomaggiore Terme (PR). Una edizione che avrebbe dovuto svolgersi vicino a noi, ad Acqui Terme, ma che per cause esogene è stata trasferita all’ultimo in terra emiliana.

Il nostro circolo, rappresentato da sei ragazzi, può nel complesso ritenersi soddisfatto dell’esito finale. Non avevamo infatti particolari mire verso le prime posizioni di classifica, ma l’unico obiettivo era quello di disputare un buon torneo. Ecco come è andata.

Nel torneo Under 16 (Allievi) va registrato il bellissimo torneo di Alessandro Gasparetto, che partito con il numero 34 ottiene un 28º posto conclusivo con 5,5 punti ed un guadagno di 74 punti Elo (performance 1851). La ciliegina sulla torta è stata sicuramente la vittoria al sesto turno contro il CM romano Emanuele Carlo, al quale il nostro ragazzo rendeva ben 560 punti Elo, ma non è da scartare la patta ottenuta il turno precedente contro un altro CM, Leonardo Bonali, di oltre 350 punti Elo superiore ad Alessandro. Peccato per le due sconfitte ottenute al settimo ed ottavo turno contro altri giocatori sulla carta più forti, ma se Alessandro avesse vinto staremmo invece parlando di un torneo fantastico.

Con gli stessi punti di Alessandro ha chiuso nel medesimo torneo anche Matteo Sunder, che con il 33º posto conclusivo si è posizionato nella stessa casella di partenza. Il saldo negativo di punti Elo racconta però di un torneo che poteva essere migliore. Iniziato bene, con una buona patta contro il CM bergamasco Fabio Colonetti al terzo turno, Matteo gettava al vento l’ottima partenza lasciando un pezzo in presa e perdendo la sfida contro Daniele Mai, giocatore con punteggio inferiore a Matteo di oltre 200 punti, per poi pattare il giorno dopo contro un altro giocatore che Matteo sopravanzava di oltre 300 punti. Solo negli ultimi due turni, con giocatori con punteggio inferiore ai 1500 punti, Matteo riusciva ad ottenere due vittorie.

Unico altro giocatore a chiudere con 5,5 punti è stato Dario Isoardi tra gli Under 10 (Pulcini). Considerato il fatto che nell’ultimo anno Dario ha disputato solo due tornei ufficiali a tempo lungo, il risultato finale (35º assoluto) è tutt’altro che da disprezzare, pur essendo consci che è nelle sue possibilità ottenere risultati migliori. Dopo un inizio con una sconfitta il nostro ragazzo si riprendeva ed infilava tre vittorie consecutive. Peccato per le due sconfitte nei turni successivi, che potevano essere tre se all’ultimo turno, con solo più il Re, non fosse stato graziato da una doppia mossa illegale dell’avversario.

Ampiamente al di sopra delle speranze della vigilia è stato il torneo dell’altro ragazzo partecipante al torneo Under 10: Davide Platinetti. Al debutto nella massima manifestazione nazionale, dopo una qualificazione difficoltosa, Davide ha dimostrato di potersela giocare nella categoria. Ben cinque i punti finali che gli sono valsi il 41º posto conclusivo. Dopo due patte nei primi due turni, il primo dei quali giocato malgrado la febbre, Davide vinceva i tre incontri centrali, per poi pattarne altri due, tra i quali quello conclusivo. I margini di miglioramento sono amplissimi e con la volontà messa in mostra in questi mesi il giovane biellese non potrà che crescere.

Ha ottenuto la metà dei punti disponibili (4,5) Emiliano Tiritan, inserito nel torneo Under 12 (Giovanissimi), classificandosi, nel torneo come sempre maggiormente partecipato (197 giocatori), al 92º posto. Da Emiliano ci si aspettava in realtà qualcosa di più, considerata la sua esperienza in questi tornei, ed alcune sconfitte lasciano un poco di delusione, come quelle arrivate contro giocatori al loro primo torneo, oppure solo dopo appena mezz’ora di gioco (ahi, il gioco troppo veloce!).

Ed infine il più giovane dei nostri ragazzi: Alessandro Platinetti, al debutto assoluto nei Campionati Italiani, che ha gareggiato negli Under 8 disputando un torneo più che buono, ottenendo 4 punti e classificandosi 41º. Inizio col senno di poi complicato, sconfitto al primo turno da chi si sarebbe poi classificato al terzo posto assoluto, e sconfitto anche al turno successivo, Alessandro non di demoralizzava riuscendo ad ottenere tre punti e mezzo nei successivi quattro incontri, per poi chiudere con una patta all’ultimo turno. Alessandro, pur iniziando a giocare dopo il fratello Davide, ha già lasciato intravvedere, in prospettiva, ottime potenzialità, che speriamo riesca a sfruttare per crescere tecnicamente nei prossimi mesi.

L’appuntamento ora è al prossimo anno, con la novità, già annunciata dalla Federazione Scacchistica Italiana, dell’allungamento ai diciotto anni di età mediante la creazione di una categoria Juniores (Under 18). Potranno così continuare a partecipare sia Sunder che Gasparetto (che altrimenti avrebbero concluso quest’anno la loro esperienza nei Campionati Giovanili) e rientrerà in corsa anche Ilaria Gnata. Nel frattempo, l’unica consegna è quella di studiare e giocare per continuare a migliorarsi.

- Campionati Italiani Giovanili: Prima giornata

Sono iniziati oggi pomeriggio a Salsomaggiore Terme i Campionati Italiani Giovanili: partenza non eccezionale per i nostri ragazzi, con due vittorie, una patta e tre sconfitte. Vittorie negli Under 16 per Matteo Sunder ed Alessandro Gasparetto, alle prese con avversari ampiamente alla loro portata, mentre vengono sconfitti sia Emiliano Tiritan negli Under 12, Dario Isoardi negli Under 10 ed Alessandro Platinetti negli Under 8 pur se, anche loro, contro avversari sulla carta alla portata. Buona patta di debutto infine per Davide Platinetti, sempre tra gli Under 10.

- Campionati Italiani Giovanili

Più o meno puntuali come ogni anno (il “più o meno” è dovuto al fatto che quest'anno sono stati spostati di una settimana) ecco il momento dei Campionati Italiani Giovanili che, dopo il clamoroso flop della candidatura di Acqui Terme, sono stati dirottati in un'altra località termale: Salsomaggiore Terme (PR), dal 7 al 14 luglio prossimi.

Il nostro circolo quest'anno farà il tifo per sei giovani ragazzi: i più “anziani” saranno gli Under 16 Matteo Sunder ed Alessandro Gasparetto, per poi passare alla categoria Under 12 con Emiliano Tiritan ed all'Under 10 con Dario Isoardi e Davide Platinetti. Sesto ed ultimo ragazzo Alessandro Platinetti che parteciperà negli Under 8.

Sul nostro sito potrete trovare i risultati ed i commenti al loro percorso nei Campionati: forza ragazzi!

- 4º Torneo dello Scoiattolo

Per il quarto anno siamo stati ospiti dell’Associazione Nosea – Amici di Marco Bettin presso il Laghetto di pesca sportiva di Candelo, dove si è disputato il “Torneo dello Scoiattolo” (in omaggio al simbolo dell’Associazione). I ventidue giocatori presenti hanno dato vita a sfide molto combattute fino agli ultimi secondi disponibili, al termine delle quali è risultato vincitore il M Giovanni Siclari, che pur era partito con un mezzo passo falso (patta con Gasparetto), per poi vincere le quattro partite successive e chiudere con una patta contro il CM Matteo Migliorini. Questi pareva poter approfittare della partenza “lenta” di Siclari, ma al terzo turno doveva incassare la sconfitta contro Matteo Sunder, che a sua volta al turno successivo si doveva arrendere al CM Dario Borghi. Di questa girandola di risultati ne approfittava Siclari, superando al quinto turno lo stesso Borghi per poi mantenere la testa della classifica con la patta contro Migliorini e terminare vincitore con 5 punti. Secondo posto finale per Borghi, a guidare un terzetto a 4,5 punti composto da Valenzano (grazie alla vittoria all’ultimo turno contro Matteo Sunder) e Migliorini. Vincitori nei premi di fascia Marco Squara ed il novarese Andrea Canelli; tra gli Under 14 e gli Under 10 successi rispettivamente per Emiliano Tiritan e per Davide Platinetti.

- 14º Torneo “Valdengo in Festa”

Uno dei tornei più longevi del nostro circolo è il “Valdengo in Festa”, che quest’anno è giunto alla quattordicesima edizione, sempre inserito all’interno delle due settimane di festa del paese biellese, invitati dagli “Amici Sportivi di Valdengo” che cogliamo l’occasione per ringraziare per l’opportunità che ci concedono ogni anno. Il torneo, che al vincitore consegna il Trofeo “Giovanni Boschetto”, si è svolto come d’abitudine in parallelo ad un torneo di dama organizzato dal Circolo Damistico Biellese (con il palio il Trofeo “Quinto Boschetto”).

La gara è stata vinta dal vercellese Massimiliano Autino (5,5 su 6) ed a contendergli la vittoria è stato il giocatore che non ti aspetti: Alessandro Gasparetto, autore di un’ottima prestazione, con 5 punti finali, sconfitto solo dal vincitore (caduta della bandierina) in una posizione di difficile interpretazione. Da segnalare la rete di matto con cui, all’ultimo incontro, Alessandro ha ottenuto una bella vittoria contro Dario Borghi.

Al terzo posto, con 4,5 punti, si è piazzato Matteo Sunder; alle sue spalle, autore di un bel torneo, Guido Rama che ha preceduto l’amico del nostro circolo Claudio Raselli, che da Milano viene molto spesso a giocare ai nostri tornei. I premi di fascia sono andati a Franco Zecchini, al novarese Andrea Canelli ed a Matteo Marangon. Primi tra i giovani Emiliano Tiritan e Matteo Porrino.

- 6º Torneo Internazionale “Città di Vercelli”

Il Torneo Internazionale organizzato all’inizio di giugno dai nostri amici del Circolo di Vercelli ha visto anche quest’anno una folta presenza di nostri soci. Assenti purtroppo per motivi di studio i nostri giocatori di punta, abbiamo cercato di “colonizzare” l’Open B, riservato a giocatori con Elo inferiore a 1900 punti, riuscendoci peraltro molto bene.

La sesta edizione del “Città di Vercelli” è stata senza dubbio la più combattuta, come testimonia la classifica. All’inizio del quinto turno le posizioni erano tutt’altro che definite, con sei giocatori a pari merito con 3,5 punti; i tre incontri sulle prime tre scacchiere terminavano incredibilmente tutti in parità, ma contemporaneamente due degli incontri che interessavano i giocatori a 3 punti finivano con una vittoria. Erano così otto i giocatori a terminare il torneo a pari merito con 4 punti ed era lo spareggio tecnico a farla da padrone, proclamando vincitore il CM vercellese Mario Caldi, ma soprattutto regalando il secondo posto alla nostra Ilaria Gnata, mentre Alessandro Gasparetto, uno dei due giocatori ad aver vinto l’ultimo incontro, doveva accontentarsi di un comunque ottimo ottavo posto.

La dimensione del torneo di Ilaria sta in questi numeri: diciottesima di tabellone in partenza e seconda assoluta con una performance di 1958 punti, 60 punti Elo guadagnati ed imbattuta. Vanno segnalate la vittoria nel derby contro Enrico Rocchi, nonché le patte ottenute contro il numero uno del tabellone, Gianfranco Sartoretti, ed il vincitore del torneo Mario Caldi. Anche Alessandro partiva con un numero alto di tabellone, il ventiquattro, con 26 punti Elo guadagnati: fermato da Caldi al secondo turno, si è rifatto superando il giovanissimo vigevanese Gabriele Valerio Rossi ed il genovese Sergio Nanni all’ultimo.

Tra i nostri altri giocatori, una menzione particolare per Stefano Lavino, tredicesimo (partiva con il numero 35) a 3 punti, una performance che ha sfiorato i 1800 punti e 34 punti Elo nel carniere. Il suo percorso, prima di interrompersi all’ultimo turno contro Massimiliano Listello, ha fatto registrare la vittoria nel derby contro Matteo Sunder, dopo un bel finale con attacchi da entrambe le parti, culminato in uno scacco matto di cui Matteo non si avvedeva. Buon torneo anche da parte di Matteo Porrino, entrato al secondo turno, trovava tre patte che gli consentivano di recuperare 26 punti Elo. In positivo anche Stefano Cerri, ancorché solo di un punticino, ma con una buona patta ottenuta contro Maurizio D’Agostino, al quale Stefano rendeva oltre 200 punti.

Nel torneo Under 16 l’unico nostro rappresentante era Emiliano Tiritan, che ha ottenuto un terzo posto che lascia molto l’amaro in bocca. La vittoria era infatti alla sua portata e tutto sembrava avviarsi verso questo risultato, ma all’ultimo turno non entrava mai in partita contro la novarese Valentina La Ferlita, che doveva recuperare mezzo punto e contro la quale il nostro Emiliano commetteva alcune gravi sviste che gli costavano l’incontro. La vittoria della La Ferlita le consegnava la vittoria finale con 4 punti, mentre a mezzo punto si ritrovavano quattro giocatori e lo spareggio tecnico decretava quanto meno il podio per il nostro giovane socio.

- Il 5 per mille allo Scacchi Club Valle Mosso

Anche per l'anno in corso sarà possibile destinare il 5 per mille dell’IRPEF al nostro circolo, sostenendolo nelle sue attività, semplicemente apponendo la propria firma nello spazio riservato al “Sostegno alle Associazioni Sportive Dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI…” della dichiarazione dei redditi, indicando il nostro codice fiscale: 92007160028. Ricordiamo che tale scelta non modifica l’importo delle imposte dovute dal contribuente.

Lo Scacchi Club Valle Mosso ringrazia tutti coloro che, sempre più numerosamente negli anni scorsi hanno già destinato il 5 per mille a nostro favore, nonché tutti coloro lo vorranno fare quest’anno. E' un segno di vicinanza nei confronti del nostro circolo che apprezziamo in modo particolare e che ci aiuta a continuare con le nostre attività. GRAZIE!

- 5º Torneo “Scacco Piazzo”

La quinta edizione del torneo “Scacco Piazzo”, disputata sotto i portici di Piazza Cisterna, ovvero al centro del Borgo Storico di Biella (il Piazzo, per l’appunto), ha riunito solo quindici giocatori, complice il maltempo che ha anche costretto gli amici dell’Associazione “Noi del Piazzo” ad annullare gli altri appuntamenti della giornata previsti per la manifestazione denominata “Piazzolandia”, nella quale il torneo era inserito.

Malgrado il numero limitato di partecipanti la gara è stata comunque molto interessante e combattuta: vincitore è risultato il CM Matteo Migliorini con 5,5 punti su 6, precedendo di mezzo punto il favorito di queste tipologie di tornei, ovvero il M Giovanni Siclari. Terzo con 4 punti si è classificato Davide Moratto, in virtù di un migliore spareggio tecnico nei confronti di Alberto Argiolas. Ottimo quinto assoluto, e primo dei giocatori di categoria NC, Guido Rama, da quest’anno socio del nostro circolo.

L’incontro decisivo del torneo è stato quello del quarto turno, quando si sono sfidati Migliorini e Siclari. Ne è scaturita una gara veramente emozionante, con un forte attacco con il Bianco di Migliorini contrapposto ad una precisa difesa di Siclari. Si giungeva al finale con Migliorini che poteva contare su una Donna contro Torre ed Alfiere di Siclari. Dopo alcune manovre, aiutato da Re e pedoni, Migliorini riusciva a relegare Siclari nelle ultime due traverse e – con entrambi i giocatori a corto di tempo – a dare scacco matto sull’ottava traversa.

Vogliamo infine ringraziare l’Associazione “Noi del Piazzo” che ci ha ospitato ed ha offerto, insieme ai commercianti del Borgo Storico, i premi ai giocatori e – in particolare – ai più giovani partecipanti (tra i quali va segnalata la prima esperienza in un torneo di Alessandro Fantaccini).

- Il Liceo Avogadro secondo ai TSS nazionali con le ragazze categoria Allievi

La bella notizia arriva dall'altra parte dell'Italia e precisamente da Policoro (MT): la squadra delle ragazze del Liceo Scientifico “Amedeo Avogadro” di Biella (categoria Allievi Femminili), già Campionesse Provinciali e Regionali, hanno sfiorato l'impresa ottenendo il secondo posto alle finali nazionali del Trofeo Scacchi Scuola. La compagine, con le nostre socie Ilaria Gnata e Martina Cagna, era anche composta da Maria Palma, Elena Taffon e Samira Capizzi ed ha terminato con 12 punti, frutto di cinque vittorie e due pareggi, un punto in meno del Liceo Salvemini di Sorrento, che ha conquistato la vittoria. Da rilevare il percorso netto (sette vittorie in sette incontri) sia di Maria che di Ilaria, ma mentre la prima è riuscita a conquistare il primo premio di scacchiera (unica con sette vittorie), Ilaria si è classificata a pari merito con la ferrarese Calabri, che la ha sopravanzata grazie ad un migliore spareggio tecnico (media dei punteggi delle avversarie incontrati), dovuto paradossalmente al fatto di aver incontrato giocatrici al loro primo torneo (e quindi, come da regolamento FSI, con Elo 1440), mentre Ilaria ha trovato avversarie già con tornei alle spalle (e quindi con Elo fortemente inferiori a 1400).

Il Liceo Avogadro si conferma quindi come l'unica scuola biellese in grado non solo di arrivare frequentemente alle finali nazionali con le proprie squadre, ma soprattutto di conquistare il podio (l'ultimo dei quali con gli Juniores, terzi ad Assisi nel 2015) e di vincere la gara - sempre con gli Juniores - nel 2013.

- Sabino Brunello trionfa al 6º Memorial “Renato Morgante”

L’edizione numero sei del nostro semilampo di punta, ovvero il Memorial “Renato Morgante”, ha confermato il successo delle precedenti edizioni ed ha ospitato a Lenta, in piena Baraggia Vercellese, ben 75 giocatori, un dato in linea con le edizioni passate, ma ancor di più va rilevato l’alto tasso tecnico dei giocatori presenti, la media dell’Elo FIDE dei quali ha fatto segnare il record assoluto con 1831 punti.

Alla vigilia del torneo il favorito per la vittoria finale era il GM Sabino Brunello ed il suo stratosferico Elo Rapid FIDE (2703!) faceva impressione se confrontato con i 2456 punti del secondo giocatore nella lista di partenza, il MI Daniele Genocchio (quindi non proprio uno sconosciuto…). Ed al termine del torneo è rimasta negli occhi l’impressionante prova di forza sfoderata da Brunello, che si è imposto per la seconda volta consecutiva, ma stavolta con 9 vittorie su 9 incontri. Il GM bergamasco ha comunque dovuto faticare per ottenere un simile risultato, dovendo fronteggiare situazioni molto difficili in almeno due incontri, quello contro il giovane Maestro vicentino Alessio Boraso e quello contro il forte azero Agil Pirverdiyev (Elo 2409 e terzo del tabellone). In entrambi i casi Brunello si ritrovava abbastanza presto in zeitnot e doveva giocare una buona fetta di incontro con pochissimi secondi sull’orologio, sfruttando in modo eccezionale i tre secondi di abbuono a mossa. Diverse volte si è visto infatti Brunello completare la mossa con ancora solo un secondo rimasto; quando poi anche l’avversario di turno entrava in riserva di tempo, ecco che emergeva l’estrema precisione del Grande Maestro, che non si faceva pregare per approfittare della prima imprecisione avversaria e chiudere l’incontro a proprio favore.

Secondo classificato – e suo migliore risultato a Lenta – il MI croato Milan Mrdja, a due punti di ritardo dal vincitore: le due patte che lo avevano attardato nei turni del mattino (con i Maestri Sorcinelli e Siclari) hanno fatto sì che non incrociasse mai Brunello, ma va comunque sottolineata l’ottima vittoria ottenuta, dopo un altro incontro emozionante, ai danni del MI Daniele Genocchio all’ottavo turno.

E Genocchio, presente in tutte le edizioni del “Morgante”, si è classificato terzo con 6,5 punti. È quindi la sesta volta che il forte Maestro Internazionale, pur senza mai vincere la manifestazione, è salito sul podio, con perfetto equilibrio tra i tre secondi posti ed i tre terzi posti ottenuti.

Tra i nostri soci il migliore è stato il Maestro Giovanni Siclari che, dopo aver mancato incredibilmente la patta con Genocchio, ha chiuso con 6 punti al tredicesimo posto. Ottimo torneo anche per Marco Squara (ventinovesimo con 5 punti) e per Ilaria Gnata, che a termine di una difficile mattinata (1 su 4) si rifaceva dopo pranzo (4 su 5) contro giocatori sulla carta più esperti, ottenendo anche lei 5 punti e classificandosi trentatreesima. Da segnalare anche il debutto in un torneo a cadenza rapida ufficiale per Laurentiu Ionel Moisa: il nostro socio ha pagato un poco di inesperienza con il tempo breve ottenendo un valore Elo Rapid di ingresso di 1544 punti.

A conclusione del torneo vogliamo pubblicamente ringraziare lo sponsor della manifestazione, la ditta Aedì Riso Morgante nella persona di Alessio Albertino, che ci consente di poter organizzare un evento di tale portata. La nostra organizzazione non sarebbe comunque sufficiente senza il sostegno del Comune di Lenta, che ci concede i locali della Palestra Comunale, e della locale Pro Loco, il cui supporto per la parte logistica (tavoli, sedie, ecc.) è fondamentale ed ai quali vanno i nostri ringraziamenti. Un grosso grazie, infine, a tutti i nostri soci e simpatizzanti che ci hanno aiutato nell’allestire i locali della palestra (e a rimuovere tutto a torneo finito), nonché, con la loro presenza, alla gestione delle gare (comprendendo anche il Campionato Regionale Giovanile di qualche giorno fa) durante il loro svolgimento.

Arrivederci al 3 maggio 2020 per la settima edizione!

- Campionato Regionale Giovanile

Il nostro circolo, dopo alcuni anni, è tornato ad organizzare il Campionato Regionale Giovanile. Dopo le esperienze a Città Studi, si è pensato stavolta di approfittare della data del 1º maggio, che da alcune edizioni è diventata “la” data della massima competizione giovanile piemontese, unendola con la data del nostro torneo semilampo di punta, il “Memorial Renato Morgante”, in programma da ormai diversi anni nella prima domenica di maggio. Grazie alla fattiva collaborazione del Comune di Lenta e della locale Pro Loco (ai quali vanno i nostri ringraziamenti), si è quindi potuto organizzare, nella cittadina della Baraggia Vercellese, una “due giorni” di scacchi, il primo dei quali ha avuto luogo oggi.

La risposta dei giocatori è stata oltremodo soddisfacente e superiore alle aspettative: sull’onda degli ultimi tre anni, nei quali il torneo aveva superato sempre quota 100 partecipanti, si sono dati battaglia a Lenta ben 117 giocatori (numero record, che ha superato i 115 di Leinì 2018), con i preiscritti che avevano superato addirittura 130 ragazzi, cosa che ci ha obbligato a malincuore a dover bloccare eventuali iscrizioni direttamente in sede di gioco. Un grande ringraziamento va quindi a tutti i giocatori, alle loro famiglie ed ai circoli che li hanno accompagnati a Lenta.

Tranne che per la categoria Under 8 Femminile, curiosamente senza preiscritte, tutte le altre categorie erano rappresentate e solo negli Under 12 è risultato necessario accorpare il torneo assoluto e quello femminile in quanto quest’ultimo risultava composto solo da cinque ragazze. Al termine di una lunga giornata di incontri (con cinque, sei o sette turni a seconda della categoria), abbiamo quindi potuto premiare i giocatori che hanno conquistato i diversi podi, alla presenza del Sindaco di Lenta Giuseppe Rizzi e del Responsabile Giovanile del Comitato Regionale Piemontese Marco Ubezio.

Tra i più piccoli, i Piccoli Alfieri (Under 8), ha trionfato vincendo tutti gli incontri (6 su 6) il cuneese Riccardo Costalonga, seguito sul podio dai due legnanesi Riccardo Soncin (5 punti) e Giacomo Volpi (4 punti).

Nei Pulcini (Under 10), vittoria nel torneo assoluto per Erick Marangone (5,5 punti, Scacchistica Torinese), davanti all’eporediese Sergio Pilo (5 punti). Terzo classificato il nostro Dario Isoardi che, dopo aver accettato la patta offerta dal vincitore nello scontro diretto, perdeva purtroppo l’ultimo incontro proprio per mano di Pilo. Nel torneo femminile si è assistito al dominio della astigiana Martina Riccio (6 punti, a punteggio pieno). Alle sue spalle due torinesi: Sofia Bettassa (Scacchistica Torinese, 5 punti) e Gaia Mongarli (Scacchi Leinì, 4 punti).

Il torneo Giovanissimi (Under 12), come detto, è stato disputato accorpando l’assoluto con il femminile ed ha visto al via ben 34 giocatori: nell’assoluto ha vinto il favorito della vigilia, Giorgio Gola (Scacchistica Torinese) con 5,5 punti, che ha preceduto il cuneese (ma suo compagno di circolo) Andrea Bosio (5 punti), che potrebbe forse rimpiangere la patta offerta nello scontro diretto, con entrambi i giocatori a corto di tempo, ma in una posizione in cui l’incremento per mossa (si è giocato con la cadenza 25 minuti con 5 secondi di bonus) poteva forse aiutare a conquistare il punto pieno. Terzo classificato il legnanese Alessandro Volpi con 4,5 punti. Nella classifica femminile la vittoria è invece andata alla vigevanese Sara Annamaria Serban (quarta assoluta con 4,5 punti e autrice quindi di un’ottima prestazione). Poiché la Serban non è tesserata per un circolo piemontese, il titolo di Campionessa Regionale Under 12 è andato a Giulia Da Pont (Scacchistica Torinese), anche lei autrice di una bellissima prestazione (sempre 4,5 punti, quinta assoluta). Terza piazza con 3 punti per Alessia Ferrato di Nichelino.

Salendo di età, anche il torneo assoluto dei Cadetti (Under 14) ha sancito la vittoria del favorito della vigilia, ovvero il canellese Nicolò Briata (Scacchistica Torinese, 5,5 punti), che ha preceduto di mezzo punto il compagno di circolo Alberto Rotondaro (patto lo scontro diretto) e l’astigiano Andrea Zavattero (4,5 punti). Altamente combattuta la gara femminile, con tre giocatrici appaiate a 5 punti e con ognuna di loro vincente contro solo una delle avversarie. Nullo quindi lo spareggio per classifica avulsa, è stato il secondo criterio, ovvero il Buchholz totale a definire le posizioni sul podio. Curiosamente divise una dall’altra da solo un punto di Buchholz, ha vinto il titolo regionale l’astigiana Lucia Macagno, precedendo due giocatrici del circolo Il Castelletto di Milano: Anna Fabrizi e Polina Moskvina.

E’ tra i più grandi, gli Allievi (Under 16), che sono arrivate le note più liete per il nostro circolo, con la vittoria perentoria di Matteo Sunder, che ha vinto tutti e sei gli incontri giocando con ottima concentrazione. Alle sue spalle si è classificato, con un punto di distacco, l’astigiano Mattia Passalacqua, mentre con 4 punti è giunto terzo il nostro Alessandro Gasparetto, al quale è mancato purtroppo lo spunto finale, uscendo sconfitto dal confronto con Passalacqua. Tra le ragazze, che hanno disputato cinque turni nel loro torneo, vittoria a punteggio pieno per la pinerolese Eleonora Bruno, che ha staccato di ben un punto e mezzo Marta Taverna (Sempre Uniti di Asti) e di due punti e mezzo un’altra astigiana: Elena Bazzanini.

L’appuntamento ora è per il secondo giorno di gare, quanto domenica prossima arriveranno a Lenta anche diversi giocatori di primissimo livello, per disputarsi il “Memorial Renato Morgante”, al quale i vincitori dei titoli giovanili regionali sono stati invitati dal nostro circolo come premio per il loro risultato.

- Trofeo Scacchi Scuola: Fase Regionale

Contraddistinta dall’ottima organizzazione della Scacchistica Novarese, si è svolta oggi a Novara la fase regionale del Trofeo Scacchi Scuola, il torneo a squadre riservato agli studenti, dalle primarie alle secondarie di secondo grado. La giornata ha visto sfidarsi sulle sessantaquattro caselle oltre 450 giocatori, tra i quali erano presenti anche i giocatori facenti parte delle squadre qualificate dalla nostra fase provinciale.

Tra di loro hanno ottenuto il titolo regionale le ragazze del Liceo Scientifico “A. Avogadro” di Biella (categoria Allievi), tra le quali giocavano anche due ragazze del nostro circolo: Ilaria Gnata (capitano) e Martina Cagna. Insieme a loro completavano la squadra Elena Taffon e Samira Capizzi. Le ragazze hanno dominato il loro torneo chiudendo a punteggio pieno con 8 punti su 4 gare, qualificandosi per la fase nazionale di maggio in programma a Policoro (MT).

Complimenti!

- Valle Mosso promossa in Serie C!

Dopo la delusione per la retrocessione della squadra di Serie A2 e la soddisfazione per la salvezza della squadra in Serie B, ecco la grande gioia per il risultato della nostra compagine di Serie Promozione, Valle Mosso 1, che ha conquistato con un turno di anticipo la promozione in Serie C.

La squadra capitanata da Stefano Lavino ha vinto oggi in casa del circolo di Borgomanero per 1-3, continuando in tal modo la sua marcia in classifica a punteggio pieno. Proprio il capitano Lavino ha ottenuto il primo punto vincendo la sfida con Pietro Argiolu dopo circa due ore e mezzo di gioco. Stefano andava nel mediogioco in vantaggio di un pedone; nel finale di Torre e Alfieri contrari una svista del suo avversario regalava al nostro giocatore la Torre costringendo Argiolu alla resa. Era Marco Squara ad arrotondare il parziale grazie alla vittoria contro Giorgio Zara: Marco usciva dall’apertura con un migliore sviluppo dei pezzi, che gli consentiva di guadagnare nel prosieguo un pedone, poi un altro pedone ed infine un pezzo fino all’abbandono di Zara. In terza scacchiera arrivava la divisione della posta tra Stefano Cerri e Gianluca Fugante dopo una gara equilibrata nella quale il nostro giocatore riusciva comunque ad andare in vantaggio di un pedone, pur se doppiato. Stefano proponeva la patta che veniva accettata dal suo avversario, valutando impossibile riuscire a giungere alla vittoria. A risultato acquisito si chiudeva in parità anche l’incontro in prima scacchiera tra Giulio Sunder e Giulio Strigini. È stata una sfida molto combattuta nella quale il nostro ragazzo, pur in vantaggio di un pedone, subiva la forte iniziativa dell’avversario. Ciò nonostante, difendendosi con ordine, riusciva ad andare in vantaggio di qualità prima di accordarsi per la patta.

Complimenti vivissimi a tutti i giocatori che si sono alternati sulle scacchiere ottenendo quattro vittorie su quattro incontri, con 13 punti scacchiera su 16!

- Campionato Italiano a Squadre - Quarto Turno

Il quarto turno del Campionato Italiano a Squadre di Serie Promozione ha visto una vittoria ed una sconfitta per le nostre due compagini. Mentre Valle Mosso 1, superando Borgomanero in trasferta, ha conquistato la matematica promozione in Serie C (ne parliamo in un articolo specifico), Valle Mosso 2 si è dovuta arrendere a Vercelli per 2,5-1,5 alla Vercellese 2.

La nostra squadra sperimentale ha visto la vittoria in seconda scacchiera di Matteo Porrino, che ha avuto ragione di Lorenzo Zerbini giocando con calma senza seguire il suo avversario in un gioco troppo veloce, e la patta – in ogni caso ininfluente ai fini del risultato finale - in terza scacchiera ottenuta da Ugo Tiritan, che ha accettato la proposta di Attilio Tibaldeschi, il quale aveva comunque una posizione migliore. Sconfitte infine sia per Emiliano Tiritan (contro Alessandro Critto) e per Fabrizio Porrino (contro Alessio Pregnolato): in particolare Emiliano non sfruttava il vantaggio iniziale di un pedone, commettendo un paio di gravi errori che gli facevano perdere due pezzi costringendolo all’abbandono.

- Campionato Italiano a Squadre - Terzo Turno

Si è disputato oggi il terzo turno del Campionato Italiano a Squadre, Serie Promozione, dove nel girone n. 3 piemontese sono inserite due nostre formazioni.

Bella vittoria di Valle Mosso 1 contro la Vercellese 2 con il risultato di 3-1, ciò che permette alla nostra formazione di mantenere la vetta della classifica provvisoria a punteggio pieno. Era Stefano Cerri a regalarci il primo punto, dopo circa un’ora di gioco, superando nettamente il giovane Ruggiero Zanocchio. Il secondo punto arrivava grazie a Domenico Cognata: il nostro socio, opposto ad Alessio Pregnolato, andava in vantaggio di qualità e l’incontro sembrava tutto in discesa. Domenico mancava però una combinazione che poteva fruttargli la Donna dell’avversario al prezzo di una Torre, cambiava le Donne e si infilava in un finale nel quale doveva fare molta attenzione all’avanzata dei pedoni avversari. La promozione a Donna di un pedone consegnava poi la vittoria al nostro giocatore. Marco Squara impostava un incontro senza forzare contro Alessandro Critto e otteneva il mezzo punto che ci permetteva di vincere la sfida; poco dopo si chiudeva in parità anche l’incontro tra Stefano Lavino ed Attilio Tibaldeschi: anche in questo caso, in posizione di parità, nessuno provava a forzare per vincere.

Netta sconfitta invece per Valle Mosso 2 contro la Scacchistica Novarese. Il punteggio (0-4) è giustificato dal divario di forza, sulla carta, tra i nostri ragazzi e gli avversari, anche se gli incontri di Davide Platinetti e Matteo Porrino, rispettivamente contro Martina Kushova e Greta Brusati, sono durati troppo poco e ci saremo aspettati una maggiore concentrazione da parte dei nostri ragazzi. Buona la prestazione di Emiliano Tiritan opposto a Roberto Fusco, mentre nulla ha potuto Martina Cagna contro Chiara Cucchi: ancorché il suo incontro sia stato l’ultimo a terminare, l’esito finale era già segnato a causa di un forte svantaggio di materiale.

- Campionato Italiano a Squadre: i verdetti

Si sono chiusi con il quinto turno di gioco i raggruppamenti del Campionato Italiano a Squadre: delle nostre due squadre la missione può dirsi compiuta solo per la formazione di Serie B, mentre deve mestamente retrocedere la squadra di Serie A2. Il prossimo anno avremo quindi due squadre che potranno disputare la Serie B e sarà interessante assistere, qualora inserite nel medesimo girone, ad un inedito derby.

La copertina va quindi di diritto ai ragazzi capitanati dal CM Stefano Bazzeato, che in un ruolo per lui assolutamente inedito ha saputo essere un ottimo motivatore aiutando a formare un vero spirito di squadra. Il punto che mancava per la matematica salvezza è giunto oggi contro l’Arcotorre Chieri, vincitori del raggruppamento (a proposito: complimenti!) con il risultato di patta sulle quattro scacchiere, che ci ha classificati quarti con 4 punti squadra e 9,5 punti individuali. Stefano ha saputo dare il buon esempio, terminando imbattuto in prima scacchiera e portando tre punti alla causa: quattro patte ed una vittoria che hanno dimostrato la sua solidità. Anche il CM Lorenzo Pedoni ha portato tre punti fondamentali: una sola sconfitta, due vittorie (il finale di quella ottenuta contro il monzese Tramalloni va sottolineata) e due patte ci hanno riportato il vero Lorenzo e non quello visto al recente Campionato Interprovinciale. Se i due Candidati Maestri avevano l’onere di garantire punti con giocatori di grado pari o addirittura superiore, sulle altre due scacchiere sia Ilaria Gnata che Alessandro Gasparetto si sono trovati di fronte sempre giocatori sulla carta di punteggio di molto superiore e per loro le difficoltà erano quindi maggiori, ma se si eccettuano un paio di incontri nei quali il gioco non è risultato essere ottimale, per errori in apertura o nel mediogioco, entrambi non hanno certamente fatto mancare l’impegno ed i punti portati (due per Ilaria, uno e mezzo per Alessandro) sono alla fine quelli che hanno fatto la differenza, in particolare per consentirci di vincere le sfide con Monza e con Nichelino.

Diverso il discorso per la squadra di Serie A2, che deve fare i conti con la seconda retrocessione consecutiva. La formazione, composta da Giovanni Siclari, Matteo Migliorini, Lorenzo Bardone e Paolo Drago, all'ultimo turno era obbligata a vincere proprio con la squadra che avrebbe vinto il raggruppamento, Bologna (complimenti anche a loro!), sulla carta nettamente più forte: il capitano Migliorini accettava un’offerta di patta su tre scacchiere, provando a giocarsi il tutto per tutto sulla terza scacchiera, dove purtroppo Bardone avrebbe però poi dovuto concedere la vittoria all'avversario.

Si è così chiuso un torneo condizionato anche da un po' di sfortuna e di occasioni mancate: si pensi che tutte e tre le sconfitte subite sono state per 2,5-1,5 ed infatti la nostra squadra ha racimolato più punti individuali della quarta classificata, che ha però ci ha sopravanzato di due punti squadra. Ha sicuramente inciso sulla prestazione dei nostri ragazzi anche il fatto che in questi ultimi tempi abbiamo ridotto la partecipazione a tornei in quanto già molto impegnati sui diversi fronti universitari.

In prima scacchiera Giovanni Siclari ha comunque terminato imbattuto, confermando un buon stato di forma; peccato che la sua vittoria con il MI Guido non abbia fruttato punti squadra e per l’occasione mancata contro il M Sorcinelli. Anche Lorenzo Bardone in terza scacchiera ha concluso con 2,5 punti su 5 un buon torneo, che lascia però un po' di amaro in bocca per essersi lasciato sfuggire un paio di occasioni per ottenere il punto pieno. Sottotono invece il torneo di Matteo Migliorini, che si è dovuto accontentare di due patte e tre sconfitte, talvolta con avversari ampiamente alla portata. Infine va segnalato il torneo di Paolo Drago, che si è fatto valere in quarta scacchiera malgrado non fosse in perfetta forma fisica, disputando un torneo nella media con quattro patte ed una sconfitta patita per mano dell'amico Federico Briata.

- Campionato Italiano a Squadre - Quarto Turno

Il quarto turno del Campionato Italiano a Squadre ha visto le nostre due squadre uscire entrambe imbattute, ma gli scenari che si aprono sono nettamente diversi.

In Serie A2 i nostri ragazzi hanno ottenuto un risultato di parità con la formazione principale della Scacchistica Torinese. Sarebbe un risultato di tutto riguardo, considerato il valore degli avversari, ma purtroppo non aiuta ad avvicinarsi alla salvezza, che ora diventa ancora più difficile, anche se possibile. I punti sono arrivati dal M Lorenzo Bardone, che ha avuto ragione del M Alessandro Davi (ELO 2198), dal M Giovanni Siclari (patta con il GM Jan Michael Sprenger, ELO 2486, senza riuscire a convertire il vantaggio in finale di un pedone) e dal CM Paolo Drago che pattava con il CF Mauro Barletta (ELO 2224) in un finale nel quale Paolo, con due Torri ed un Alfiere, doveva subire lo scacco perpetuo del suo avversario, rimasto con la sola Donna. Peccato per la sconfitta del CM Matteo Migliorini per mano del MF Stefano Yao, in un incontro che sembrava promettente, ma nel quale Yao era bravo a sfruttare al meglio le debolezze di Matteo.

Completamente diversa l’aria che tira a Saint Vincent, dove la squadra di Serie B ha ottenuto una bella vittoria contro la formazione del circolo di Nichelino per 3-1. Nelle prime due scacchiere i nostri CM Stefano Bazzeato e Lorenzo Pedoni dovevano accontentarsi della divisione della posta rispettivamente contro Cristian Alaimo (ELO 1978) e contro il CM Roberto D’Ingiullo (ELO 2094) non riuscendo ad imporre la propria iniziativa. L’incontro si decideva quindi sulle restanti scacchiere e qui le emozioni non mancavano. Contro il CM Tiziano Martin (ELO 1916) Ilaria Gnata entrava in finale dopo il cambio di Torri e Donna con un pedone di vantaggio, mentre l’incontro di Alessandro Gasparetto, opposto a Giuseppe Guarneri (ELO 1844), si preannunciava lungo e complicato, con ancora quasi tutti i pezzi ancora a disposizione dei due giocatori, ancorché con una maggiore pressione del nostro ragazzo. Ilaria giocava un finale praticamente perfetto, approfittando delle imprecisioni del suo avversario, e si ritrovava con due pedoni (isolati) e Cavallo contro un pedone ed Alfiere (che controllava la casa di promozione). Nel mentre Alessandro forzava l’incontro incuneando una Torre tra i pezzi dell’avversario; ne seguiva una serie di catture che aprivano la posizione a favore del nostro ragazzo. Con Alessandro in netto vantaggio sia di posizione che di materiale, il giocatore di Nichelino usciva dalla sala del torneo malgrado avesse il tratto ed al suo ritorno l’arbitro non poteva che assegnare la vittoria ad Alessandro. I due punti già segnati a referto sommati al risultato di patta garantito per Ilaria, permettevano alla nostra giocatrice di cercare con pervicacia la vittoria, prima portando il pedone in settima e poi combinando la posizione di Re e Cavallo in modo tale da mettere fuori dai giochi l’Alfiere avversario e rendere inevitabile la promozione. Con quattro punti totali ed una classifica cortissima, solo un punto ci separa ora dalla matematica salvezza.

- Campionato Italiano a Squadre: Secondo e Terzo turno

Anche il secondo giorno dei raggruppamenti del Campionato Italiano a Squadre ha evidenziato le difficoltà che le nostre formazioni stanno avendo nel loro cammino verso la salvezza, che ora diventa un obiettivo ancora più difficile da centrare.

In Serie A2 il turno mattutino è terminato con la divisione della posta con la squadra del circolo Sempre Uniti di Asti. La sfida, che sulla carta ci vedeva vantare punteggi ELO superiori agli avversari, prendeva una brutta piega con le sconfitte di Matteo Migliorini contro Lorenzo Gastaldello, a causa di una svista in apertura che condizionava il prosieguo dell’incontro, e la patta di Giovanni Siclari contro Diego Forno, con il nostro giocatore che in finale perdeva un pezzo ma riusciva comunque ad ottenere il mezzo punto. Patta anche in quarta scacchiera per Paolo Drago contro David Manco, mentre l’unica vittoria arrivava grazie a Lorenzo Bardone che aveva la meglio dopo un interminabile incontro di Alex Carfagna.

Al pomeriggio la sfida era con la squadra B della Scacchistica Torinese: il primo a finire era Matteo Migliorini che pattava il quasi-derby con Marco Ubezio (che da alcuni anni difende i colori del circolo torinese) dopo che il Maestro biellese semplificava sin da subito e in posizione comunque complicata Matteo chiudeva con uno scacco perpetuo. Veniva invece sconfitto Paolo Drago dall’astigiano (ma anche lui da anni tesserato per la SST) Federico Briata, con Paolo che pagava a caro prezzo un pedone di svantaggio. Sembrava invece molto promettente l’incontro in prima scacchiera fra Giovanni Siclari e Francesco Sorcinelli, ma il nostro ragazzo non trovava la chiave giusta per affondare il colpo. Lorenzo Bardone, ultimo a finire anche nel turno pomeridiano (per oltre nove ore di gioco complessivo tra mattina e pomeriggio), cercava in ogni modo di riequilibrare le sorti della sfida in un difficile finale di pedoni e Torri, anche lui senza purtroppo trovare la manovra corretta: alla fine sulla scacchiera rimanevano solo i due Re.

In Serie B la nostra formazione disputava un ottimo turno mattutino e riusciva a superare per 2,5-1,5 la compagine di Monza. Molto avvincenti, anche se in modo diverso, gli incontri sulle prime due scacchiere, ma era Alessandro Gasparetto che doveva abbandonare per primo, anche a causa di una imprecisione che faceva precipitare la sua posizione. Mentre Ilaria Gnata si manteneva sui binari della parità in terza scacchiera, in prima scacchiera Stefano Bazzeato giocava un finale di posizione nel quale lui si ritrovava la coppia dei Cavalli contro la coppia degli Alfieri del suo avversario, oltre ad una migliore struttura pedonale. Con la calma e la precisione che lo contraddistinguono aumentava, seppur di poco, con ogni mossa il suo vantaggio, fino alla vittoria finale. Lorenzo Pedoni nel frattempo aveva montato in seconda scacchiera un forte attacco all’arrocco lungo di Luca Tramalloni. L’attacco pareva molto promettente, ma il suo avversario si difendeva con precisione, seppur in forte zeitnot. Lorenzo però insisteva e trovava finalmente la mossa vincente: entrambi i giocatori promuovevano a Donna nella stessa mossa, ma Lorenzo lo faceva per primo e, con quattro Donne sulla scacchiera, muoveva quella appena promossa dando uno scacco che era parabile solo al costo di una Donna avversaria. L’avversario era così costretto ad abbandonare. Rimaneva ancora l’incontro di Ilaria: con pari materiale e posizione tutta da giocare il suo avversario proponeva patta prima che gli incontri sulle prime due scacchiere terminassero praticamente in contemporanea. L’offerta non era ovviamente ritirabile ed Ilaria accettava prontamente.

Il turno pomeridiano ha visto invece un esito completamente diverso: contro la formazione dei torinesi di LTB Professional, una delle favorite per il passaggio alla serie superiore, solo Stefano Bazzeato riusciva a pattare contro il giocatore ceco Martin Hasek. Nelle altre tre scacchiere, dopo incontri comunque lunghi e combattuti, arrivavano tre sconfitte.

- Campionato Italiano a Squadre: Primo Turno

Il primo turno del Campionato Italiano a Squadre si è purtroppo chiuso con due sconfitte di misura (1,5-2,5).

In Serie A2 la nostra prima squadra è stata superata dal Centurini Genova: i punti sono arrivati dal M Giovanni Siclari (bella vittoria contro il MI Flavio Guido, ELO 2352) e dal CM Paolo Drago contro il M Michele Mollero (ELO 2208); sconfitti invece il CM Matteo Migliorini dal M Vincenzo Manfredi (ELO 2283) ed il M Lorenzo Bardone per mano del MF tedesco Martin Kreuzer (ELO 2245).

In Serie B è stata la squadra del Veloce Club di Pinerolo ad avere la meglio: in prima scacchiera il CM Stefano Bazzeato pattava con il M Mario Fabbri (ELO 2180), anche se con un poco di coraggio in più era forse possibile ottenere il punto pieno. Vittorioso senza problemi il CM Lorenzo Pedoni contro il CM Maurizio D’Agostino (ELO 1872), mentre si è fatto sentire il divario di punteggio per Ilaria Gnata ed Alessandro Gasparetto, che nulla hanno potuto contro Paolo Cirrincione Pazè (ELO 1903) e Matteo Bonino (ELO 1890).

- Campionato Italiano a Squadre: Raggruppamenti

È il fine settimana dedicato ai raggruppamenti del Campionato Italiano a Squadre: sono due le nostre formazioni che saranno impegnate.

In Serie A2 la prima squadra, capitanata dal CM Matteo Migliorini e composta anche dei Maestri Giovanni Siclari e Lorenzo Bardone, nonchè dal CM Paolo Drago, sarà di scena a Torino presso la sede della Scacchistica Torinese. Il girone, per quattro sesti piemontese (due squadre della Torinese ed Asti), è completato da Genova e Bologna. Non sarà sicuramente una passeggiata, ma dai nostri ragazzi ci possiamo attendere qualsiasi cosa.

In Serie B il compito per la squadra capitanata dal CM Stefano Bazzeatto sarà ancora più difficile. A Saint-Vincent, in un girone tutto piemontese ad eccezione di Monza (LTB Torino, Arcotorre Chieri, Veloce Pinerolo e Nichelino), il CM Lorenzo Pedoni, Ilaria Gnata ed Alessandro Gasparetto si troveranno di fronte avversari sulla carta più forti e dovranno quindi raddoppiare gli sforzi per compiere un'impresa.

L'obiettivo per entrambe le formazioni è ovviamente la salvezza: forza Valle Mosso!

- Campionato Italiano a Squadre: Secondo Turno

Secondo turno in trasferta per entrambe le nostre squadre che disputano la Serie Promozione ed entrambe le compagini tornano a casa con il bottino pieno ed il medesimo risultato: 1-3.

Valle Mosso 1 era impegnata a Novara contro la Scacchistica Novarese ed il primo punto arrivava grazie a Marco Squara che aveva ragione di Mario Borroni sacrificando un pedone in apertura per un migliore sviluppo dei pezzi ed una altrettanto migliore iniziativa. Ciò consentiva a Marco di andare in vantaggio di un pedone nel mediogioco per arrivare ad un finale di Torre e Cavallo nel quale riusciva a guadagnare il Cavallo avversario costringendolo all’abbandono. Era poi Giulio Sunder, in prima scacchiera, a portare il secondo punto. L’incontro che lo vedeva opposto ad Andrea Giavoni si manteneva sul filo dell’equilibrio fino a quando Giulio sfruttava al meglio un piano impreciso del suo avversario andando in vantaggio prima di due pedoni e poi di una qualità, con conseguente resa di Giavoni. Contro il giovane Alexandru Catranita il capitano Stefano Lavino riusciva a mantenere un minimo vantaggio, grazie alla costante pressione su un pedone arretrato avversario. Catranita si difendeva in modo ordinato e quando offriva patta Stefano accettava prontamente, garantendo alla squadra la vittoria. Nell’ultimo incontro, infine, Matteo Sunder aveva di fronte Daniele Corbelli: la sfida si snodava sui binari della parità e così alla fine terminava, sancendo la nostra vittoria per 3-1.

Valle Mosso 2 era invece ospite del Circolo Scacchistico Vercellese e affrontava la Vercellese 3. In prima scacchiera il giovane Emiliano Tiritan doveva vedersela con l’esperienza del CM Mario Caldi; l’incontro risultava molto più equilibrato di quanto non si potesse pensare, ma nel finale Caldi riusciva a prevalere limitando i movimenti dei pezzi di Emiliano. Contro la giovane Adele Bonetti, in seconda scacchiera, Matteo Porrino riusciva dopo un paio di capovolgimenti di fronte a promuovere a Donna un attimo prima dell’avversaria, riuscendo a gestire il finale senza problemi ed ottenere la vittoria. Nelle rimanenti due scacchiere replicavamo le prime due in versione “maxi”: papà Ugo Tiritan e papà Fabrizio Porrino cercavano di farsi onore contro due giovanissimi giocatori: Natalia Santangelo e Filippo Giorgione. Ugo riusciva a guadagnare un pezzo in apertura, cosa che gli permetteva di disputare un incontro tranquillo fino alla vittoria finale; Fabrizio si complicava invece la vita subendo una “forchetta”, ma alla fine riusciva a sfruttare una debolezza per posizionare la Donna e dare scacco matto per il 3-1 finale a nostro favore.

- Trofeo Scacchi Scuola - Fase Provinciale

Mattinata densa quella del 9 marzo, nella quale si è disputata la Fase Provinciale del Trofeo Scacchi Scuola, ovvero la gara riservata alle squadre delle scuole, a partire dalle Primarie per terminare con le Secondarie Superiori. Anche quest’anno siamo stati ospiti della Domus Laetitiae di Sagliano Micca, grazie all’interessamento dell’Associazione Piccolo Fiore, alla quale abbiamo intitolato gli ultimi due tornei di fine anno disputati al circolo. E’ pertanto doveroso iniziare questo resoconto con un grande “grazie“ all’Associazione, in particolare nella persona del suo Presidente sig. Massimo Ramella; l’abbinamento di una gara dedicata ai ragazzi delle scuole con una struttura del nostro territorio di alto livello dedicata al sostegno delle persone portatrici di handicap è stata un’idea che il nostro circolo ha sin da subito ritenuto essere ottima e ci rende particolarmente felici essere riusciti a metterla in atto anche quest’anno.

I diversi istituti scolastici partecipanti hanno schierato al via sedici formazioni: dieci delle scuole primarie, quattro delle secondarie di primo grado e due delle secondarie di secondo grado. Sono numeri apparentemente buoni, ma se confrontati con quelli di altre province, risultano nettamente inferiori. D’altronde gli unici Istituti Comprensivi presenti sono stati quelli di Valle Mosso, Mongrando, Sandigliano, Vigliano e – per la prima volta – Masserano. Biella era rappresentata solo da due formazioni del Liceo Scientifico Avogadro.

Nel torneo riservato alle scuole secondarie hanno avuto vita facile proprio le ragazze del Liceo Scientifico Avogadro di Biella (cat. Allievi Femminile), terminando i cinque turni a punteggio pieno: troppo elevato il divario tecnico con le altre squadre. Il Liceo, che da anni porta una squadra alle Fasi Nazionali (con un titolo conquistato nel 2013), anche quest’anno può schierare giocatrici di valore quali Maria Palma (pluri-campionessa italiana) e la nostra Ilaria Gnata (anche lei tra le prime in Italia nella sua fascia di età). La squadra era completata da Martina Cagna, Elena Taffon e Samira Capizzi.

Nelle altre categorie hanno vinto il titolo le squadre di Valle Mosso (Ragazzi maschile/mista, Ragazzi femminile e Cadetti maschile/mista) ed ancora il Liceo Avogadro (Allievi maschile/mista). Qualificata per la fase regionale anche la squadra Cadetti maschile/mista di Graglia (Istituto Comprensivo di Mongrando).

Tra le scuole primarie ha trionfato la squadra maschile/mista di Ronco Biellese (Istituto Comprensivo di Vigliano) con 9 punti. I ragazzi, con in prima scacchiera l’ormai “esperto” Dario Isoardi (altro socio del nostro circolo) hanno superato di un punto la maschile/mista di Zumaglia, che, facendo parte del medesimo Istituto Comprensivo, non ha potuto ottenere la qualificazione alla fase regionale. Alle loro spalle si sono piazzate le squadre maschili/miste della scuola di Cossato e della scuola di Candelo, entrambe qualificate alla fase regionale. Tra le squadre femminili prima classificata è invece risultata quella di Valle Mosso con 6 punti. Alle loro spalle si sono piazzate le squadre di Cossato e di Ronco Biellese.

- Campionato Italiano a Squadre - Primo turno

È ripartito oggi il Campionato Italiano a Squadre, edizione 2019: quest’anno schiereremo ai nastri di partenza quattro formazioni. La prima disputerà il raggruppamento di Serie A2 a Torino; la seconda, ripescata in Serie B, disputerà il raggruppamento a Saint Vincent (AO). Entrambe le squadre saranno quindi impegnate solo nel fine settimana 15-17 marzo.

Oggi hanno invece debuttato le due compagini iscritte alla Serie Promozione, dove l’obiettivo è principalmente quello di fare esperienza, anche se quest’anno con la prima delle due squadre è lecito tentare il passaggio alla categoria superiore. Nella formula di un tempo, ovvero con incontri spalmati su cinque domeniche, le nostre formazioni inserite nel medesimo girone (Piemonte 3) hanno disputato come da regolamento lo scontro diretto. Valle Mosso 1 è uscita vittoriosa con il punteggio di 4 – 0, ma la seconda squadra, sulla carta più debole, non ha nel complesso sfigurato.

In prima scacchiera l’incontro Giulio Sunder - Emiliano Tiritan finiva dopo solo 14 mosse quanto Emiliano non si avvedeva di un matto sulla casa f7; in terza scacchiera Matteo Sunder regolava invece Martina Cagna dopo un paio d’ore di gioco. Martina riusciva a difendersi piuttosto bene fino al mediogioco quando Matteo costruiva un forte attacco grazie ad un sacrificio di qualità, al quale seguiva un errore di Martina che sanciva la vittoria di Matteo. L’incontro in seconda scacchiera tra Matteo Porrino e Marco Squara risultava equilibrato fino ad arrivare in un finale di torri e sei pedoni da entrambe le parti; a questo punto Marco riusciva a manovrare meglio guadagnando un un pedone, vantaggio che successivamente gli permetteva di andare a promozione e vincere la partita. Ultimo incontro a finire, quello tra Davide Platinetti e Stefano Lavino: ci sono volute infatti due ore e mezza al il più esperto Stefano per piegare la resistenza di un buon Davide, che si lanciava in un interessante attacco sull’arrocco dell’avversario. Stefano riusciva a disinnescare il pericolo e, sfruttando la posizione centrale del Re di Davide, guadagnava prima un Alfiere per poi aumentare il vantaggio fino alla vittoria finale.

- 18° Trofeo “Città di Cossato”

L’edizione 2019 di uno dei tornei più longevi tra quelli organizzati dal nostro circolo, il semilampo “Trofeo Città di Cossato”, ci ha fatto assistere ad incontri molto combattuti e per decretare il vincitore si è dovuto attendere praticamente la fine di tutte le sfide.

Passato il primo turno senza troppi scossoni, se si eccettua la vittoria di Gasparetto contro il CM Raselli, al secondo turno iniziano le sorprese, con il favorito della vigilia, il Maestro Siclari, che con il Bianco veniva sconfitto dal CM Pedoni in un finale complicato dove Siclari non si avvedeva di un attacco doppio. Al termine del terzo turno rimanevano solo due giocatori a punteggio pieno: Valenzano ed il CM Migliorini (vittoria su Pedoni), pur se quest’ultimo storicamente è sempre stato poco a suo agio con la cadenza rapida. Migliorini si ripeteva anche contro lo specialista Valenzano, mentre alle loro spalle ritornava Siclari. Il quinto turno vedeva lo scontro diretto tra Migliorini e Siclari, con il secondo che aveva la meglio in un finale verosimilmente migliore quando al primo cadeva la bandierina. Tutto era quindi rimandato all’ultimo turno, con Siclari, Migliorini e Pedoni appaiati in vetta a quattro punti, tallonati da Moratto a mezza lunghezza di distanza. A questo punto succedeva l’incredibile: mentre Siclari vinceva contro Moratto in modo abbastanza agevole, Migliorini sottovalutava la pericolosità di un pedone passato e veniva a sorpresa sconfitto da Lavino. Stessa sorte capitava poco dopo a Pedoni, che doveva cedere il passo a Sunder. La classifica finale vedeva quindi la vittoria del favorito Giovanni Siclari con 5 punti, con ben cinque giocatori classificati a 4 punti. Lo spareggio tecnico premiava Pedoni (secondo) e Migliorini (terzo), davanti a Lavino, Valenzano e Sunder.

Un ringraziamento finale alla Città di Cossato ed al Vice Sindaco (e Assessore allo Sport) Enrico Moggio, intervenuto alla premiazione, ed allo sponsor del torneo, Aglietti Carni, che ha fornito i premi per i primi tre giocatori.

- 29º Torneo Sociale

Come tradizione ormai da diversi anni, l’inizio del nuovo anno coincide con la disputa del Torneo Sociale, giunto alla sua ventinovesima edizione. Anche quest’anno la gara riservata ai soci si è svolta con il sostegno del locale supermercato CONAD, che ringraziamo per la vicinanza al nostro circolo. Per la cronaca è stata inoltre la prima gara di scacchi a svolgersi sul territorio del neonato comune di Valdilana, sorto dal 1° gennaio scorso dall’unificazione di Valle Mosso, Trivero, Mosso e Soprana.

Il torneo, seppur mancante dei nostri giocatori di punta, ormai quasi tutti impegnati con gli studi universitari, è stato comunque interessante con il risultato finale incerto fino alla fine. La classifica finale ha poi premiato tre giovani giocatori: due Under 16 ed uno che Under 16 lo era fino allo scorso anno. La vittoria è andata a Matteo Sunder, che iscrive così il suo nome per la prima volta nell’albo d’oro della manifestazione, con il punteggio di 5,5/6, distanziando di un punto e mezzo gli immediati inseguitori. Non tragga in inganno questo distacco: all’inizio dell’ultimo turno il vantaggio di Matteo era solo di mezzo punto e tutto era ancora da decidere: è stato solo grazie alla vittoria ottenuta nello scontro diretto con Davide Moratto ed alla contemporanea sconfitta di Alessandro Gasparetto per mano di Ilaria Gnata che il divario ha assunto proporzioni importanti. La vittoria di Ilaria non è però bastata per scavalcare al secondo posto Alessandro: entrambi hanno terminato con 4 punti e lo spareggio tecnico ha premiato il ragazzo biellese. Ai piedi del podio, ancorché sempre con 4 punti, si è infine classificato Stefano Lavino.

La premiazione del torneo, anche in questo caso come tradizione vuole, è stata effettuata nel corso della Cena Sociale tenuta presso il Ristorante dei Cacciatori di Valdilana Valle Mosso. I vincitori dei vari premi di fascia sono stati: Stefano Lavino (1° 1500-1699), Laurentiu Ionel Moisa (1° sotto i 1500), Erick Marangone (1° Under 16) e Matteo Porrino (2° Under 16).

- Campionato Provinciale Giovanile Biellese

Il Campionato Provinciale Giovanile del 2019 ha visto la partecipazione di 13 giocatori, un numero purtroppo sensibilmente inferiore a quello dello scorso anno. I giovani scacchisti sono stati suddivisi in due tornei con girone all’italiana, unificando le categorie Under 16 (Allievi), Under 14 (Cadetti) ed Under 12 (Giovanissimi) nel primo, ed inserendo Under 10 (Pulcini) ed Under 8 (Piccoli Alfieri) nel secondo.

Nel primo torneo Alessandro Gasparetto non ha dovuto faticare per vincere con 5,5/7 (Campione Provinciale Allievi Assoluto) davanti al novarese Andrea Canelli (secondo a 5 punti) e ad Emiliano Tiritan, terzo con 4 punti e Campione Provinciale Giovanissimi Assoluto. Si è infine laureato Campione Provinciale Cadetti Assoluto Marko Bojanic.

Nel secondo torneo la vittoria finale è stata invece in forse fino alla fine, con Dario Isoardi ed Erick Marangone che terminavano a pari punti (4 su 5), con il primo che veniva fermato da Davide Platinetti ed il secondo che perdeva invece lo scontro diretto. Era proprio quest’ultimo risultato, primo criterio di spareggio, a consegnare vittoria e titolo di Campione Provinciale Pulcini Assoluto a Dario Isoardi. Terzo classificato l’eporediese Sergio Pilo (3 punti), mentre sono diventati Campioni Provinciali Karunya Karthikeyon (Giovanissimi Femminile) ed Alessandro Platinetti (Piccoli Alfieri Assoluto), quest’ultimo al suo debutto in un torneo ufficiale.

Un ringraziamento particolare infine ai giocatori appartenenti a circoli esterni alla provincia di Biella (Novara ed Ivrea) intervenuti al nostro Campionato Provinciale.

- Davide Moratto vince il Torneo Week-End di Verbania

L’anno agonistico del nostro circolo parte con il botto: Davide Moratto si è infatti imposto nel 4º Week-End “Città di Verbania” sbaragliando la concorrenza, anche quella sulla carta maggiormente favorita per la vittoria finale, conquistando 4,5 dei 5 punti disponibili. Davide vinceva le prime tre sfide, la seconda della quale contro la numero uno del tabellone, la moncalvese Sonia Monticone, alla quale intrappolava la Donna. Al quarto turno si assisteva all’incontro tra gli unici giocatori a punteggio pieno: contro l’omegnese Alberto Buzio il nostro socio commetteva un errore in apertura ed era costretto a cedere un Cavallo per due pedoni, ma in seguito un dubbio sacrificio di Alfiere di Buzio (per due pedoni) rimetteva l’incontro in equilibrio, con entrambi i giocatori che avrebbero dovuto forzare per tentare di vincere rischiando quindi il controgioco dell’avversario. L’incontro terminava quindi patto e la vittoria finale era rimandata all’ultimo turno, dove Davide aveva di fronte il giovane verbanese Marcello Di Fina, mentre Buzio se la doveva vedere con il nostro Marco Squara. In prima scacchiera Davide riesce a sfruttare alcune piccole imprecisioni del suo avversario ottenendo una qualità per un pedone. La partita si incanalava in un finale interessante dove Davide riusciva a fermare i pedoni di Di Fina andando a promozione con il proprio e ottenendo quindi punto pieno e vittoria, anche perché il seconda scacchiera l’incontro era ormai finito da diverso tempo, con Squara e Buzio che si erano accordati per la patta in posizione bloccata.

Con la patta finale Squara riusciva ad ottenere il primo premio di fascia concludendo quarto con 3,5 punti: peccato per l’inattesa sconfitta al primo turno che lo ha costretto ad un torneo di rincorsa. Decisamente positiva anche la prestazione di Stefano Cerri, che – va ricordato – disputava il suo terzo torneo ufficiale. La sua posizione finale, sesto con tre punti, gli permetteva di guadagnare altri punti Elo grazie alle vittorie ottenute contro un paio di giocatori con punteggio superiore al suo.